Tag "faenza"

 

Faenza. Strade scolastiche: parte la sperimentazione da via Castellani. Per una totale sicurezza.

Faenza. Strade scolastiche: parte la sperimentazione da via Castellani. Per una totale sicurezza. Da giovedì 7 gennaio entrerà perciò in vigore il divieto di circolazione in via Castellani, nel tratto compreso tra piazza della Penna e via Scaletta, con la possibilità di girare a destra in via Nenni e l’obbligo di svolta a sinistra su piazza della Penna per chi percorre la via negli orari di ingresso e uscita dal plesso scolastico. Due le fasce orarie nelle quali varrà il divieto dal lunedì al venerdì, una al mattino e una al pomeriggio; dalle 7.45 alle 8.30 e dalle 12 alle 12.30; nel pomeriggio, dalle 16 alle 16.30. Il sabato il divieto varrà solo dalle 7.45 alle 8.30. In questi giorni gli uffici della manutenzione strade stanno approntando la segnaletica verticale e giovedì 7 gennaio, alla riapertura delle scuole dopo la pausa delle festività natalizie, la zona verrà presidiata da una pattuglia della polizia locale per evitare confusione e iniziare a far abituare quanti in passato arrivavano in auto fino a via Scaletta per lasciare i bambini a scuola.

FAENZA. La realizzazione di isole ciclabili-pedonali in corrispondenza degli ingressi agli istituti scolastici dove pedoni e ciclisti possano circolare in piena sicurezza è, come noto, tra gli obiettivi strategici del Pums, il Piano urbano della mobilità sostenibile studiato dall’Amministrazione comunale. Da tempo il tema è anche oggetto di confronto e [...]

4 gennaio 2021 0 commenti

Bassa Romagna. Food corridors’, sulla sostenibilità alimentare. Tra mondo urbano e rurale.

Bassa Romagna. Food corridors’, sulla sostenibilità alimentare. Tra mondo urbano e rurale. Il progetto, di cui è partner l'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, ha l'obiettivo di creare una rete di città impegnate nella progettazione di piani alimentari che facilitino il collegamento tra la dimensione urbana e quella rurale. Al centro vi sono infatti l’elaborazione di strategie che favoriscano sistemi e politiche legati alla sostenibilità alimentare, le produzioni a km 0 e nuove connessioni tra città e campagna. Gli incontri - dieci in tutto, che si svolgeranno nel corso del 2021 - sono aperti a tutti gli interessati (associazioni, aziende, cittadini, eccetera) e si svilupperanno su quattro temi: sostenibilità alimentare e sociale, per sviluppare iniziative che mirino a un uso responsabile delle risorse alimentari in un’ottica di inclusione e solidarietà verso le categorie o gruppi sociali emarginati; incubatore e start up, per favorire la produzione alimentare locale attraverso l'innovazione e supportare le iniziative imprenditoriali locali; filiera corta, per favorire produzione, consumo e vendita basati sul concetto di km 0; proposta turistica, per un marketing territoriale capace di valorizzare le eccellenze enogastronomiche locali e che metta al centro il cibo buono, sano ed equo. Al primo incontro sono intervenuti Luca Massaccesi e Luciano Facchini per Ascom-Confcommercio Lugo, Lara Malavolti per il comitato locale di Slow Food Emilia Romagna, Alessandra Folli di Romagna Tech, Antonio Falzoni della Pro Loco di Massa Lombarda, oltre ai membri dell'ufficio Europa e dei servizi Welfare e Ambiente dell'Unione della Bassa Romagna. Al termine del percorso è prevista la costruzione di un documento di idee da sottoporre a ulteriori finanziamenti sul tema della sostenibilità alimentare, nonché punto di riferimento per gli obiettivi a lungo termine del progetto.

BASSA ROMAGNA. Martedì 29 dicembre si è svolto il primo incontro operativo del progetto ‘Food corridors‘, finanziato dal programma europeo Urbact e dedicato alla promozione dello sviluppo urbano sostenibile. Il progetto, di cui è partner l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, ha l’obiettivo di creare una rete di città impegnate [...]

