Tag "Mercedes"

 

Non solo sport. La ‘rossa’, cotta e mangiata! Il ‘dinamitardo’ Aru ‘ da solitario’ secondo al Tour .

Non solo sport. La ‘rossa’, cotta e mangiata! Il ‘dinamitardo’ Aru ‘ da solitario’ secondo al Tour . Auto. Lo spettacolo c'è, sì, a sprazzi, ma quando si vedono gomme a sbriciolarsi ad uno due giri dalla fine, non è che si resti (tutti) entusiasti ( e convinti) . La speranza è che dopo il circuito di casa Hamilton si possano frequentare circuiti più 'imparziali'. E 'veritieri'. A cominciare dall'Ungaro, in lista sul carnet ( prima della pausa) nel prossimo weekend. Tra le pagine belle del weekend non possiamo non segnalare, da un lato, quelle che raccontano delle belle medaglie del nuoto per i nostri colori; ma anche, dall'altro, quella che scolpisce l'ottava Wimbledon di re Federer. I nostri ragazzi si sono portati a casa un argento e un bronzo nella 5km di fondo sul lago Balaton; Roger, invece, non ha fatto altro che baciare e ribaciare quel prestigioso simbolo dorato che lo proietta 'dritto dritto' tra i più grandi di sempre del suo sport.

LA CRONACA DAL DIVANO. Se non andiam errati, da tre Gp ( più o meno)  a questa parte, e dopo che Toto boss Mercedes s’è andato a lamentare in Pirelli del fatto che ( al contrario delle ‘frecce‘)   le ‘rosse‘ trovassero sempre le finestre giuste nell’ utilizzo degli pneumatici, la [...]

17 luglio 2017 0 commenti

Non solo sport. ‘ Rossa ‘ e ‘Frecce d’argento’: che spettacolo! Aru, secondo al Tour, ma senza squadra.

Non solo sport. ‘ Rossa ‘ e ‘Frecce d’argento’: che spettacolo! Aru, secondo al Tour, ma senza squadra. Ora la classifica piloti di F1 è questa: Vettel ( Ferrari) 171 punti, Hamilton ( Mercedes) 151, Bottas ( Mercedes) 136. Quella costruttori: Mercedes 287 punti, Ferrari 254. Praticamente tutto da decidere, a ricominciare da domenica prossima, questa volta sulla pista di casa Hamilton, la sua lussureggiante ed infida Albione. Quel che potrà accadere non si sa, anche perchè le due auto sembrano davvero equivalersi. Dilatando lo spettacolo. Ad Aru non ha dato manforte manco il compagno di squadra, danese, impegnato a far di suo piuttosto che a far acquisir secondi al co-equipiere , secondo in classifica, a soli 18 secondi dal capo classifica Froome. Bravo. E così che ci si comporta nelle terre del Nord? Solito sfaldamento invece di una squadra italiana nella fase finale d'un torneo. Questa volta ad andare in panne sono stati i bravi ragazzi della U19 di basket, sconfitti nella finale per il titolo mondiale dai coetanei del Canada. Bravi e non oltre, quindi, i nostri. Per loro un'ovazione, non un trionfo. Anche perchè se ci abituiamo in ogni occasione ad eseguire celebrazioni straordinarie per risultati parziali, finiamo col tirare su generazioni disposte a far 30 e mai 31.

LA CRONACA DAL DIVANO. Settimana vivace. Con avvenimenti e appuntamenti ( non soltanto) sportivi, tra cui:  la convocazione a Parigi di Vettel e la ( combattuta) disputa  del Gp d’Austria nel weekend;  gli sviluppi al Tour con il nostro Fabio Aru in lotta per la Gialla, la fase finale  sull’erba di Wimbledon; ma anche le sorprese [...]

10 luglio 2017 0 commenti

Non solo sport. Seb e la ‘rossa’: dopo il danno anche la beffa? Torna in pista l’uomo senza età di Tavullia.

