Tag "hera"

 

Milano Marittima. Dal 31 maggio via al nuovo sistema di raccolta ‘porta a porta’. Con tutti i tipi di rifiuti.

Milano Marittima. Dal 31 maggio via al nuovo sistema di raccolta ‘porta a porta’. Con tutti i tipi di rifiuti. Dal 31 maggio partirà il nuovo sistema di raccolta porta a porta, in cui sono coinvolte circa 7000 utenze fra domestiche (circa 6.000) e non domestiche (circa 1.000). In particolare, la raccolta stradale sarà trasformata in porta a porta integrale per le attività, eccetto la zona centrale di viale Romagna (evidenziata in viola sulla mappa) servita dal sistema misto, e porta a porta misto per le famiglie, eccetto la fascia litorale da viale 2 Giugno fino al mare (evidenziata in verde sulla mappa) servita dal sistema integrale. Il porta a porta integrale prevede la raccolta domiciliare di tutti i tipi di rifiuti: indifferenziato, organico, carta, plastica e vetro/lattine, mentre il porta a porta misto prevede la raccolta domiciliare di indifferenziato e organico e la raccolta stradale di carta/cartone, plastica, vetro e sfalci/verde.

  MILANO MARITTIMA. Dal 31 maggio partirà il nuovo sistema di raccolta porta a porta, in cui sono coinvolte circa 7000 utenze fra domestiche (circa 6.000) e non domestiche (circa 1.000). In particolare, la raccolta stradale sarà trasformata in porta a porta integrale per le attività, eccetto la zona centrale [...]

26 maggio 2021 0 commenti

Val del Senio. Primo lotto di manutenzione del Parco fluviale del Senio. A breve il secondo lotto.

Val del Senio. Primo lotto  di manutenzione del Parco fluviale del Senio. A breve il  secondo lotto. Il primo lotto di interventi – i cui lavori sono stati svolti dalla coop. Montana Valle del Senio – ha interessato il tratto di percorso pedonale che si estende dalla chiusa del Muraglione fino alla piastra cementata posta a terminazione della scalinata che scende dal centro abitato. Il percorso pedonale si dirama lungo la sponda sinistra del torrente Senio: i lavori hanno riguardato il rispristino del piano di calpestio e della staccionata. L’intervento ha riguardato anche il sentiero e la gradinata in prosecuzione della scalinata in ferro che dal Muraglione porta al Parco fluviale. Il secondo lotto di interventi, che inizierà a breve, interesserà il tratto fluviale che si estende dal guado fino all’area pic-nic situata poco oltre la vasca HERA (località 'Sdazzina'). Oltre al piano di calpestio del guado da ripristinare, si procederà con la manutenzione sul tratto lungo la sponda destra e la strada che corre a margine del fiume.

 VAL DEL SENIO. Il primo lotto di interventi – i cui lavori sono stati svolti dalla coop. Montana Valle del Senio – ha interessato il tratto di percorso pedonale che si estende dalla chiusa del Muraglione fino alla piastra cementata posta a terminazione della scalinata che scende dal centro abitato. Il [...]

11 febbraio 2021 0 commenti

Santarcangelo d/R. Hera: partono i lavori di potenziamento e riqualificazione del sistema idrico.

Santarcangelo d/R. Hera: partono i lavori di potenziamento e riqualificazione del sistema idrico. Si tratta di un progetto di particolare rilievo, predisposto dalla direzione ingegneria di Heratech, che permetterà una maggiore razionalizzazione delle reti acquedottistiche grazie anche alla connessione del serbatoio Cappuccini con l’impianto Galleria drenante e i pozzi Bornaccino e Ceccarino. Nelle aree del territorio santarcangiolese interessate dall’intervento sarà possibile mantenere più stabile la pressione all’interno delle reti, limitando le sollecitazioni dovute all’avviamento delle pompe e il conseguente pompaggio diretto. In questo modo si ridurranno le rotture, più frequenti nel periodo estivo, in cui per far fronte all’aumento della domanda, devono essere accesi tutti i pozzi con conseguenti incrementi di pressione in rete.Contestualmente verrà garantito il riempimento del vicino serbatoio di via Bellaere, a servizio della zona alta della città, gestito da Hera e posto a circa nove metri più in alto di quello dei Cappuccini. L’adeguamento del serbatoio si completerà con la realizzazione di nuove condotte sia di adduzione che di distribuzione e il potenziamento o bonifica di quelle esistenti. Le condotte delle vie o tratti di via interessate dai lavori sono, a partire da via Cupa, viale Marini, via Santarcangiolese, via Carlo Alberto Dalla Chiesa, via Trasversale Marecchia e via Ceccarino.

