Tag "calcio europeo"

 

Non solo sport. Sicuro che c’è una Germania che crede nell’Europa? Riparte il calcio? Giro, e solo Giro.

Non solo sport. Sicuro che c’è una Germania che crede nell’Europa? Riparte  il calcio? Giro, e solo Giro. Dalla Germania arriva anche quel raggio di sole che libera dalla quarantena il campionato di calcio. Ancora una volta sembra tutto dovuto ( formalmente) alla signora Cancelliera, in realtà i 'tugnini' se non si affrettano a dar corso al loro maggior torneo calcistico, rischiano di vederselo ridimensionare di brutto da un giorno all'altro. Come potrebbe capitare alla planetaria Premier o alla Liga dei due Panda. Che, a quel che pare dall'affare Messi-Lautaro-Messi, sembrano i nobili Trao del Mastro don Gesualdo, che si muovono come ai vecchi tempi,senza accettare quanto possono con i nuovi. Aspettiamo il responso post pandemia. Che non dovrebbe trovare in posizione ideale la nostra Serie A, che potrebbe ripartire a breve, ma che intanto può solo allenarsi. Saltare la fine, potrebbe voler dire un salasso in termini ( soprattutto) di diritti tivù ( davvero) esorbitante. Tale, se non erriamo, da farci ripiombare all'età in cui dei legionari davano calci ad una vescica d'animale gonfiata per trascorre i momenti di tregua. Fatto è anche il calendario del ciclismo. Non semplice , non del tutto certo, visto che a dar ordini è il misterioso virus cinese. Tuttavia, tanto per ribadire che in Europa prima si fanno i cacchi loro e poi gli altrui, hanno messo il Tour dal 29 agosto al 20 settembre, e il Giro dal 3 al 25 ottobre, in contemporanea con la Vuelta, dal 20 ottobre all' 8 novembre. Stupido. Che da noi a dirigere s'infilino sempre i peggiori, i cosiddetti incapaci, lo sappiamo dai tempi dell'infanzia; abbiamo quindi imparato a difenderci da soli, come quei medici ed infermieri che pur di sacrificarsi non hanno voluto mancare a dare di sè prove di dignità e valore. All'altezza di un Paese che non sa farsi rispettare. Per quello che è e non per quello che gli invidiosi vogliono far apparire. In breve, fate come noi che del Tour 2020 non ce ne fregherà niente, proprio niente. Perchè quel che aspetteremo sarà solo e soltanto il fruscio di quelle ruote che, qui, più che altrove, Tour compreso, scivolando leggere tra ali di gente in festa ci recano da sempre i più grandi campioni di sempre. Passiamo agli stadi. Chè da quelli, una volta messo in cantina il virus, dovrà ripartire il calcio. La situazione non è rosea, anche se è la 'rosea' che non li molla un attimo. Genoa e Samp, restyling in corso; Viola potrebbe farsi un Franchi nuovo, ma tanto fa per per far perdere la pazienza a mister Comisso; Inter e Milan, trattano; Bologna, lavora a progetti definitivi; Spal, da poco riqualificato; Sassuolo, stadio di proprietà rifatto; Juventus, impianto moderno di proprietà che ha il solo difetto di essere limitato nei posti; Lazio e Roma, tutto dentro la mente degli dei; Verona e Brescia, senza vincoli ambientali, sperano; Udine, mosca bianca; Cagliari, sede provvisoria; Lecce, fatto un restyling; Napoli, ristrutturato l'anno scorso; Torino, s'accontenta al momento dell'Olimpico 'Grande Torino'. Da due mesi, assicura la 'rosea', in Lega si sta lavorando per il futuro. Il calcio italiano chiede una brusca accelerazione sul fronte infrastrutture e chiede al Governo aiuti concreti agli imprenditori che sono pronti a creare un qualcosa che servirà, di sicuro, al club ma che porterebbe benefici economici ( soprattutto) alla città. Tutto chiaro, eppure i 'bacucchi' vecchi e nuovi di misto genere, faticano da matti a capire. E a fare.

LA CRONACA DAL DIVANO. Non vogliamo pensare che con tutto quello che c’è stato  (neppure ) 80 anni fa, pur nel rispetto di lutti e macerie, sia rimasto nelle simpatie dei Tedeschi. Di buona parte dei Tedeschi. Ma solo di quella schiera che in certi eventi storici può sopravvivere perfino [...]

7 maggio 2020 0 commenti

Non solo sport. Paperoni del pallone: Italia sempre più fuori. Tutti gli altri ‘inventano’ noi soli ‘ dormiamo’.

