Tag "Governo italiano"

 

Non solo sport. Calcio: disastro Champions. Caos vaccini: visto che possiamo, perchè non farli in casa?

Non solo sport. Calcio: disastro Champions. Caos vaccini: visto che possiamo, perchè non farli  in casa? Non sono andate bene le nostre. Con una Signora incompiuta che altro non sa fare ( agli ottavi) che brutte figure. Aspirare alla Coppa con tali atteggiamenti è illusorio se non ingannevole. Soprattutto nei riguardi dei tifosi. Altra figuraccia va assegnata alla Lazio, che su quattro gol concessi al Bayern se n'è fatti tre. Spesso e volentieri ci vien da chiedere che ci vanno a fare certe squadre in contesti tanto selezionati e ardui. A nostro favore, se tal si può definire, è il solito ritornello dei rigori evidenti e non concessi da arbitri che sembrano mandati apposta per 'sputtanare' l'Uefa sempre e comunque indifferente verso i ' nobili decaduti', alla qual categoria apparteniamo. Ha cercato di vender cara la pelle la Dea del Gasp contro Panda Real, ma il solito arbitro ( la nazionalità non conta) ha pensato bene di 'falsare' la partita con una espulsione già al 18' di un giocatore atalantino, con provvidenziale ricaduta su una formazione merengues che meno merengues di così non poteva essere. Sul comportamento degli arbitri i nostri non si soffermano più di tanto, sospinti dalla folla di universali esterofili che ( su carta, tivù o social poco conta) trova massimamente gustoso sputar nel piatto in cui mangia. I risultati di questo atteggiamento li vediamo. Basta andar a vedere quel rigore negato ( in extremis) alla Signora incompiuta; o l'altro al Milan; o l'espulsione (si diceva sopra ) dell'atalantino, impegnato più a contrastare che a fallare. Ma tant'è. Nessuno protegge ( più di tanto) il nostro patrimonio anche nello sport, lo si sa, pur con tutti suoi difetti( dirigenziali), e le sue carenze ( stadi e impianti); nel calcio, ad esempio, lo sloveno portato ai vertici Uefa ( soprattutto) da noi, del tutto fa orecchie da mercante, lasciando gestire le sorti d'una squadra ( società) ai soliti 'poteri forti' , che davanti a Panda, Sceicchi e Oligarchi stanno col cappello in mano come ( una volta) il 'povero' al cospetto del 'padrone'. Non sarà che il mitico prestigio di cui hanno goduto le Coppe europee sia arrivato alla frutta? Altro argomento del giorno riguarda il ( cosiddetto) caos vaccini. Prenotati, non consegnati, insufficienti, validi e non ( soprattutto davanti alle famigerate varianti). Che dire? Poco o nulla. Se non aspettare ( fidenti) la mano della Provvidenza, più che della scienza, che peggio 'manipolata' di così non potrebbe essere. Una domanda però serpeggia dall'Alpi a Pantelleria. Un Paese come il nostro, con una industria farmaceutica ai vertici mondiali, perchè invece di andare ad implorare altri non se li produce in casa, sti benedetti vaccini? E, ancora una volta, invece d'essere stati al sole durante l'ultima estate, perchè non s'è provveduto per tempo a dar corpo a tal progetto, magari reperendo (tempestivamente) quei ( delicati) macchinari che lo rendono possibile? A ben pensarci, non è che sia stato qui che il buon Conte s'è giocato il posto?

LA CRONACA DAL DIVANO. Martedì 23 e mercoledì 24 è riapparsa la Champions, per gli ottavi, secondo turno. Non sono andate bene le nostre. Con una Signora incompiuta che altro non sa fare ( agli ottavi) che brutte figure. Aspirare alla Coppa con tali atteggiamenti è illusorio se non ingannevole. [...]

25 febbraio 2021 0 commenti

Non solo cronaca. Scontro Renzi-Camusso. Stato-mafia e il ‘ritiro’ di Luciano Violante per la Consulta.

Non solo cronaca. Scontro Renzi-Camusso. Stato-mafia e il ‘ritiro’ di Luciano Violante per la Consulta. Tanti argomenti. Da vecchio 'pastone'. Per fare il quadro d'un momento difficile. E di grandi cambiamenti. Tra vecchio e nuovo. Con strascichi inevitabilmente dolorosi.

IL PASTONE. Riesumiamo il vetusto e glorioso  pastone; non per concentraci su un solo argomento, però, ma per dare occhiate ad alcuni argomenti diversi.  Il filo che accomuna e ricuce il tutto  è quello prodotto dalla preoccupazione di capire cosa sta succedendo nel Bel Paese, dalle questioni di Governo a [...]

31 ottobre 2014 0 commenti

Emilia Romagna. Una nuova cultura di base per la Romagna che ‘guarda’ all’Europa.

Emilia Romagna. Una nuova cultura di base per la Romagna che ‘guarda’ all’Europa. Intervento dell’assessore alla Cultura Patrick Leech. Le proposte del Governo in ambito amministrativo e alcuni indirizzi generali dell’Europa ormai spingono verso un unico obiettivo.

 ROMAGNA & FORLI’ & EUROPA. ”Dall’istituzione, nel maggio 2010, del Comitato promotore della candidatura di Ravenna Capitale europea della culturaper l’anno 2019, comitato che comprende tutte le città della Romagna, si sta lavorando, anche qui a Forlì – spiega Patrick Leech, assessore alla Cultura e Relazioni internazionale del comune di Forlì- verso una [...]

2 luglio 2012 0 commenti