Tag "dante"

 

Ravenna. IV appuntamento stagionale di ‘Incanto Dante’ con i canti I, II e III del Purgatorio.

Ravenna. IV appuntamento stagionale di ‘Incanto Dante’ con i canti I, II e III del Purgatorio. Consuelo Battiston e Gianni Farina leggeranno i canti I, II e III del Purgatorio. Siamo usciti dalle oscurità ghiacciate dell’Inferno per iniziare la 'navigazione dell’ingegno' verso acque migliori. «Qui la morta poesì resurga, o sante Muse, poi che vostro sono; e qui Caliopè alquanto surga". L’invocazione alle Muse suggerisce il bisogno di un nuovo canto, un linguaggio rinnovato per le anime che dopo aver abbandonato gli abissi infernali si preparano ad un percorso di ascesa spirituale. Nel secondo canto i due poeti sono sulla spiaggia del purgatorio in attesa di incontrare le anime dei penitenti: la voce musicale di Casella, amico di Dante, incanta i presenti e scatena la reazione di Catone l’Uticense, che sprona le anime a impegnarsi attivamente senza indugiare in futilità. Il terzo canto narra invece di Manfredi, che dopo aver tanto peccato in vita ha goduto dei benefici del pentimento sincero in punto di morte salvandosi l’anima, nonostante la scomunica post mortem del vescovo di Benevento.

RAVENNA. Domenica 14 aprile alle ore 19.30 nella basilica di San Francesco di Ravenna, il Centro dantesco dei Frati Minori conventuali e la Cappella musicale della Basilica presentano il quarto appuntamento stagionale di ‘Incanto Dante’, la rassegna che unisce letture della Divina Commedia di Dante Alighieri a musiche scelte per [...]

12 aprile 2019 0 commenti

Ravenna. Conversazioni: ‘Ornato di gran pregio. Decoro e ornamento nel mondo antico e contemporaneo’.

Ravenna. Conversazioni: ‘Ornato di gran pregio. Decoro e ornamento nel mondo antico e contemporaneo’. Ultimo incontro della rassegna, che molto successo ha ottenuto, cmartedì 30 ottobre alle 17.30, nella salaDantesca della Biblioteca Classense (via Baccarini 3), con una riflessione sulla funzione dell’ornamento nell’arte contemporanea e nell’architettura. A introdurre la conversazione è Gian Luca Tusini, autore di un volume che ha segnato la riflessione su questi aspetti, 'La pelle dell’ornamento. Dinamiche e dialettiche della decorazione tra Otto e Novecento', prezioso strumento per indagare la sensibilità artistica contemporanea, dalla seconda metà dell’Ottocento ai giorni nostri, nel suo controverso rapporto con le nozioni di ornamento e decorazione. Nella seconda metà del secolo XIX secolo, infatti, viene alla luce una spiccata coscienza critica dei fenomeni ornamentali, che ormai vengono studiati sia in relazione a fasi remote e primitive dell’arte europea, sia in relazione alle civiltà extraeuropee colonizzate e assoggettate. Con l’inizio del secolo successivo, invece, comincia ad emergere quella ripulsa nei confronti della tradizione ornamentale classica pertinente all’architettura e agli oggetti, che, con una reazione a catena che può apparire paradossale, ingenererà nelle arti visive un decorativismo sempre più diffuso, con una decisa accelerazione a partire dagli anni ’70-’80 del Novecento.

RAVENNA. L’edizione 2018 delle Conversazioni dantesche, progetto realizzato dal Centro relazioni culturali del comune di Ravenna in collaborazione con il Dipartimento di Beni culturali dell’Università di Bologna, a cura di Sebastiana Nobili e Luigi Canetti, è dedicata ad una riflessione sugli ornamenti, che nella Commedia spesso costituiscono il segno connotativo [...]

29 ottobre 2018 0 commenti

Ravenna. ‘Divina commedia’ nel Mondo: venerdì 21, la XXIV edizione dedicata alla Germania.

