Non solo sport. Tennis, per la Davis? Calcio: Milano voli in Champions. F1: Toto e Horner, ma senza la ‘rossa’.

Non solo sport. Tennis, per la Davis? Calcio: Milano voli in Champions. F1: Toto e Horner, ma senza la ‘rossa’. Per quel che riguarda il tennis, intanto, non possiamo che lodare il buon Jannik che ha degnamente sostituto all'ATP Finals ( vinto da Sverev il nostro Matteo. Ora è tempo di Coppa Davis, a Torino, contro gli Usa, battuti 2-1. Per quel che riguarda il calcio, stiamo viaggiando tra una Coppa e l'altra. In Champions solita figuraccia di una Signora ( 4 gol dal Chelsea, battuto 1-0 all'andata) che Signora non riesce proprio ad essere visto che, ben che vada, limitatamente alle ore felici, piuttosto appare una ' donzelletta (che) vien dalla campagna, in sul calar del sole col suo fascio dell’erba'. Si è complicata la vita la Dea del Gasp che arriva a trenta senza centrare ( quasi mai) il trentuno. Sullo sintetico dello Yong Boys è passata in vantaggio due volte, ma per poco non ci lasciava le pene se il solito ( provvidenziale) Muriel ( entrato da poco) non avesse calcolato di mandare una beffarda punizione nell'angolino basso di destra del portiere svissero. E' finita 3-3, ma con la Dea ora obbligata a battere il Villareal ( 7 punti, contro i 6 dei bergamaschi) per accedere al gruzzolo di milioni del turno successivo. Vincono invece le due milanesi battendo, come ai bei tempi, quei tosti dello Shakhtar ( 20, gol di Dzeco) e gli ancor più tosti dell'Atletico Madrid ( 0-1, gol Messias), a Madrid.La Beneamata dopo un decennio supera i gironi e si qualifica ( prima o seconda è da vedersi contro il Real) per gli ottavi. Qualche speranziella s'è inoltre riaccesa per quel povero Diavolo finora vessato da infortuni, arbitraggi pro - altri, sfiga calcistica. Battuto l'Atletico del Cholo dovrebbe ripetere l'impresa contro quei rompiscatole del Livepool, avversari di tante battaglie, una Champions in meno, lanciati a palla per battere ( in casa e fuori) gli spendaccioni arabi e russi. Ora, però, sor Sala, per favore, ci dia un San Siro nuovo ed adeguato alla bisogna. Sono in tanti a celebrare Diego, l'umano che contende ad Eupalla lo scanno di Olimpia, ad un anno dalla sua scomparsa. In prima fila i fans d' Argentina e di Partenope, che Diego aveva eletto tra i suoi ' figli' più amati. Certamente tra quelli mai più dimenticabili. Delle ultime battute sul mondiale di F1 poco o nulla c'è da aggiungere. Per quelli di Sky è il mondiale più avvincente degli ultimi decenni. Dimenticando di dire che a contenderselo non sono tanto l'irriverente Max, 21 anni tulipano, e l'intramontabile Lewis , 36 anni anglo, ma quei due marpioni del Toto e Horner, da flotte di legulei assistiti, che ( eliminata dal gioco la 'rossa') pensano di continuare a fare in pista il bello e il cattivo tempo. Al momento il Max guida la classifica con 8 punticini di vantaggio, a fronte di due Gp ancora da disputare, a Gedda ( 5 dicembre) e in Abu Dhabi( 12 dicembre). Economia. A segnalarle la novità è il 'Sole 24 Ore', in un titolone di prima pagina : ' L'Italia guida la ripresa europea'. Agguati Covid permettendo.

CRONACA DAL DIVANO. ( dal 18 al 28 novembre 2021).  Che c’è da dire questa volta? Poco, molto poco, tanto. Come ( quasi) sempre. Per quel che riguarda il tennis , intanto, non possiamo che lodare il buon Jannik che ha degnamente sostituto all’ATP Finals ( vinto da Sverev il nostro Matteo. Ora è [...]