Non solo sport. Seb e la ‘rossa’: dopo il danno anche la beffa? Torna in pista l’uomo senza età di Tavullia. Oggi come oggi i paludati della Fia stanno pensando bene di rincarare la dose sul povero Seb ( e sulla Ferrari). In ballo c'è la presunta violazione dell'articoli 151/Comma c del Codice sportivo internazionale che si riferisce a eventuali comportamenti che possano causare danni d'immagine allo sport. Per dirla più in breve: ora Seb, rischia ulteriori sanzioni. Quali non si sa. Ce la faranno i nostri eroi guidati da quel Todt gran custode della sicurezza a compiere un altro misfatto? Forse sì, forse no. Certo è che da Baku la Ferrari si è portata dietro un carico di cerotti e bastonate: a provocare Vettel ci ha pensato Hamilton, a scassare Raikkonen il connazionale Bottas. Lavoretti puliti. Ben sapendo che i ( provocatori ) vanno a piede libero e i ( soliti) bastonati in galera. Vorrà dire che se (ri)toccheranno ancor di più la 'rossa' e i suoi piloti ci toccherà ripetere quanto facevamo quando a guadare la F1 s'erano ridotti il ( mai dimenticato ) Bernie e i suoi famigliari: ovvero, se in pista corre la 'rossa' si sta alla tivù, se invece non c'è perchè se la sono cotta e bollita a loro piacimento o si fa zapping o si spegne la tivù o si va altrove. Ai monti o al mare. Semplice.

 LA CRONACA DAL DIVANO.  Proprio in queste ore  i paludati della Fia stanno pensando bene di rincarare la dose sul povero Seb ( e sulla Ferrari). Con un supplemento d’indagine. La Fia infatti riesaminerà ( lunedì ?), a Parigi, la vicenda della collisione avvenuta a Baku durante il Gp d’Azerbaigian fra Sebastian [...]

30 giugno 2017 0 commenti

Non solo sport. Ragazzi, affondate l’Invincibile armada. Lupo e agnello, favola rinnovata tra ‘frecce’ e ‘rossa’?

Non solo sport. Ragazzi, affondate l’Invincibile armada. Lupo e agnello, favola rinnovata tra ‘frecce’ e ‘rossa’? E mentre il solito germanofono Niki s'affrettava a dar ragione al lupo di casa, che faceva la giuria russa? Puniva la pecorella danneggiata, colpevole ( a dir suo) d'un ( imperdonabile ) gesto di reazione, costringendola come non bastassero i danni fattole patire anche ad una sosta supplementare di 10'' ai box. La pecorella Vettel, infatti una volta subito l'agguato, si è affiancato al rivale, per fargli notare oltre alla pericolosità dei gesti quanto si può essere 'pirla' anche da lupi. La ( cervellotica) penalizzazione, è ovvio, ha finito col togliere alla 'rossa' la chance di vincere la gara e di staccare ( di molto) in graduatoria il rivale. Esilarante il fatto che ( ciò nonostante ) Vettel si sia portato in carniere due punti in più rispetto ad Hamilton ( ora 15 punti sotto). Fossero magari quelli a decidere il Mondiale ci sarebbe dal crepar dal ridere. E dalla lotta contro il brutale alemanno in auto passiamo alla meraviglia ( ancora una volta) donata ai nostri occhi dal più grande centauro di sempre. Che dove vada, il mondo delle piste si colori di giallo non fa parte di certo di un caso. Gli voglion infatti tutti bene ( e lo ammirano) in ogni continente. In particolar i bimbi.

 LA CRONACA DAL DIVANO. Il lupo, che aveva deciso di mangiarsi l’agnello, trovò ogni pretesto per realizzare il suo inconfessabile desiderio. La favole è antica ( vedi sotto una versione integrale) ,  probabilmente del VII secolo a.C, ma è nota tanto ai ragazzi italiani quanto ai coetanei germanici e di [...]

26 giugno 2017 0 commenti

Non solo calcio. Rombano i motori: F1 in Canada e Gp a Barcellona. Raiola e i suoi ‘ carissimi’ Gigietti.

Non solo calcio. Rombano i motori: F1 in Canada e Gp a Barcellona. Raiola e i suoi ‘ carissimi’ Gigietti. Stanno tornando in pista auto ( Canada) e moto ( Barcellona). E con le solite curiosità: ce la farà la 'rossa' di Maranell0 a ribadire anche Oltreoceano il suo fresco primato in pista? Torneranno Toto e Niki a chiedere in piatto di spaghetti con ragù all'emiliana al box-cucina della odiata rivale? E il maestro di Tavullia s'è ripreso o no dagli spasmi della caduta su un campo da motocross che per poco non gli costava l'abbandono delle ultime speranze di conquista del decimo sigillo? Ma la 'rossa' di Borgo Panigale è davvero uscita dalla tomba, per far sgranare gli occhi a mandorla degli increduli del Sol Levante? Intanto l'orribile Calciomercato tornato prepotentemente sulle pagine dei giornali a dettare le sue voglie , le sue fantasie, le sue scelleratezze. Come quella di vedere crescere a dismisura, oltre il lecito, prezzi altrimenti ridicoli.

