Tag "Inghilterra"

 

Non solo sport. Brexit: bay bay Ue, ora si torna a far i pirati ! Champions: grande la Dea che non demorde.

Non solo sport. Brexit: bay bay Ue, ora si torna a far i pirati ! Champions: grande la  Dea che non demorde. Turno conclusivo dei gironi Champions. Passa ( come secondo) il Napoli ( 4-0 al Genk) che però licenzia il sor Carletto; non passa l'Inter ( 1-2 contro le riserve del Barca) che però il sor Conte se lo tiene. Eppure il sor Conte resterà saldo al timone della Beneamata. Ma essersi lasciato sfuggire l'ennesimo trofeo continentale, è diabolico, caro mister. Ripetitivo e diabolico. E finirà che nessuno più le darà ascolto, come a quello del ' lupo al lupo'. Ora la Beneamata, fuor di Champions, dovrà accomodarsi in Europa League, ma non sarà la stessa cosa. Non quella che i 70 mila di San Siro attendevano, non quella che la proprietà cinese riteneva possibile. Perchè se è vero che davanti pur rimaneggiato stava un Barca, altrettanto vero è che la squadra mandata in campo da Valverde era battibile, senz'altro battibile, almeno dalla metà campo in giù. Ma tant'è. Certo è che con questo andazzo rischiamo nel ranking di vederci rimontare pure dai tedeschi, dopo avere insidiato il secondo posto agli inglesi. Cose che hanno il loro valore, da non sottovalutare, nell'attesa (ovvio ) che qualche bacucco ( e bacucca) cominci a dare ( finalmente) il 'via libera' ad una nuova generazione di impianti sportivi. E a passare sono state la Signora ( 2-0 ai tedeschi) e la Dea ( 3-0 agli ucraini). E se la prestazione della prima rientra nella 'normalità' , quella della seconda resterà come una delle imprese più belle ed inattese del Paese dove tutto può accadere. In questo modo portiamo tre squadre agli ottavi, come i tedeschi. Ora, il futuro, sta tutto nelle mani di chi andrà a pescare la pallina giusta, perchè se così sarà non è detto che la Dea ( più che il Napoli) possa riservare una ulteriore sorpresa. Per quel che riguarda l'Europa League, ' mezz' indecorosa' è stata la prestazione della Roma ( passata come seconda, con pareggio 2-2) e del tutto 'indecorosa' quella della Lazio ( 0-2), già col piede in fossa. Che ci è andata a fare in Europa l'aquila di Lotito ( forse) manco il rude ( e serio) Igli Tare può spiegarlo. Questa volta ( piacere nostro ) l'Inzaghino non ha lacrimato, limitandosi a sputare la verità : ' Quest'anno la società ha fatto altre scelte rispetto all'Europa'. Già, ma se ( prima della scampagnata) avessero lasciato il posto ad un'altra consorella più volenterosa ( e dignitosa) non sarebbe stato meglio? Per noi, per loro, e per il calcio italiano che tanti detrattori ha? Nel frattempo, in Albione, lo scapigliato conservatore Johnson s'è aggiudicato il turno pro e contro Brexit. Con ( inattesa) maggioranza assoluta. Di qui in avanti, forse già intorno a Natale, potrà realizzare il sogno antico ( o datato) di tornare in mare per rinverdire le glorie dei pirati di sua Maestà.

LA CRONACA DAL DIVANO. Turno conclusivo dei gironi Champions. Passa ( come secondo) il Napoli ( 4-0 al Genk) che però licenzia il sor Carletto; non passa l’Inter ( 1-2 contro le riserve del Barca)  che però il sor Conte se lo tiene.  Cose da Belpaese. Carnascialesche. Dove tutto è e [...]

13 dicembre 2019 0 commenti

Non solo sport. Champions: Juve e Roma, avanti; Napoli e Inter, no. E che mal è ‘esser altro’ da Albione?

