Forlì. Capitale della Paleopatologia italiana. Inedito studio sui resti di Giovanni dalle Bande Nere.

Forlì. Capitale della Paleopatologia italiana. Inedito studio sui resti di Giovanni dalle Bande Nere. 'Per la prima volta l’importante convegno esce dalle sue sedi canoniche di Pisa e L’Aquila, che hanno ospitato i precedenti incontri' dice Mirko Traversari, della segreteria scientifica ed organizzativa, che aggiunge: 'E questo grazie ad una lunga collaborazione con il direttivo GIPaleo, che ha permesso di pervenire a questo splendido traguardo”. Maria Giovanna Belcastro, anch’essa della segreteria organizzativa ricorda che 'La tematica principale del Meeting, la paleopatologia, studia le malattie del passato principalmente dal punto di vista morfologico e mediante l'esame diretto dei resti umani antichi. Oltre al duplice interesse antropologico e storico, che permette di ricostruire stile di vita e condizioni di salute dei nostri progenitori e di personaggi storici, la conoscenza delle malattie antiche riveste un’autentica importanza medica perché può contribuire ad una migliore comprensione delle malattie attuali' Luca Ventura, coordinatore nazionale GIPaleo, inoltre precisando che 'il GIPaleo', riunendo gli anatomopatologi esperti di malattie del passato, vuole rappresentare una sorta di 'casa comune' per tutte le professionalità coinvolte nell'approccio multidisciplinare ai resti umani antichi. Questo è lo spirito fondamentale dei nostri meeting ed ecco perché a Bertinoro ascolterete anche antropologi, fisici, archeologi, storici della medicina, conservatori e tanto altro'.

BERTINORO. Si terrà presso la prestigiosa cornice del Centro residenziale universitario di Bertinoro il 18 maggio, il V Meeting nazionale del Gruppo italiano di paleopatologia (GIPaleo). Grazie al lavoro scientifico svolto dal dottor Mirko Traversari e dal gruppo Ausl Romagna Cultura, Gipaleo sceglie Forlì per il suo meeting nazionale. “Per [...]