Ravenna. ‘Divina commedia’ nel Mondo: venerdì 21, la XXIV edizione dedicata alla Germania. Nella basilica di San Francesco si presenta in veste nuova la rassegna internazionale La 'Divina commedia' nel Mondo, giunta all’edizione numero 24, organizzata dal Centro relazioni culturali del Comune, dedicata quest’anno alle traduzioni tedesche.Tra le 60 traduzioni è stata presentata quella dell’austriaco Hans Werner Sokop, ma la ricchezza delle versioni tedesche richiede necessariamente di proseguire tale riflessione. Infatti malgrado il pregiudizio secondo il quale la poesia in generale e la Commedia in particolare sarebbero intraducibili, quest'ultima dal Settecento in poi è stata tradotta in tedesco – sia parzialmente che completamente – più di centosettanta volte. Non solo i romantici ma anche i filologi dell'Ottocento hanno contribuito in maniera decisiva a questa intensa ricezione. Nel Novecento la pratica della traduzione è stata portata avanti da due grandi poeti: Stefan George e Rudolf Borchardt. A riprova del grande successo dell’opera dantesca in Germania è la Deutsche Dante-Gesellschaftal, sviluppo della Dante-Verein prima società dantesca, fondata dal Karl Witte nel 1825.

RAVENNA. Venerdì 21 settembre alle 21 nella basilica di San Francesco si presenta in veste nuova la rassegna internazionale La Divina commedia nel Mondo, giunta all’edizione numero 24, organizzata dal Centro relazioni culturali del Comune, dedicata quest’anno alle traduzioni tedesche. La serata propone una tavola rotonda, coordinata dall’assessora alla Cultura [...]

19 settembre 2018 0 commenti

Ravenna. Mostra: ‘ L’ultimo Dante e il cenacolo ravennate’ con l’Annuale della morte del Poeta.

Ravenna. Mostra: ‘ L’ultimo Dante e il cenacolo ravennate’ con l’Annuale della morte del Poeta. La Messa delle 11.30 nella basilica dell’ultimo saluto a Dante, San Francesco, sarà presieduta dall’arcivescovo di Ravenna–Cervia monsignor Lorenzo Ghizzoni. Concluderà la celebrazione l’omaggio reso da Firenze all’Esule: la Cerimonia dell’olio alla tomba di Dante. Parteciperà al corteo una delegazione di cittadini di Matera e, al termine della mattinata, verrà siglato un accordo tra la città di Ravenna, la fondazione Matera-Basilicata 2019 e la città di Matera capitale europea della cultura 2019 per una collaborazione culturale di lungo periodo. La comunità materana sarà infatti invitata nei prossimi mesi a partecipare, all’interno del programma di Capitale europea della Cultura 2019, alla creazione di PURGATORIO Chiamata pubblica per la 'Divina Commedia' di Dante Alighieri con ideazione, direzione artistica e regia di Marco Martinelli e Ermanna Montanari, coprodotto da Ravenna Festival-Teatro Alighieri e Fondazione Matera-Basilicata 2019 in collaborazione con Teatro delle Albe/Ravenna Teatro, che debutterà a Matera e Ravenna tra maggio e luglio.

RAVENNA. La città entra nel vivo delle celebrazioni dantesche.  Sabato 8 settembre e domenica 9, la mostra dedicata agli amici di Dante nel suo ‘ultimo rifugio‘ e la cerimonia dell’Annuale della morte del Poeta faranno di Ravenna la scena del rito, profondo e sentito, nel quale si tiene insieme la [...]

7 settembre 2018 0 commenti

Ravenna. Anpi Sant’Alberto: ‘Lo dolce piano che da Vercelli a Marcabò dichina’, pedalata tra storia e natura.

Ravenna. Anpi Sant’Alberto: ‘Lo dolce piano che da Vercelli a Marcabò dichina’, pedalata tra storia e natura. Si parte domenica 9 settembre con la Ciclocotekino - IX Granfondo Cotekinoffroad, un’escursione in mountain bike non competitiva.Domenica 16 settembre l’Anpi di Sant’Alberto propone 'Lo dolce piano che da Vercelli a Marcabò dichina', una pedalata tra storia e natura. Si tratterà di una visita guidata esclusiva con l’assistenza del Consorzio di bonifica della Romagna alla diga sul fiume Reno e all’Oasi naturalistica di volta Scirocco, passando per la penisola di Boscoforte, le valli di Comacchio, l’antico percorso del Po di Primaro che fanno da sfondo alle vicende storiche della trafila garibaldina e della Seconda guerra mondiale. Domenica 23 e domenica 30 settembre la cooperativa Atlantide propone 'In bicicletta alla scoperta dei Fenicotteri - speciale Volta scirocco', tour guidato in bicicletta attraverso le Valli meridionali di Comacchio alla scoperta della natura del Delta del Po.

