Tag "emilia romagna"

 

Santarcangelo d/R. Quattro opere del Cagnacci tornate a casa. All’ osteria ‘ La Sangiovesa’.

Santarcangelo d/R. Quattro opere del Cagnacci tornate a casa. All’ osteria ‘ La Sangiovesa’. Manlio Maggioli, noto imprenditore locale, ha riportato a Santarcangelo, città natale del Cagnacci, due piccoli ritratti, ‘San Bernardino’ e ‘Testa di ragazzo cieco’, e due quadri che hanno entrambi come soggetto la Madonna penitente. I quadri sono stati esposti ( almeno inizialmente) alla ‘Sangiovesa’, ristorante della famiglia Maggioli, nato da una intuizione di Tonino Guerra. Mentre le opere sono state presentate alla Rocca dal critico Vittorio Sgarbi. Che del Cagnacci possiede una preziosa tela, ‘Allegoria del tempo ( La vita umana)’, molto valutata. 'Preziosa, sì; e comunque - ha sottolineato il critico ferrarese - sono ( anche) questa e queste, tutte buone opere del pittore santarcangiolese, ognuna di esse significativa perché mostrano la sua evoluzione artistica. Ma ho consigliato a Maggioli di non fermarsi qui, di andare avanti con la sua collezione. L’ho invitato a comprare ( anche) qualche opera di Francesco Rustici ( noto come ‘Rustichino’), artista toscano che è stato tra i maestri del Cagnacci'.

SANTARCANGELO di Romagna. L’autunno, con le sue fiere in arrivo, dipinge  con incredibile varietà di colori la città. Colori, che sono anche l’ingrediente ‘principale’ a cui attinge l’inesauribile vena creativa dagli artisti di Santarcangelo d/R: poeti e scrittori, in particolare, oggi famosi, ma anche  pittori, meno celebrati, e pur tuttavia  [...]

20 maggio 2019 0 commenti

Italia. C’è un Paese unico e meraviglioso. Da scoprire. Da Pasqua alla Pasquetta, tutti insieme.

Italia. C’è un Paese unico e meraviglioso. Da scoprire. Da Pasqua alla Pasquetta, tutti insieme. ' A Pasqua, c'è la Valle dei Mulini in Lombardia. Tra Toscana e Lazio percorreremo invece le vie costruite dagli Etruschi ed entreremo in Sovana, vero gioiello dell’Italia. Borgo turistico – medievale rimasto intatto. Nel Lazio c’è Ischia di Castro borgo scavato nella roccia con meravigliosi affreschi. A Blera alle 7 pellegrinaggio fino al Santuario di San Venanzio. Qui entreremo nella grotta affrescata. Eppoi passeremo In Umbria dove saremo sul sentiero antico dei pastori finanche a Castelluccio. In Lombardia, poi, c'è l’ultima pastorella della Valcerisio. In Emilia Romagna inoltre c'è la viandanza sui colli di Bologna In Toscana si va a Pruno sulla vecchia mulattiera. A Norchia, nel Lazio, c’è da vedere una delle più scenografiche necropoli rupestri etrusche. Tanti borghi, insomma, che vanno visti, quale patrimonio da amare. Di una Italia tutta da vivere... La Pasqua ammirando la Valle dei Mulini. A pochi km da Varese si nasconde un luogo incantato con antichi mulini e gigantesche gallerie e cunicoli scavati nella roccia dall’uomo fino al 1900. Nessuno lo crederebbe mai, eppure simili gioielli sono sfuggiti al tempo che tutto distrugge e alla natura che tutto copre e riprende con sè. Insieme alla nostra guida andremo all’esplorazione della Valle dei Mulini. Nel giorno di Pasqua vedremo le antiche ruote di alcuni di essi e scopriremo la storia di questi luoghi ameni. Le maestose cave poi, ci riporteranno indietro nel tempo, a memoria del duro lavoro degli uomini alla fine del 1800, i ‘picasass’ così importanti per l’economia del loro secolo. Cammineremo sui binari ferroviari della vecchia ferrovia della Valmorea, che collegava l’Italia con la Svizzera,da Castellanza fino a Mendrisio, nel Canton Ticino. E proprio la vecchia stazione della Valmorea sarà la nostra destinazione, dove pranzeremo prima di rientrare per un altro sentiero e tornare a casa arricchiti di un pezzo di storia dei nostri luoghi' approfondisce la proposta Davide Galli, presidente nazionale delle Guide ambientali escursionistiche.

