Tag "dante"

 

Forlì. Partono i lavori per il nuovo ‘Giardino dei musei’. Per restituire alla città un ‘polmone verde’.

Forlì. Partono i lavori per il nuovo ‘Giardino dei musei’. Per restituire alla città un ‘polmone verde’. A illustrare nel dettaglio il progetto è l’ass.re ai Lavori pubblici Vittorio Cicognani. L'allestimento del cantiere - dice - richiederà circa tre settimane; per la prima settimana la viabilità resterà sostanzialmente inalterata in quanto i lavori riguarderanno solo la recinzione lato piazza Dante - Guardia di Finanza, e saranno pertanto vietati il transito e la sosta solo nella corsia corrispondente. A partire da lunedì 5 ottobre è prevista la chiusura integrale del parcheggio scoperto, sia per la sosta che per il transito, al fine di completare la delimitazione del cantiere.I lavori prevedono nella prima fase le bonifiche di alcune porzioni dell'area (bonifica bellica, con ricerca di eventuali ordigni inesplosi, e bonifica ambientale del terreno) necessarie ad attestare la sicurezza dell’area per l’esecuzione dei lavori principali. In tale fase, e più in generale, potranno esservi periodi con assenza di lavorazioni in loco in attesa dell’espletamento di altre tipologie di attività previste dal cronoprogramma complessivo (ad esempio analisi del terreno prelevato, valutazioni e pronunciamenti da parte degli enti competenti). Successivamente potranno iniziare i lavori principali: il progetto prevede la demolizione della pavimentazione e delle strutture in cemento armato del parcheggio scoperto e la conversione in giardino urbano; si realizzeranno uno spazio verde con zone a prato, la piantumazione di nuove alberature, un percorso ciclo-pedonale di collegamento fra via Theodoli e via Andrelini, percorsi pedonali di collegamento con la barcaccia ed il complesso museale e la predisposizione di un sistema per la videosorveglianza del nuovo Giardino.

Forlì, 22 settembre. Lunedì 28 settembre avranno inizio i lavori di realizzazione del ‘Giardino dei musei‘, che sostituirà il parcheggio scoperto a raso di piazza Guido da Montefeltro. PRESENTAZIONE. A illustrare nel dettaglio il progetto è l’ass.re ai Lavori pubblici Vittorio Cicognani: “ L’allestimento del cantiere richiederà circa 3 settimane; [...]

22 settembre 2020 0 commenti

Ravenna. Dante e la mostra ‘Le arti al tempo dell’esilio’. Che potrà ospitare anche due capolavori degli Uffizi.

Ravenna. Dante e la mostra ‘Le arti al tempo dell’esilio’. Che potrà ospitare  anche due capolavori degli Uffizi. Da Firenze a Ravenna per celebrare l’Alighieri: gli Uffizi prestano un celebre capolavoro di Giotto per la mostra 'Dante gli occhi e la mente. Le arti al tempo dell’esilio'. Si tratta del Polittico di Badia. Il grande museo fiorentino, nell’ambito di un accordo di collaborazione culturale con la città dov’è sepolto il sommo Poeta, concede anche il ‘San Francesco riceve le Stimmate’, prezioso dipinto del Maestro della Croce 434 e un’opera del 1854 di Annibale Gatti ‘Dante in esilio’. Seguendo le peregrinazioni del poeta, la mostra intende ripercorrere un ideale itinerario di immagini, una sorta di mappa delle sue conoscenze artistiche. Nelle opere di Dante e in particolare nella Commedia, infatti, la forza delle immagini e l’esperienza visiva ricoprono un ruolo centrale. Per la ricostruzione del ‘viaggio’ dantesco attraverso opere d’arte riconducibili ai luoghi dell’esilio, è necessario partire da Firenze, dove tutto ha inizio. L’origine fiorentina del poeta gli permise, infatti, di conoscere l’incalzante rivoluzione artistica nella sua città natale, che troverà proprio con Giotto, nella scoperta del vero e nella certezza dello spazio misurabile, una dimensione universale.

