Tag "emilia romagna"

 

Rimini. Notte Rosa: le modifiche alla circolazione per il Capodanno dell’estate ( non soltanto) riminese.

Rimini. Notte Rosa: le modifiche alla circolazione per il Capodanno dell’estate ( non soltanto) riminese. In occasione della Notte rosa sarà modificata temporaneamente la viabilità in alcuni tratti della zona mare della città, specie in piazzale Federico Fellini e nelle vie adiacenti e sui lungomari. In particolare dalle ore 20 di venerdì 5 luglio alle ore 4 di sabato 6 e dalle ore 20 di sabato alle ore 4 di domenica 7 è disposta la chiusura totale al traffico in piazzale Fellini, lungomare Tintori - via Beccadelli, nel tratto dalle vie Giulietta Masina - Vespucci al lungomare Tintori, lungomare Murri; lungomare Di Vittorio, dal p.le Toscanini escluso al lungomare Murri; piazzale Kennedy; intera via Paolo e Francesca. Negli orari di chiusura al traffico i veicoli che, percorrendo il lungomare Di Vittorio, da sud sono diretti verso il porto dovranno svoltare, all’altezza di piazzale Toscanini, verso monte per poi proseguire o verso via Roma sulla direttrice Firenze – Chiabrera, o proseguire su viale Regina Elena che per l’occasione sarà messo a doppio senso.

RIMINI. Il comando di Polizia locale comunica che in occasione della Notte rosa sarà modificata temporaneamente la viabilità in alcuni tratti della zona mare della città, specie in piazzale Federico Fellini e nelle vie adiacenti e sui lungomari. In particolare dalle ore 20 di venerdì 5 luglio alle ore 4 [...]

3 luglio 2019 0 commenti

Lugo. Gli scavi archeologici di Zagonara. Il 20, ultima apertura. Ritrovo alle 18, al Parco del Loto.

Lugo. Gli scavi archeologici di Zagonara. Il 20, ultima apertura. Ritrovo alle 18, al Parco del Loto. Le nuove operazioni di scavo hanno esteso l’indagine nelle aree già investigate lo scorso anno. Per ampliare la conoscenza della topografia di questo sito archeologico e delle sue strutture fortificate sono stati aperti nuovi settori, con l’obiettivo di scoprire le fasi di occupazione anteriori alla sua costruzione, datata dalle fonti scritte al XIII secolo. La campagna del 2019 prosegue fino a giugno, con l’impiego di circa una quarantina di archeologi dell’Università di Bologna e di altri atenei italiani. Anche quest’anno gli scavi sono presenti nella Biblioteca comunale di Lugo con un infopoint in cui è possibile trovare informazioni e continui aggiornamenti sull’avanzamento dei lavori di scavo, grazie all’ausilio di supporti tecnologici che permettono di immergersi letteralmente all’interno del sito. Lo scavo del 2019 è condotto con il sostegno e in collaborazione con il comune di Lugo.

LUGO. Nuova apertura straordinaria degli scavi archeologici di Zagonara. Giovedì 20 giugno è infatti in programma il secondo e ultimo open day della nuova campagna di scavi.  Il ritrovo è alle 18 al Parco del Loto, da dove partirà una passeggiata a piedi o in bici lungo il Canale dei mulini. Dalle [...]

19 giugno 2019 0 commenti

Faenza. Palazzo Milzetti: venerdì 21 giugno 2019 ‘Festa della musica’.

Faenza. Palazzo Milzetti: venerdì 21 giugno 2019 ‘Festa della musica’. Palazzo Milzetti celebra quest'appuntamento offrendo ai visitatori un percorso guidato che metterà in luce i riferimenti tematici presenti nelle decorazioni: dalle citazioni dei musicisti. Sarti e alberghi, alla lira di Apollo, dio della musica. La visita è compresa nel biglietto d'ingresso, fino ad esaurimento posti disponibili.

FAENZA. Anche quest’anno il MiBAC, insieme all’ Associazione italiana per la promozione della Festa della musica, con il contributo della SIAE e in collaborazione con soggetti pubblici e privati, promuove e patrocina la ‘Festa della musica’, giunta alla sua venticinquesima edizione. Palazzo Milzetti celebra quest’appuntamento offrendo ai visitatori un percorso [...]

19 giugno 2019 0 commenti

Emilia Romagna. Nuova guida ‘Terme e benessere’: il benessere naturale a portata di mano!

