Milano. Parcheggi? Come saranno nel futuro? Di certo più robotizzati, con ‘offerte’ per utenti e servizi.

Milano. Parcheggi? Come saranno nel futuro? Di certo più robotizzati, con ‘offerte’ per utenti e servizi. Sembra che la pandemia abbia spinto i consumatori a cercare di sfruttare al meglio il proprio tempo, concentrando il maggior numero di attività nello stesso luogo e, se possibile, vicino a dove hanno parcheggiato l'auto. In questo senso, secondo i dati forniti da https://parclick.it la principale società di prenotazione di parcheggi in Europa con oltre tre milione di utenti attivi, otto su dieci vorrebbero poter ritirare i pacchi o farsi consegnare la spesa nel parcheggio in cui lasciano l’auto. Inoltre, il parcheggio sta diventando sempre più una delle principali preoccupazioni quotidiane degli automobilisti, con il 70% degli italiani che ammette di iniziare la giornata stressato dalla ricerca di un parcheggio, soprattutto nelle grandi città, dove il traffico o i limitati spazi pubblici disponibili possono richiedere dai 30 ai 45 minuti al giorno per parcheggiare, oltre a un notevole esborso economico, se si considera il carburante consumato durante la ricerca di un posto auto. Un italiano può spendere fino a 500 euro all'anno per la benzina e trascorrere più di 100 ore solo a cercare un parcheggio. Per questo motivo, gli esperti di Parclick.it hanno analizzato le nuove tendenze che riguarderanno il settore dei parcheggi e segneranno uno spartiacque nel modo in cui gli utenti vivono il parcheggio dei loro veicoli. Conosciamo le chiavi principali dei parcheggi del futuro.

    MILANO. La mobilità urbana sta attraversando un periodo di grandi progressi che cambieranno il modo in cui percepiremo gli spostamenti urbani. Sembra che la pandemia abbia spinto i consumatori a cercare di sfruttare al meglio il proprio tempo, concentrando il maggior numero di attività nello stesso luogo e, [...]