Tag "Betlemme"

 

Giorni di festa. La luce di Betlemme. Notre Dame. Perdersi e ritrovarsi. Uomini e donne di buona volontà.

Giorni di festa. La luce di Betlemme. Notre Dame. Perdersi e ritrovarsi. Uomini e donne di buona volontà. Quando videro bruciare Notre Dame, i francesi, immemori, gridarono che stava andando in fumo un' opera d'arte, un 'monumento', e non un' opera di fede, alta espressione della secolare storia cristiana di quel Paese, maestosa, bella, ricca di memorie, ma oramai ridotta ad un vetusto e prestigioso museo a cielo aperto. Come i popoli riescano a smarrire la loro anima non è dato a sapere. Di certo, a volte, di riescono. Come in questo e in altri innumerevoli casi, soprattutto odierni, dove, a star sentire le cronache, le ' case della fede' d'un tempo neppure tanto remoto vengono non solo 'sconsacrate' ma ' rinnegate',' vendute' e ' adibite ad altro'. Un po' come accadde a Pietro, dopo la cattura di Cristo, più intento a salvare ( o giustificare) sè stesso che non a difendere il 'figlio di Dio' che lo aveva scelto a fondamento della sua Chiesa. Una continua, chirurgica, opera di contrasto tra scienza e religione ha portato infatti ( almeno in Occidente) alla convinzione ( più o meno diffusa) che se c'è una deità che l'uomo deve adorare quella è la ' ragione' e non ' il mistero che sta all'origine della ragione stessa'. Una ragione, prezioso dono del Creatore, usata ( paradossalmente) contro il Creatore stesso. Per cancellarlo dalla vita dei popoli. Quando invece dovrebbe contribuire essa più d'altro a radicarlo e celebrarlo, aiutando a convivere più che a negare il mistero. Un mistero in cui, per certi aspetti, sul ( cosiddetto) versante pragmatico si sono estratti risultati anche apprezzabili, ma contingenti, limitati . Del resto è o non è la scienza uno strumento donato non per essere ' verità' ma per ' cercare la verità'? Verità del quotidiano, non assoluta. Che è altra cosa. Di certo non figlia del nulla, e del caso, quando sappiamo che dal nulla nasce nulla, mentre del caso non può essere figlia l'incredibile intelligenza che governa il creato. E comunque sia, al di là dei massimi sistemi, resta da 'fare i conti' con quell'evento che duemila anni fa ' sconvolse' il Mondo. Generando un prima e un dopo. Con differenze che, travagli, contrasti, tradimenti, orrori grandi o piccoli, che, forse, in tanti hanno scordato, o fingono di scordare. Nel frattempo, a dispetto di chi con mille artifici desidererebbe spegnere la luce che emana dall'umile capanna di Betlemme, quella luce non solo non esala ma si ravviva. Nonostante le apparenze ( non solo) mediatiche contrarie. Perchè in quale altro tempo umano c'è stato il bisogno impellente di quel chiarore? Che invita i popoli ad amarsi, incontrarsi, unirsi, lottando contro vecchie e nuove povertà, violenze, 'scarti' e 'peccati' ; tornando inoltre a ' laudare' la natura come fece il santo apostolo di Assisi, senza dimenticare la promessa di una vita eterna?

NATALE EVENTO DI LUCE.  Quando videro bruciare Notre Dame, i francesi, immemori, gridarono che stava andando in fumo un’ opera d’arte, un ‘monumento’, non un’ opera di fede, alta espressione  della secolare storia cristiana di quel Paese, maestosa, bella, ricca di memorie,  ma oramai ridotta ad un vetusto e prestigioso museo a cielo [...]

25 dicembre 2020 0 commenti

Cesena. Poste italiane: ben 180mila bambini hanno scritto a Babbo Natale. Speciali postini all’opera.

Cesena. Poste italiane: ben 180mila bambini hanno scritto a Babbo Natale. Speciali postini all’opera. Anche nel Circondario cesenate sono all’opera i cosiddetti 'Postini di Babbo Natale' per la raccolta delle buste contenenti gli scritti che i bambini inviano tramite i 44 uffici postali del Cesenate o inseriscono nelle cassette rosse di impostazione presenti sul territorio. In questo 2020 segnato dalla pandemia globale, Poste italiane ha deciso di rinnovare l’appuntamento con la tradizione e raccogliere 'speranze e desideri' dei bambini. Come ogni anno, sono migliaia le missive che i portalettere intercettano nel circuito postale e alle quali Babbo Natale risponde con un pensiero. Molte le frasi e i pensieri dedicati all’emergenza sanitaria: 'Caro Babbo Natale come stai, il virus è arrivato anche da te? I tuoi elfi stanno bene?', 'Quest’anno il regalo più grande saranno la compagnia e l’amore delle persone che amiamo'. È stata anche attivata l’app 'Zen e Zero' (disponibile su Google Play e Apple Store) con il cooking game più divertente delle feste. Per ciascun partecipante, la missione sarà quella di scoprire se il sapore del Natale è lo stesso in tutto il mondo, grazie ai due chef di Babbo Natale, Zen e Zero, che aiuteranno i bambini durante il gioco.