Emilia Romagna. Nuova guida ‘Terme e benessere’: il  benessere naturale a portata di mano! Meraviglie naturali ma anche turistiche e culturali, quelle da scoprire nella nuova guida alle Terme dell'Emilia Romagna 2019-2020, insieme alla calorosa accoglienza emiliano-romagnola e alla squisita tradizione enogastronomica. Itinerari accomunati da un unico fil rouge: le benefiche acque termali dell’Emilia Romagna, acque terapeutiche che donano sollievo a piccoli e grandi disturbi, prevengono patologie e infondono relax grazie all'elevata concentrazione di preziosi elementi. All'interno dei differenti centri termali dislocati in tutta la regione, ci si può sottoporre a trattamenti terapeutici e riabilitativi, riconosciuti dal Servizio sanitario nazionale. Infatti le terapie con acqua termale vengono utilizzate per contrastare l'insorgere di patologie respiratorie, osteoarticolari e dermatologiche - sia in adulti che bambini - oltre che a favorire la riabilitazione e la riattivazione della circolazione. Sono 24 i centri termali che si possono visitare e in cui soggiornare in Emilia Romagna, in 19 località diverse, che si caratterizzano tutte per l’attenzione alla salute, al benessere e al relax. In un territorio dai tratti tipici squisitamente marcati, dove gustare prodotti della cucina autentica tradizionale e passeggiare attraverso borghi storici e bellezza paesaggistiche senza eguali, l’esperienza termale completa il quadro portando benessere a 360 gradi.

EMILIA ROMAGNA. Le ultime proposte di salute e benessere delle terme dell’Emilia Romagna per la stagione 2019-2020 sono ora disponibili nella nuova guida, realizzata da Coter – Consorzio del Circuito termale dell’Emilia Romagna – in sinergia con APT e i territori termali della Regione. All’interno del nuovo catalogo si possono consultare [...]

22 maggio 2019 0 commenti

Rimini. Indice salute del Sole 24 Ore: 26° posto in Italia e sul podio con le province dove si vive di più.

Rimini. Indice salute del Sole 24 Ore: 26° posto in Italia e sul podio con le province dove si vive di più. Sulle 107 province e unioni analizzate in tutta Italia, Rimini si colloca al 26° posto, seconda solo a Modena tra le province dell’Emilia Romagna. La classifica finale, come spiega il quotidiano economico, è il risultato della media dei punteggi ottenuti dai diversi territori nei singoli indicatori che, a loro volta, incarnano tre aspetti fondamentali della salute: performance demografiche registrate negli ultimi anni (ad esempio, l’incremento della speranza di vita alla nascita); fenomeni socio-sanitari (come la mortalità annua per tumore e per infarto e il consumo di farmaci); livelli di accesso ai servizi sanitari (dall'emigrazione ospedaliera alla disponibilità di posti letto e di medici). A Rimini si muore meno e si vive di più

RIMINI. Sono ben 12 gli indicatori che incrocia l’indice della salute in Italia pubblicato questa mattina sul Sole 24 Ore. Sulle 107 province e unioni analizzate in tutta Italia, Rimini si colloca al 26° posto, seconda solo a Modena tra le province dell’Emilia Romagna. La classifica finale, come spiega il [...]

20 maggio 2019 0 commenti

Santarcangelo d/R. Quattro opere del Cagnacci tornate a casa. All’ osteria ‘ La Sangiovesa’.

Santarcangelo d/R. Quattro opere del Cagnacci tornate a casa. All’ osteria ‘ La Sangiovesa’. Manlio Maggioli, noto imprenditore locale, ha riportato a Santarcangelo, città natale del Cagnacci, due piccoli ritratti, ‘San Bernardino’ e ‘Testa di ragazzo cieco’, e due quadri che hanno entrambi come soggetto la Madonna penitente. I quadri sono stati esposti ( almeno inizialmente) alla ‘Sangiovesa’, ristorante della famiglia Maggioli, nato da una intuizione di Tonino Guerra. Mentre le opere sono state presentate alla Rocca dal critico Vittorio Sgarbi. Che del Cagnacci possiede una preziosa tela, ‘Allegoria del tempo ( La vita umana)’, molto valutata. 'Preziosa, sì; e comunque - ha sottolineato il critico ferrarese - sono ( anche) questa e queste, tutte buone opere del pittore santarcangiolese, ognuna di esse significativa perché mostrano la sua evoluzione artistica. Ma ho consigliato a Maggioli di non fermarsi qui, di andare avanti con la sua collezione. L’ho invitato a comprare ( anche) qualche opera di Francesco Rustici ( noto come ‘Rustichino’), artista toscano che è stato tra i maestri del Cagnacci'.