ITALIA. A Pasqua e a Pasquetta bellissime escursioni. Boom di adesioni. Tanti turisti, tanta gente che avrà come propria casa il Patrimonio ambientale, naturalistico, culturale dell’Italia.  Le proposte Davide Galli, presidente nazionale delle Guide ambientali escursionistiche. “ A Pasqua si può iniziare con la Valle dei Mulini in Lombardia. Tra Toscana e Lazio percorreremo  invece [...]

19 aprile 2019 0 commenti

Forlimpopoli. Dal Canada all’Italia, alla scoperta della cucina domestica di Casa Artusi.

Grande è l’interesse in Canada per il manuale artusiano, conosciuto grazie alla versione in lingua inglese pubblicata dalla University of Toronto Press. Il Canada (Ontario, Quebec e British Columbia) è stato al centro nel novembre scorso anche di un’importante azione della regione Emilia Romagna, in collaborazione con la Camera di commercio italiana a Toronto, nella quale la vicedirettrice, Tiziana Tedesco, ha favorito e promosso il tour nel nostro Paese. All’arrivo a Forlimpopoli, in Casa Artusi, gli ospiti sono andati alla scoperta del patrimonio culturale di cui la città artusiana è depositaria e dell’articolato e significativo progetto che ruota attorno al tema della cucina di casa. In Scuola di cucina hanno fatto esperienza della preparazione della pasta fresca fatta a mano attraverso le volontarie dell’associazione delle Mariette di Forlimpopoli, i secondi piatti di carne e pesce con il maestro Paolo Teverini (vice presidente Associazione Chef to chef emiliaromagnacuochi) e lo street food con il maestro Fabrizio Mantovani.

Forlimpopoli (17 aprile 2019) – Dal Canada all’Italia con tappa d’obbligo a Casa Artusi. È avvenuto nei giorni scorsi nell’ambito del progetto Authentic Italian table della Camera di commercio italiana dell’Ontario (Toronto) insieme a Roberto Fracchioni, docente di origine piacentina del Centennial College, che ha condotto alla scoperta del bello [...]

18 aprile 2019 0 commenti

Cesena. CNA Fita: più qualità e sicurezza nel trasporto scolastico.La scampata tragedia di Como.

Cesena. CNA Fita: più qualità e sicurezza nel trasporto scolastico.La scampata tragedia di Como. 'CNA Fita, più volte anche in tempi non sospetti – afferma Daniele Battistini, presidente di CNA Fita Forlì-Cesena – ha manifestato la propria preoccupazione per la gestione dei bandi di gara per l’affidamento del servizio di trasporto scolastico, per molti Comuni della nostra Regione. Mi riferisco, in particolare, alla prima importante gara gestita dall’Agenzia Intercent-ER, che ha rappresentato un esempio negativo di concertazione e di scarsa attenzione ad elementi che, invece, dovrebbero avere una considerazione nell’affidamento delle attività, quali i costi del personale e le condizioni per una sana e corretta concorrenza tra le aziende del settore'. Le imprese del trasporto sono soggette a numerosi controlli e ad una giusta formazione continua dei dipendenti e tutto ciò è accessibile agli organismi di controllo. Basterebbe, quindi, poco per fare emergere sul terreno della legalità, quelle imprese che, nella logica del massimo ribasso, risparmiano su queste voci di costo e, spesso, non sono nelle condizioni di garantire un servizio sicuro e qualitativamente accettabile.

CESENA. Al di là di situazioni imprevedibili, la situazione nella quale si trova il trasporto scolastico merita una seria riflessione, in quanto da diverso tempo la qualità e la sicurezza di questi servizi, sono subordinate alle logiche del risparmio. COMMENTO. “CNA Fita, più volte anche in tempi non sospetti – [...]