Cesena, 18 dicembre 2020 – Anche quest’anno Poste Italiane ha messo a disposizione la propria rete logistica per il consueto appuntamento natalizio de ‘La posta di Babbo Natale’ dedicata a tutti i bambini, che hanno già spedito in pochi giorni 180 mila letterine da tutt’Italia. Anche nel Circondario cesenate sono [...]

18 dicembre 2020 0 commenti

Forlì. Concerto di Natale Forlì-Betlemme, con il maestro Olmi e la Young Musicians European.

Forlì. Concerto di Natale Forlì-Betlemme, con il maestro Olmi e la Young Musicians European. Sabato 7 dicembre 2019, alle 21, nella abbazia di San Mercuriale, si esibirà la Young Musicians European Orchestra diretta dal maestro Paolo Olmi, composta da giovanissimi musicisti di tutto il mondo impegnati in un progetto che inizierà ai primi di dicembre a Ravenna con le prove preliminari e che terminerà con due concerti: a Betlemme nella Chiesa della Natività l’11 dicembre e a Gerusalemme nella Chiesa di Notre Dame il 12 dicembre. Le manifestazioni in Terra Santa sono organizzate in collaborazione con l'Ambasciata d'Italia a Tel Aviv, l'Istituto italiano di Cultura, il Municipio di Betlemme e la Custodia di Terra Santa. Il programma di Forlì prevede, come da tradizione, l'esibizione di giovanissimi solisti protagonisti nel mondo musicale internazionale; sarà aperto dall’oboista Simone Fava, impegnato nel Concerto in Fa Maggiore di Corelli nella trascrizione di John Barbirolli; proseguirà con il concerto in Do Maggiore per violoncello di Haydn (solista Bruno Philippe, nella foto) e terminerà con il Concerto in Sol Maggiore K216 di Mozart interpretato da Vikram Sedona. Una novità di quest'anno è costituita dal fatto che, in chiusura del concerto, la Young Musicians European Orchestra sarà integrata da alcuni giovani musicisti forlivesi provenienti dall’Istituto Musicale Masini, dalla scuola di musica InArte e da altre istituzioni cittadine nell’esecuzione di due brani fuori programma. Un altro risultato del quale gli organizzatori sono molto orgogliosi è la partecipazione all'iniziativa di tutti i Club Service di Forli quali: Lions Club, Rotary Club, Fidapa, Soroptimist, Il gruppo, Rotaract, Club Unesco di Forlì. In questo modo la nostra città attraverso le sue associazioni più generose dà un segnale di coesione e di solidarietà particolarmente significativo in occasione delle festività natalizie.

FORLI’. Dopo il grande successo degli scorsi anni la cooperativa Emilia Romagna concerti di Ravenna, l’amministrazione comunale di Forlì e la Caritas di Forli-Bertinoro, presentano l’edizione 2019 del Concerto di Natale Forlì-Betlemme, organizzato insieme al Ministero dello Spettacolo, il Ministero degli Esteri, la regione Emilia Romagna e alcuni sponsor qualificati [...]

11 novembre 2019 0 commenti

Emilia Romagna. La Luce di Betlemme fa tappa al Palazzo Comunale di Cesena.

Emilia Romagna. La Luce di Betlemme fa tappa al Palazzo Comunale di Cesena. Il viaggio della Luce della Pace di Betlemme trae origine dal fatto che nella Grotta della Natività a Betlemme c’è una fiaccola che arde da secoli.

CESENA. La Luce di Betlemme fa tappa al Palazzo Comunale di Cesena. Martedì 18 dicembre, alle ore 11.30, una delegazione del Masci (Movimento Adulti Scout Italiani) porterà al Palazzo Comunale di Cesena la “Luce della Pace di Betlemme”. La fiaccola, accesa presso la grotta di Betlemme, in questi giorni verrà [...]

17 dicembre 2012 0 commenti