SANTARCANGEKLO d/R. Sono partiti dal tratto di rete distributrice sulla Strada provinciale 49 Trasversale Marecchia i lavori Hera, che salvo imprevisti saranno completati entro fine anno, di efficientamento idrico in alcune zone del territorio comunale di Santarcangelo di Romagna. Si tratta di un progetto di particolare rilievo, predisposto dalla direzione [...]

8 febbraio 2021 0 commenti

Emilia Romagna. Acquedotto 4.0: Hera investe sull’intelligenza artificiale evitando rotture in rete.

Emilia Romagna. Acquedotto 4.0: Hera investe sull’intelligenza artificiale evitando  rotture in rete. E non è tutto: analizzando con l’Università di Bologna i fattori che aumentano il rischio di rottura, è stato possibile aggiornare le linee guida che orientano la scelta del materiale per i rinnovi delle condotte. L’obiettivo è quello di individuare la soluzione specifica che a fronte del contesto in cui avviene la posa, del tipo di terreno e della temperatura ambientale, minimizzi il rischio di rottura. Ma come è possibile? In che modo l’algoritmo riesce a restituire previsioni che dalle prime evidenze sembrano tanto affidabili? Tutto è partito dallo studio e dall’analisi dei fattori che possono determinare la rottura di una condotta: da quelli endogeni (età, materiale e diametro della condotta) a quelli esogeni (temperatura, tipo di suolo, livello di profondità della falda, radici presenti nel terreno e cedimenti dello stesso). Elaborando queste informazioni assieme ai dati sulle perdite effettivamente verificatesi nel 2016 e nel 2017, Rezatec ha sviluppato un algoritmo 'a pesi dinamici', con cui ha provato a 'indovinare' dove si erano verificate le perdite nel 2018 (già registrate da Hera), ottenendo risultati confortanti che hanno convinto la Multiutility a proseguire nella sperimentazione. Nel 2020, in particolare, l’algoritmo ha permesso di individuare il 35% della rete santarcangiolese su cui si è verificato il 69% delle rotture, ed è stato proprio questo risultato a suggerire l’opportunità di rilanciare il progetto anche nel 2021, ampliando la quota di acquedotto interessato.

EMILIA ROMAGNA. Lungo un acquedotto, non tutte le perdite sono uguali. Le migliori, ad esempio, sono quelle che non si verificano. Per scongiurare una perdita, però, c’è solo una cosa da fare: sostituire la condotta prima che questa si rompa. Come fare, allora, per sapere dove questo accadrà? Se lo [...]

22 gennaio 2021 0 commenti

Bologna. Arriva il freddo, attenzione ai contatori dell’acqua. Le precauzioni per evitare brutte sorprese.

Bologna. Arriva il freddo, attenzione ai contatori dell’acqua. Le precauzioni per evitare brutte sorprese. I contatori maggiormente 'a rischio' sono quelli collocati all’esterno dei fabbricati, in locali non isolati o in abitazioni utilizzate raramente, come le case al mare o in montagna in cui si trascorrono le vacanze. Se i misuratori si trovano nei bauletti o in nicchie esterne ai fabbricati, in locali non riscaldati o non abitati, e se la temperatura esterna dovesse rimanere per vari giorni sotto lo zero, è consigliabile lasciare che da un rubinetto esca un filo d’acqua. È sufficiente una modesta quantità, evitando inutili sprechi.Se i contatori sono in edifici non abitati, è opportuno chiudere il rubinetto che si trova sopra il misuratore e provvedere allo svuotamento dell’impianto. In caso di rotture o danni al contatore, i clienti possono dare immediata comunicazione a Hera, telefonando al numero verde del Pronto intervento: 800.713.900. In caso di numerosità elevata delle chiamate, i clienti sono pregati di attendere comunque in linea la risposta dell’operatore. Nessun altro numero di Hera, compreso il Servizio clienti, è in grado di prendere in carico la segnalazione e, di conseguenza, gestire la riparazione.