22 marzo 2019 0 commenti

Ravenna. Sequestro di discarica abusiva a Campiano. Rifiuti diversi per circa un ettaro di terreno.

Ravenna. Sequestro di discarica abusiva a Campiano. Rifiuti diversi per circa un ettaro di terreno. I tecnici di Arpae, presenti al sopralluogo, hanno accertato la presenza di varie tipologie di rifiuti speciali, pericolosi e non, in quantità importanti, ed effettuato campionature. C’erano gomme – un cumulo di pneumatici di circa 17 metri per 17, con un’altezza massima di circa tre metri - rottami metallici, lana di roccia, macerie, teli in pvc, pallet di legno, tubi di gomma, carcasse di frigo, isolante poliuretanico, big bags, pannelli isolanti tipo sandwich, batterie al piombo, tubi neon per lampade, attrezzi agricoli in disuso, tubi da irrigazione in plastica, materassi, divani, televisori, tubi catodici, due carcasse di roulotte, diverse autovetture, pompe uso irriguo, bidoni contenenti vernice da muro, fusti pieni di liquido, cinquanta lastre di eternit e cinque vasche in eternit. Il terreno era organizzato, seppur in modo rudimentale, con sentieri battuti, presumibilmente al fine di facilitare l’accesso per i veicoli a motore ai diversi accumuli di rifiuti.

RAVENNA. La Polizia locale sequestra una discarica abusiva a Campiano: i rifiuti occupavano circa un ettaro di terreno.  Gli agenti dell’ufficio edilizia della Polizia locale di Ravenna hanno posto sotto sequestro un deposito di rifiuti vari abbandonati, a Campiano, che occupavano circa un ettaro di terreno. I tecnici di Arpae, [...]

19 marzo 2019 0 commenti

Romagna. Tre quarti dei dipendenti dell’Azienda USL sono donne: 5.654 contro 1.108 uomini.

Romagna. Tre quarti dei dipendenti dell’Azienda USL sono donne:  5.654  contro 1.108 uomini. Al 31 dicembre 2018, il numero delle donne che a vario titolo lavoravano in Azienda è risultato pari a 11.383, (su un totale di 15.288 dipendenti), di cui 4.813 (il 42,28%) di età non superiore ai 45 anni. Tra le categorie più rappresentative, quella infermieristica è in testa con 5.654 lavoratrici donna contro 1.108 uomini in servizio su tutto il territorio aziendale. Al secondo posto, la categoria degli operatori tecnici addetti alla sicurezza OTA, degli operatori socio-sanitari OSS e degli ausiliari: 1.337 lavoratrici donna contro 214 uomini. Seguono poi i ‘camici rosa’: 1.250 professionisti medici e veterinari su un totale di 2.424. Complessivamente il 55.8% dei ruoli di dirigenza sono coperti da donne (si tenga conto che il medico ospedaliero rientra nella dirigenza medica). Per migliorare la condizione professionale e personale delle oltre 11.300 dipendenti donna, l’Azienda USL della Romagna ha messo in campo in questi anni diverse azioni, a partire dall’istituzione del Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (CUG) che ha come scopo principale quello di promuovere il benessere organizzativo e contrastare ogni forma di discriminazione e di violenza morale e psichica dei lavoratori. Da alcuni mesi è stata designata anche la consigliera di Fiducia.

ROMAGNA. La sanità romagnola si conferma una realtà sempre più ‘rosa’: nel 2018 la percentuale di dipendenti donne dell’Azienda USL della Romagna è salita al 74.5% (73.3% nel 2015; 73.7% nel 2016, 74% nel 2017). Al 31 dicembre 2018, il numero delle donne che a vario titolo lavoravano in Azienda [...]

Bologna. XII Festival della zuppa. La gara culinaria più divertente d’Italia. E’ gratuita e aperta a tutti.

