Tag "faenza"

 

Modigliana. Anniversari. Idilio Galeotti e il grande pannello con 700 mattoncini sul Sommo Poeta.

Modigliana. Anniversari. Idilio Galeotti e il grande pannello con 700 mattoncini sul Sommo Poeta. Sarà un pannello di grandi dimensioni, di oltre tre metri di altezza per due metri e quaranta centimetri di base. La mia idea continua Galeotti sta nel creare un Dante Pop, per questo ho creato 700 mattoncini, (come gli anni di celebrazione del sommo poeta) aventi ognuno in forma di bassorilievo la figura di Dante, si procede la cottura, poi all’assemblaggio e montaggio di questo grande pannello, per il quale ci sto lavorando da circa due mesi. A questo punto ho coinvolto ed ho avuto la disponibilità di un Urban artist, che crea opere con uno stile contemporaneo, il suo nome Federico TomoZ Bandini è molto bravo dipingerà l'immagine di Dante sui settecento mattoncini in terracotta da me creati. Credo molto nelle collaborazioni tra le arti, unite per lo stesso obiettivo, la valorizzazione di questa importante ricorrenza. L’opera potrebbe essere esposta per un periodo in qualsiasi luogo e magari collocata successivamente in qualche parete della città, l’installazione dipinta con questa tecnica e stile rende l’opera ancor più moderna e di forte impatto visivo. Sono entusiasta per questo progetto, conclude Idilio Galeotti, in quanto mi sono messo in gioco e ho scommesso su un’impresa non facile e di grandi dimensioni, ma credo che come nella vita, anche nell’arte occorra osare e guardare in alto, con la speranza ovviamente l’opera possa essere messa in mostra e collocata in alcune città dell’Emilia Romagna

MODIGLIANA. ” Nel 2021 – fa sapere l’artista modiglianese Idilio Galeotti – per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, saranno tantissime le citazioni e pensieri, che arriveranno da tutto il mondo, interpreti della grandezza culturale del poeta e scrittore italiano, a questo proposito, dice l’artista Idilio [...]

12 aprile 2021 0 commenti

Faenza. Le celebrazioni nella settimana del ‘Dantedì’. Entra nel vivo una ricca serie di iniziative.

Faenza. Le celebrazioni nella settimana del ‘Dantedì’. Entra nel vivo una ricca serie di iniziative. L' incontro è una delle tante occasioni in questo anno dantesco in cui si potrà rivedere insieme le tracce che la nostra città ha lasciato nella vita e nell'opera di Dante. Non per nulla, Faenza è stata definita come 'la più dantesca delle città romagnole dopo Ravenna' e numerosi sono i riferimenti alla nostra città presenti nella sua opera, in tutte e tre le cantiche della Commedia e anche nel De vulgari eloquentia: segno evidente di una familiarità di Dante con la nostra città. L’intervento sarà disponibile in diretta sui social (Facebook e YouTube) dell’associazione. Il 25 marzo invece verrà inaugurata digitalmente l’esposizione nella Sala del Settecento della Biblioteca Manfrediana, dedicata a edizioni preziose della Commedia risalenti al XVI secolo e altro materiale documentario dantesco che attraversa i secoli fino al XX. L’esposizione è intitolata 'Omaggio a Dante'. Il video dell’inaugurazione sarà pubblicato sul sito e sui social della Biblioteca e la mostra sarà aperta e visitabile compatibilmente con le normative legate alla gestione dell’emergenza sanitaria Covid-19.

FAENZA. Per il ciclo ‘Conferenze digitali‘, patrocinato dal Comitato nazionale Dante700-Mibact e a cura di Fatti d’arte, il 24 marzo 2021 alle 18.30 si terrà la conferenza del prof. Stefano Drei ’Dante e i Faentini‘, con Francesco Sanchini (Fatti d’arte). Questo incontro è una delle tante occasioni in questo anno dantesco [...]