Non solo sport. Paperoni del pallone: Italia sempre più fuori. Tutti gli altri ‘inventano’ noi soli ‘ dormiamo’. Ascoltiamo ( leggiamo) sempre con interesse gli interventi del Gianfranco Teotino. Non sono campati per aria. Resta però il fatto che di qualche inciampo son vittime: e chi dice infatti che alle Coppe non si possa arrivare prima ( e contro) ogni contabilità, magari nel 2020? Le premesse ( in questa tornata) sono incoraggianti. Inoltre se è il danaro a farla da padrona, perchè le squadre di stato ( più o meno legali) degli sceicchi ( Psg e City) alle Coppe continuano a guardar attraverso il binocolo ? Mercoledì 15 gennaio, Teotino è tornato ad imperversare in 'Calcio di rigore' sulla infelice condizione economica del nostro pallone. Un mondo dove solo i ricchi ridono. I dati di Deloitte in questo senso sono impietosi. Senza tener conto di plusvalenze e trading dei giocatori, il bilancio del Barca si è chiuso ( ufficialmente) con 990 mln di ricavi, mentre per quello di previsione si paventa di oltrepassare ( per la prima volta al Mondo) il miliardo. La Juve, in tal contesto, non solo grazie a Ronaldo, è entrata nelle top ten del pallone, ma con quasi 400mln meno del Barca. E' cresciuta del 16%, ma meno del Barca ( +21, 7 %), del Psg ( +17,4%) e del Liverpool ( +17,7%). Recuperare il terreno è sempre più difficile per le italiane. Anche perchè le big non vivono più di soli diritti tivù. Che hanno ormai un peso che va dal 25% al 38%. Occorre conquistare quindi nuovi mercati, nuove entrate attraverso nuove iniziative commerciali e non, ma che noi con gli stadi che abbiamo siamo già dei miracolati a sentire che crescono gli spettatori. Con l'eterno manipolo d'indefessi ignoranti, ma crescono. Così come crescono i conti del pallone altrui. L'Inghilerra, Brexit o non Brexit, è arrivata alla vetta di 5,44 mld; la Germania ( che sorpassa gli Iberici ) a 3,16 mld ; la Spagna a 3,15 mld e l'Italietta nostra a 2,31. Come i gamberi. Gli altri volano, noi torniamo al palo, o quasi. Del resto qualche 'sveglio' in Europa ancora circola, da noi invece tra quelli che o 'tintinnegano' o ' mangian pane a tradimento' di 'svegli' ( al momento) non c'è manco l'ombra.

LA CRONACA DAL DIVANO. Sgoccioli dell’andata di Campionato. Nell’ultima, infatti, Inter e Atalanta, Lazio e Napoli, Roma e Juventus se le sono date di santa ragione. Creando momenti di calcio che non è che siano così scontati nei più celebrati tornei dell‘Altrove. Anche perchè, nel Belpaese, spettacolo vuol dire qualcosa di ( molto) diverso. Di suo proprio. Se non d’alternativo. In Premier, [...]

16 gennaio 2020 0 commenti

Non solo sport. Champions: Juve, Napoli e Inter si va avanti. La Dea invece è fuori. San Siro: su o giù?

Non solo sport. Champions: Juve, Napoli e Inter si va avanti. La Dea invece è fuori. San Siro: su o giù? Opinioni. E se proprio si dovesse costruire un nuovo stadio, che fare di San Siro ? ' Certo, non va buttato giù - risponde il Gianni Rivera, mitica e inimitabile bandiera rossonera-. Farlo rimanere come monumento? Come seconda ipotesi, ma San Siro è un valore perchè ci si gioca dentro. Ed è anche memoria, non è vero che la gente non ha memoria. A parte quelli che abitano nella zona, che sono contrari, credo che la maggior parte della gente voglia che San Siro non sia cancellato'. Risposta. Per quel che ci riguarda, abbiamo ' ascoltato' il Gianni fin da imberbi. Incantati. Convinti. Il personaggio grandissimo in campo ha sempre mostrato acume e lungimiranza. Gran parte del calcio odierno ha radici tra le sue iniziative. E tuttavia, questa volta, non concordiamo. Sbaglia. Troppo amore porta all'errore. Infatti che il San Siro, che per anni abbiamo visto dalla finestra ogni giorno, sia uno dei due o tre campi più vetusti al mondo, non ci piove. A contare allori e campioni colà levati ed ospitati non basterebbe un giorno. In ogni caso, il tempo passa e un impianto come quello non risponde più alle aspettative attuali. Non buttarlo giù vorrebbe dire ristrutturarlo, per tre o quattro o cinque anni. Nel frattempo dove andrebbero a giocare le milanesi? Inoltre, è fuori di dubbio, che un complesso ( stadio più altro) appositamente progettato con criteri, funzionalità e materiali aggiornati darebbe ben altre rese. Per altre prospettive. Per altre ambizioni. Mentre chi provvederebbe a rabberciare continuamente ( costosamente e forse inutilmente ) il vetusto San Siro ( eventualmente) sottratto alle ruspe? Eppoi, diciamo la verità più bella, quando mai Milano, la grande Milano, nei suoi momenti cruciali ha rinunciato ( nel rispetto della memoria, che c'è e resta) a guardare avanti piuttosto che indietro? Per l'eventuale mancata grande occasione mancata , chi paga ( o pagherà) ? Con rispetto: i residenti?

