Tag "gesù"

 

Giorni di festa. La luce di Betlemme. Notre Dame. Perdersi e ritrovarsi. Uomini e donne di buona volontà.

Giorni di festa. La luce di Betlemme. Notre Dame. Perdersi e ritrovarsi. Uomini e donne di buona volontà. Quando videro bruciare Notre Dame, i francesi, immemori, gridarono che stava andando in fumo un' opera d'arte, un 'monumento', e non un' opera di fede, alta espressione della secolare storia cristiana di quel Paese, maestosa, bella, ricca di memorie, ma oramai ridotta ad un vetusto e prestigioso museo a cielo aperto. Come i popoli riescano a smarrire la loro anima non è dato a sapere. Di certo, a volte, di riescono. Come in questo e in altri innumerevoli casi, soprattutto odierni, dove, a star sentire le cronache, le ' case della fede' d'un tempo neppure tanto remoto vengono non solo 'sconsacrate' ma ' rinnegate',' vendute' e ' adibite ad altro'. Un po' come accadde a Pietro, dopo la cattura di Cristo, più intento a salvare ( o giustificare) sè stesso che non a difendere il 'figlio di Dio' che lo aveva scelto a fondamento della sua Chiesa. Una continua, chirurgica, opera di contrasto tra scienza e religione ha portato infatti ( almeno in Occidente) alla convinzione ( più o meno diffusa) che se c'è una deità che l'uomo deve adorare quella è la ' ragione' e non ' il mistero che sta all'origine della ragione stessa'. Una ragione, prezioso dono del Creatore, usata ( paradossalmente) contro il Creatore stesso. Per cancellarlo dalla vita dei popoli. Quando invece dovrebbe contribuire essa più d'altro a radicarlo e celebrarlo, aiutando a convivere più che a negare il mistero. Un mistero in cui, per certi aspetti, sul ( cosiddetto) versante pragmatico si sono estratti risultati anche apprezzabili, ma contingenti, limitati . Del resto è o non è la scienza uno strumento donato non per essere ' verità' ma per ' cercare la verità'? Verità del quotidiano, non assoluta. Che è altra cosa. Di certo non figlia del nulla, e del caso, quando sappiamo che dal nulla nasce nulla, mentre del caso non può essere figlia l'incredibile intelligenza che governa il creato. E comunque sia, al di là dei massimi sistemi, resta da 'fare i conti' con quell'evento che duemila anni fa ' sconvolse' il Mondo. Generando un prima e un dopo. Con differenze che, travagli, contrasti, tradimenti, orrori grandi o piccoli, che, forse, in tanti hanno scordato, o fingono di scordare. Nel frattempo, a dispetto di chi con mille artifici desidererebbe spegnere la luce che emana dall'umile capanna di Betlemme, quella luce non solo non esala ma si ravviva. Nonostante le apparenze ( non solo) mediatiche contrarie. Perchè in quale altro tempo umano c'è stato il bisogno impellente di quel chiarore? Che invita i popoli ad amarsi, incontrarsi, unirsi, lottando contro vecchie e nuove povertà, violenze, 'scarti' e 'peccati' ; tornando inoltre a ' laudare' la natura come fece il santo apostolo di Assisi, senza dimenticare la promessa di una vita eterna?

NATALE EVENTO DI LUCE.  Quando videro bruciare Notre Dame, i francesi, immemori, gridarono che stava andando in fumo un’ opera d’arte, un ‘monumento’, non un’ opera di fede, alta espressione  della secolare storia cristiana di quel Paese, maestosa, bella, ricca di memorie,  ma oramai ridotta ad un vetusto e prestigioso museo a cielo [...]

25 dicembre 2020 0 commenti

Bellaria Igea Marina. S’apre il villaggio sull’Isola dei Platani, svelati i presepi e via al ‘punto spettacolo’.