Non solo sport. Champions: Juve e Roma, avanti; Napoli e Inter, no. E che mal è ‘esser altro’ da Albione? La diversità calcistica ( e non soltanto) tra albionici e noi ce la spiega Mario Sconcerti : ' L'Inghilterra ( del pallone) resta un eccezionale movimento, il più grande, ma paradossalmente senza la forza della storia, lei che ha inventato il calcio moderno. Forse gli inglesi amano più divertirsi che vincere, giocano quasi sempre un calcio spontaneo, duro e semplice. Amano ancora il principio del gioco, correre oltre il confine. Per questo sono felici allo stadio e non ci hanno ancora colonizzati tutti, nonostante siano immersi nei soldi. E' questa felicità, un po' elitaria e banale, che li appaga e li tiene lontani dalla storia che hanno fondato. Il tempo peraltro dice che siamo vicini al Grande Cambiamento ... Nel 2014 infatti si arriverà ad un ridimensionamento dei tornei nazionali ...'. Romantico vero, amar la competizione in sè e non la vittoria? Ideale da eletti. Ma vero, non vero? Certamente di tanta idealità continuano ad imbeversi i ( nostri) riformatori che, imperterriti, continuano a credere che un popolo che ( per secoli) ha tanto tribolato possa convincersi ( anche sul campo da gioco) a tornare ( tanto per dire ) al 'desco familiare' a mani vuote, da perdente? Forse ai gentleman di Oxford e Cambridge, arricchiti durante il breve splendore d'un impero ( semi) planetario, il piacere della competizione può averli abituati a sovrastare il piacere della contesa stessa. Sentori, questi, da cavalieri della Tavola rotonda. Sentori che non è facile afferrare, da noi, anche se messe così le cose, diventano più comprensibili quelle quelle folle ordinate e unisone ( sempre che tenendole sotto controllo per evitare che si scatenino come nel passato non remoto ) a far da colorita e canterina scenografia ad un evento sportivo, qualunque esso sia, calcistico o rugbistico nell' ispecie. E' dunque codesto, quello d'Albione, il modo migliore di vivere l'agonismo, locale e planetario ? Eppoi, esiste davvero un modello privilegiato rispetto ad un altro per celebrare un evento sportivo? Ne siamo convinti? Non del tutto? Allora, per favore, o illuminati, lasciateci ( d'ora in poi) campare in santa pace. Senza cilici. Con le nostre storie millenarie, con le nostri gente mai usate e dome. Del resto, se dovessimo far scegliere al mondo tra una regata sulle grigie acque del Tamigi di provati e goliardici gentleman e una corsa selvaggia di puledri di razza montati al pelo in piazza del Campo, proprio sotto l'ardita e bella torre del Mangia, siamo ( proprio) sicuri che il mondo sceglierebbe i primi e non la seconda?

LA CRONACA DAL DIVANO. In Campionato doveva  farsi una passeggiatina in quel di Ferrara, e se l’è fatta. Due golletti alla gagliarda Spal, e pratica archiviata. Con occhi immediatamente rivolti all’impegno europeo. Di concerto con le altre tre big nostrane, che con l’eventuale  passaggio in blocco del turno a gironi potranno [...]

29 novembre 2018 0 commenti

Non solo sport. Lascia o no l’Ue, la perfida Albione? La Signora si rafforza, e le altre? Tasso se ne va.

Non solo sport. Lascia o no l’Ue, la perfida Albione? La Signora si rafforza, e le altre? Tasso se ne va. Theresa May, neo premier britannico, favorevole al Remain, già alla guida degli Interni fra 2010 e 2016, sostenitrice della linea dura nei confronti dell'immigrazione, ha sottolineato che accetta la 'sfida' del ' divorzio da Bruxelles' con 'una visione positiva sul futuro dell'Isola nel Mondo'. Ma come potrà riuscire a conciliare situazioni culturali e sociali interne ( per molti versi) sconosciute con il ( solito ) essere o non essere britannico nei confronti dell'Europa, probabilmente, al momento, manco lei lo sa.

CRONACA DAL DIVANO ESTATE. Prima ( da brava conservatrice) l’inchino alla regina Elisabetta, poi, subito al lavoro per metter sù la sua squadra di governo. Theresa May è ora la nuova inquilina del n 10 di Downing street, con davanti l’aspro cammino di ” dover condurre il Paese fuori dalla [...]

14 luglio 2016 0 commenti

Non solo sport. Ricca Albione, misera Italia. L’Europeo di Conte. L’abbraccio rosa. La ‘rossa’ che non ti aspetti.

Non solo sport. Ricca Albione, misera Italia. L’Europeo di Conte. L’abbraccio rosa. La ‘rossa’ che non ti aspetti. Nel calcio, in particolare, gli inglesi di danari ( tra diritti tivù e altro) ne hanno dranati talmente tanti che si stenta a crederci. Tra le storiche città ( calcistiche) d'Europa la prima è ora Manchester ( con 4525 mln euro di valore); la seconda è Londra ( con 3917 mln euro); la terza e la quarta son i due panda spagnoli, ma a condizioni speciali loro riservate; la quinta è Monaco di Baviera ( con 2153 mln euro); la sesta è Liverpool ( con 1728 mln euro). Se vogliamo rintracciare le italiane dobbiamo scendere al 7 e 8 posto, per abbracciare ( finalmente) Torino ( con 983 mls euro) e Milano ( con 944 mln euro). Come si riuscirà nel futuro prossimo venturo competere con questi 'accumuli' di danari non è immaginabile. A meno che la ' gran bolla' che avvolge il calcio inglese, e in parte quello spagnolo, non scoppi da un momento all'altro.

LA CRONACA DAL DIVANO ESTATE.  Di argomenti belli ed edificanti ce ne sarebbero, anche sotto i temporali di questa imprevedibile primavera. Purtroppo dobbiamo bene e spesso adattarci e ‘ sopportare‘ quanto ci viene imposto dalla cronaca. Italiana e non. Sportiva e non solo. Tra l’altro non è raro che realtà [...]

2 giugno 2016 0 commenti

Non solo calcio. A king Claudio la Premier. Dove Davide abbatte Golia. A ragionar tra Rossi e le ‘Rosse’.

