Non solo sport. Conte, basta con i piagnistei.Per il Bayern la sesta Coppa. Moto: pazza o con dei pazzi?

Non solo sport. Conte, basta con i piagnistei.Per il  Bayern la sesta Coppa. Moto: pazza o con dei pazzi? La Beneamata era (ri)entrata in una finale europea dopo 10 anni. Poteva farcela perchè l'avversaria, il Siviglia, nobile signora di Coppa, era alla portata. Fatto è che il Conte Dracula ha talmente confuso i suoi che l'attaccante di punta, il buon Lukaku, che prima ha graziato gli avversari sbattendo un gol fatto contro il portiere, poi, ha donato loro la vittoria deviando nella propria porta. Ora, al buon Conte, non resta che fare due cose: o smetterla con i piagnistei, senza incolpare questo o quello, ma pensando a far bene quello che non fa ( o non sa ancora fare); o abbandonare la Beneamata, per la quale più che piangioni di mestiere che ossessionano senza divertire occorrono soggetti estemporanei e geniali. Alla Mou Mou, per citarne uno, d'ancor vivido ricordo. Zhang, il giovane presidente va mediando, ma ci sa tanto con scarso costrutto. Dicono, i bene informati, che sia pronto il buon Allegri, inseguito però pure da Leonardo per il Psg, tanto per salvar la coppa sua, quanto per ridare slancio ad una società che nonostante i miliardi ( di Stato) spesi non riesce ad alzare la Coppa dalle grandi orecchie. Se la tira invece, sull'altra sponda di Mediolanum, quel tal Ibra, che ci sa tanto abbia voglia di sfottere. Prima dice d'aver fatto una scelta di cuore, poi rogna sulla parcella che vorrebbe far salire da 3 a 7,5 mln. Del resto alla sua ombra si muove quel tracagnotto in panzetta, ex pizzaiolo capace di rinverdire il mestiere degli antichi lenoni adattato ai giocatori da calcio, con accumulo d'un tesoro di tal dimensione da far apparire spiccioli quello del conte di Montecristo. Il tracagnotto in panzetta dal suo pulpito protesta " Macchè soldi! Qui è solo una questione di stile". E'vero che oggi a tutti, saggi o scemi che siano, è concesso di dire tutto e il contrario di tutto. Ma che dal tracagnotto in panzetta debba arriva l'implorazione di praticare stile ci par proprio d'essere trapassati in un altro mondo. In Italia hanno prodotto inchieste su tutto e tutti, non come s'aveva da fare sul tracagnotto in panzetta, se non altro per andare da lui ad approfondire il suo stile. Ibra senta, tracagnotto in panzetta a parte, se non sa cosa dire o fare , perchè non sta a casa sua, tanto più che qual altra gloria potrebbe aggiungere lei a quella maglia immortale? Una noticina per gli audaci della moto. Ieri, anzi, anche ieri, a sfiorare il dramma, è stato quel Vinales che di buona sorte non vuol sentir parlare. In Stiria, s'è perfino dovuto calare dalla sua moto senza più freni ai 210 all'ora. Non s'è fatto nulla, fortunatamente, provvidenzialmente, mentre la sua moto s'andava a sbriciolare contro una protezione. Incredibile, e soprattutto un peccato per quel bravo ragazzo di grande talento. Ora in Moto Gp non si sa qual potrebbe essere il vincitore del Mondiale. Non Quartararo, il siculo che vuol fare il francese, non il Dovi, troppo alterno, non il Binder, ancora da maturare, non il Vale, sempre in groppa ad un ronzino. Buone nuove sono arrivate dalle altre due categorie. In Moto3, primo Vietti, secondo Arbolino, entrambi scuola Tavullia; in Moto2, primo il Bez davanti a Martin. In graduatoria, Marini resta primo ( 87 punti) mentre Bastianini divide la seconda piazza con Martin ( 79 punti).

LA CRONACA DAL DIVANO. La Beneamata era (ri)entrata in una finale europea dopo 10 anni. Poteva farcela perchè l’avversaria, il Siviglia, nobile signora di Coppa, era alla portata. Fatto è che il Conte Dracula ha talmente confuso i suoi che l’attaccante di punta, il buon Lukaku, che prima ha graziato gli avversari  sbattendo [...]