Rimini. Viaggio alle radici della fede. Fra Otto e Novecento. Il culto della Vergine della Misericordia.

Rimini. Viaggio alle radici della fede. Fra Otto e Novecento. Il culto della Vergine della Misericordia. Nel 1976, l' immagine sacra della Vergine, divenuta nel frattempo miracolosa, fu ( ulteriormente) ‘copiata’ da Giuseppe Soleri con lo scopo di trarne un’incisione ( realizzata poi da Francesco Rosaspina) unitamente ad un ‘quadretto’ da destinare ad una clarissa ospitata in clausura. Quest’ultimo finì appeso, nel 1810, nella parte ‘aperta al pubblico’ del monastero. Si è consolidato così culto della Beata Vergine della Misericordia, meglio nota come la Madonna di Rimini, diffusa (oggi ) in ogni parte del Globo attraverso un incredibile numero di ‘repliche’.

RIMINI& RIMINESE. C’è un dipinto di Lorenzo Pasinelli, raffigurante una Madonna ( ora a Vaduz), all’origine di tutta una serie di miracolose immagini mariane riminesi. Da quell’opera è derivata infatti una incisione ‘ in controparte’ di Domenico Bonavera, servita ( in tempi successivi) da base per un dipinto settecentesco in [...]