BOLOGNA. L’abbassamento delle temperature di queste ore alza la soglia di attenzione anche sugli impianti idrici delle abitazioni, in particolare sui contatori dell’acqua, che possono arrivare a rompersi causa il gelo. Hera ricorda alcuni semplici accorgimenti che possono evitare disagi nella fruizione del servizio e spese impreviste, poiché ai clienti [...]

12 gennaio 2021 0 commenti

Bologna. Herambiente: certificazione ISO 50001, per migliorare le performance degli impianti gestiti.

Bologna. Herambiente: certificazione ISO 50001,  per migliorare le performance degli impianti gestiti. La norma ISO 50001 conseguita da Herambiente, è lo standard internazionale che fornisce i requisiti per implementare, mantenere e far progredire nel tempo un sistema finalizzato a migliorare l’efficienza energetica di un’organizzazione. La relativa certificazione di conformità viene rilasciata, così come avviene per le altre norme di adesione volontaria, da parte di un organismo accreditato, terzo e indipendente; per Herambiente si tratta dell’ente di certificazione Bureau Veritas, leader a livello mondiale nei servizi di ispezione, verifica di conformità e certificazione. Un sistema di gestione dell’energia è fondamentale per una realtà come Herambiente, poiché favorisce il miglioramento delle performance ambientali garantendo, tramite un approccio di tipo sistemico, di ottimizzare la propria prestazione ambientale attraverso l’uso più razionale dell’energia e l’adozione di misure per ridurne e controllarne il consumo, verificare il risparmio e pianificare continui interventi migliorativi. Questa modalità di gestione è particolarmente rivolta al sistema impiantistico di cui dispone Herambiente per il trattamento dei rifiuti: strutture tecnologicamente avanzate per le quali, pure se in buona parte in grado di autoalimentarsi, è fondamentale l’attuazione di un sistema di ottimizzazione energetica. L’efficientamento energetico, inoltre, è un elemento fondamentale al raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione sempre più stringenti fissati dalla Comunità europea per far fronte al cambiamento climatico in atto.

BOLOGNA. Nona certificazione per il Gruppo Hera, che da tempo persegue un’attenta politica per incrementare l’efficienza energetica delle proprie attività. Si tratta della ISO 50001 ottenuta da Herambiente, società del Gruppo Hera e primo operatore nazionale nel trattamento, recupero di rifiuti urbani e industriali. La nuova certificazione riguarda l’implementazione di [...]

30 novembre 2020 0 commenti

Forlì. Inceneritore: no ai rifiuti dei Comuni che non si impegnano nella raccolta differenziata.

