Tag "Mario Draghi"

 

Non solo sport. Nations, noi solo terzi. E’ riapparsa la ‘rossa’. L’Angela d’ Europa saluta anche l’Italia.

Non solo sport. Nations, noi solo terzi. E’ riapparsa la ‘rossa’. L’Angela d’ Europa saluta anche l’Italia. Ma non glielo avevamo detto, sor Gravina, di cominciare sgomitare lassù dove decidono l'invio di questa o quella giacchetta per dirigere coppe e tornei europei e internazionali? Glielo avevamo detto o no? Ascolta? Non ascolta? Ci fa o non ce la può fare? E comunque sia, come vede, quelli che maneggiano quegli ometti vestiti di nero non scherzano. Non perdono una battuta. Basta che inviino qualche lor prezzolato per mandare l'acqua in su anche laddove non sarebbe nè richiesto, nè saggio, nè giusto. Nella penultima di Nations dell'Italia del Mancio, in semifinale contro i fratelli d'Ispagna, ha visto o no, che hanno saputo fare le cornacchie dell'Uefa ? Ci hanno spedito ( non ce ne voglia l'interessato perchè questo è un presago che nessun ci toglie ) il solito prezzolato dotato di collaudata scienza chirurgica arbitrale che altro non ha fatto per indirizzar le cose che cacciar fuori quanto prima il perno della difesa azzurra lasciandola sguarnita e pronta per essere colpita in ogni momento. Il tutto tramite due ( geniali ) cartellini, il primo illegale, il secondo possibile. Fatto è che abbiamo dovuto combattere ancora una volta in inferiorità numerica e tattica. Al termine dell'incontro le notorie pletore di sfaccendati ' buccaloni' che infestano ( con poche credibili eccezioni ) giornali e tivù pubbliche e private ( ) si sono affrettate nel magnificare la ' superiorità' altrui. Che, per certi aspetti ci può anche essere stata, ma che ci vuol chiedere sor Gravina a chi di dovere se una volta tanto anche a noi ci fan giocare in superiorità ( non solo numerica)? Che ci vuole? E' davvero impossibile ottenere uno svolgimento di gara internazionale come quello della finale europea in compagnia di quei gentlemans che si strappavano l'argento dal collo? Non ce la si può fare, sor Gabriele? Bene, meglio, perchè così lasciando le cose che bisogno avremo d'interrogare gli aruspici per sapere come passeremo il Natale sul Golfo? E comunque la Nations è andata ai Franchi, in rimonta ( 1-2), con un gol che dire in fuorigioco è poco. Noi siamo giunti terzi, giusti sul podio, battendo i belgi ancora una volta ( 2-1), ricavando qualche punticino utile per il ranking Fifa, e qualche rimpianto, appena bisbigliato. Adesso, a novembre, ci aspettano gli Svisserotti, che nel gironcino mondiale ci stanno appresso, col fiato sul collo, e che ( come al solito) sogneranno di farci un bel sgambetto. Per andar loro al caldo sole del Golfo quando in Europa sarà gelido Natale. Angela Merkel, cancelliera per 16 anni del paese guida dell'Europa, ha fatto visita all'Italia. La sua ultima visita da cancelliera, all'Italia, un paese che ( nonostante le malelingue) ama assai, e nel quale ha promesso di tornare ( molte) altre volte. A stringerle la mano il nostro Draghi, che con l'esponente tedesca ha combattuto decisive battaglie, anche se da sponde diverse, su quanto andava accadendo nell'inquieta Eurozona. Che fatica a mutarsi in nazione, una grande nazione. Fatica, certo, ma si sa che parti del genere non possono che avere lunga e dolorosa gestazione. Del resto, qual altre possibilità hanno i tanti pezzi e pezzettini del Vecchio Continente di fronteggiare inter pares Continenti veri e propri e da tempo vestiti con mimetica tuta da battaglia?

CRONACA DAL DIVANO.  ( dal 4 al 10 ottobre ). Ma non glielo avevamo detto, sor Gravina, di sgomitare lassù dove decidono l’invio di questa o quella  giacchetta per dirigere coppe  e tornei europei e internazionali? Glielo avevamo detto o no? Ascolta? Non ascolta? Ci fa o non ce la può proprio fare? E c0munque sia, [...]

11 ottobre 2021 0 commenti

Non solo sport. Mario Draghi: ‘ Qui è in gioco il nostro destino’. Nostro o della futura, grande Europa?