SANTARCANGELO di Romagna. L’autunno, con le sue fiere in arrivo, dipinge  con incredibile varietà di colori la città. Colori, che sono anche l’ingrediente ‘principale’ a cui attinge l’inesauribile vena creativa dagli artisti di Santarcangelo d/R: poeti e scrittori, in particolare, oggi famosi, ma anche  pittori, meno celebrati, e pur tuttavia  [...]

20 maggio 2019 0 commenti

Italia. C’è un Paese unico e meraviglioso. Da scoprire. Da Pasqua alla Pasquetta, tutti insieme.

Italia. C’è un Paese unico e meraviglioso. Da scoprire. Da Pasqua alla Pasquetta, tutti insieme. ' A Pasqua, c'è la Valle dei Mulini in Lombardia. Tra Toscana e Lazio percorreremo invece le vie costruite dagli Etruschi ed entreremo in Sovana, vero gioiello dell’Italia. Borgo turistico – medievale rimasto intatto. Nel Lazio c’è Ischia di Castro borgo scavato nella roccia con meravigliosi affreschi. A Blera alle 7 pellegrinaggio fino al Santuario di San Venanzio. Qui entreremo nella grotta affrescata. Eppoi passeremo In Umbria dove saremo sul sentiero antico dei pastori finanche a Castelluccio. In Lombardia, poi, c'è l’ultima pastorella della Valcerisio. In Emilia Romagna inoltre c'è la viandanza sui colli di Bologna In Toscana si va a Pruno sulla vecchia mulattiera. A Norchia, nel Lazio, c’è da vedere una delle più scenografiche necropoli rupestri etrusche. Tanti borghi, insomma, che vanno visti, quale patrimonio da amare. Di una Italia tutta da vivere... La Pasqua ammirando la Valle dei Mulini. A pochi km da Varese si nasconde un luogo incantato con antichi mulini e gigantesche gallerie e cunicoli scavati nella roccia dall’uomo fino al 1900. Nessuno lo crederebbe mai, eppure simili gioielli sono sfuggiti al tempo che tutto distrugge e alla natura che tutto copre e riprende con sè. Insieme alla nostra guida andremo all’esplorazione della Valle dei Mulini. Nel giorno di Pasqua vedremo le antiche ruote di alcuni di essi e scopriremo la storia di questi luoghi ameni. Le maestose cave poi, ci riporteranno indietro nel tempo, a memoria del duro lavoro degli uomini alla fine del 1800, i ‘picasass’ così importanti per l’economia del loro secolo. Cammineremo sui binari ferroviari della vecchia ferrovia della Valmorea, che collegava l’Italia con la Svizzera,da Castellanza fino a Mendrisio, nel Canton Ticino. E proprio la vecchia stazione della Valmorea sarà la nostra destinazione, dove pranzeremo prima di rientrare per un altro sentiero e tornare a casa arricchiti di un pezzo di storia dei nostri luoghi' approfondisce la proposta Davide Galli, presidente nazionale delle Guide ambientali escursionistiche.

ITALIA. A Pasqua e a Pasquetta bellissime escursioni. Boom di adesioni. Tanti turisti, tanta gente che avrà come propria casa il Patrimonio ambientale, naturalistico, culturale dell’Italia.  Le proposte Davide Galli, presidente nazionale delle Guide ambientali escursionistiche. “ A Pasqua si può iniziare con la Valle dei Mulini in Lombardia. Tra Toscana e Lazio percorreremo  invece [...]

19 aprile 2019 0 commenti

Forlimpopoli. Dal Canada all’Italia, alla scoperta della cucina domestica di Casa Artusi.