2 gennaio 2021 0 commenti

Faenza. Il sindaco Isola incontra i Rioni. Con un augurio: ‘Dopo il buio non potrà che tornare il sereno’.

Faenza. Il sindaco Isola incontra i Rioni. Con un augurio: ‘Dopo il buio non potrà che tornare il sereno’. ' Dovremo recuperare -ha sottolineato il sindaco Isola- molte iniziative che purtroppo in questo anno così particolare non si sono potute svolgere; quando potremo ripartire dovremo essere in grado di dare una risposta adeguata alle aspettative della città che in questo anno si è vista quasi orfana delle manifestazioni del Palio. Saremo chiamati a uno sforzo comune ancora maggiore per poter crescere. Come amministrazione assicureremo il nostro contributo e al contempo chiediamo una mano anche a voi per riuscire a organizzare eventi nel nuovo anno in uno scenario del tutto nuovo e forse diversi da come siamo abituati a viverli. Nel frattempo, devo ringraziare i Rioni per il lavoro fatto anche in questi mesi di chiusura e di grande difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria durante i quali i volontari hanno prestato la loro opera e il loro tempo dando e continuando a dare un contributo fondamentale alla vita della nostra comunità, mettendosi al servizio delle famiglie faentine. La parola d’ordine per il nuovo anno sarà 'rimboccare le maniche' per rinascere e riuscire a organizzare, se ce ne saranno le condizioni, un Palio storico, un momento importante per tutta la comunità. Auguro ai Rioni, al Gruppo municipale e a tutto il mondo che ruota attorno a questa realtà così importante non solo per Faenza, un buon 2021 nella convinzione che dopo il buio non potrà che tornare il sereno'.

FAENZA.  Il sindaco Massimo Isola assieme alla dirigente del settore Cultura  Benedetta Diamanti ha incontrato i rappresentanti del Gruppo municipale e dei cinque Rioni cittadini per un saluto per il nuovo anno dopo un 2020 molto difficile anche sul fronte delle rappresentazioni legate al Palio del Niballo di Faenza.   “Dovremo recuperare [...]

2 gennaio 2021 0 commenti

Faenza. Dal Mei il ‘sì’ ad un Sanremo Giovani tutto l’anno. Emerge così il ruolo pubblico della Rai.

Faenza. Dal Mei il ‘sì’ ad un Sanremo Giovani tutto l’anno. Emerge così il ruolo pubblico della Rai. ' Salutiamo quindi con grande favore, dopo un positivo incontro svoltosi in questi giorni tra i rappresentanti di AudioCoop, il coordinamento delle etichette discografiche indipendenti in Italia con oltre 200 marchi associati, e gli Organizzatori del Festival di Sanremo, la proposta lanciata dal Vicedirettore di Rai 1 Claudio Fasulo per sviluppare ulteriormente quanto fatto in questi anni con Sanremo Giovani che è riuscito a lanciare tanti artisti oggi affermati come Diodato, Gabbani, Ermal Meta, Mahmood. Con una punta di orgoglio vogliamo ricordare che tanti di questi stessi artisti e tanti altri ancora poi affermatisi sono tutti passati dal Mei, lo storico Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza che da 25 anni promuove e sostiene la produzione indipendente italiana e tutta la filiera musicale innovativa del Made in Italy. Proprio per questa nostra caratteristica, ora che con i coordinamenti di StaGe, che unisce sessanta realta’ di musica e spettacolo dal vivo della filiera delle piccole imprese, e Indies, che riunisce le indies, i festival, i contest e gli artisti e i musicisti indipendenti ed emergenti, abbiamo allargato il nostro sguardo, coinvolgendo tantissimi altri anche tramite altre realtà associative, pensiamo che questa proposta vada sostenuta e sia vincente e siamo pronti a collaborare fin da subito nei modi e nelle forme che saranno ritenuti utili e che insieme si andranno a definire. Il ruolo pubblico della Rai, con un Sanremo Giovani capace di svilupparsi durante tutto l’arco dell’anno, insieme alle nostre competenze, troverebbe ulteriore forza e si potrebbero creare, proprio a partire da questo difficilissimo momento, le basi per un forte rilancio della nuova musica italiana. Il sostegno e le opportunità vanno date soprattutto a chi in questi anni è stato al fianco del settore del Made in Italy, quindi le parole di Fasulo su Sanremo Giovani

