Tag "Ausl Romagna"

 

Ausl Romagna. Possibili le prenotazioni last minute. L’unico vincolo è l’età superiore ai 18 anni.

Ausl Romagna. Possibili le prenotazioni last minute. L’unico vincolo è l’età superiore ai 18 anni. Dopo il successo registrato con le prenotazioni last minute riservate alle serate di giovedì 10 e venerdì 11 giugno, andate esaurite tutte nel pomeriggio, Ausl Romagna ha deciso di estendere questa modalità, a partire da domani pomeriggio alle 15, per tutti i giorni a seguire. Tutti i giorni, quindi a partire dalle ore 15, i cittadini attraverso i consueti canali (Cup, Farmacup, Cuptel, Cupweb) potranno verificare la disponibilità dei posti liberi per il giorno successivo nelle varie sedi vaccinali e direttamente prenotarsi, senza vincoli di appartenenza ad alcuna categoria. Unico vincolo rimane l’età superiore ai 18 anni. Proseguono le prenotazioni per la fascia di età 12-19 anni , giunte alle 13 di oggi a 18.535; così suddivise per ambito: Cesena 3.740; Forlì 3.514; Ravenna 7.124 e Rimini 4.157. La fascia di età 35-39enni, che ha iniziato a prenotarsi ieri ha raggiunto alle 13 di oggi 9.601 unità così suddivise: Cesena 1842; Forlì 1796; Ravenna 3.210 e Rimini 2.753. A partire da venerdì 11 inizieranno le prenotazioni per la fascia 30-34enni 8 nati dal 1987 al 1991, attraverso i consueti canali.

AUSL ROMAGNA. Con questa nuova modalità aggiuntiva sarà possibile prenotare (solo per il giorno successivo) tutti i posti disponibili, che si sono liberati per cancellazioni o per mancata prenotazione. Dopo il successo registrato  con le prenotazioni last minute riservate alle serate di giovedì 10 e venerdì 11 giugno, andate esaurite [...]

10 giugno 2021 0 commenti

Lugo. Ex acetificio Venturi. Avviati gli incontri per l’area di rigenerazione. Presto l’atteso Masterplan.

Lugo. Ex acetificio Venturi. Avviati gli incontri per l’area di rigenerazione. Presto l’atteso Masterplan. L’incontro è stato l’occasione per proseguire con Ausl Romagna il dialogo sul progetto che integri i servizi sanitari e sociali all’interno del piano di rigenerazione dell’area dell’ex acetificio Venturi. ' Per questa Amministrazione comunale resta prioritario il tema della rigenerazione - spiega il sindaco Davide Ranalli -, che continueremo quindi a portare avanti per riqualificare e recuperare diverse aree della città, restituendole ai cittadini. Per questo, riteniamo fondamentale il confronto con tutte le realtà coinvolte nel progetto del recupero dell’area ex acetificio Venturi. Un confronto che abbiamo intanto avviato con Ausl per garantire ai lughesi l’integrazione tra i servizi sanitari e sociali. Come indicato nel documento ‘Il sistema socio e sanitario a Lugo all’epoca del Covid’, approvato nei mesi scorsi in Consiglio comunale, riteniamo infatti importante questa relazione tra sociale e sanitario per una visione completa della presa in carico delle fragilità. Rigenerare sarà il verbo che, nel corso dei prossimi anni, coniugheremo nelle diverse declinazioni. L’ex Acetificio e la piazza Savonarola, infatti, sono solo i primi di una lunga serie di progetti che porteremo all’attenzione della città attraverso la realizzazione di un vero e proprio Masterplan della rigenerazione urbana'.

LUGO. L’amministrazione comunale di Lugo ha avviato gli incontri con i soggetti impegnati nel Piano di sviluppo dell’area di rigenerazione dell’ex acetificio Venturi. A questo scopo, mercoledì 26 maggio il sindaco di Lugo Davide Ranalli e l’assessore allo Sviluppo economico Luciano Tarozzi hanno incontrato la direttrice del Distretto sanitario di [...]