CRONACA DAL DIVANO. Dopo i due appuntamenti verde-azzurro e il turno di Campionato sono tornate le Coppe. Con o senza grandi orecchie. Noi, per quel che ci riguarda, abbiamo mandato in campo per la Champions: Juventus contro Lokomotiv, Atalanta contro City, Napoli contro Salisburgo e Inter contro Dortmund; per la Ligue, [...]

24 ottobre 2019 0 commenti

Non solo sport. Vigilia per Bayern-Juve: basteranno l’orgoglio e la classe della Nostra Signora?

Non solo sport. Vigilia per Bayern-Juve: basteranno l’orgoglio e la classe della Nostra Signora? Vorremmo parlare anche di politica. E di cronaca. Con quest'Europa che annaspa, come annaspa la Germania di frau Merkel. Tutta indignata contro il 'mafioso' Draghi per aver avuto il fegato di prendere provvedimenti ( finanziari) che dovrebbero essere loro, i primi, ad auspicare. Inoltre ...

      LA CRONACA DAL DIVANO. Vorremmo parlare anche di politica. Con quest’Europa che annaspa, come annaspa la Germania di frau Merkel. Tutta indignata contro il ‘mafioso’ Draghi per aver avuto il fegato di prendere provvedimenti ( finanziari) che dovrebbero essere loro, i primi, ad auspicare. Mezza  ( si [...]

12 marzo 2016 0 commenti

Solo calcio. Ciao,ciao Italia! L’Europa se ne va. Tra poco non saremo altro che il suo parcheggio.

Solo calcio. Ciao,ciao Italia! L’Europa se ne va. Tra poco non saremo altro che il suo parcheggio. Nell'Altrove si raddoppia, da noi si dimezza. Anche in casa della Signora che, in prospettiva, salirà poco oltre i 400 milioni di bilancio. Da noi, sostiene la 'rosea', a non funzionare è il sistema. Vecchi draghi abbarbicati ai loro scranni, burocrazia, insensibilità, stupideria, insomma, continueranno ( davvero) a farla da padrona, finchè la bella favola sarà volata via?

LA CRONACA DAL DIVANO SPECIALE. Neppure qualche giorno fa, la ‘rosea‘ ci aveva lustrato gli occhi con un titolone di copertina magnifico ‘ Il Rinascimento italiano‘, tutto dedicato alla nostra pelota che, volente o nolente, non demorde mai, anzi, se raffrontiamo i diversi campionati, da noi ancora palpita mentre negli [...]

7 dicembre 2015 0 commenti

Non solo calcio. Europa: improvvido Garcia; svanito Allegri. Quando per quei pochi si tolgono gioie ai molti.

Non solo calcio. Europa: improvvido Garcia; svanito Allegri. Quando per quei pochi si tolgono gioie ai molti. E se Thohir vuol rifare San Siro, mentre a Napoli ci si sgomita per il nuovo San Paolo, così come a Roma per il nuovo Colosseo, abbiamo motivo di cominciare a riaccendere la lucina della speranza. Forse, come insegna il mito dell'Araba Fenice che da qualche nostra parte s'annida, non solo affondiamo ma semmai risorgiamo. Ai posteri, direbbe il Grande Lombardo, vada in ogni caso l'ardua sentenza. E comunque sia godiamoci questo bel campionato di A. Niente affatto (r)assegnato ( come già per Bundes o Ligue 1) ma tutto da decifrare. Da vivere. Da sognare.

LA CRONACA DAL DIVANO ( CON AMICI). Tempo di Coppe. L’overture è toccata alla Roma, martedì 20,  di scena a Levekusen. Per una patita da tregenda, con un risultato davvero rocambolesco. Avanti il Bayer per 2 – 0, rimonta della Roma fino al 4-2 e pareggi finale 4-4, ottenuto dagli [...]