23 marzo 2021 0 commenti

Emilia Romagna. Salta anche la storica ‘Maratona del Lamone’. Appuntamento al prossimo anno.

Emilia Romagna. Salta anche la storica ‘Maratona del Lamone’. Appuntamento al prossimo anno. Si era pensato di spostare la gara dalla sua abituale collocazione di inizio aprile al 2 maggio e vista l’evoluzione della situazione sanitaria, la maratona ravennate sarebbe stata il primo grande evento della stagione sui 42,195 km, ma la sempre più difficile situazione sanitaria non solo sul territorio nazionale, ma soprattutto in Emilia Romagna, con il forte rischio di andare avanti nell’organizzazione per veder poi vanificato tutto magari in prossimità dell’evento con la necessaria cancellazione dei necessari permessi, ha consigliato di annullare tutto. La delusione è tanta, impossibile negarlo, ma già ci si sta proiettando verso il prossimo anno confidando di poter tornare a correre tutti insieme in totale sicurezza. L’obiettivo degli organizzatori del Gs Lamone è proporre la gara per la data del 3 aprile, sperando non ci siano concomitanze, in modo da avere al via concorrenti provenienti da tutta Italia. E’ vero che a quel punto saranno passati 3 anni dall’ultima edizione, ma in questo frattempo la voglia di riprovarci, per la 44esima volta non ha fatto altro che aumentare a dismisura. Serve solo un po’ di pazienza, la storia della Maratona del Lamone attende nuovi avvincenti capitoli.

EMILIA ROMAGNA. La notizia iniziata a circolare nelle ultime ore ha purtroppo una ragione di verità: anche l’edizione 2021 della Maratona del Lamone deve cedere le armi di fronte alla pandemia, proprio com’era avvenuto lo scorso anno. Si era pensato di spostare la gara dalla sua abituale collocazione di inizio [...]

10 marzo 2021 0 commenti

Faenza. Il Liceo scientifico non si ferma. Portato a termine il progetto di robotica ‘Device Around Us’.

Faenza. Il Liceo scientifico non si ferma. Portato a termine il progetto di robotica ‘Device Around Us’. A tenere le lezioni è stata la prof.ssa Maria Perconte mentre i tutor che hanno accompagnato il percorso dei ragazzi sono stati i proff. Seganti e Unibosi per la 4DS, Bezzi e Cavallari per la 4ES. Gli studenti si sono cimentati nell’ideazione e nella realizzazione di progetti robotici basati sulla tecnologia open source Arduino, impiegando diversi tipi di sensori e di dispositivi attuatori. I progetti hanno spaziato da un ambito ludico e ricreativo, come la riproduzione di brani musicali o la realizzazione di videogiochi, per arrivare alla simulazione di apparati antifurto o antincendio basati sui sensori di luce, movimento e temperatura. I ragazzi sono stati impegnati per 60 ore complessive di attività che, a causa del difficile momento che stiamo attraversando, sono state svolte in gran parte a distanza. Il video che racconta l'esperienza vissuta dai giovani e i procedimenti messi in atto durante il progetto è disponibile sul canale YouTube dell'Unione della Romagna faentina.

FAENZA. Si sono appena concluse le attività del progetto di robotica ‘Device around us’, finanziato dai fondi del programma operativo complementare ‘Per la scuola competenze e ambienti per l’apprendimento 2014-2020 ‘, finalizzati allo sviluppo del pensiero logico, computazionale, della creatività digitale e delle competenze di cittadinanza digitale. Il progetto era [...]

19 febbraio 2021 0 commenti

Faenza. Riunito il Comitato del Palio. L’obiettivo: confermare il calendario delle attività e delle manifestazioni.