27 maggio 2021 0 commenti

Rimini. Città della salute post Covid. Nuovi spazi e una piattaforma digitale per i nuovi bisogni sociali.

Rimini. Città della salute post Covid. Nuovi spazi e una piattaforma digitale per i nuovi bisogni sociali. Il progetto, elaborato in collaborazione con dipartimento di Sociologia e Diritto dell'economia dell'Università di Bologna (Campus della Romagna), prevede la messa a punto di una piattaforma digitale per il supporto psicosociale e la promozione del benessere. Si tratta di un servizio che fornirà ai cittadini una sorta di ‘cruscotto digitale’ dove l’utente che si collegherà troverà in tutti i servizi complementari a quelli sanitari a supporto del benessere e del sostegno psicosociale. Le localizzazioni per i primi Forum urbani sono stati individuate a Miramare, Viserba, all’ex Macello e Spadarolo, quest’ultimo al centro di un progetto già approvato dalla Giunta e candidato al finanziamento della regione Emilia Romagna (per circa 2,2 milioni) nell’ambito del programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare (Pinqua). Sempre nell’ottica di valorizzare gli spazi della città allo scopo di creare occasioni di socializzazione e di scambio, si andrà alla realizzazione di nuovi centri culturali e ricreativi di incontro fra generazioni, pensati in particolare per quelle aree più carenti di offerta di servizi e meno baricentriche. Il primo progetto è già partito e riguarda l’area dell’ex Tiro a volo, tra Spadarolo e Vergiano, che attraverso una convenzione con l’associazione Sorridolibero, diventerà un ‘parco’ dalle molteplici funzioni: punto di incontro, laboratori, giochi, incontri, cineforum, attività sportive oltre a iniziative musicali e teatrali, dedicati quindi a tutte le fasce d’età. Altri progetti sono in fase di definizione nelle zone di Santa Aquilina, a Corpolò vicino alla rinata piazza del Tituccio, al Centro ippico San Paolo.

RIMINI. Più soli, più fragili, più esposti. Il lockdown, le restrizioni e le incertezze legate alla pandemia hanno creato una crisi non solo economica, ma hanno creato fratture profonde nella società, nelle famiglie e negli individui. A farne le spese per primi sono stati i soggetti più vulnerabili, i cui disagi [...]

2 aprile 2021 0 commenti

Ausl Romagna. Quadro epidemiologico dell’infezione da Covid 19, settimana 15/21 marzo.

Ausl Romagna. Quadro epidemiologico dell’infezione da Covid 19, settimana 15/21 marzo. Nella settimana di riferimento, si sono verificate 5.278 positività su un totale di 43.766 tamponi eseguiti; si osserva quindi un tasso di positività del 12,1 per cento, evidenziando, in questa settimana, una tendenziale stabilizzazione del trend dei nuovi casi positivi, nel territorio romagnolo. La performance dei tempi di refertazione dei tamponi, entro le 48 ore, si mantiene alta, registrando oltre il 93 per cento. Per quanto riguarda l'indicatore relativo alle persone ricoverate, su tutta la Romagna, a lunedì 22 marzo, si registra la quota di 780 ricoveri, con un rialzo di 59 ricoverati rispetto alla settimana scorsa, mantenendo l'azienda all’interno del livello rosso del Piano ospedaliero Covid; anche i riempimenti nelle terapie intensive sono in rialzo, sia in termini assoluti che percentuali. 'Un’altra settimana impegnativa - commenta Mattia Altini, direttore sanitario di Ausl Romagna - sia dal punto di vista del numero dei contagi , che sul versante dell’occupazione dei posti letto in ospedale, anche se, dai dati della settimana presa in considerazione, si verifica una flebile stabilizzazione del trend di ascesa dei contagi. Questo ci conforta e conferma, la bontà delle misure restrittive intraprese dalla nostra Regione. Tuttavia la strada è ancora in salita. I contagi non stanno calando ancora sensibilmente come ci saremmo auspicati e prima che l’effetto si ripercuota sull’occupazione dei posti letto in ospedale, occorreranno alcune settimane. Nel frattempo, stiamo procedendo nella campagna di somministrazione vaccinale, sperando di poter procedere sempre più spediti, se arriveranno le forniture annunciate'.