Bologna. XII Festival della zuppa. La gara culinaria più divertente d’Italia. E’ gratuita e aperta a tutti. Il Festival internazionale della zuppa di Bologna è una festa di strada animata da volontari, 'zuppanti' in gara, assaggiatori, curiosi e artisti di strada, dedicata alla condivisione e all’incontro di ricette e culture, sapori e saperi, ma soprattutto di persone che lasciano da parte ogni differenza in nome della comune passione per il cibo. La competizione tra zuppe, brodi e minestre è divertente e scherzosa, ma il presupposto del festival è qualcosa di profondo e importante per tutti: la zuppa avvicina le persone, i popoli e le culture ed è il pretesto per creare socialità, aprire la periferia della città all’Europa e al Mondo e vivere diversamente lo spazio pubblico urbano che finalmente rivela l’incredibile tesoro delle realtà che lo compongono.A Bologna il Festival è arrivato più di 10 anni fa, nel lontano 2006, conquistando fin da subito strade, cucine e tantissime pance. Il Gran festival internazionale della zuppa di Bologna fino al 2014 è stato ospitato dal quartiere Navile a Corticella, tra via Stoppato, via Colombarola e Villa Torchi, svolgendosi a ridosso del 25 Aprile per celebrare la festa della Liberazione. Nel 2015, giunta alla sua X edizione, si è spostata al Pilastro nel quartiere San Donato - San Vitale, regalando ai suoi residenti una giornata all’insegna della convivialità; la location è confermata anche per questa XII edizione.

Milano, 7 marzo 2019 – ‘SOUPport the Soup – La scintilla sei tu!’ Questo è lo slogan che accompagna la XII edizione del Festival internazionale della zuppa di Bologna, competizione gastronomica popolare che per il 2019 rinnova l’appuntamento con gli appassionati di zuppa (e non solo) il prossimo 5 maggio. La [...]

Ravenna. Al ‘Delle Croci’ spazi più adeguati per odontoiatria. Nel 2018, oltre 9mila prestazioni.

Ravenna. Al ‘Delle Croci’ spazi più adeguati per odontoiatria. Nel 2018, oltre 9mila prestazioni. L’attività specialistica odontoiatrica di Ravenna svolge un’intensa opera di prevenzione e cura: nel corso del 2018, nel territorio del Distretto di Ravenna, sono state erogate 4.922 visite tra generiche e urgenti, 170 visite finalizzate alla chirurgia orale, 3.167 prestazioni di odontoiatria generica, 483 prestazioni di ortodonzia e relativi dispositivi destinati a pazienti di fascia d’età compresa tra 0 e 14 anni, 749 prestazioni di protesi dentale. L’assetto organizzativo prevede in particolare una sezione di attività di cura e prevenzione odontoiatrica ambulatoriale rivolta a pazienti portatori di disabilità e, nel caso di pazienti non collaboranti, è stato previsto il trattamento di cura in regime di anestesia generale che ha registrato, nello scorso anno, l’erogazione di prestazioni speciali per 46 pazienti pediatrici e 12 adulti. Una specifica sezione è rivolta alla gestione delle complicanze orali conseguenti alle terapie farmacologiche su pazienti affetti da patologie di tipo oncoematologico, che ha registrato l’erogazione di 223 prestazioni. Infine, in fattiva collaborazione integrata con le Unità operative ospedaliere sono state erogate 98 consulenze e trattamenti per pazienti in regime di ricovero ospedaliero ordinario.

RAVENNA. Spazi più adeguati e una miglior accoglienza per i pazienti delle cure odontoiatriche seguiti, a Ravenna, dall’Ausl Romagna grazie alla riorganizzazione e trasferimento degli ambulatori odontoiatrici dalla sede del Cmp (via Fiume Montone Abbandonato) all’ospedale ‘Santa Maria delleCroci’. Una scelta dunque collegata al potenziamento ed ampliamento dell’attività odontoiatrica in [...]

Forlì/Cesena. Indagine Unioncamere Emilia Romagna. Leggera flessione degli esercizi al dettaglio.