Non solo calcio. A king Claudio la Premier. Dove Davide abbatte Golia. A ragionar tra Rossi e le ‘Rosse’. E adesso, anche al di sotto dell'Alpe, chi azzarderà più pronostici? Sì, perchè se non l'avete capita, dopo quanto è accaduto in Albione, il prossimo anno a contendere lo scudetto alla imbattibile Nostra Signora, potrebbero essere non tanto Napoli,Roma,Inter ma Crotone, Trapani e Cesena.Non sognano forse anche costoro?

LA CRONACA DAL DIVANO. Certo che ‘ vedere’ e ‘commentare‘ sport da un comodo divano  non è certo come ‘ seguirlo’ da una redazione, carta o altro poco importa, con tanti oneri da espletare e tante bocche da sfamare. Dove  ci sono tanti fili ( più o meno visibili) da tirare [...]

4 maggio 2016 0 commenti

Cronaca ( non solo) di sport. Italia, un’altra Corea. Squadra sbagliata, spenta e senza anima.

Cronaca ( non solo) di sport. Italia, un’altra Corea. Squadra sbagliata, spenta e senza anima. Dopo la Spagna anche l'Inghilterra se ne va dal Mondiale dei Mondiali. Le prime suggestive ipotesi. E gli esilaranti ( ma efficaci) trabocchetti all'amata Italia di Willy Blatter il Coyote.

LA CRONACA DAL DIVANO ( MONDIALE). L’idea di chiamarla ‘ cronaca dal divano’ è nata, semplicemente, mettendo a confronto quanto si dice nei media e quanto dice la gente. Quella che legge i pochi giornali ancora credibili, quella che guarda le mille rubriche televisive, che ascolta la radio. Non sappiamo [...]

20 giugno 2014 0 commenti

Inghilterra. E’ nato il royal baby: è un maschio e pesa 4 chilogrammi.

Inghilterra. E’ nato il royal baby: è un maschio e pesa 4 chilogrammi. Il nome? Verrà annunciato 'a tempo debito'.

INGHILTERRA. È nato il royal baby: è un maschio. Il trono di San Giacomo ha il suo terzo erede. E’ un maschio il figlio dei duchi di Cambridge ed è nato nell’ospedale St. Mary di Londra, nella cui Lindo Wing è ricoverata Kate Middleton. Il piccolo è nato lunedì 22 [...]

23 luglio 2013 0 commenti

Mondo. Torna dal Perù con otto larve carnivore nell’orecchio e rischia la paralisi facciale.

Mondo. Torna dal Perù con otto larve carnivore nell’orecchio e rischia la paralisi facciale. La ragazza è stata operata nel Regno Unito e ora sta bene Gli insetti avevano scavato un 'cuniculo' di 12 millimetri.

MONDO. Sembra una scena da film dell’orrore, eppure è successo veramente: una ragazza inglese di 27 anni è tornata da una vacanza in Perù con un orecchio infestato da larve carnivore che hanno scavato un “cunicolo” di 12 millimetri nei tessuti auricolari della giovane. Mal di testa, dolore al viso, [...]

19 luglio 2013 0 commenti

Londra. Funerali solenni e con onori militari. Il saluto a Maggie, la Lady di ferro, deceduta a 88 anni.

Londra. Funerali  solenni e con onori militari. Il saluto a Maggie, la Lady di ferro, deceduta a 88 anni. Margaret Thatcher 'costrinse' gli inglesi a 'liberarsi' d'un passato ormai lontano. Tante scelte discutibili. Ma portate sempre avanti con piglio e lucidità. Forse anche per questo il mito della ‘ terribile’ Iron Lady non arrugginirà mai.

PERSONAGGI D’EUROPA. Cerimonia funebre solenne e con onori militari. Così Londra, la Gran Bretagna, ha salutato Maggie, la Lady di ferro, deceduta qualche giorno fa all’età di 88 anni ( era nata, infatti, il 13 ottobre dl 1925). Margaret Thatcher, per tutti Maggie, ha segnato gli anni Ottanta, quelli del [...]

18 aprile 2013 0 commenti

Mandiamo quelli del rugby, a spiegare agli anglofoni chi è l’Italia? Irlanda sotto 22-13.

Mandiamo quelli del rugby, a spiegare agli anglofoni chi è l’Italia? Irlanda sotto 22-13. Non c'è forse sport migliore per abbattere vecchi pregiudizi. Battute Francia e Irlanda, spaventata l'Inghilterra. Negli altri sport: Carolina per il mondiale, Alonso per la rivincita, Moreno Moser per il nuovo ciclismo italiano.

LA CRONACA DAL DIVANO. Su un libro, recente, di Corrado Augias, sono ripresi alcuni giudizi retrodatati di illustri viaggiatori anglosassoni nel nostro Paese. Quel che continuano a dire  se poteva avere un qualche fondamento uno o due secoli fa, oggi,  non andrebbe oltre alla classica ‘sciocchezza’. Il problema è che [...]

16 marzo 2013 0 commenti