FAENZA. Riceviamo dal Mei di Faenza. ” Salutiamo con grande favore, dopo un positivo incontro svoltosi in questi giorni tra  i rappresentanti di AudioCoop, il coordinamento delle Etichette discografiche indipendenti in Italia con oltre 200 marchi associati, e gli organizzatori del Festival di Sanremo, la proposta lanciata dal vicedirettore di [...]

11 dicembre 2020 0 commenti

Faenza. ‘L’Alieno’ in legno di alberi abbattuti dal maltempo torna ad essere visibile al parco Bucci.

Faenza. ‘L’Alieno’ in legno di alberi abbattuti dal maltempo  torna ad essere visibile al parco Bucci. L’albero, portato per l’inaugurazione della rotatoria in quel luogo purtroppo non si acclimatò e dopo essere seccato doveva essere espiantato. Palli si offrì di farne una scultura per la città e creò così ‘EcàP’; la realizzazione prima fece parte dell’edizione 2012 dei Giardini di Natale, in piazza del Popolo, e poi fu sistemata definitivamente all’ingresso del parco Bucci, dove si trova tutt’ora. L’Alieno di Palli col tempo però, a contatto con gli elementi atmosferici, ha risentito di alcuni problemi e per questo è stata oggetto, da parte dello stesso artista, di un restauro conservativo. La scultura da circa tre mesi si trova avvolta da teli per celare l’impalcatura che l’Amministrazione ha messo a disposizione dell’artista per poter lavorare. Palli, nel suo intervento, ha eliminare dall’intera scultura l’impregnante dato in precedenza, riportandola al legno vivo. Successivamente sono state stuccate e rinforzate le parti più deboli e infine il tutto è stato nuovamente ricoperto con un trattamento isolante per preservarlo dagli agenti atmosferici. Tra gli elementi fondamentali della scultura c’è poi una colomba che Palli ha voluto dipingere di bianco 'per renderla più vicina all’idea del simbolo della pace' spiega l’artista.

FAENZA. Giorgio Palli è il poliedrico artista manfredo autore di tante opere in legno ricavate da alberi abbattuti dal maltempo o grossi rami recuperati dalle potature. In città Palli è molto noto per due opere in particolare: ‘Bagno nella favola’ iconica scultura nel parco Tassinari che rappresenta la favola di [...]

4 dicembre 2020 0 commenti

Faenza. Entra nel vivo l’atmosfera natalizia. Nel weekend tornano ad accendersi le luminarie

Faenza. Entra nel vivo l’atmosfera natalizia. Nel weekend tornano ad accendersi le luminarie Confermata, nonostante le incertezze del periodo, anche la Posta degli Elfi. In piazza della Libertà, ai piedi del grande albero, gli elfi accoglieranno nella loro magica casetta di legno i bambini che vorranno dedicare un disegno, un pensiero o richiedere il loro regalo a Babbo Natale. Inoltre, sarà possibile imbucare la propria letterina a Babbo Natale nell’apposita cassetta. La Posta degli Elfi, normative permettendo, sarà aperta fino alla vigilia di Natale nei fine settimana e festività di dicembre (esattamente nelle giornate 5; 6; 8; 11; 12; 13; 18; 19; 20 e 24 dicembre) dalle 16 alle 19. Dall’8 dicembre al 3 gennaio diverse attività commerciali del centro storico allestiranno le loro vetrine declinando il Natale e le sue tradizioni e accogliendolo con atmosfere e allestimenti dedicati. I passanti potranno divertirsi a curiosare tra le attività commerciali e avranno modo di votare la loro vetrina preferita sulla pagina Instagram del Consorzio Faenza C’entro. Grazie alla rinnovata collaborazione con Caviro, fino al 31 dicembre, a fronte di un acquisto minimo di 20 euro con scontrino unico nei negozi del Consorzio, i clienti potranno ricevere una cartolina valida per il ritiro gratuito di una bottiglia di vino e, in esclusiva per questo 2020, di un liquido detergente igienizzante mani da ritirare presso la Caviroteca, in via Convertite 12 a Faenza, entro il 28 febbraio 2021.