Non solo sport. Mario Draghi: ‘ Qui è in gioco il nostro destino’. Nostro o della futura, grande Europa? A leggere i nostri anni con gli occhi della storia, almeno quella dal 1861 ad oggi, potremmo arrivare a dire che di anni decisivi come questi ce ne sono stati pochi altri. L'esordio dell'Italia, ovviamente, che ha visto un nobile piemontese dar corpo e anima ad una nazione che manco l'Alighieri o il Macchiavelli avrebbero sognato. Forse, l'immediato post prima guerra europea vinta dal nostro popolo dopo alcuni secoli di ' servaggio ostello'. Infine, e di certo, il riallacciarsi di quel filo che si stava portando ad una rinascenza che una dittatura ha ( brutalmente ) strappato costringendoci, tra l'altro, ad una guerra che ' non s'aveva ( assolutamente) da fare'. Una guerra di cui scontiamo tuttora le pesanti conseguenze. Che non analizziamo. Ma che sottolineiamo, perchè, qui, dev'essere arrivato uno di quei ' passaggi epocali' dove perdere la corsa giusta potrebbe risultare letale, per noi e per l'Europa. Un' Europa che cerca un altro Cavour. O anche solo un Draghi, che sta aggiungendo qualità a qualità ( al momento) comprese ( più ) Altrove che ( lungo) il Belpaese. Il Premier, lunedì 26, ha illustrato alla Camera, prima dell'invio a Bruxelles, il dossier redatto per accedere al Recovery Fund, ovvero agli aiuti dell' Ue destinati ai Paesi messi in ginocchio dal Covid e inseriti nel progetto Next Generation. Un dossier dove sembra esserci tutto quel che conta. In cinque punti. Dal welfare alle opere pubbliche. Dalle donne ai giovani. Tra riforme ( attese da anni) e investimenti ( indispensabili come luce del sole). Tutto dentro 330 pagine. Ma sintetizzato ed esposto con autorevolezza, chiarezza e determinazione. Qualità da leader super partes, ' scoperto' dal nostro sempre attento e sempre tempestivo Presidente. Che Draghi riesca a compiere l'impresa ( o il miracolo, come dice il Financial Times) non si sa. Certo non va lasciato solo. Una volta tanto meschinità, orticelli e furbastri di varia natura e colore, vanno messi all'angolo. Chi può dare, dia. Generosamente. Con la lungimiranza di chi tiene nel cuore figli e nipoti. ' Nel dossier - ha ammonito Mario Draghi - non c'è solo un insieme di progetti, obiettivi, numeri e scadenze. Qui c'è il destino di un Paese, e anche la sua credibilità e reputazione a livello internazionale'. Come dire che potremmo ( finalmente) sottrarci ( per sempre) dagli effetti infausti d'una guerra che non s'aveva da fare, tornando ( tra l'altro) su un percorso iniziato qualche secolo fa e ripreso dopo il 25 aprile 1945. Un percorso decisivo ma che riguarda ( solo) noi, o (soprattutto) la futura grande nazione che sta ( dogliosamente) nascendo?

LA CRONACA DAL DIVANO. ( Dal 21 al 26 aprile). Gira nell’aria il Recovery Plan. S’odono, lontani, tuoni di vendetta per quei ‘ figli di putta’ della Superlega che, dopo solo qualche urlo, e alcuni accenni di ritorsioni, se la sono data a gambe levate tra l’ilarità generale. Infatti di truppe così [...]

27 aprile 2021 0 commenti

Non solo sport. L’esempio di Antonio Megalizzi. L’eredità di Mario Draghi. E altre pagine ( non solo) di sport.

Non solo sport. L’esempio di Antonio Megalizzi. L’eredità di Mario Draghi. E altre pagine ( non solo) di sport. Ma non è dalla cronaca sportiva che piovono le notizie più preoccupanti. Quelle, semmai, giungono dalla 'attualità', dalla 'politica' e dalla 'nera'. E che, in un modo o nell'altro, sembrano avere come comune denominatore ( ancora una volta) l'Europa. Non ce l'ha fatta Antonio Megalizzi, 28 anni, giornalista, a sopravvivere alle ferite inferte dal terrorista islamico. Se n'è andato lasciandoci però una 'eredità' d'irrinunciabile valore. Antonio, infatti, era uno che credeva nel mestiere del giornalista, e così ad un europeismo inteso come integrazione, voglia di capire, opportunità. L'Europa è un riferimento importante anche nelle 'ultime dichiarazioni' di Mario Draghi da capo della Bce. Da tenere ben chiare. Da collegare. E su cui riflettere e operare. ' Altrove nel Mondo - ha detto il Presidente Bce - si sta diffondendo il fascino delle idee e dei regimi illiberali; stiamo vedendo piccoli passi indietro nella storia. Ed è per questo che il nostro progetto europeo è ancora più importante oggi... E' solo continuando a progredire, liberando le energie individuali ma anche promuovendo l'equità sociale, che salveremo attraverso le nostre democrazie, con unità d'intenti'. ' L'Unione monetaria - ha sottolineato - è stata un successo sotto molti punti , allo stesso modo dobbiamo riconoscere che non tutti in Paesi sono stati ottenuti i risultati. attesi. Occorre ora disegnare i cambiamenti necessari dell'Unione monetaria e realizzarli il prima possibile, spiegandone l'importanza a tutti i cittadini europei'.

LA CRONACA DAL DIVANO. E’ arrivata la ‘sentenza’ Uefa per il povero Diavolo. Una multa ( 12 mln) e tante ‘minacce’, oramai rituali, a tutti i livelli, quando il barbaro si rivolge al latino : ” Se il Club non dovesse rispettare il pareggio di bilancio al 30 giugno 2021 sarà [...]