RAVENNA. A Sant’Alberto, tutte le domeniche di settembre, appuntamenti con pedalate ed escursioni in bicicletta, nell’ambito del Settembre santalbertese, in collaborazione con l’assessorato al decentramento del Comune e le associazioni del territorio. Si parte  domenica 9 settembre con la Ciclocotekino – IX Granfondo Cotekinoffroad, un’escursione in mountain bike non competitiva, [...]

3 settembre 2018 0 commenti

Ravenna. Verso il centenario dantesco. Coinvolta la Città, in termini di idee, luoghi e persone.

Ravenna. Verso il centenario dantesco. Coinvolta la Città,  in termini di idee, luoghi e persone. Un sistema di governance garantirà la migliore valorizzazione del patrimonio dantesco materiale e immateriale della città. 'Arriviamo ad un momento decisivo del percorso che ci porterà alle celebrazioni dantesche del 2021 – afferma il sindaco Michele de Pascale -. Fin da subito abbiamo lavorato per fare in modo che Ravenna rivestisse un ruolo da protagonista firmando un importante protocollo d’intesa con la Regione, che vede la nostra città punto di riferimento in Emilia Romagna nel VII centenario e concordano una strategia con le città di Firenze e Verona per mettere in atto una progettualità congiunta. Di recente si è riunito per la prima volta il comitato nazionale per le celebrazioni dantesche del 2021 che ha indicato Ravenna come la città che aprirà l’anno celebrativo: il quattro settembre del 2020 daremo inizio ai festeggiamenti per il Sommo poeta con un grandissimo evento di caratura internazionale curato da Ravenna Festival. E questo è soltanto l’inizio, stiamo progettando e costruendo un programma di eventi e interventi con una grande visione, capace di indagare e celebrare la figura di Dante attraverso innumerevoli linguaggi e modalità e che si arricchirà con il tempo dei contributi della città intera. Vengono annunciati oggi i componenti del comitato per le celebrazioni, figure di grande spessore e competenza scientifica, espressioni di mondi differenti: Arte, Università, Imprenditoria e Istituzioni. Un comitato che sarà in grado di garantire una straordinaria energia progettuale costituita da una molteplicità di visioni'.

RAVENNA. Esposizioni, musica, teatro, convegni, interventi urbanistici: sono alcuni dei temi attraverso i quali sarà celebrato il settimo centenario della morte di Dante Alighieri. Un programma articolato che si sta tracciando nelle sue linee generali e, in alcuni ambiti, già in fase avanzata di progettazione. Ravenna sarà il fulcro di [...]

26 luglio 2018 0 commenti

Ravenna. Come insegnare Dante? Due appuntamenti di rilievo nazionale. Protagonisti i giovani.

Ravenna. Come insegnare Dante? Due appuntamenti di rilievo nazionale. Protagonisti i giovani. Il mondo della scuola, e quello della didattica e della divulgazione in generale, sfruttano i più contemporanei mezzi di comunicazione per centrare il fondamentale obiettivo di una nuova divulgazione, sintetizzando modalità canoniche e nuove opportunità. Nei prossimi giorni ne avremo due mirabili esempi”. Il web e l’elaborazione delle immagini sono infatti al centro dei due progetti. Mercoledì 18 aprile, a partire dalle 9 verrà presentata alla città la quarta edizione del concorso dantesco multimediale nazionale a premi per le scuole superiori, realizzato dalla libera associazione di insegnanti Dante in Rete con il Centro dantesco e con la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna e del Comune. L’edizione 2018, dal titolo 'Io mi dilettava di guardare', è dedicata ad Andrea Chaves, giovane e formidabile lettore di Dante tragicamente scomparso, che proprio attraverso questo concorso aveva iniziato la propria carriera di interprete. Come già negli anni scorsi saranno a Ravenna le classi vincitrici: il liceo classico San Nilo di Rossano Calabro (Cosenza) - classi quarta A e quinta B; il liceo artistico Nervi - Severini di Ravenna - classi terza B e terza G e l’ Itis Meucci di Firenze - interclasse seconda – terza – quarta e quinta.

RAVENNA. Due importanti eventi realizzati in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune collocano Ravenna al centro della riflessione nazionale su come insegnare Dante: si tratta della quarta edizione del concorso dantesco multimediale nazionale a premi per le scuole superiori realizzato dalla libera associazione di insegnanti Dante in Rete con [...]