Bellaria Igea Marina. S’apre il villaggio sull’Isola dei Platani, svelati i presepi e  via al ‘punto spettacolo’. Alle 10 aprirà ufficialmente i battenti il grande parco giochi natalizio che, fino a inizio gennaio, animerà piazza Matteotti e viale Paolo Guidi, per il divertimento di famiglie e bambini. Sabato sarà giornata di inaugurazioni per le tante rappresentazioni della Natività realizzate in ogni angolo di Bellaria Igea Marina, tra cui i tradizionali presepi nei tini: un percorso alla scoperta delle magiche atmosfere dei presepi allestiti nei tini dalle scuole, dalle parrocchie, dalle associazioni della città e da singoli cittadini, il tutto impreziosito dal lavoro di vivaisti, fioristi e artisti locali. Giunge inoltre alla decima edizione il grande presepe di sabbia allestito sul lungomare di Igea Marina (Bagno 78), con le opere dei catalani Sergi Ramirez e Montserrat Cuesta, della polacca Slawa Borecki e dei russi Nikolay Thorkov e Tatiana Thorkova. Cento tonnellate di sabbia e quindici giorni di duro lavoro trascorsi a pressare la sabbia umida, un grande esempio di utilizzo di materiale “povero” che grazie alle mani di sapienti artisti diventa uno spettacolo ormai diventato tradizione. Orari di apertura del Presepe di sabbia: l’inaugurazione avverrà questo sabato alle 14.30, poi sarà visitabile il 9, 15 e 16 dicembre, tutti i giorni dal 22 dicembre al 6 gennaio ed infine il 12 e 13 gennaio, dalle 9. alle 13 e dalle 14.30 alle 19.30; nelle altre giornate sarà possibile visitare il presepe su prenotazione.

BELLARIA IGEA MARINA. Sabato 8 dicembre è una data da cerchiare sul calendario di Bellaria Igea Marina, con alcune importanti inaugurazioni che, di fatto, aprono la programmazione natalizia di eventi 2018/2019. IL VILLAGGIO ‘È NATALE’. Alle 10  aprirà ufficialmente i battenti il grande parco giochi natalizio che, fino a inizio gennaio, [...]

7 dicembre 2018 0 commenti

Emilia Romagna. ‘Solo l’Amore resta’: incontro con Chiara Amirante a Riccione.

Emilia Romagna. ‘Solo l’Amore resta’: incontro con Chiara Amirante a Riccione. Chiara racconterà il percorso che l’ha condotta dagli studi in scienze politiche ai pericolosi sotterranei della Stazione Termini di Roma.

RICCIONE. In occasione della promozione della sua autobiografia “Solo l’Amore resta” (uscita il 23 ottobre 2012 e già alla 6 edizione con 26.000 copie vendute in soli 2 mesi), Chiara Amirante mercoledì 23 gennaio 2013 porterà la propria testimonianza di vita a Riccione (Chiesa Mater Admirabilis Viale Gramsci 39, ore [...]

22 gennaio 2013 0 commenti

Buon Natale a tutti. Nel doodle di Google, giocattoli e colori, per il Natale dei bambini.

Buon Natale a tutti. Nel doodle di Google, giocattoli e colori, per il Natale dei bambini. La mente, e il cuore, volano a tutti quei bambini che a Natale non hanno regali da scartare, e alle difficoltà delle loro famiglie.

AUGURI.Buon Natale a tutti, è il semplice messaggio di tutti, oggi. Anche il colosso Google augura semplicemente buon Natale. Google dedica il doodle a tutti, nessun nome in particolare sul colorato disegno, non uno scrittore o un inventore o un personaggio di imprese memorabili. Nessuno in particolare, ma un doodle per [...]

24 dicembre 2012 0 commenti

Rimini. ‘La penultima cena’ di Paolo Cevoli in scena al Novelli.

Rimini. ‘La penultima cena’ di Paolo Cevoli in scena al Novelli. Accade l'imprevisto. Il miracolo di Gesù. Gli occhi di Paulus si incrociano con quelli del Maestro. Da quel momento la sua vita non sarà più la stessa.

RIMINI. Il Teatro Ermete Novelli (via Cappellini, 3) ospita venerdì 28 dicembre alle ore 21, all’interno del programma de Il Capodanno più lungo del mondo, lo spettacolo La penultima cena di e con Paolo Cevoli, per la regia di Daniele Sala. LO SPETTACOLO. Roma imperiale. Nella cucina di una villa [...]