17 dicembre 2018 0 commenti

Italia e mondo. La borsa sospinta dall’intervento di Mario Draghi punta verso un trend positivo, a febbraio la conferma.

Italia e mondo. La borsa sospinta dall’intervento di Mario Draghi punta verso un trend positivo, a febbraio la conferma. L'immissione di liquidità della Bce ad opera di Mario Draghi sta dando i suoi primi risultati in borsa.

ITALIA E MONDO. Solo al di sopra dei 20.672 di Ftse Mib, livello da mantenere nel mese di febbraio, si avrà una ripresa del trend positivo. La borsa sospinta dal fuoco di Mario Draghi ha puntato decisa verso quei livelli di resistenze superiori che da alcune settimane sono stati indicati [...]

27 gennaio 2015 0 commenti

Italia. Corsa al Quirinale: per i bookmaker Emma Bonino supera Prodi e Monti.

Italia. Corsa al Quirinale: per i bookmaker Emma Bonino supera Prodi e Monti. Nel vivo la partita per il Colle. Prima seduta per l'elezione del nuovo Capo dello Stato il 18 aprile.

ROMA. La prima seduta per l’elezione del nuovo capo dello Stato è fissata per il 18 aprile. Per i bookmaker stranieri Emma Bonino è diventata il candidato favorito per la poltrona del presidente della Repubblica. Sul tabellone di Betaland, spiega l’agenzia specializzata Agipronews, la sua elezione al Quirinale si gioca [...]

5 aprile 2013 1 commento

Effetto Piano Draghi. Oggi più contenuta è la distanza politica tra Germania e resto d’Europa.

Effetto Piano Draghi. Oggi più contenuta è la distanza politica tra Germania e resto d’Europa. Draghi infiamma le Borse, euforia a Milano (4,31%) e Madrid (4,9%). Lo spread crolla a quota 370. Rally dei bancari. Perché alla Merkel conviene salvare l'euro.

L’EUROPA IN FASCE. Chissà perchè Jens Weidmann, che ha votato contro il piano Draghi (e in opposizione al suo connazionale, consigliere esecutivo della Bce, il tedesco Joerg Asmussen), che non conosciamo affatto, e verso il quale potremmo avere anche abbagli clamorosi, ce lo immaginiamo tra quei tedeschi fasciati da una [...]

7 settembre 2012 0 commenti

Germania,Italia,Europa. Un’agenda – impegni ambiziosa. Con Merkel e Monti in primo piano.

Germania,Italia,Europa. Un’agenda – impegni ambiziosa. Con Merkel e Monti in primo piano. E' strano, perfino incredibile, che l'Italia abbia ritrovato una sua dimensione europea. Angela Merkel l'azdora d'una famiglia con enormi potenzialità. Da mettere a frutto.

AGGIORNIAMOCI SULL’EUROPA. Non  è certo facile star dietro a quanto accade in Europa.  Soprattutto star dietro ai movimenti di alcuni esponenti, come Merkel, Hollande, Rajoy e il nostro Monti, impegnati in un tour de force davvero inusuale. Si dovesse giudicare dai movimenti si potrebbe azzardare d’essere in presenza di qualcpsa [...]

29 agosto 2012 0 commenti

Bruxelles: accordo raggiunto. L’Europa respira e ‘riparte’ con la nuova ‘Casa comune’.

Bruxelles: accordo raggiunto. L’Europa respira e ‘riparte’ con la nuova ‘Casa comune’. Soddisfatto Mario Draghi. Soddisfatto Mario Monti. Soddisfatta la Merkel. Soddisfatta l'Europa. Le borse s'alzano e lo spread cala. E' la volta buona?

ULTIME DA BRUXELLES. Le agenzia battono gli ultimi, attesi aggiornamenti sul vertice di Bruxelles. Che per molti era decisivo circa le sorti future dell’Euro e, quindi, dell’Europa. Vediamo questo  aggiornamento ( 29 giugno, ore 10:41- fonte Adnkronos) . Dopo 13 ore di maratona negoziale arriva l’intesa su Patto per la crescita, [...]

29 giugno 2012 0 commenti

Italia & Europa. Oggi Consiglio Europeo, verso il nuovo patto di bilancio?

Italia & Europa. Oggi Consiglio Europeo, verso il nuovo patto di bilancio? C'è ottimismo sul summit di Bruxelles, l'intesa sul Fiscal compact potrebbe essere vicina... E intanto lo spread fa sempre meno paura

VIA DALLA CRISI. Si può dire che siamo quasi fuori dal tunnel o che almeno ne vediamo la fine? I ‘sintomi’ per dirlo ci sarebbero tutti. Se tutto va bene oggi il Consiglio Europeo aprirà una nuova fase di sviluppo economico, secondo l’accordo sul nuovo patto di bilancio che dovrebbe [...]

30 gennaio 2012 0 commenti