Forlì. Nuovo progetto Ior. Quattro pazienti oncologici ‘insuperabili’ alla conquista della via Francigena.

Forlì. Nuovo progetto Ior. Quattro pazienti oncologici ‘insuperabili’ alla conquista della via Francigena. Saranno 137 i km da percorrere a piedi in sei giorni, immersi nella suggestiva cornice del tratto toscano della via Francigena, con partenza da Lucca e arrivo a Siena. A raccogliere la sfida di questa avventura quattro pazienti oncologiche romagnole: Monica Giunta, di Riccione; Ilenia Marinelli, residente a Verucchio; Antonella Donati e Annalisa Ghetti, entrambe originarie di Faenza. Insieme riceveranno il testimone dal gruppo che le precede il 25 agosto a Lucca, per poi consegnarlo nelle mani delle persone che dovranno continuare il viaggio il 30 agosto a Siena. 137 km di infinita bellezza tra due dei capoluoghi più belli della Toscana, risalendo lo splendido borgo arroccato di San Miniato, attraversando le torri di San Gimignano e ammirando la maestosa fortificazione di Monteriggioni. Il tutto per perseguire la causa del 'movimento utile', corretto e supervisionato, quale mezzo per prevenire e rallentare i sintomi di numerose patologie, come supporto psicologico insostituibile in persone con diversi gradi di fragilità e, perché no, come esempio anche per le persone sane, spesso imprigionate in stili di vita troppo sedentari.

FORLI’. 137 km da percorrere a piedi in 6 giorni, immersi nella suggestiva cornice del tratto toscano della via Francigena, con partenza da Lucca e arrivo a Siena: è questa la sfida che l’Istituto oncologico romagnolo, in collaborazione con Rosa associati e LAMU – Libera accademia del movimento utile, ha proposto [...]