Tag "colline riminesi"

 

Mondaino. Un’altra domenica con ‘Fossa tartufo & Venere’. Dedicata ai sapori delle colline romagnole.

Mondaino. Un’altra domenica con ‘Fossa tartufo & Venere’. Dedicata ai sapori delle  colline romagnole. Grandi novità in vista in questa edizione. Per i visitatori che vogliano soddisfare i loro palati sopraffini ci saranno degustazioni curate e condotte dal gruppo Slow Food di Rimini e San Marino che prevedono la partecipazione di 25/30 persone. La sala degli Archi, inserita nella suggestiva cornice della Rocca malatestiana di Mondaino ospita nelle due giornate novembrine due laboratori della durata di un’ora e mezza circa che prevedono particolari degustazioni e non solo. Si è partiti domenica 17 con Usa il buon senso! l’educazione sensoriale per la degustazione alimentare, a cura della condotta Slow Food di Rimini e San Marino. Alle ore 10:30 i due docenti e formatori, Micaela Mazzoli e Matteo Monti, hanno suggerito come mangiare meglio grazie ai cinque sensi. Infatti, mangiare e bere nella piena consapevolezza di ogni morso e sorso, coniuga l’utilizzo di tutti e cinque i sensi, il cibo nelle giuste porzioni, la qualità degli alimenti e di conseguenza il benessere. L’incontro voleva essere un’introduzione alla filosofia dei sensi, una scoperta comparativa tra le stimolazioni chimiche e la genuinità autentica di tradizioni gastronomiche, oltre ad essere un’occasione per un contatto diretto con gli odori delle piante, i sapori della frutta e i sapori piacevoli della terra. Questo laboratorio è adatto a tutti e prevede un costo di euro 5,00 (gratuito per i bambini) e una prenotazione (cell. 347.0369381). Domenica 24, invece, sempre alle ore 10:30 sarà la volta di Come un luppolo nel formaggio degustazione guidata dal dott. Carlo Cleri di birre pensate per un abbinamento al formaggio di fossa, sempre a cura della condotta Slow food di Rimini e San Marino. Anche qui il costo è di 5,00 euro ed è richiesta la prenotazione (cell. 331.5773082). Per chi vorrà appagare la sua anima curiosa potrà seguire le interessanti conferenze presso la sala del Durantino, che si trova all’interno della Rocca malatestiana, oppure seguire le visite guidate di musei che verranno aperti per l’occasione. In tutto questo non mancheranno spettacoli, concerti, buon cibo, buon vino e artigianato di qualità. Il divertimento sarà all’ordine del giorno. Avanti così, per una domenica ancora!

MONDAINO. “Di ciò che vive il diletto sia fine, e tra i diletti quel di Venere e Bacco il  maggior sia”. Anche quest’anno siamo prossimi alla manifestazione dedicata ai sapori delle  colline romagnole. Giunta alla seconda domenica della XVIII edizione la festa che riscalda gli  animi e i palati prima [...]

14 novembre 2019 0 commenti

San Clemente. Crescere il verde pubblico, per il recupero di spazi da destinarsi a tutta la collettività.

San Clemente. Crescere il verde pubblico, per  il recupero di spazi da destinarsi a tutta la collettività. 'La cura dell’ambiente in cui viviamo - sottolinea il sindaco Mirna Cecchini - è un dovere in capo a ciascuno di noi. Ognuno va responsabilizzato in base al proprio ruolo. Aumentare il verde pubblico, favorire il recupero di spazi da destinare alla collettività, mantenere integri e puliti gli stessi spazi sono sinonimi di civiltà e sensibilità sociale; non soltanto il segno di una preoccupazione d’ordine amministrativo. Da sempre, questa Amministrazione ha creduto nella fondamentale opera di preservazione del contesto ambientale; specie in un territorio collinare, come il nostro, in cui il patrimonio ‘natura’ deve continuare ad essere un’autentica ricchezza. A Sant’Andrea in Casale inauguriamo un nuovo parco urbano la cui realizzazione va a migliorare ed abbellire un’area che fino ad oggi non poteva essere goduta dai cittadini, da tutti non solo quelli che abitano in questo quartiere perché parliamo appunto dell’area che dalla chiesa porta all’ingresso del cimitero . È una piccola porzione di superficie ma che è nel cuore di tutti i cittadini e che noi abbiamo voluto rendere decorosa anche per rispetto a tutto quello che il posto dove siamo rappresenta per tutte le persone che qui ci sono nate o comunque ci vivono. Nel trasferire il progetto dalla carta al cantiere, abbiamo creato una piacevole continuità tra i vari piani del terreno'.

