Zevio ( Verona). Parte la campagna delle fragole biologiche. Più consumi dopo la frenata 2020.

Zevio ( Verona). Parte la campagna delle fragole biologiche. Più consumi dopo la frenata 2020. 'La campagna delle fragole biologiche proseguirà fino a inizio giugno nel giusto rispetto della stagionalità del prodotto – spiega il responsabile commerciale Mauro Laghi –. Oggi Brio, grazie all’investimento su vari areali di produzione, ha diversificato le zone di coltivazione italiane allungando la finestra commerciale per le fragole bio provenienti da Basilicata, Campania, Emilia Romagna e Veneto, zone tradizionalmente vocate per questa referenza'. Un mercato, quello delle fragole biologiche confezionate che vale circa 3,5 milioni di euro a livello nazionale nei canali Iper, Super e Libero servizio e che, dopo la frenata durante il lockdown 2020, punta a tornare a crescere. “Lo scorso anno – aggiunge Laghi -, complice la pandemia che ha orientato gli acquisti verso referenze percepite come più essenziali e dalla shelf-life maggiore, la richiesta di fragole è stata più ridotta della media ma confidiamo in una ripresa dei consumi per la campagna 2021. Avvertiamo nei consumatori un crescente desiderio di normalità e di gratificazione oltre alla richiesta di garanzie in termini di salubrità del prodotto: le fragole biologiche rappresentano l’ideale sintesi di queste aspettative'. Buone, gustose e rinfrescanti, le fragole sono infatti un frutto dalle molteplici virtù.

(Zevio, 10 marzo 2021) – Campagna al via per le fragole biologiche di Brio, realtà specializzata nella produzione e commercializzazione di ortofrutta bio e socia di Alce nero: si comincia con la varietà Sabrina proveniente da Basilicata e Campania, disponibile già da marzo sugli scaffali della grande distribuzione e del [...]