FAENZA. Il Consorzio Faenza C’entro prepara l’atmosfera delle feste e con luminarie, allestimenti, iniziative e opportunità per lo shopping riscalderà il Natale per accogliere tutti coloro che sceglieranno di visitare il centro storico. Sabato 28 novembre, saranno accese dalle 17 le luminarie nelle piazze e nei corsi del centro storico. [...]

27 novembre 2020 0 commenti

Faenza. Emergenza sanitaria. La ‘Manfrediana’ non si ferma: riattivato con email il ‘prestito a domicilio’.

Faenza. Emergenza sanitaria. La ‘Manfrediana’ non si ferma: riattivato con email  il ‘prestito a domicilio’. Usufruire del prestito a domicilio è semplicissimo. Basta inviare una mail all'indirizzo di posta elettronica: manfrediana@romagnafaentina.it nella quale scrivere nome, cognome e numero di tessera della Biblioteca di chi richiede il prestito (se non si ricorda il numero di tessera basta aggiungere la data di nascita), l’indirizzo al quale consegnare il materiale e ovviamente il titolo libro o del dvd che si vuol ricevere. Per poter scegliere cosa leggere o vedere si può consultare il catalogo all'indirizzo internet: www.manfrediana.it/cataloghi/. Potranno essere richiesti in prestito fino a cinque libri e cinque dvd per ogni tessera. Il materiale verrà consegnato dai volontari dei Rioni rispettando le norme di sicurezza e utilizzando dispositivi di protezione individuali. Una grossa novità riguarda poi la riconsegna del materiale. La volta precedente era l’utente a doverlo riportare mentre per questo periodo, dopo aver inviato una mail, si può concordare il ritiro. Inoltre come per la volta precedente sul sito internet www.manfrediana.it verranno pubblicati video di laboratori per bambini, consigli per la lettura e un piccolo corso di aggiornamento di formazione rivolto agli insegnanti per orientarsi nel sito internet ‘Scoprirete’, il catalogo online delle biblioteche della Romagna e di San Marino.

FAENZA.  Con il Dpcm del 3 novembre scorso è stata decretata fino al 3 dicembre la sospensione delle mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura, comprese le biblioteche. Se gli spazi non potranno essere fruibili, la biblioteca comunale Manfrediana, [...]

11 novembre 2020 0 commenti

Faentino. Settembre di vino, incontri e mobilità lenta con il ‘Trat-Tour’ in partenza da Oriolo dei Fichi.

Faentino. Settembre di vino, incontri e mobilità lenta con il ‘Trat-Tour’ in partenza da Oriolo dei Fichi. Al posto del carro panoramico trainato dal trattore i partecipanti potranno muoversi a piedi o in bicicletta, scegliendo tra percorsi di diversa lunghezza e facilità riportati sulla cartina consegnata al momento della partenza. I diversi itinerari su strade di campagna o all’interno delle vigne cariche di grappoli maturi consentiranno di respirare i profumi e le emozioni della vendemmia. Punto di ritrovo sarà la Torre di Oriolo con il suo ampio parcheggio: da qui ogni sabato dalle ore 10 alle 19 ci si potrà mettere in cammino o in sella alla bicicletta per raggiungere le cantine di Oriolo dei Fichi (Leone Conti, Spinetta, San Biagio Vecchio, La Sabbiona, Poderi Morini e Ancarani), dove sarà possibile degustare il Centesimino, il Famoso, l’Albana, il Sangiovese e gli altri vini tipici di questo suggestivo angolo della Romagna molto ben organizzato. In ogni cantina occorrerà indossare la mascherina e rispettare le norme sul distanziamento fisico tra le persone.