Ravenna, 31 agosto 2020. Due capolavori della pittura medievale, il celebre Polittico di Badia di Giotto e il ‘San Francesco riceve le Stimmate’ del Maestro della Croce 434 ed una tela del 1854 di Annibale Gatti ‘Dante in esilio’. Queste opere, custodite a Firenze, nella Galleria degli Uffizi, verranno concesse in [...]

1 settembre 2020 0 commenti

Ravenna. Torna la rassegna ‘Incanto Dante. Un viaggio narrato attraverso parole, suoni ed immagini’.

Ravenna. Torna la rassegna ‘Incanto Dante. Un viaggio narrato attraverso parole, suoni ed immagini’. Riprendono le letture della Divina Commedia con la rassegna 'Incanto Dante. Un viaggio narrato attraverso parole, suoni ed immagini', interrotta da marzo per il Covid-19. Flaminia Pasquini Ferretti e Matteo Gatta leggeranno i canti XXIV, XXV, XXVI e XXVII del Purgatorio, mentre l'introduzione è di Ilenia Carrone. Come sempre la Cappella musicale della basilica di San Francesco eseguirà alcune composizioni alla fine di ogni canto, mentre verranno proiettate immagini di pubblicazioni conservate nella biblioteca del Centro dantesco dei Frati francescani relative ai canti. Il coordinamento è di Chiara Lagani.

RAVENNA. Domenica 12 luglio, alle ore 19:30 nella basilica di San Francesco riprendono le letture della Divina Commedia con la rassegna ‘Incanto Dante. Un viaggio narrato attraverso parole, suoni ed immagini’, interrotta da marzo per il Covid-19. Flaminia Pasquini Ferretti e Matteo Gatta leggeranno i canti XXIV, XXV, XXVI e [...]

7 luglio 2020 0 commenti

Ai Musei San Domenico la ‘ maratona dantesca’. Una lettura integrale di tre Cantiche della Divina Commedia.

Ai Musei San Domenico la ‘ maratona dantesca’. Una lettura integrale di tre Cantiche della Divina Commedia. La maratona si terrà sabato 20 giugno 2020, dalle ore 8.30 alle ore 23.30, nel suggestiva cornice del chiostro interno dei Musei San Domenico, in piazza Guido da Montefeltro a Forlì. Per dar modo a tutti di assistere, l'evento sarà trasmesso in diretta Facebook sulla pagina di Direzione 21 (@direzione21) e sul Canale YouTube 'Direzione21 Ass.Culturale'.Verrà onorata inoltre la memoria e l'opera dell'amico Gianfranco Bendi con la lettura di tre Canti, uno per ogni Cantica, da lui stesso tradotti in dialetto romagnolo. A impreziosire il tutto, intorno alle ore 23.30, chiuderà la maratona una sorprendente e artistica esibizione finale del Canto XXXIII del Paradiso. Nel corso delle letture verranno proiettate a sfondo opere dell'artista Paolo Rimondi, ispirate al poema dantesco.

FORLI’. L’emergenza sanitaria ha costretto gli organizzatori della ormai classica lettura integrale della ‘Divina Commedia’ a ripensare l’evento di quest’anno in forma diversa, con cantori dal vivo e diretta online e partecipazione di pubblico contingentata e in massima sicurezza. La maratona si terrà sabato 20 giugno 2020, dalle ore 8.30 [...]

17 giugno 2020 0 commenti

Ravenna. Divina Commedia per tutti. Laddove, oggi più che mai, serve una autentica iniezione di ottimismo.