Faenza. Riunito il Comitato del Palio. L’obiettivo: confermare il calendario delle attività e delle manifestazioni. L’idea è di mantenere, se le condizioni dell’epidemia da Covid lo consentiranno, il calendario tradizionale delle attività e manifestazioni, riservandosi di definire entro breve date alternative a quelle canoniche del mese di giugno. In virtù del profondo significato aggregativo e sociale che la manifestazione ricopre per la città e in seguito al vuoto lasciato dagli appuntamenti annullati nel 2020, il Comitato ha assunto questa decisione all’unanimità. Nelle prossime settimane, a seguito di ulteriori confronti e in base all’evoluzione della situazione pandemica e della campagna vaccinale sul nostro territorio, verrà definito un preciso calendario 2021 di riferimento.

FAENZA. Pur nella consapevolezza delle difficoltà di programmazione delle manifestazioni connesse all’emergenza sanitaria, l’organo comunale ha espresso la volontà di svolgere gli appuntamenti del programma istituzionale del Niballo Palio di Faenza per l’anno 2021. L’idea è di mantenere, se le condizioni dell’epidemia da Covid lo consentiranno, il calendario tradizionale delle attività e [...]

27 gennaio 2021 0 commenti

Faenza. Strade scolastiche: parte la sperimentazione da via Castellani. Per una totale sicurezza.

Faenza. Strade scolastiche: parte la sperimentazione da via Castellani. Per una totale sicurezza. Da giovedì 7 gennaio entrerà perciò in vigore il divieto di circolazione in via Castellani, nel tratto compreso tra piazza della Penna e via Scaletta, con la possibilità di girare a destra in via Nenni e l’obbligo di svolta a sinistra su piazza della Penna per chi percorre la via negli orari di ingresso e uscita dal plesso scolastico. Due le fasce orarie nelle quali varrà il divieto dal lunedì al venerdì, una al mattino e una al pomeriggio; dalle 7.45 alle 8.30 e dalle 12 alle 12.30; nel pomeriggio, dalle 16 alle 16.30. Il sabato il divieto varrà solo dalle 7.45 alle 8.30. In questi giorni gli uffici della manutenzione strade stanno approntando la segnaletica verticale e giovedì 7 gennaio, alla riapertura delle scuole dopo la pausa delle festività natalizie, la zona verrà presidiata da una pattuglia della polizia locale per evitare confusione e iniziare a far abituare quanti in passato arrivavano in auto fino a via Scaletta per lasciare i bambini a scuola.

FAENZA. La realizzazione di isole ciclabili-pedonali in corrispondenza degli ingressi agli istituti scolastici dove pedoni e ciclisti possano circolare in piena sicurezza è, come noto, tra gli obiettivi strategici del Pums, il Piano urbano della mobilità sostenibile studiato dall’Amministrazione comunale. Da tempo il tema è anche oggetto di confronto e [...]

4 gennaio 2021 0 commenti

Bassa Romagna. Food corridors’, sulla sostenibilità alimentare. Tra mondo urbano e rurale.

Bassa Romagna. Food corridors’, sulla sostenibilità alimentare. Tra mondo urbano e rurale. Il progetto, di cui è partner l'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, ha l'obiettivo di creare una rete di città impegnate nella progettazione di piani alimentari che facilitino il collegamento tra la dimensione urbana e quella rurale. Al centro vi sono infatti l’elaborazione di strategie che favoriscano sistemi e politiche legati alla sostenibilità alimentare, le produzioni a km 0 e nuove connessioni tra città e campagna. Gli incontri - dieci in tutto, che si svolgeranno nel corso del 2021 - sono aperti a tutti gli interessati (associazioni, aziende, cittadini, eccetera) e si svilupperanno su quattro temi: sostenibilità alimentare e sociale, per sviluppare iniziative che mirino a un uso responsabile delle risorse alimentari in un’ottica di inclusione e solidarietà verso le categorie o gruppi sociali emarginati; incubatore e start up, per favorire la produzione alimentare locale attraverso l'innovazione e supportare le iniziative imprenditoriali locali; filiera corta, per favorire produzione, consumo e vendita basati sul concetto di km 0; proposta turistica, per un marketing territoriale capace di valorizzare le eccellenze enogastronomiche locali e che metta al centro il cibo buono, sano ed equo. Al primo incontro sono intervenuti Luca Massaccesi e Luciano Facchini per Ascom-Confcommercio Lugo, Lara Malavolti per il comitato locale di Slow Food Emilia Romagna, Alessandra Folli di Romagna Tech, Antonio Falzoni della Pro Loco di Massa Lombarda, oltre ai membri dell'ufficio Europa e dei servizi Welfare e Ambiente dell'Unione della Bassa Romagna. Al termine del percorso è prevista la costruzione di un documento di idee da sottoporre a ulteriori finanziamenti sul tema della sostenibilità alimentare, nonché punto di riferimento per gli obiettivi a lungo termine del progetto.