FAENTINO. E’ tutto pronto per la quarta edizione del Trat-Tour di Oriolo dei Fichi, che si terrà per quattro sabati consecutivi dal 5 al 26 settembre. L’appuntamento enoturistico più atteso del territorio faentino si svolgerà con il nuovo format all’insegna della mobilità lenta e di un contatto ancora più stretto [...]

31 agosto 2020 0 commenti

Faenza. Cambia la vendemmia con SOS QualiTec. Garantite l’idoneità delle uve e la materia prima.

Faenza. Cambia la vendemmia con SOS QualiTec. Garantite l’idoneità delle uve e la materia prima. In Emilia Romagna quest’anno la vendemmia strizza l’occhio alla tecnologia grazie all’introduzione della piattaforma SOS QualiTec, un servizio nato dalla collaborazione tra Cantina dei Colli romagnoli, Terre Cevico e Image Line, che permetterà la verifica della conformità dei trattamenti fitosanitari nell’ottica di una maggiore tracciabilità e sostenibilità. La geolocalizzazione dei sopralluoghi tecnici e dei campionamenti delle uve per la costruzione delle curve di maturazione, nel corso degli anni, renderà possibile consultare i dati agronomici raccolti durante i sopralluoghi dell’intera stagione vegeto-produttiva e le analisi delle curve di maturazione, integrandoli con i dati climatici. I tecnici compileranno le schede di rilevazione vigneti in modo geolocalizzato sulla piattaforma informatica, rendendo accessibile questo patrimonio informativo a tutti gli attori della filiera.

Faenza, 27 agosto 2020 – In Emilia Romagna quest’anno la vendemmia strizza l’occhio alla tecnologia grazie all’introduzione della piattaforma SOS QualiTec, un servizio nato dalla collaborazione tra Cantina dei Colli romagnoli, Terre Cevico e Image Line, che permetterà la verifica della conformità dei trattamenti fitosanitari nell’ottica di una maggiore tracciabilità [...]

27 agosto 2020 0 commenti

Faenza. XX Emilia Romagna Festival. ‘Immagini da ascoltare’: la ‘Toscanini Next’ diretta da Roger Catino.

Faenza. XX Emilia Romagna Festival. ‘Immagini da ascoltare’: la ‘Toscanini Next’ diretta da Roger Catino. La musica deve tornare ad avvolgerci come ha sempre fatto, sin dalle sue origini: è questa l’intenzione de ’ La Toscanini Next, neonata formazione di una delle più quotate orchestre del panorama nazionale, che per giovedì 6 agosto, a Faenza, prenderà in prestito un poco del coraggio dimostrato durante questi mesi di pandemia per portare la musica – la 'medicina dell’anima' secondo Platone – al centro del palcoscenico. Una musica che non sarà solo semplice 'musica', ma un catalizzatore di immagini e sensazioni. Immagini da ascoltare, infatti, è una raccolta di alcuni dei brani più innovativi della storia del cinema, reinterpretati con tutta la potenza di un'orchestra a pieno organico. Una potenza che sarà sostenuta anche dalla freschezza giovanile della quale La Toscanini Next, più di altre compagini, può fregiarsi. La Toscanini Next infatti è un progetto innovativo de La Toscanini nato in collaborazione e con il sostegno della rete culturale della regione Emilia Romagna: un'orchestra formata da 51 musicisti under 35, capace di unire sonorità classiche al pop sinfonico, ad aprirsi al cinema, alla magia della musica per le immagini, alle funzioni drammaturgiche del suono. Il suo scopo è di portare la musica nelle piazze, nei teatri, nei luoghi della cultura e della memoria per entrare nel tessuto connettivo del territorio e avvicinarsi al pubblico. Il direttore è Roger Catino.

FAENZA. Giovedì 6 agosto, presso il Museo internazionale delle ceramiche a Faenza, alle ore 21.00, per la XX edizione di Emilia Romagna Festival, andrà in scena il concerto Immagini da ascoltare, con un programma dedicato a dei celebri brani capaci di potenti evocazioni visive, interpretato da La Toscanini Next, una [...]

5 agosto 2020 0 commenti