22 dicembre 2012 0 commenti

Tradizione e valori del Natale. Il Presepe e la nascita di Gesù. Nel calore delle case e non solo.

Tradizione e valori del Natale. Il Presepe e la nascita di Gesù. Nel calore delle case e non solo. Il presepio è la rappresentazione della nascita di Gesù ed ha origini medievali. Il primo fu realizzato da San Francesco nel 1223.

NATALE & TRADIZIONI. In attesa del Natale, iniziamo ad esplorare una delle sue tradizioni più note anche se non da tutti vissuta: il Presepe. PRESEPE. La parola presepio deriva dal latino e significa “greppia” o “ mangiatoia”. Il presepio è la rappresentazione della nascita di Gesù ed ha origini medievali. [...]

9 dicembre 2012 0 commenti

Emilia Romagna. Cesenatico a teatro. Apertura con ‘La penultima cena’, di Paolo Cevoli.

Emilia Romagna. Cesenatico a teatro. Apertura con ‘La penultima cena’, di Paolo Cevoli. Primo appuntamento da non perdere al Teatro comunale Cesenatico, via Mazzini 10, mercoledì 31 ottobre ore 21. Una storia antica e moderna.

CESENATICO & ‘LA PENULTIMA CENA’ DI PAOLO CEVOLI. Il primo appuntamento da non perdere al Teatro comunale di Cesenatico, mercoledì 31 ottobre alle ore 21, è con il monologo storico-comico-gastronomico ‘La penultima cena’ scritto e interpretato dal famoso comico romagnolo Paolo Cevoli, per la regia di Daniele Sala. Paolo Cevoli, al [...]

30 ottobre 2012 0 commenti

San Giuseppe artigiano, il falegname sposo di Maria, patrono dei padri e dei lavoratori.

San Giuseppe artigiano, il falegname sposo di Maria, patrono dei padri e dei lavoratori. Giuseppe, figura discreta che accompagna il disegno di Dio con il silenzio dell’amore e della fede.

SANTO DEL GIORNO. Oggi la Chiesa Cattolica celebra San Giuseppe artigiano. Oggi, festa dei lavoratori, è San Giuseppe: patrono dei padri, lavoratori, falegnami, carpentieri, moribondi, economi e procuratori legali. GIUSEPPE: SCELTA D’AMORE. Secondo i vangeli, Giuseppe era il padre ‘adottivo’ di Gesù perchè il padre di Gesù era Dio stesso. La [...]

1 maggio 2012 0 commenti

La Via Crucis del Venerdì Santo. In diretta da Roma con Papa Benedetto XVI.

La Via Crucis del Venerdì Santo. In diretta da Roma con Papa Benedetto XVI. I testi delle 14 stazioni sono incentrati sulla famiglia, gli attori che li reciteranno sono Barbara De Rossi e Orazio Coclite.

VIA CRUCIS. Oggi è il Venerdì Santo, giorno in cui i cristiani ricordano la Passione, la Crocifissione e la morte di Gesù Cristo. Giorno in cui il figlio di Dio subisce il martirio e affronta la morte, per poi risorgere nel giorno di Pasqua. La Passione di Gesù viene celebrata [...]

6 aprile 2012 0 commenti

Sant’Emanuele. Affrontò la morte per proclamare la sua fede. Emanuele ‘Dio è con noi’.

Sant’Emanuele. Affrontò la morte per proclamare la sua fede. Emanuele ‘Dio è con noi’. E' il nome con cui Isaia chiama il futuro Messia, motivo per cui fu usato come appellativo di Gesù.

SANTO DEL GIORNO. Oggi è Sant’Emanuele martire, il cui martirio è legato a quello di San Teodosio e a di San Quadrato. Di loro ne parlano i Sinassari bizantini dei primi secoli del Cristianesimo. Uno di questi riporta che Emanuele e Teodosio si presentarono alle autorità di loro spontanea volontà [...]

26 marzo 2012 0 commenti