Forlì/Cesena. Indagine Unioncamere Emilia Romagna. Leggera flessione degli esercizi al dettaglio. Il dettaglio specializzato non alimentare ha accusato la flessione più ampia delle vendite, facendo segnare un -1,3 per cento. Per il dettaglio specializzato alimentare la correzione è stata lievemente più contenuta -1,1 per cento, mentre iper, super e grandi magazzini hanno confermato la tendenza positiva del trimestre precedente con un leggero aumento dello 0,7 per cento. La dimensione delle imprese. I dati mostrano una correlazione positiva dell’andamento delle vendite con la dimensione aziendale. La piccola distribuzione accusa un calo dell’1,9 per cento, la media dimensione ha registrato una correzione dell’1,0 per cento, mentre le imprese con almeno 20 addetti hanno ottenuto un lieve aumento delle vendite (+0,3 per cento). Il Registro delle imprese. La pressione sulla base imprenditoriale si è rafforzata. Alla fine dell’anno erano attive 44.757 imprese del dettaglio, in calo del 2,0 per cento (910 unità) rispetto a un anno prima. A livello nazionale la tendenza negativa è risultata leggermente più contenuta (-1,5 per cento). L’andamento negativo è dato dall’ampia riduzione delle ditte individuali (-777 unità) e da quella più rapida delle società di persone (-3,3 per cento, -320 unità), le quali risentono dell’attrattività della normativa delle società a responsabilità limitata che determina la crescita delle società di capitale (+4,4 per cento, +196 unità).

FORLI’/CESENA. Nel quarto trimestre 2018 l’andamento negativo è più contenuto (-0,9 per cento). La tendenza riguarda il dettaglio specializzato, mentre iper, super e grandi magazzini hanno rafforzato la propensione positiva dei tre mesi precedenti. L’andamento sfavorevole delle vendite è pesante per la piccola distribuzione, più contenuto per la media impresa [...]

27 febbraio 2019 0 commenti

Emilia Romagna.Il Convivio di Bibendum riparte dalle materie prime, con due eventi per tutti

Emilia Romagna.Il Convivio di Bibendum riparte dalle materie prime, con due eventi per tutti Dal pane alle erbe aromatiche: un corso di panificazione e una cena con l’esperto. Si comincia martedì 26 febbraio, dall’alimento più diffuso e consumato nel mondo, il pane, seguendo un percorso che va dal campo al piatto, senza aggiungere niente o modificare i ritmi della natura. Si tratta di una vera e propria scuola di cucina: l’obiettivo della serata è quello di fare conoscere, e insegnare a preparare, il pane prodotto con i grani antichi, tutti da riscoprire, non solo per le loro proprietà nutritive, ma anche in quanto espressione del nostro patrimonio culturale. L’evento è diviso in due parti: a partire dalle 18.30 è Andrea Gherpelli, attore-contadino, a guidare i partecipanti nell’utilizzo delle farine di grani antichi, ottenute quasi sempre attraverso la macinazione a pietra: queste sono meno raffinate rispetto a quelle industriali; hanno una minor quantità di glutine, sono molto nutrienti e si digeriscono più facilmente. Gherpelli, volto noto di serie tv come Squadra Antimafia, Don Matteo, Nero Wolfe, da qualche anno ha deciso di tornare a occuparsi dell’azienda agricola di famiglia, ritagliando all’interno una startup destinata al recupero, alla selezione e alla moltiplicazione dei grani antichi. Per chi di scuola non vuol sentir parlare, l’appuntamento è a partire dalle 20, per una cena a buffet in cui degustare il pane preparato al momento che viene servito con vini, salumi, verdure e formaggi della tradizione italiana.

MODENA. Il Convivio di via Ginzburg riprende la sua attività e propone due appuntamenti istruttivi aperti a tutti, perché la cucina è innanzi tutto cultura. Martedì 26 febbraio la serata è dedicata alla ‘Scuola di Bibendum’: protagonisti sono i grani antichi e Andrea Gherpelli, agricoltore e custode delle antiche varietà, [...]

25 febbraio 2019 0 commenti