LA CRONACA DAL DIVANO. Stanno tornando in pista auto ( Canada) e moto ( Barcellona). Due appuntamenti tanto attesi dagli appassionati di tutto il mondo. E anche, e soprattutto, da quelli che lo sport amano goderselo davanti ad un bel televisore 3HD ( magari a tecnologia Oler) per entrare con [...]

9 giugno 2017 0 commenti

Non solo calcio. Tornano a volare le ‘rosse’. Magic Giro ad un olandese. La Signora più bella per Cardiff.

Non solo calcio. Tornano a volare le ‘rosse’. Magic Giro ad un olandese. La Signora più bella per Cardiff. Toto Wolff, che stimiamo e ben vogliamo, non ha mancato di farci sapere che dalle sue parti a perdere ( con gli italiani) proprio non ci stanno. Ha detto il buon Toto: ' Le gomme? Un mistero italiano, con quella strana capacità della 'rossa' di trovare sempre la finestra giusta per far rendere al massimo le gomme'. Al che, ovviamente, la Pirelli ha risposto: 'Nulla di strano. Per noi sono tutti uguali.I successi della 'rossa' sono frutto dell'umiltà di Seb e del geniale lavoro degli uomini in rosso'. Il problema, semmai, per te Toto e per quell'altro che è tornato a mangiar spaghetti dove gli spaghetti li sanno fare davvero, è accettare che sotto l'Alpe l'ingegno abbonda. Eccome. Tanto quanto quelli che fessi li puoi fare, ma non all'infinito. Ingegneri sconosciuti e giovani, giovanissimi, gomme giuste e tanta rabbia in arretrato accumulata in corpo, questo è il mix terribile contro il quale non c'è Tigre o Bismarck che può sperare di vincere. E fattene una ragione, amabile Toto. Anzi, visto che hai cominciato con la splendida Mille Miglia, continua frequentare il Belpaese. Anche per toglierti di dosso ( prima o poi) quel camice bianco color pallore e indossarne un altro rosso color passione. In fondo l'Europa che ' dovrà (ri)prendere in mano il suo destino', ha bisogno di questo. Di vita nova, e non stantia.

CRONACA DAL DIVANO. Ma che fine settimana! Memorabile.  Le ‘rosse’ hanno sbancato Montecarlo. Dumouline s’è portato a casa, in Olanda,  il Giro Centenario. Il Crotone s’è salvato in extremis spedendo nella B un Empoli davvero indecifrabile. E a questo  primo elenco si potrebbero aggiunge, tanto per non dimenticar nulla, la bella [...]

30 maggio 2017 0 commenti

Non solo sport. Dopo la Signora e la Rossa, anche il nostro Vale s’è fatto un ‘nido’ sul tetto del Mondo.

Non solo sport. Dopo la Signora e la Rossa, anche il nostro Vale s’è fatto un ‘nido’ sul tetto del Mondo. E' un'intervista pacata quella concessa da Paolo Berlusconi, 68 anni, editore, alla 'rosea'. E anche rivelatrice di un qualcosa che, tutto sommato, già si conosceva. Il Berlusca, infatti, ha tanto tracheggiato, perchè, al fondo, di privarsi di quelle maglie proprio non gli andava giù. 'Alla fine - rivela il fratello minore del Berlusca- la ragione ha dovuto prevalere sul cuore. Ma in realtà c'è stata un'altra cosa che profondamente addolorato mio fratello. Quella di non avere consegnato il club a un imprenditore milanese o italiano. Non si è fatto avanti nessuno ed è un peccato perchè in quel caso credo avrebbero potuto esserci delle agevolazioni'. Evidentemente, pensiamo noi, oggi, anche il fascino della antica gloria, non attrae più di tanto. Anche perchè all'interno del mondo calcio sono germogliate situazioni e figure con le quali non tutti se la sentono di convivere. E poi ci sono i danari, tanti, troppi davvero, al punto che solo quelli che se li stampano in proprio riescono a soddisfare le folle brame crescenti di procuratori, giocatori e addetti ai lavori,mai domi, mai sazi, e sempre alla ricerca dell'ingaggio clamoroso. Ora il vecchio inclito Diavolo è finito in mani orientali. Mani di padroni ancora sconosciuti ( o quasi). Difficile dire se siano tra quelli che vendono patacche o che le patacche fanno vendere ad altri.

LA CRONACA DAL DIVANO. Dopo la Nostra Signora e la Rossa anche il Vale s’è fatto il suo nido sul tetto del Mondo. Intendiamoci, sono  posizioni ancora da stabilizzare, e purtuttavia sul tetto costoro  si sono assisi, ben guardando gli altri, tutti gli alti, dall’alto verso il basso. Intanto si riaccendono [...]

