Tag "Forlì Cesena ambiente"

 

Forlì- Cesena. Più investimenti nel Servizio idrico integrato durante il quadriennio 2020-2023.

Forlì- Cesena. Più investimenti nel Servizio idrico integrato durante il  quadriennio 2020-2023. Forlì-Cesena 2 dicembre 2019. Il Consiglio locale di Forlì-Cesena convocato dal coordinatore Giuseppe Petetta, assessore del comune di Forlì, ha approvato la proposta del Programma operativo interventi (POI) del servizio idrico integrato nella Provincia per il quadriennio (2020-2023), con la previsione di un aumento del 7% rispetto al quadriennio precedente. Gli investimenti passano così dai 60,3 milioni di euro a circa 64,8 - oltre 4 milioni di euro in più per le infrastrutture - così ripartiti: 27,6 milioni per l’acquedotto; 26,2 milioni per la fognatura; circa 11 milioni per la depurazione. Questi investimenti, che concorrono al costo delle bollette degli utenti di Forlì-Cesena, sono per 47,3 milioni anticipati dal gestore, mentre 17,5 sono finanziati dalle società pubbliche, tra cui Romagna acque e Unica reti. In particolare nel 2020 gli investimenti previsti sono complessivamente di 16,5 milioni, dei quali 12, 6 di competenza del gestore, 3,9 dalle società pubbliche dei Comuni. Il coordinatore del Consiglio locale, l’assessore Giuseppe Petetta, ha espresso soddisfazione per l’andamento degli investimenti nel periodo 2016-2019 presentati dalla struttura tecnica di ATERSIR e per il piano 2020-23.

FORLI- CESENA. Lo scorso 28 novembre il Consiglio locale ATERSIR – l’Agenzia territoriale dell’Emilia Romagna per i Servizi idrici e rifiuti  della provincia di Forlì Cesena ha approvato il programma degli interventi da finanziare con la tariffa del Servizio idrico integrato per il quadriennio 2020-23, con un aumento del 7% del volume [...]

3 dicembre 2019 0 commenti

Cesena. Legambiente ha monitorato 78 spiagge con 48.388 rifiuti. I rifiuti non gestiti correttamente a terra.

Cesena. Legambiente ha monitorato 78 spiagge con 48.388 rifiuti. I rifiuti non gestiti correttamente a terra. Oltre la metà dei rifiuti raggiungono le spiagge perché non vengono gestiti correttamente a terra. La cattiva gestione dei rifiuti a monte è, infatti, la causa principale del continuo afflusso dei rifiuti in mare. Ma non è la sola. Anche i rifiuti abbandonati direttamente sulle spiagge o quelli che provengono direttamente dagli scarichi non depurati e dalla cattiva abitudine di utilizzare i wc come una pattumiera. Sul podio dei rifiuti più trovati lungo le spiagge ci sono i frammenti di plastica, ovvero i residui di materiali che hanno già iniziato il loro processo di disgregazione, anelli e tappi di plastica e infine i cotton fioc, che salgono quest’anno al terzo posto della top ten. Gli oggetti che si trovano praticamente in tutte le spiagge monitorate sono tappi e anelli di plastica (95% delle spiagge), bottiglie e contenitori di plastica per bevande (96% delle spiagge) e bicchieri, cannucce, posate e piatti di plastica (90% delle spiagge monitorate). Questi oggetti usa e getta di uso diffuso rappresentano un problema comune per tutte le spiagge.

CESENA. L’indagine Beach litter 2018 di Legambiente ha monitorato 78 spiagge con 48.388 rifiuti rinvenuti in un’area complessiva di 416.850 mq (pari a circa 60 campi di calcio) e una media di 620 rifiuti ogni 100 metri di spiaggia (lineari) campionata, 6,2 per ogni metro di spiaggia. Quello che si [...]

16 agosto 2019 0 commenti

Forlì. Posizione del WWF FC sulla proposta di legge per ripublicizzare la gestione idrica in corso.

Forlì. Posizione del WWF FC sulla proposta di legge per ripublicizzare la gestione idrica in corso. Sulla proposta di legge per la ripublicizzazione della gestione idrica , oggetto principale dell’ incontro, il WWF FC evidenzia quanto segue : - Il WWF appoggia pienamente il testo base in discussione alla Camera , conforme a quanto proposto dal Forum nazionale movimenti per l’acqua , di cui il WWF fa parte . - In tale proposta di legge si toglie il profitto dalla gestione idrica ( come invece attualmente avviene con le Multiutility , tipo HERA SPA ) e si prevede il governo del Servizio idrico integrato (SII) nei vari territori da parte di Aziende speciali di diritto pubblico , alternative alle SPA - Le lobbies di affari che vogliono lucrare sull’ acqua si stanno opponendo strenuamente alla proposta di legge sulla ripublicizzazione per far fallire ancora una volta un’ azione coerente con l’ esito del Referendum del 2011 , con il quale i cittadini italiani avevano scelto la gestione idrica pubblica.

FORLI’. ( Riceviamo e pubblichiamo). Il WWF FC , in occasione della Giornata mondiale dell’ acqua ,22-03-2019, ha organizzato un incontro pubblico  con la presenza dei 4 parlamentari locali , per l’ occasione rappresentati da autorevoli  esponenti politici locali (  2 consiglieri regionali, assessore all’ Ambiente e consigliere comunale di [...]

26 marzo 2019 0 commenti