Ravenna. Divina Commedia per tutti. Laddove, oggi più che mai, serve una autentica iniezione di ottimismo. La sua Comedìa – o, come è più comunemente nota, Divina Commedia – è proprio questo, un viaggio (con delle guide d’eccezione) attraverso i tre regni dell’Oltretomba, in un percorso quasi obbligato alla ricerca del significato della vita, per ritrovare infine sé stessi. Siamo tutti, in fondo, protagonisti di questo racconto: la Divina Commedia è uno specchio che riflette la nostra immagine più intima e ci indica la strada per il coraggio, il cui segreto è la libertà. Questo breve ed umile – ma non per questo meno valente – compendio ha l’obiettivo di avvicinare in maniera comprensibile e affascinate ad un libro appassionante, per troppo tempo 'ostaggio' di una presunta gravità linguistica e contenutistica che, in realtà, può essere alla portata di tutti, diventando una piacevole ed interessante scoperta. Con coraggio, Enrico Cavarischia si prende la libertà (e l’arduo compito) di raccontare la trama del capolavoro dantesco, soffermandosi su aspetti o personaggi di particolare interesse, esplicitandone i significati nascosti alla luce di un’interpretazione fuori dagli schemi accademici, ma non per questo meno precisa e puntuale. Paura, umorismo, tenerezza: la Commedia è la summa di tutte le letterature, dall’horror al comico, dal thriller al sentimentale. Ce n’è per tutti i gusti: è, infatti, un libro avvincente, una storia di amicizia (quella tra Dante e Virgilio su tutte) e di amore, di santi e peccatori; è un’avventura che si snoda tra incontri con esseri mitologici grotteschi, angeli splendenti, demòni minacciosi, in situazioni paradossali ma in fondo riflesso delle nostre paure ed angosce.

RAVENNA. In questi giorni di quarantena forzata a causa del Coronavirus, laddove più che mai serve un’iniezione di ottimismo, un buon libro può davvero riportarci ad una condizione di felicità. Del resto, a chi non è mai capitato un momento di confusione, di tentennamento, di dubbio… di smarrire la diritta [...]

27 aprile 2020 0 commenti

Ravenna. Video doc sugli itinerari danteschi. In 11 capitoli il racconto dei luoghi storici vissuti dal Poeta.

Ravenna. Video doc sugli itinerari danteschi. In 11 capitoli il racconto dei luoghi storici vissuti dal Poeta. Scritto e diretto da Giacomo Banchelli e Vitaliana Pantini, si pone come visita guidata di circa 20 minuti che attraverso una sequenza di undici capitoli, raccontando di Dante Alighieri a Ravenna, conduce ai luoghi storici vissuti forse dal Poeta o citati nella Divina Commedia.Nel susseguirsi delle immagini si può godere inoltre di una visione complessiva del centro storico, dei monumenti Unesco e della pineta di Classe (la pineta di Dante) presentando quindi un territorio ricco di bellezze culturali e artistiche da scoprire. Visibili anche i bellissimi otto monumenti Unesco, durante il soggiorno di Dante a Ravenna già esistenti, con gli splendidi mosaici da lui ammirati e che hanno probabilmente ispirato tanti versi nella sua grande opera: le basiliche di San Vitale, Sant’Apollinare in Classe, Sant’Apollinare Nuovo, i battisteri Neoniano e degli Ariani, il Mausoleo di Galla Placidia e quello di Teodorico. Non manca una breve sosta alla prestigiosa Collezione dei 21 mosaici moderni a soggetto dantesco 'Inferno e Paradiso' esposti al museo TAMO. Questi i capitoli: La tomba di Dante, Il Quadrarco di Braccioforte; La basilica di San Francesco, Gli antichi chiostri francescani, Il Museo dantesco, Il Centro dantesco, La vicenda delle ossa, La biblioteca Classense, Gli affreschi di Santa Chiara, La basilica di Santa Maria in Porto, Le case, La pineta di Classe, La Divina Commedia e i Mosaici.

Ravenna, 5 marzo 2020. Scritto e diretto da Giacomo Banchelli e Vitaliana Pantini, si pone come visita guidata di circa 20 minuti che attraverso una sequenza di undici capitoli, raccontando di Dante Alighieri a Ravenna, conduce ai luoghi storici vissuti forse dal Poeta o citati nella Divina Commedia.Nel susseguirsi delle immagini [...]