22 ottobre 2015 0 commenti

Non solo sport. Vergogna immigrati continua. Lo sport, tra imprese ( Rossi) e delusioni ( Juventus).

Non solo sport. Vergogna immigrati continua. Lo sport, tra imprese ( Rossi) e delusioni ( Juventus). Un collega inglese appella il maestro di Tavullia con un acronimo, ovvero: Goat, che tradotto significa ' il più grande di tutti'. E qui, in effetti quelli d'Albione hanno mostrato il naso fino, visto che hanno iscritto il nostro Vale in uno dei loro club motoristici più esclusivi, dove un motociclista mai aveva messo piede. La leggenda, quindi, dilaga. Giustamente. Perchè quando uno sportivo è in grado di offrire tanto spettacolo non può che appartenere al mondo intero.

LA CRONACA DAL DIVANO. La Germania, si dice, ha preso l’iniaziativa sulla vergognosa questione immigrati. Che giungono in Europa da ogni parte, Medio ed Estremo Oriente, Nord Africa e Corno d’Africa. Molti, tanti, troppi, perdono vita prima ancora di assaporarne la speranza. Tra loro tanti, troppi, bambini, che come tutta [...]

31 agosto 2015 0 commenti

Non solo sport.Evviva! Campionato al via. Con tanti ‘veri’ centravanti.Archivio: les Ballons d’or.

Non solo sport.Evviva! Campionato al via. Con tanti ‘veri’ centravanti.Archivio: les Ballons d’or. Domenica 23 si corre a Spa. La rossa, sempre presente alle 66 edizioni dei Mondiali, festeggia il suo 900 Gp. Vinto per ben 223 volte, unitamente a 688 podi. Praticamente, se si toglie qualche circoscritto ciclo nero, Ferrari e podio hanno fatto sempre copia fissa. La Mc Laren, 50 partecipazioni, e Lotus, 43 , sono lontane. Come partecipazioni e come risultati. La Mercedes, poi, i suoi titoli se li conta sulle dita della mano.

 LA CRONACA DAL DIVANO. Il maestro di Tavullia attende il redde rationem con i suoi allievi prediletti ( ora è a pari punti con Lorenzo e a 52 di vantaggio su Marquez);  Nibali, Froome e Aru aspettano la Vuelta; la canoa, orfana di punti di riferimento come Rossi, cerca di ottenere all’Idroscalo [...]

22 agosto 2015 0 commenti

Non solo sport.Allora, frau Merkel, la facciamo o no questa Europa? Estate: tra momenti di relax e altro…

Non solo sport.Allora, frau Merkel, la facciamo o no questa Europa? Estate: tra momenti di relax e altro… Ora, in Europa, vogliamo (o no) ragionare e trovare inter pares ( banche comprese) la strada per arrivare ad una nuova, grande nazione? Cavour e Bismark, tanto per citarne due, ne sarebbero di certo orgogliosi! Mentre altri, America e Cina compresi, diventerebbero seriamente pensosi.

LA CRONACA DAL DIVANO ESTATE. Commedia e non tragedia. Per fortuna, perchè nella terra che ha dato origine ai due generi poteva benissimo saltar fuori o l’una o l’altra rappresentazione. Insomma, da quel che cantano i media, dovrebbe essere uscito un ‘ Evviva, ce l’abbiamo fatta!‘; con gli eredi Achille [...]

16 luglio 2015 0 commenti

Non solo calcio. Samp: avanti, coi soldi di Garrone o di Ferrero? Campanello d’allarme per il calcio?

Non solo calcio. Samp: avanti, coi soldi di Garrone o di Ferrero? Campanello d’allarme per il calcio? Che Portogallo-Svezia Under 21 finisse in un pareggio lo sapevano anche agli asili nido.Eliminare un concorrente come l'Italia è occasione ghiotta, tanto per i puritani del Nord quanto per i cattolici lusitani. Del resto il 'biscottino' gli svedesi lo avevano già esperimentato, nel 2004, allora con dei compagni di merenda danesi ...

LA CRONACA DAL DIVANO ESTATE. Attenzione ad altri capitomboli. Il Parma s’è appena accomodato tra i dilettanti ( serie D), e già qualche altra nobile squadra mostra i primi, preoccupanti, scricchiolii. Tra queste la Samp dell’effervescente Ferrero, simpatico quanto si vuole, ma ‘dall’aria patacchina’  soprattutto quando c’è da tirar fuori [...]

26 giugno 2015 0 commenti