Rimini. Inaugurato il nuovo sentiero Cai a Covignano. Con oltre sei km immersi tra storia e natura.

Rimini. Inaugurato il nuovo sentiero Cai a Covignano. Con oltre sei km immersi tra storia e natura. Il percorso inizia dal piazzale sottostante il santuario delle Grazie, il complesso francescano edificato alla fine del Trecento (1391-1396). Sul lato opposto all'ingresso del Santuario si trova il Museo degli Sguardi, esposizione delle raccolte etnografiche del comune di Rimini. Dopo aver percorso via Vasari e via delle Fonti si arriva da piazzale Ruffi e ci si inoltra per via Covignano in direzione dell'abbazia di Scolca. L'ombrosa strada che porta all'abbazia di Scolca poi a Villa Belvedere permette di avvicinare la rigogliosa vegetazione della collina. La salita all'abbazia di Scolca è premiata con una splendida panoramica sulla valle dell'Ausa, incorniciata dagli ulivi. Oltre l'ingresso di Villa Belvedere, si costeggia il parco, dove svettano pini, tigli, querce, vecchi allori. A destra si apre il panorama sulle pendici di San Fortunato, sulla bassa Valmarecchia e la costa. La sommità collinare ospita l'edificio conventuale di San Girolamo, oggetto di scavi archeologici e restauri. All'altezza di Villa Battaglia si devia per via Monterotondo, tra uliveti di recente impianto. Di fronte a Villa Francolini, un piccolo bosco di lecci ricorda quello delle Grazie. Seguono ancora uliveti e abitazioni fin oltre la sbarra, dove inizia lo sterrato che conduce al piazzale della Galvanina. Il percorso procede ai piedi del colle. A Cà Palloni è possibile variare il percorso risalendo via San Lorenzo a Monte fino a riprendere via Covignano e trovarsi nelle adiacenze dell'abbazia di Scolca, dalla quale tornare al punto di partenza. Via della Carletta scorre ancora infossata e stretta con i versanti collinari a destra. Si conclude il percorso risalendo lo sterrato che continua con via delle Fonti fino a ritrovare a sinistra via Vasari poi il santuario delle Grazie.

RIMINI. Un nuovo sentiero per immergersi nella natura, nella storia e nell’arte di una delle zone collinari più suggestive del territorio. I mesi di pandemia hanno portato a riscoprire le bellezze dietro l’angolo, come Covignano e i suoi scorci. Da oggi gli amanti delle escursioni della natura potranno essere accompagnati [...]