Ravenna. Secondo appuntamento con ‘Incanto Dante’. Lettura ( e musica) di 4 canti del Purgatorio.

Ravenna. Secondo appuntamento con  ‘Incanto Dante’. Lettura ( e musica) di 4 canti del Purgatorio. Un viaggio narrato attraverso parole, suoni ed immagini domenica 9 febbraio 2020 - ore 18.30 basilica di San Francesco – Ravenna. Domenica 9 febbraio, alle ore 18.30 nella basilica di San Francesco di Ravenna, il Centro dantesco dei Frati minori conventuali e la Cappella musicale della Basilica – in collaborazione con il comune di Ravenna assessorato alla Cultura – presentano il secondo appuntamento stagionale di 'Incanto Dante', la rassegna che unisce letture della Divina Commedia di Dante Alighieri a musiche scelte per l’occasione, questa volta eseguite da Franco Ugolini, organista della Cappella musicale della basilica di San Francesco di Ravenna. Flaminia Pasquini Ferretti e Marco Montanari leggeranno, del Purgatorio, i canti XX e XXI (luogo di penitenza degli Avari e dei Prodighi), e i canti XXII e XXIII (destinato ai Golosi). Ileana Carrone introdurrà gli spettatori alle letture che verranno interpretate nel corso della serata. Le coreografie, con le suggestive immagini proiettate all’interno della basilica sono tratte da pubblicazioni conservate presso la biblioteca del Centro dantesco di Ravenna.

RAVENNA. Domenica 9 febbraio, alle ore 18.30 nella basilica di San Francesco di Ravenna, il Centro dantesco dei Frati minori conventuali e la Cappella musicale della Basilica - in collaborazione con il comune di Ravenna assessorato alla Cultura – presentano il secondo appuntamento stagionale di ’Incanto Dante’, la rassegna che unisce letture della Divina Commedia di Dante Alighieri a musiche scelte per l’occasione, questa volta eseguite da Franco Ugolini, [...]

6 febbraio 2020 0 commenti

Ravenna. Conversazioni dantesche: ‘Tutto l’oro ch’è sotto la luna’. Pensieri su oro, ricchezza e denaro.

Ravenna. Conversazioni dantesche: ‘Tutto l’oro ch’è sotto la luna’. Pensieri su oro, ricchezza e denaro. Dopo il grande apprezzamento per i primi appuntamenti dedicati alla cultura materiale al tempo di Dante e alla persistenza delle suggestioni dantesche sull’oro nel romanzo moderno, martedì 15 ottobre alle 17.30 alla sala Dantesca della Biblioteca Classense (via Baccarini 3) viene proposta una conversazione che entra nel vivo nelle questioni legate alle monete e alla loro circolazione. Luigi Canetti direttore del Dipartimento di Beni culturali dell’Università di Ravenna incrocia il proprio eclettico ambito di ricerca che dalla storia del Cristianesimo approda alle questioni complesse dell’antropologia, della sociologia e della storia economica, con Lucia Travaini dell’Università di Milano, grande conoscitrice di questioni numismatiche e legate alla circolazione del denaro. Due studiosi che intrecciano le accurate indagini sulla storia medievale al contesto in cui Dante si è trovato ad elaborare il proprio pensiero politico e sociale. Mezzo di scambio e misura del valore, basterebbero queste due definizioni, solo in apparenza ovvie, di cosa sia il denaro per evocare la straordinaria complessità teorica e la vastità di orizzonti storici e antropologici di questa sua funzione di 'equivalente generale'. Il denaro, soprattutto, è stato ed è ancora lo strumento di negoziazioni rituali e simboliche con il mondo invisibile (gli dèi, gli antenati, i santi, e soprattutto il futuro) nutrite dalla sua inquietante relazione con l’universo sacrificale: al punto che il cristianesimo, più di altre religioni, ha istituito il proprio dispositivo salvifico e la propria escatologia sulle metafore creditizie dello scambio e del riscatto dei peccati preparando il terreno alla modernità capitalistica e alla sua inesausta dimensione cultuale.

