Bologna. Dall’Ue 1,8 mld alle università. Sul podio: Milano, Bologna,Torino e ‘Bocconi’ tra le private.

Bologna. Dall’Ue 1,8 mld alle università. Sul podio: Milano, Bologna,Torino e ‘Bocconi’  tra le private. Il 95% dei progetti finanziati da Horizon 2020 è stato realizzato da atenei statali, a cui è arrivato il 94% dei contributi erogati. Ma il dato nazionale restituisce anche un punto di vista ulteriore: uno squilibrio tra la capacità di accesso ai fondi da parte delle università più grandi rispetto a quelle di minori dimensioni. Le università nelle prime 10 posizioni in graduatoria raccolgono oltre il 50% del contributo totale ricevuto (967,4 milioni di euro). Se si tiene conto delle caratteristiche degli atenei (statali e non statali, suddivisi in categorie omogenee per dimensioni), la classifica restituisce un dato in linea con le aspettative. Sono i Politecnici e le Università 'Mega' a posizionarsi nelle prime posizioni, intervallati da alcune eccezioni positive: si tratta dell'Università Ca' Foscari di Venezia (181 progetti per 59 milioni di euro) e dell'Università di Trento (131 progetti per 55 milioni di euro), rispettivamente in nona e decima posizione. Inoltre, se l'Università Federico II di Napoli è il primo ateneo del Mezzogiorno (127 progetti per 51 milioni di euro), l'Università commerciale Luigi Bocconi è la prima in graduatoria tra quelle non statali (56 progetti per 46 milioni di euro). Quanto al ranking degli atenei per i 'Pillar' in cui è strutturato il programma Horizon 2020, il Politecnico di Milano risulta primo per 'Excellent Science' e 'Industrial Leadership' (quest'ultimo prevalentemente dedicato alle imprese), mentre l'Università di Bologna è leader sul terzo pilastro 'Societal Challenges'. Analizzando nel dettaglio i progetti, si nota che la formazione e mobilità dei ricercatori, finanziata dalla misura Marie Sklodowska Curie (MSCA), è quella con più partecipazioni finanziate: 1.332, pari al 29% del totale.

   Bologna, 18 aprile  2022 – Dal 2014 ad oggi sono quasi 1,8 miliardi di euro i contributi europei per progetti di ricerca e innovazione raccolti dalle università italiane. Si tratta di circa un terzo dei circa 5,6 miliardi di euro di contributi erogati nell’ambito del programma per la ricerca [...]