SAN CLEMENTE (RN). ” È di questi giorni la notizia -  dice Mirna Cecchini, sindaco di San Clemente - della mobilitazione globale in difesa del clima. In difesa del pianeta che rischia di soccombere sotto i colpi di un’umanità troppo disattenta e divoratrice delle risorse essenziali. Un appello che nessuno può e [...]

25 marzo 2019 0 commenti

Montefiore Conca. Trekking ( 29 aprile) nelle terre dell’Ungaro. Alla scoperta della Valconca.

Montefiore Conca. Trekking ( 29 aprile) nelle terre dell’Ungaro. Alla scoperta della Valconca. Accompagnati dalla guida escursionistica abilitata AIGAE Alessandro Allegrucci domenica 29 aprile, con partenza alle ore 10,30 da p.zza della Libertà, prende avvio un trekking alla scoperta dell’entroterra romagnolo. Si passeggerà alla scoperta delle bellezze paesaggistiche della media Valle del Conca tra i paesaggi agrari, boschi e selve. Dalla possente roccaforte malatestiana si percorreranno sentieri e carrarecce, tra impluvi e dolci versanti collinari, per toccare i tre rilievi che formano la corona dell’entroterra riminese: monte Auro, monte Maggiore e monte Faggeto. Tra boschi relitti ed emergenze naturalistiche verrà raccontata una storia antica 23 milioni di anni: dal Miocene al grande dominio malatestiano dell’Ungaro, fino all’Ottocento, quando i grandi eventi storici modellarono quei paesaggi agrari che ancora oggi rappresentano una bellezza meritevole di conservazione e tutela.

VALCONCA. Dopo il successo delle passeggiate alla ricerca di erbe tra i sentieri montefioresi, per gli amanti del trekking arrivano percorsi escursionistici da non perdere nelle terre dell’Ungaro. Malatesta Ungaro fu signore di Montefiore Conca nella seconda metà del XIV secolo ed è a lui che, molto probabilmente, si devono [...]

23 aprile 2018 0 commenti

Mondaino. Chiusa la XXX edizione del Palio del daino. Tanti i giovani e le famiglie con bambini.

Mondaino. Chiusa la XXX edizione del Palio del daino. Tanti  i giovani e le famiglie con bambini. L’emozioni a non finire. Domenica 20, poi, il paese ha accolto migliaia di visitatori che hanno potuto ad assistere all’avvincente disfida fra le contrade. I giocatori di Borgo, Castello, Contado e Montebello si sono affrontati nei giochi per conquistare il Palio. La competizione si è aperta con la disfida dei baliestrieri vinta dalla contrada Borgo con Filippo Bertuccioli, detto 'lo straniero', che ha così acquisito il diritto di scegliere per primo l’oca per la successiva Corsa de le oche. Gli animali non addestrati sono stati spinti dai contradaioli, rigorosamente senza toccarli, verso il traguardo in Piazza Maggiore conquistato da Elia Tamburini della contrada Montebello.

MONDAINO. Con grande soddisfazione del pubblico e degli organizzatori si è chiusa ieri sera la trentesima edizione del Palio del daino. Le casse hanno registrato complessivamente la cifra di 15.189 ingressi, un significativo incremento rispetto 14.170 dell’anno scorso.  Aggiungendo le presenze dei cittadini di Mondaino e degli operatori si può [...]

22 agosto 2017 0 commenti