Ravenna. Festa nazionale degli orti. Stimolante impegno per bimbi e nonni ortolani alla scuola ‘R. Ricci’.

Ravenna. Festa nazionale degli orti. Stimolante impegno per bimbi e  nonni ortolani alla scuola ‘R. Ricci’. L’orto biologico della scuola Ricci è grande 60 metri quadrati più una piccola serra, di fatto è diventato un’aula all’aperto dove si sviluppano valori come il senso di responsabilità e dell’attesa: il seme germoglia, cresce e dà i frutti anche grazie alla pazienza, la costanza e la cura. Da settimane la scuola è impegnata nella messa a riposo invernale dell’orto, ripulito da tutte le erbacce. A questo proposito un sentito ringraziamento va a C.I.A.– Confederazione italiana agricoltori – di Ravenna per la consulenza e la messa a disposizione di mezzi e materiali; alla salina Camillona di Cervia per il prezioso sale che riempirà i vasetti con le erbe aromatiche; agli studenti e insegnanti dell’istituto agrario L. Perdisa che hanno accompagnato con la loro esperienza ogni passaggio stagionale dell’orto. Alla festa dei bimbi, genitori e nonni - la schiena di quest’ultimi è stata messa a dura prova nelle settimane scorse - porterà il saluto dell’Amministrazione comunale l’assessora alla Famiglia Livia Molducci. Saranno presenti anche Barbara Monti, Angela Ceccarelli e Mauro Zanarini, della Condotta Slow Food di Ravenna. Il programma della mattinata prevede laboratori, merenda e semina.

RAVENNA. “Cosa c’è sotto? Conoscere la biodiversità nascosta nel suolo”: questo il manifesto della 15esima edizione della Festa degli orti in condotta slow food che, come di consueto, si celebra l’11 novembre in concomitanza con San Martino, data che secondo la tradizione contadina, segnala la fine dell’anno agrario. Alla festa [...]