Forlì. Inceneritore: no ai rifiuti dei Comuni che non si impegnano nella raccolta differenziata. 'Nel 2005, quando ancora si discuteva di costruire l’inceneritore di Forlì- dice Alessandro Ronchi, portavoce Europa Verde Forlì-Cesena- invitammo il consorzio Priula a parlare con amministratori e cittadinanza, per dimostrare che si potevano ottenere risultati diversi nella riduzione dei rifiuti da portare in discarica e all’inceneritore. Dicevamo, già allora, che prima di realizzare un impianto occorreva ridurre, riutilizzare e riciclare: grazie a queste tre 'R' l’inceneritore di Hera sarebbe stato inutile. Non a caso il direttore di quel Consorzio, Paolo Contò, è stato chiamato seppur con estremo ritardo a guidare la società pubblica per introdurre il porta a porta anche nella nostra Provincia. Nel 2019 grazie a questo sistema abbiamo ridotto a 124kg la produzione annua di rifiuti indifferenziati pro capite, meno della metà delle altre città limitrofe con sistemi di raccolta diversi, una percentuale che si riduce ulteriormente se si considerano gli scarti prodotti dalla raccolta con i cassonetti precedente, qualitativamente più scarsa. Questi risultati dimostrano che l’inceneritore è un progetto nato obsoleto e sovradimensionato rispetto alle esigenze della provincia, a maggior ragione se questo risultato fosse esteso territorialmente. Oggi, come allora, non ci sono più scuse, occorre che tutti i Comuni che portano rifiuti all’inceneritore, compreso Cesena (249 kg di indifferenziato per residente), Cesenatico (529kg) e Ravenna (296 kg), adottino il porta a porta ed abbandonino una volta per tutte la raccolta stradale'.

FORLI’. ( Riceviamo e pubblichiamo) ” Il Comprensorio forlivese con la costituzione di Alea si è impegnato a realizzare una raccolta differenziata porta a porta con la tariffa puntuale, perché è l’unico sistema che garantisce un risultato accettabile. Nel 2005, quando ancora si discuteva di costruire l’inceneritore di Forlì, invitammo [...]

27 novembre 2020 0 commenti

Bellaria Igea Marina. Abbandono ‘maleducato’ dei rifiuti. Ora arrivano ( finalmente) le telecamere.

Bellaria Igea Marina. Abbandono ‘maleducato’ dei rifiuti. Ora arrivano ( finalmente) le telecamere. Le telecamere saranno impiegate a rotazione nei diversi punti considerati sensibili, sottolineando come si tratti di un’attività già richiesta al gestore del servizio e concordata nel novembre 2019. Attività il cui avvio era previsto per l’estate 2020, slittato poi per le ovvie ragioni tecnico amministrative legate all’emergenza sanitaria, che ne hanno rallentato l’iter. La volontà di installare le telecamere antecede pertanto le segnalazioni, anche recenti, sul tema dell’abbandono dei rifiuti e delle cosiddette 'foto trappole'. Un indirizzo a cui ha fatto seguito, l’estate scorsa, il censimento delle aree di maggiore interesse; studio da cui sono scaturite due azioni concrete: l’estensione del porta a porta in un’ampia zona della Cagnona e l’individuazione, appunto, delle isole ecologiche su cui agiranno le fotocamere. Si evidenzia altresì la validità degli altri dispositivi messi in campo sul tema dall’Amministrazione comunale in sinergia con Hera, per migliorare il servizio di conferimento nel suo complesso, il decoro cittadino, la qualità della raccolta differenziata e promuovere una gestione responsabile dei rifiuti nel comune di Bellaria Igea Marina. Si registra, ai fatti, una sensibile diminuzione degli episodi legati all’abbandono indiscriminato dei rifiuti, da circoscrivere più a singoli atti di inciviltà piuttosto che ad azioni legate a disservizi, riconoscendo inoltre la tempestività con cui, in tali circostanze, il gestore si è attivato su input dell’Amministrazione o dei Cittadini, velocizzando tempi di risposta e interventi.

BELLARIA IGEA MARINA. L’Amministrazione comunale annuncia la prossima installazione di fotocamere di nuova generazione volte a contrastare il fenomeno dell’abbandono irregolare dei rifiuti e individuare i rispettivi autori, che saranno collocate in prossimità delle isole ecologiche. Sono un totale di quattordici, per il momento, le aree poste sotto la lente [...]