17 aprile 2018 0 commenti

Ravenna.Torna all’Alighieri il Ballet Preljocaj, la poesia e la forza de La fresque ( sabato 3 febbraio ).

Ravenna.Torna all’Alighieri il Ballet Preljocaj, la poesia e la forza de La fresque ( sabato 3 febbraio ). Sul palcoscenico del teatro Alighieri il 3 e 4 febbraio, La fresque diventa un’opportunità per riflettere sullo statuto dell’immagine e dell’arte nella nostra società. O, più semplicemente, per lasciarsi incantare dall’infinita delicatezza e inventività della creazione per 10 danzatori firmata da Angelin Preljocaj. L’ispirazione per il secondo appuntamento della Stagione Danza 2017-18 è offerta da un antico racconto cinese, adattato senza banali esotismi ma mantenendone intatta tutta la qualità evocativa, per una fiaba che oscilla fra forza e poesia sulla partitura elettronica di ispirazione orientale firmata da Nicolas Godin. Dieci splendidi danzatori, dieci corpi che la luce cesella in una calligrafia d’oro su nero, una colonna sonora raffinatissima che si serve al meglio di flauti e gong cinesi, lunghe chiome sciolte che partecipano alla bellezza della coreografia: Angelin Preljocaj ci regala un’altra inimitabile esperienza, capace di immergere lo spettatore in uno spazio fantastico al crocevia fra culture.

RAVENNA. Come catturare l’essenza di un’immagine che ci affascina? Sul palcoscenico del teatro Alighieri il 3 e 4 febbraio, La fresque è un’opportunità per riflettere sullo statuto dell’immagine e dell’arte nella nostra società…o più semplicemente per lasciarsi incantare dall’infinita delicatezza e inventività della creazione per 10 danzatori firmata da Angelin [...]

2 febbraio 2018 0 commenti

Ravenna. Città invitata ( martedì 23) alla tomba di Dante per una speciale ‘prova aperta’ di Inferno.

Ravenna. Città invitata ( martedì 23) alla tomba di Dante per una speciale ‘prova aperta’ di Inferno. Chiamata pubblica per la 'Divina Commedia' di Dante Alighieri, che dal 25 maggio al 3 luglio per 34 serate accompagnerà il Festival nell’universo dantesco. Chiunque lo desideri potrà unirsi agli oltre 700 cittadini che hanno risposto alla chiamata pubblica, a tutto lo staff del Festival e di Ravenna Teatro, per ripetere le terzine del I Canto dell’Inferno declamate da Marco Martinelli e Ermanna Montanari, creando un enorme e potentissimo coro estemporaneo che esalterà gli immortali versi del Poeta proprio sulla soglia del suo sepolcro.

RAVENNA. Martedì 23 alle 19.15 Ravenna Festival e Teatro delle Albe/Ravenna Teatro invitano tutta la città alla Tomba di Dante per partecipare alla speciale prova aperta di Inferno, diretto da Marco Martinelli e Ermanna Montanari. Sarà l’occasione per immergersi nello spirito di totale coinvolgimento con cui è nato Inferno. Chiamata [...]

20 maggio 2017 0 commenti

Emilia Romagna.Ravenna: dopo i restauri, il Refettorio camaldolese della Classense.

Emilia Romagna.Ravenna: dopo i restauri, il Refettorio camaldolese della Classense. Edificata nella seconda metà del 500 nel corso della prima fase di ampliamento del monastero di Classe entro le mura, nel 1580 la Sala venne ornata dello scenografico dipinto raffigurante l'episodio evangelico delle Nozze di Cana eseguito sul muro settentrionale dal noto pittore Luca Longhi. Un grande affresco sul soffitto rappresenta la scena del Sogno di San Romualdo e preziosi stalli lignei ornano le pareti. I laboriosi ed accurati lavori di restauro sono stati sostenuti dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna e dalla regione Emilia Romagna.

RAVENNA. Sabato 11 marzo alle 10.45 riapre al pubblico dopo un lungo lavoro di restauro il Refettorio camaldolese della Biblioteca classense, dal 1921, sesto centenario della morte dell’Alighieri, Sala Dantesca. Edificata nella seconda metà del Cinquecento nel corso della prima fase di ampliamento del monastero di Classe entro le mura, [...]

6 marzo 2017 0 commenti