AUSL ROMAGNA. ( Riceviamo e pubblichiamo). Al fine di fornire un aggiornamento rispetto all’evoluzione del quadro epidemiologico dell’infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata, si riportano, in allegato, alcuni dati relativi alla settimana dal 15 al 21 [...]

25 marzo 2021 0 commenti

Ausl Romagna. Da lunedì 15 marzo al via le prenotazioni per le vaccinazioni comprese tra i 75 e i 79 anni.

Ausl Romagna. Da lunedì 15 marzo al via le prenotazioni per le vaccinazioni  comprese tra i 75 e i 79 anni. Persone estremamente vulnerabili. L’Ausl Romagna ha già provveduto, attraverso l’organizzazione di sedute straordinarie, alla somministrazione del vaccino alle persone dializzate, ai soggetti che hanno effettuato il trapianto renale e ai pazienti nefropatici immunodepressi. Le persone coinvolte sono state reclutate direttamente dalle U.O. di Nefrologia e le sedute , quasi ultimate su tutti i territori, si sono svolte all’interno degli ospedali, coadiuvate dal supporto del personale medico e infermieristico delle Unità Operative di Nefrologia. Per quanto riguarda le altre tipologie di pazienti considerate estremamente vulnerabili per via di patologie particolarmente a rischio, vale lo stesso ragionamento. Non dovranno prenotare. Ma saranno contattate e prese in carico direttamente dalla Azienda, in base alle forniture di vaccini. L’Azienda, sulla base degli elenchi dei soggetti portatori delle patologie indicate, e del confronto con i clinici che li hanno in carico, procederà alla individuazione dei punti di somministrazione e alla chiamata diretta dei pazienti.

AUSL ROMAGNA. ( Riceviamo dall’ufficio stampa Ausl Romagna). Come anticipato dal comunicato stampa della Regione, da lunedì 15 marzo partiranno le prenotazioni per la vaccinazione di coloro che hanno tra i 75 e i 79 anni secondo i canali già noti (Cup – Farmacup- CupTel) oppure attraverso i canali online ( [...]

11 marzo 2021 0 commenti

Emilia Romagna. Coronavirus, partita la somministrazione dei vaccini ai cittadini over 85.

Emilia Romagna. Coronavirus, partita  la somministrazione dei vaccini ai cittadini over 85. Fra i primi ad essere stati vaccinati nelle quattro sedi provinciali (Fiera di Cesena, Pala De Andrè a Ravenna, Fiera di Forlì e Quartiere fieristico a Rimini ), in un clima di grande emozione, anche tra gli operatori sanitari, sono stati: la signora Elena di 88 anni di Cesena, il signor Augusto, 85 anni, di Rimini, la signora Bianca, 92 anni, di Forlì, la signora Giovanna e suo marito Luciano, ravennati, rispettivamente classe 1930 e 1929. Per tutti loro, sorrisi nascosti dietro le mascherine ma occhi felici per l’emozione grande di ricevere la prima dose di vaccino, un segnale di speranza per tutti. Le vaccinazioni over 85 nella prima giornata in Romagna sono state 1.354 così suddivise: 450 a Rimini, 450 a Ravenna, 227 a Cesena e 227 a Forlì. Durante la settimana entreranno in funzione anche le quattro sedi distrettuali Hub (Lugo, Faenza, Cattolica in sostituzione per la prima settimana della sede di Riccione, Savignano sul Rubicone ) cui si aggiungeranno la settimana successiva le 17 sedi distrettuali di prossimità, individuate e allestite in collaborazione con le Amministrazioni locali, per rispondere alle esigenze dei cittadini che vivono più lontano dai principali centri abitati. Dopo il boom di richieste registrate nei giorni precedenti nonostante qualche criticità temporanea subito risolta, le prenotazioni per le persone over 85 proseguiranno anche nei prossimi giorni: ad oggi ( Ndr) in Romagna ne sono state effettuate 16.715 così suddivise: 3.385 a cesena, 3.001 a Forli, 5.916 a Ravenna e 4.413 a Rimini.