Grande è l’interesse in Canada per il manuale artusiano, conosciuto grazie alla versione in lingua inglese pubblicata dalla University of Toronto Press. Il Canada (Ontario, Quebec e British Columbia) è stato al centro nel novembre scorso anche di un’importante azione della regione Emilia Romagna, in collaborazione con la Camera di commercio italiana a Toronto, nella quale la vicedirettrice, Tiziana Tedesco, ha favorito e promosso il tour nel nostro Paese. All’arrivo a Forlimpopoli, in Casa Artusi, gli ospiti sono andati alla scoperta del patrimonio culturale di cui la città artusiana è depositaria e dell’articolato e significativo progetto che ruota attorno al tema della cucina di casa. In Scuola di cucina hanno fatto esperienza della preparazione della pasta fresca fatta a mano attraverso le volontarie dell’associazione delle Mariette di Forlimpopoli, i secondi piatti di carne e pesce con il maestro Paolo Teverini (vice presidente Associazione Chef to chef emiliaromagnacuochi) e lo street food con il maestro Fabrizio Mantovani.

Forlimpopoli (17 aprile 2019) – Dal Canada all’Italia con tappa d’obbligo a Casa Artusi. È avvenuto nei giorni scorsi nell’ambito del progetto Authentic Italian table della Camera di commercio italiana dell’Ontario (Toronto) insieme a Roberto Fracchioni, docente di origine piacentina del Centennial College, che ha condotto alla scoperta del bello [...]

18 aprile 2019 0 commenti

Cesena. CNA Fita: più qualità e sicurezza nel trasporto scolastico.La scampata tragedia di Como.

Cesena. CNA Fita: più qualità e sicurezza nel trasporto scolastico.La scampata tragedia di Como. 'CNA Fita, più volte anche in tempi non sospetti – afferma Daniele Battistini, presidente di CNA Fita Forlì-Cesena – ha manifestato la propria preoccupazione per la gestione dei bandi di gara per l’affidamento del servizio di trasporto scolastico, per molti Comuni della nostra Regione. Mi riferisco, in particolare, alla prima importante gara gestita dall’Agenzia Intercent-ER, che ha rappresentato un esempio negativo di concertazione e di scarsa attenzione ad elementi che, invece, dovrebbero avere una considerazione nell’affidamento delle attività, quali i costi del personale e le condizioni per una sana e corretta concorrenza tra le aziende del settore'. Le imprese del trasporto sono soggette a numerosi controlli e ad una giusta formazione continua dei dipendenti e tutto ciò è accessibile agli organismi di controllo. Basterebbe, quindi, poco per fare emergere sul terreno della legalità, quelle imprese che, nella logica del massimo ribasso, risparmiano su queste voci di costo e, spesso, non sono nelle condizioni di garantire un servizio sicuro e qualitativamente accettabile.

CESENA. Al di là di situazioni imprevedibili, la situazione nella quale si trova il trasporto scolastico merita una seria riflessione, in quanto da diverso tempo la qualità e la sicurezza di questi servizi, sono subordinate alle logiche del risparmio. COMMENTO. “CNA Fita, più volte anche in tempi non sospetti – [...]

22 marzo 2019 0 commenti

Ravenna. Sequestro di discarica abusiva a Campiano. Rifiuti diversi per circa un ettaro di terreno.

Ravenna. Sequestro di discarica abusiva a Campiano. Rifiuti diversi per circa un ettaro di terreno. I tecnici di Arpae, presenti al sopralluogo, hanno accertato la presenza di varie tipologie di rifiuti speciali, pericolosi e non, in quantità importanti, ed effettuato campionature. C’erano gomme – un cumulo di pneumatici di circa 17 metri per 17, con un’altezza massima di circa tre metri - rottami metallici, lana di roccia, macerie, teli in pvc, pallet di legno, tubi di gomma, carcasse di frigo, isolante poliuretanico, big bags, pannelli isolanti tipo sandwich, batterie al piombo, tubi neon per lampade, attrezzi agricoli in disuso, tubi da irrigazione in plastica, materassi, divani, televisori, tubi catodici, due carcasse di roulotte, diverse autovetture, pompe uso irriguo, bidoni contenenti vernice da muro, fusti pieni di liquido, cinquanta lastre di eternit e cinque vasche in eternit. Il terreno era organizzato, seppur in modo rudimentale, con sentieri battuti, presumibilmente al fine di facilitare l’accesso per i veicoli a motore ai diversi accumuli di rifiuti.

RAVENNA. La Polizia locale sequestra una discarica abusiva a Campiano: i rifiuti occupavano circa un ettaro di terreno.  Gli agenti dell’ufficio edilizia della Polizia locale di Ravenna hanno posto sotto sequestro un deposito di rifiuti vari abbandonati, a Campiano, che occupavano circa un ettaro di terreno. I tecnici di Arpae, [...]

19 marzo 2019 0 commenti