Cesena. Manoscritto incompleto nella teca virtuale della Malatestiana. Un’ opera di due copisti d’Oltralpe.

Cesena. Manoscritto incompleto nella teca virtuale della Malatestiana. Un’ opera di due copisti d’Oltralpe. Si tratta del 'Digestum novum seu Pandectarum libri cum commento Accursii' , e databile tra il 1301-1400. Il codice, scritto da almeno due copisti, entrambi probabilmente d'Oltralpe, su tutte le carte che lo compongono presenta iniziali variamente decorate e moltissime note manoscritte. È inoltre arricchito da sette piccole miniature su fondo oro, con alcuni elementi decorativi tipicamente francesi dalle figure snelle con vesti allungate. Quello che però rende il Codice raro e prezioso è la presenza di spazi ancora vuoti, pronti ad accogliere miniature non ancora realizzate. Uno spazio ha il solo disegno preparatorio, uno ha già la foglia d'oro distesa, un altro la sola base preparatoria per l'oro e questo permette di seguire i diversi passaggi necessari ad arricchire il testo con scene illustrate. Il manoscritto dunque non è stato terminato, ma proprio questo lo rende prezioso in quanto rappresenta una importante documentazione sul lavoro dei miniatori del secolo XIV.

CESENA. Nono Codice manoscritto sfogliabile online su Cesenacultura (http://www.comune.cesena.fc.it/cesenacultura/manoscritti-online). Con l’arrivo del fine settimana la Malatestiana  ha riaperto  la sua teca virtuale e dà spazio a un nuovo ‘cimelio’ sempre riconducibile a Giustiniano. Si tratta del ‘Digestum novum seu Pandectarum libri cum commento Accursii’ , e databile tra il 1301-1400. Il codice, [...]