EMILIA ROMAGNA. Anche in  Romagna è partita da martedì 16 la somministrazione del vaccino contro il Covid- 19 ai cittadini dagli 85 anni in su, ovvero quelli nati nel 1936 e negli anni precedenti.  Fra i primi ad essere stati vaccinati nelle quattro sedi provinciali (Fiera di Cesena, Pala De Andrè [...]

17 febbraio 2021 0 commenti

Ausl Romagna. Completata la prima dose per i 5.558 anziani ospiti Cra. Ora s’avvia la seconda.

Ausl Romagna. Completata la prima dose per i 5.558 anziani ospiti Cra. Ora s’avvia la seconda. Nella giornata di venerdì 22 gennaio 2020 è iniziata la somministrazione della seconda dose, agli ospiti che avevano ricevuto il primo vaccino nella giornata del 31 dicembre scorso e stanno proseguendo in questi giorni. Restano ancora fuori dalla somministrazione le strutture interessate da cluster, 1080 persone presenti in struttura, perché attualmente sono ancora presenti cluster. Per quanto riguarda gli operatori, 1785 di loro hanno ricevuto il vaccino direttamente all’interno delle strutture, mentre gli altri, come da indicazioni date, sono ricorsi alla vaccinazione nei tre punti provinciali individuati dall’Azienda ( Ravenna, Pala De Andrè, Cesena/Forli, Fiera Cesena e Rimini, Fiera).

AUSL ROMAGNA. Oltre 5558 ospiti nelle strutture per anziani presenti sul territorio romagnolo hanno ricevuto la prima dose del vaccino, mentre nella giornata di venerdì 22  gennaio 2020 è iniziata la somministrazione della seconda dose, agli ospiti che avevano ricevuto il primo vaccino nella giornata del 31 dicembre scorso e [...]

26 gennaio 2021 0 commenti

Ausl Romagna. Nuova fase della campagna vaccinale. Per personale sanitario, operatori e degenti Cra.

Ausl Romagna. Nuova fase della campagna vaccinale. Per personale sanitario, operatori e degenti Cra. Giovedì 31 dicembre e sabato 2 gennaio dalle ore 10 si procede alla somministrazione del vaccino nelle tre sedi già individuate (Pala De Andrè a Ravenna per la provincia di Ravenna, Fiera di Cesena per gli operatori della provincia di Forlì-Cesena e Quartiere fieristico di Rimini, per la provincia di Rimini). In questi tre punti accederanno oltre agli operatori sanitari operanti nelle strutture ospedaliere, anche i medici di medicina generale dei rispettivi territori. Complessivamente in queste due giornate saranno circa 500 gli operatori sottoposti alla somministrazione del vaccino. Si proseguirà poi dal 4 gennaio a pieno regime, quando sarà attiva la piattaforma informatica di tutta la Romagna a cui gli operatori si prenoteranno per programmare la vaccinazione. Sempre domani partirà la somministrazione agli ospiti e agli operatori delle Cra. Per questa giornata sono state individuate quattro residenze anziani presenti sui 4 ambiti territoriali: Villa Verde di Milano Marittima; Oasi serena a Viserba di Rimini, Meridiana a Cesena e Zangheri di Forlì. Anche per gli ospiti e operatori delle Cra, la programmazione e gli step delle vaccinazioni entreranno a pieno regime dal 4 gennaio 2021.

AUSL ROMAGNA. Dopo la giornata iniziale del 27 dicembre  riprende la nuova fase della campagna vaccinale in Romagna rivolta al personale sanitario, operatori e degenti delle residenze per anziani (Cra). Giovedì 31 dicembre e sabato 2 gennaio dalle ore 10   si procederà  alla somministrazione del vaccino nelle tre sedi già [...]

31 dicembre 2020 0 commenti

Ausl Romagna. Aggiornamenti Covid 19. I dati della settimana dal 30 novembre al 6 dicembre.