BASSA ROMAGNA. Martedì 29 dicembre si è svolto il primo incontro operativo del progetto ‘Food corridors‘, finanziato dal programma europeo Urbact e dedicato alla promozione dello sviluppo urbano sostenibile. Il progetto, di cui è partner l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, ha l’obiettivo di creare una rete di città impegnate [...]

2 gennaio 2021 0 commenti

Faenza. Il sindaco Isola incontra i Rioni. Con un augurio: ‘Dopo il buio non potrà che tornare il sereno’.

Faenza. Il sindaco Isola incontra i Rioni. Con un augurio: ‘Dopo il buio non potrà che tornare il sereno’. ' Dovremo recuperare -ha sottolineato il sindaco Isola- molte iniziative che purtroppo in questo anno così particolare non si sono potute svolgere; quando potremo ripartire dovremo essere in grado di dare una risposta adeguata alle aspettative della città che in questo anno si è vista quasi orfana delle manifestazioni del Palio. Saremo chiamati a uno sforzo comune ancora maggiore per poter crescere. Come amministrazione assicureremo il nostro contributo e al contempo chiediamo una mano anche a voi per riuscire a organizzare eventi nel nuovo anno in uno scenario del tutto nuovo e forse diversi da come siamo abituati a viverli. Nel frattempo, devo ringraziare i Rioni per il lavoro fatto anche in questi mesi di chiusura e di grande difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria durante i quali i volontari hanno prestato la loro opera e il loro tempo dando e continuando a dare un contributo fondamentale alla vita della nostra comunità, mettendosi al servizio delle famiglie faentine. La parola d’ordine per il nuovo anno sarà 'rimboccare le maniche' per rinascere e riuscire a organizzare, se ce ne saranno le condizioni, un Palio storico, un momento importante per tutta la comunità. Auguro ai Rioni, al Gruppo municipale e a tutto il mondo che ruota attorno a questa realtà così importante non solo per Faenza, un buon 2021 nella convinzione che dopo il buio non potrà che tornare il sereno'.

FAENZA.  Il sindaco Massimo Isola assieme alla dirigente del settore Cultura  Benedetta Diamanti ha incontrato i rappresentanti del Gruppo municipale e dei cinque Rioni cittadini per un saluto per il nuovo anno dopo un 2020 molto difficile anche sul fronte delle rappresentazioni legate al Palio del Niballo di Faenza.   “Dovremo recuperare [...]

2 gennaio 2021 0 commenti

Faenza. Dal Mei il ‘sì’ ad un Sanremo Giovani tutto l’anno. Emerge così il ruolo pubblico della Rai.