16 novembre 2020 0 commenti

Bologna. ll CdA Hera approva i risultati del terzo trimestre. In linea con il Piano industriale al 2023,

Bologna. ll CdA Hera approva i risultati del terzo trimestre. In linea con il Piano industriale al 2023, Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Hera, presieduto da Tomaso Tommasi di Vignano, ha approvato oggi all’unanimità la relazione trimestrale consolidata al 30 settembre 2020. La relazione presenta i principali indicatori economici in miglioramento rispetto all’equivalente periodo dello scorso anno, a conferma dell’andamento positivo della Multiutility e della solidità dei suoi fondamentali, che le hanno consentito di superare anche gli inevitabili impatti legati all’emergenza sanitaria che ha colpito il Paese. In particolare, tra i principali risultati dei primi nove mesi del 2020 – in linea con la crescita attesa nel Piano industriale al 2023 – si evidenziano un aumento del MOL di oltre 20 milioni di euro e il miglioramento del rapporto PFN/MOL, nonché la continua creazione di valore per gli stakeholder, a partire dagli azionisti a cui sono stati distribuiti come previsto dividendi per oltre 150 milioni di euro. Come di consueto le operazioni di M&A, insieme a una crescita organica sostenuta da efficientamenti e investimenti, hanno rappresentato il principale volano dei risultati del Gruppo. Prima fra tutte, la recente partnership con Ascopiave, consolidata a inizio anno, che attraverso EstEnergy ha dato vita al maggior operatore energy del Nord-Est e ha portato al superamento di oltre 3,3 milioni di clienti complessivi nei settori energetici. Questi risultati presentano, inoltre, un elevato profilo ESG, con una forte attenzione all’ambiente, alla sostenibilità e alla governance, prevista stabile anche per i prossimi tre anni a valle della riconferma dei vertici aziendali da parte dell’Assemblea dei soci dello scorso 29 aprile.

BOLOGNA. La Multiutility consolida i primi nove mesi dell’anno migliorando i principali indicatori economici rispetto allo stesso periodo del 2019, superando gli impatti dell’emergenza Coronavirus. Risultati positivi, in linea con la crescita prevista nel Piano industriale al 2023, anche grazie alle operazioni di allargamento del perimetro e agli investimenti per [...]

12 novembre 2020 0 commenti

Forlì Cesena. Sulle tracce dei rifiuti. Il Gruppo Hera centra tre obiettivi europei con anticipo sui tempi.

Forlì Cesena. Sulle tracce dei rifiuti. Il Gruppo Hera centra tre obiettivi europei con anticipo sui tempi. Nei territori serviti dalla Multiutility la raccolta differenziata effettivamente recuperata nel 2019 è stata pari al 92% del totale, di cui il 92% è stato riciclato. La media di rifiuti differenziati raccolti e riciclati, nel 2019, è stata pari a 272 kg per abitante; il 7% in più rispetto al 2018. Infine, alcuni dati, in dettaglio, relativi alle varie frazioni: nel 2019 il vetro ha fatto registrare una raccolta pro capite pari a 40 kg (3 kg in più rispetto all’anno precedente) e un riciclo che si attesta al 95%; aumentata anche la quota pro capite di raccolta della carta: 67 kg contro i 65 del 2018. Altissima la percentuale di riciclo di ferro (98%) e legno (99%), la cui media di raccolta per abitante, nel 2029, è stata rispettivamente di 4 kg e 28 kg. ‘Sulle tracce dei rifiuti’ esamina anche il legame fra la qualità della raccolta differenziata effettuata dai cittadini e i benefici prodotti, dal punto di vista economico. Il risparmio annuo derivante dalla vendita dei materiali raccolti, nel 2019 è stato di circa 35 euro a famiglia, due euro in più rispetto all’anno precedente, pari al 14% della bolletta. Fare bene la raccolta differenziata e separare correttamente i rifiuti, quindi, è doppiamente importante: al beneficio per l’ambiente si aggiunge un beneficio per il portafoglio.

FORLI’ CESENA. Tre obiettivi europei centrati con largo anticipo rispetto ai tempi fissati dall’Unione; così il Gruppo Hera conferma il proprio impegno e il proprio ruolo di leader nella gestione dei rifiuti. Un trend di eccellenza, in crescita, come si evince dal report ‘sulle tracce dei rifiuti’, annualmente prodotto dalla [...]

2 ottobre 2020 0 commenti