Ausl Romagna. Aggiornamenti Covid 19. I dati della settimana dal 30 novembre al 6 dicembre. Nella settimana di riferimento si sono verificate infatti 3.376 positività su un totale di 36.806 tamponi, con una incidenza dunque del 9,2 per cento, con un lieve aumento rispetto alla settimana precedente (8,9), nonostante un calo in valore assoluto di positività (circa 400 in meno rispetto alla settimana precedente) e comunque al di sotto dell'incidenza nazionale. Su questo specifico indicatore si registra, nell’ultima settimana, un aumento nei territori di Rimini e Cesena (con un punto percentuale in più), una sostanziale situazione stazionaria a Ravenna ed un calo (due punti percentuali in meno) nel Forlivese . Mentre rispetto all’indicatore delle positività su popolazione residente si verifica un calo in tutti i territori. Restano pressochè invariate le percentuali di asintomatici con quella di Rimini ancora superiore alle altre. Per quanto riguarda l'indicatore relativo alle persone ricoverate, a fine della scorsa settimana la quota di 557 ricoveri (più 9 rispetto alla settimana precedente) a fronte del quale si registra però un ulteriore calo di ricoveri in terapia intensiva: meno 9,3 per cento rispetto alla settimana precedente e meno 20 per cento rispetto a due settimane fa; cala anche l'indicatore dell'incidenza dei pazienti in terapia intensiva in Romagna rispetto al totale dei ricoveri e rispetto ai residenti, dato quest'ultimo che resta inferiore a quello medio regionale.

AUSL ROMAGNA. Al fine di fornire un aggiornamento rispetto all’evoluzione del quadro epidemiologico dell’infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata, si riportano,  alcuni dati relativi alla settimana dal 30 novembre al 6 dicembre (precisando che si tratta [...]

9 dicembre 2020 0 commenti

Sanità. 1° dicembre: Giornata mondiale di lotta anti Aids. Aggiornamenti Covid in provincia di Ravenna.

Sanità. 1° dicembre: Giornata mondiale di lotta anti Aids. Aggiornamenti Covid in provincia di Ravenna. Aggiornamento lotta anti Aids. La buona notizia è che nel territorio romagnolo dal 2010 al 2019 le nuove diagnosi da Hiv tra i cittadini residenti sono diminuite, passando da 129 a 67, con una incidenza che, sebbene sia sempre stata superiore rispetto a quella regionale, nel 2010 era di 12,8/100.000 abitanti mentre nel 2019 risulta più che dimezzata essendo passata a 6/100.000 abitanti. Il dato emerge dall’annuale report realizzato dal Laboratorio Unico di Pievesestina che evidenzia come l’incidenza da HIV nei residenti dell’AUSL Romagna abbia avuto un netta riduzione fino al 2013, poi dal 2013 si è stabilizzata con modeste variazioni annuali. 'Grazie al registro delle nuove diagnosi di infezione da HIV costantemente aggiornato dalla Microbiologia del Laboratorio di Pievesestina – spiega la dottoressa Simona Semprini del Laboratorio Unico di Ausl Romagna - dal 2010 nell’AUSL Romagna vengono monitorati i casi di nuove infezioni diagnosticate annualmente dai vari servizi che inviano i campioni al Laboratorio Unico; oltre ai residenti vi sono anche quelle persone che comunque vivono e vengono curate nel nostro territorio'. Aggionamento anti Covid nel Ravennate. Per il territorio provinciale di Ravenna lunedì 30 si sono registrati 182 casi: si tratta di 86 maschi e 96 femmine. I casi complessivamente diagnosticati da inizio contagio nel Ravennate risultano 8.062.

SANITA’ PUBBLICA. Non abbassare la guardia nei confronti di una malattia che si può curare, ma dalla quale non si può ancora guarire . Lunedì 1 dicembre si è  celebrata la Giornata mondiale contro l’Aids, un’occasione per tornare a parlare di questa malattia, riflettere sulle sue conseguenze e sulla necessità di informazione [...]

1 dicembre 2020 0 commenti