Non solo sport. Seb e la ‘rossa’: dopo il danno anche la beffa? Torna in pista l’uomo senza età di Tavullia.

Non solo sport. Seb e la ‘rossa’: dopo il danno anche la beffa? Torna in pista l’uomo senza età di Tavullia. Oggi come oggi i paludati della Fia stanno pensando bene di rincarare la dose sul povero Seb ( e sulla Ferrari). In ballo c'è la presunta violazione dell'articoli 151/Comma c del Codice sportivo internazionale che si riferisce a eventuali comportamenti che possano causare danni d'immagine allo sport. Per dirla più in breve: ora Seb, rischia ulteriori sanzioni. Quali non si sa. Ce la faranno i nostri eroi guidati da quel Todt gran custode della sicurezza a compiere un altro misfatto? Forse sì, forse no. Certo è che da Baku la Ferrari si è portata dietro un carico di cerotti e bastonate: a provocare Vettel ci ha pensato Hamilton, a scassare Raikkonen il connazionale Bottas. Lavoretti puliti. Ben sapendo che i ( provocatori ) vanno a piede libero e i ( soliti) bastonati in galera. Vorrà dire che se (ri)toccheranno ancor di più la 'rossa' e i suoi piloti ci toccherà ripetere quanto facevamo quando a guadare la F1 s'erano ridotti il ( mai dimenticato ) Bernie e i suoi famigliari: ovvero, se in pista corre la 'rossa' si sta alla tivù, se invece non c'è perchè se la sono cotta e bollita a loro piacimento o si fa zapping o si spegne la tivù o si va altrove. Ai monti o al mare. Semplice.

 LA CRONACA DAL DIVANO.  Proprio in queste ore  i paludati della Fia stanno pensando bene di rincarare la dose sul povero Seb ( e sulla Ferrari). Con un supplemento d’indagine. La Fia infatti riesaminerà ( lunedì ?), a Parigi, la vicenda della collisione avvenuta a Baku durante il Gp d’Azerbaigian fra Sebastian [...]