Faenza. Dal Mei il ‘sì’ ad un Sanremo Giovani tutto l’anno. Emerge così il ruolo pubblico della Rai. ' Salutiamo quindi con grande favore, dopo un positivo incontro svoltosi in questi giorni tra i rappresentanti di AudioCoop, il coordinamento delle etichette discografiche indipendenti in Italia con oltre 200 marchi associati, e gli Organizzatori del Festival di Sanremo, la proposta lanciata dal Vicedirettore di Rai 1 Claudio Fasulo per sviluppare ulteriormente quanto fatto in questi anni con Sanremo Giovani che è riuscito a lanciare tanti artisti oggi affermati come Diodato, Gabbani, Ermal Meta, Mahmood. Con una punta di orgoglio vogliamo ricordare che tanti di questi stessi artisti e tanti altri ancora poi affermatisi sono tutti passati dal Mei, lo storico Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza che da 25 anni promuove e sostiene la produzione indipendente italiana e tutta la filiera musicale innovativa del Made in Italy. Proprio per questa nostra caratteristica, ora che con i coordinamenti di StaGe, che unisce sessanta realta’ di musica e spettacolo dal vivo della filiera delle piccole imprese, e Indies, che riunisce le indies, i festival, i contest e gli artisti e i musicisti indipendenti ed emergenti, abbiamo allargato il nostro sguardo, coinvolgendo tantissimi altri anche tramite altre realtà associative, pensiamo che questa proposta vada sostenuta e sia vincente e siamo pronti a collaborare fin da subito nei modi e nelle forme che saranno ritenuti utili e che insieme si andranno a definire. Il ruolo pubblico della Rai, con un Sanremo Giovani capace di svilupparsi durante tutto l’arco dell’anno, insieme alle nostre competenze, troverebbe ulteriore forza e si potrebbero creare, proprio a partire da questo difficilissimo momento, le basi per un forte rilancio della nuova musica italiana. Il sostegno e le opportunità vanno date soprattutto a chi in questi anni è stato al fianco del settore del Made in Italy, quindi le parole di Fasulo su Sanremo Giovani

FAENZA. Riceviamo dal Mei di Faenza. ” Salutiamo con grande favore, dopo un positivo incontro svoltosi in questi giorni tra  i rappresentanti di AudioCoop, il coordinamento delle Etichette discografiche indipendenti in Italia con oltre 200 marchi associati, e gli organizzatori del Festival di Sanremo, la proposta lanciata dal vicedirettore di [...]

11 dicembre 2020 0 commenti

Faenza. ‘L’Alieno’ in legno di alberi abbattuti dal maltempo torna ad essere visibile al parco Bucci.

Faenza. ‘L’Alieno’ in legno di alberi abbattuti dal maltempo  torna ad essere visibile al parco Bucci. L’albero, portato per l’inaugurazione della rotatoria in quel luogo purtroppo non si acclimatò e dopo essere seccato doveva essere espiantato. Palli si offrì di farne una scultura per la città e creò così ‘EcàP’; la realizzazione prima fece parte dell’edizione 2012 dei Giardini di Natale, in piazza del Popolo, e poi fu sistemata definitivamente all’ingresso del parco Bucci, dove si trova tutt’ora. L’Alieno di Palli col tempo però, a contatto con gli elementi atmosferici, ha risentito di alcuni problemi e per questo è stata oggetto, da parte dello stesso artista, di un restauro conservativo. La scultura da circa tre mesi si trova avvolta da teli per celare l’impalcatura che l’Amministrazione ha messo a disposizione dell’artista per poter lavorare. Palli, nel suo intervento, ha eliminare dall’intera scultura l’impregnante dato in precedenza, riportandola al legno vivo. Successivamente sono state stuccate e rinforzate le parti più deboli e infine il tutto è stato nuovamente ricoperto con un trattamento isolante per preservarlo dagli agenti atmosferici. Tra gli elementi fondamentali della scultura c’è poi una colomba che Palli ha voluto dipingere di bianco 'per renderla più vicina all’idea del simbolo della pace' spiega l’artista.

FAENZA. Giorgio Palli è il poliedrico artista manfredo autore di tante opere in legno ricavate da alberi abbattuti dal maltempo o grossi rami recuperati dalle potature. In città Palli è molto noto per due opere in particolare: ‘Bagno nella favola’ iconica scultura nel parco Tassinari che rappresenta la favola di [...]

4 dicembre 2020 0 commenti