27 aprile 2017 0 commenti

Non solo sport. E la ‘Gina’ va: ora col suo Seb s’è fatta un ‘nido’ sul tetto del Mondo. Milano: Europa sì o no?

Non solo sport.  E la ‘Gina’ va: ora col suo Seb s’è fatta un ‘nido’ sul tetto del Mondo. Milano: Europa sì o no? Ora Seb guida il Mondiale di F1 con 68 punti, qualcuno in più di Lewis che un grazie di cuore dovrebbe rivolgere al compagno di squadra Bottas. Dapprima per averlo atteso e poi per essersi inchinato al suo passaggio. Prossimo appuntamento di questo entusiasmante mondiale in Russia, a Soci, tra due settimane. Le folle stanno tornando. Uno sguardo come sempre agli altri sport. E a Milano, in particolare, impegnata a ritrovar l'impervia ( e mai dimenticata) strada per le Coppe.

LA CRONACA DAL DIVANO. Che questa volta al muretto della ‘rossa’ non si siano appisolati come in Cina s’è visto e claramente. Gli è bastato infatti star sul pezzo un pochetto di più, azzeccare i tempi d’un cambio gomme, e consentire al loro ( sempre più felice) Seb un volo solitario nel [...]

17 aprile 2017 0 commenti

Non solo sport. Milano, che ci fai fuor d’Europa? Buona Pasqua anche alla ‘rossa’, purtroppo in rimonta.

Non solo sport. Milano, che ci fai fuor d’Europa? Buona Pasqua anche alla ‘rossa’, purtroppo in rimonta. Calcio. Berusca lascia. L'importante comunque è che il buon, vecchio Diavolo torni alla grandezza antica. Praticamente nell'empireo delle grandi del pallone, dove del resto ( come nessun altro) è stato in quest'ultimo trentennio. E' curioso, ma se si va a sbirciare sugli almanacchi, quegli omini in maglia rosa e nera, in un quarto di secolo hanno raggiunto una tale messe di vittorie da consentire al Berlusca il sorpasso sul mitico Bernabeu. Roba da non credere. Sacchi, il profeta di Fusignano, commenta: 'Non dimenticherò mai questi colori con loro gente. Quegli anni. Quei successi, che hanno cambiato la storia del calcio'. Altra notizia di rilievo è la firma de la Joja con la Nostra Signora di Torino fino al 2022. Il ragazzo, 23 anni, ha impressionato e non poco durante una di quelle partite che contano assai. Soprattutto per distribuire lauree e resettare gerarchie, che in questo caso stanno cambiando e di tanto: resta infatti sul trono il Messi ( recanatese) del Barca, ma ai suoi piedi c'è già il successore designato ad impugnare lo scettro di migliore del Mondo.

LA CRONACA DAL DIVANO. Qualifiche deludenti per la ‘rossa’ in Bahrain: le ‘ frecce’ con Bottas ( e non Hamilton) si riprendono la prima fila, davanti a Vettel, Ricciardo e (taxista ) Kimi. Ora si dovrà risalire, e non sarà facile. Ancora una volta, dietro quel muretto della ‘rossa’, qualcuno [...]

16 aprile 2017 0 commenti

Non solo sport. Maestro di Tavullia ci sei o non ci sei? Seb, via dalla ‘rossa’? Suvvia, non scherziamo!

Non solo sport. Maestro di Tavullia ci sei o non ci sei? Seb, via dalla ‘rossa’? Suvvia, non scherziamo! E visto che stiamo parlando di giovani, sui giovani del nostro sport soffermiamoci. Intanto, che potranno essi riservarci in futuro? Indaghiamo. Pallanuoto ( maschile e femminile), pallavolo ( maschile e femminile), nuoto ( Greg e Detti) e perfino atletica ( Trost e Tamberi) sono discipline di grande prospettiva. Infatti i nostri ragazzi promettono di reggere il confronto planetario. In una fase interlocutori ci sembra il ciclismo su strada e su pista. Così il tennis maschile femminile. Andiam di male in peggio invece nel basket e nel rugby, il bluf dei bluf. Qui, i giovani, o non ci sono o latitano. Per i giganti di cartongesso del rugby, poi, perchè si insista a indurli a collezionare cucchiai di legno proprio non si capisce?

LA CRONACA DAL DIVANO. E’ l’Italia figlia dell’Araba Fenice. E’ l’Italia che non t’aspetti, eppure capace di rigenerarsi lontano da occhi indiscreti sulle proprie ceneri. E quando si riappropria della luce è veramente qualcosa d’inusuale, di esaltante, di bello, lei che del bello è il museo del Mondo. Questa volta [...]

20 marzo 2017 0 commenti