RAVENNA. L’edizione 2019 delle Conversazioni dantesche, progetto realizzato dal Centro relazioni culturali del comune di Ravenna in collaborazione con il Dipartimento di Beni culturali dell’Università di Bologna, a cura di Sebastiana Nobili e Luigi Canetti, è dedicata ad una riflessione sull’oro, la ricchezza e il denaro e le implicazioni etiche, [...]

11 ottobre 2019 0 commenti

Ravenna. La Divina Commedia nel mondo. Le traduzioni spagnole e la consegna del lauro dantesco.

Ravenna. La Divina Commedia nel mondo. Le traduzioni spagnole e la consegna del lauro dantesco. Sarà il sindaco Michele de Pascale a conferire l’ambito premio proprio per la centralità assoluta di Walter Della Monica nella storia culturale della città. 'Sue' sono alcune delle iniziative più fortunate della tradizione cittadina a partire da quel lontano Trebbo poetico che diede vita poi al Centro relazioni culturali, al premio Guidarello e alla Divina Commedia nel Mondo, rassegna originata dalla lettura integrale di Sermonti, che una geniale intuizione di Della Monica portò a Ravenna e che costituisce la prima esperienza nella storia di lettura commentata dell’intero poema sacro. La prima parte della serata sarà dedicata ad un approfondimento delle traduzioni spagnole. La ricezione di Dante in Spagna ha registrato una forte impennata nei periodi relativi ai due anniversari del XX secolo, quello del 1921 e quello del 1965.

RAVENNA. Venerdì 20 settembre, alle 21, nella basilica di San Francesco nell’ambito de ‘La Divina Commedia nel mondo’  verranno presentate le traduzioni spagnole da parte di Raffaele Pinto, con la lettura di Carmen Aldama e la conduzione di Anna De Lutiis. Dopo la lettura in spagnolo reciterà il canto nella [...]

19 settembre 2019 0 commenti

Ravenna. IV appuntamento stagionale di ‘Incanto Dante’ con i canti I, II e III del Purgatorio.

Ravenna. IV appuntamento stagionale di ‘Incanto Dante’ con i canti I, II e III del Purgatorio. Consuelo Battiston e Gianni Farina leggeranno i canti I, II e III del Purgatorio. Siamo usciti dalle oscurità ghiacciate dell’Inferno per iniziare la 'navigazione dell’ingegno' verso acque migliori. «Qui la morta poesì resurga, o sante Muse, poi che vostro sono; e qui Caliopè alquanto surga". L’invocazione alle Muse suggerisce il bisogno di un nuovo canto, un linguaggio rinnovato per le anime che dopo aver abbandonato gli abissi infernali si preparano ad un percorso di ascesa spirituale. Nel secondo canto i due poeti sono sulla spiaggia del purgatorio in attesa di incontrare le anime dei penitenti: la voce musicale di Casella, amico di Dante, incanta i presenti e scatena la reazione di Catone l’Uticense, che sprona le anime a impegnarsi attivamente senza indugiare in futilità. Il terzo canto narra invece di Manfredi, che dopo aver tanto peccato in vita ha goduto dei benefici del pentimento sincero in punto di morte salvandosi l’anima, nonostante la scomunica post mortem del vescovo di Benevento.

RAVENNA. Domenica 14 aprile alle ore 19.30 nella basilica di San Francesco di Ravenna, il Centro dantesco dei Frati Minori conventuali e la Cappella musicale della Basilica presentano il quarto appuntamento stagionale di ‘Incanto Dante’, la rassegna che unisce letture della Divina Commedia di Dante Alighieri a musiche scelte per [...]

12 aprile 2019 0 commenti