Non solo sport. Milan e Inter agli sgoccioli. F1: ancora il Tulipano. Chelsea e Milan, dove sta il senno?

Non solo sport. Milan e Inter agli sgoccioli. F1: ancora il Tulipano. Chelsea e Milan, dove sta il senno? Ora al Diavolo mancano due partite per fregiarsi del 19* scudetto. Una suspence che altrove non c'è più. A margine il solito scoop dalla nababba Premier, con il Chelsea dell'ex oligarca russo ceduto ad una combriccola americana guidata da tale Todd Boehly alla modica cifra di 4 mld di sterline. Come possa un Chelsea valere 4 mld di sterline e il Milan 1,2 mld di dollari nessuno lo sa. Evidentemente in Albione sanno mandare l'acqua all'insù, oltre che usare le miglia al posto dei chilometri e girare per strada a sinistra quando tutti gli altri vanno a destra. Il Chelsea Football Club, noto semplicemente come Chelsea, è una società calcistica inglese con sede nella città di Londra, borgo di Hammersmith e Fulham, militante nella massima serie del campionato inglese dalla stagione 1989-1990. Ha ( finora) vinto: 5 Coppe di Lega, 8 d'Inghilterra, 2 Champions e 6 scudetti. Il Milan invece, terza squadra più titolata al mondo, nata sui navigli nel 1899, conta in bacheca: 3 Mondiali, 7 Champions ( 11 finali), 2 Coppe delle coppe, 5 Super coppe europee, 3 Intercontinentali, una del Mondo Uefa oltre a ( fino ad oggi) 18 scudetti in un torneo per decenni ritenuto un ' campionato mondiale settimanale per club'. Che prima o poi la nemesi del dio delle quattro ruote caschi ( a nome e per conto della rossa) sulla testa del blasfemo profanatore del tempio della Rivazza è assodato. Basta avere pazienza come il cinese sulla riva del fiume. Nel frattempo, sfrecciando sotto la fresca ombra dei grattacieli dell'infinita spiaggia di Miami, il tulipano ex sfascia rosse diventato campione s' è fatto beffa prima del timido Carlos eppoi del tenace Carletto. Che ci volesse la 'rossa' a dar di nuovo senso alle gare d'auto in pista non era tanto difficile da pensare. Certo che, da quando il bolide del venditore di bibite è riuscito a far tornare nei ranghi le frecce d'argento pilotate da quel tiranno del Toto finalmente spodestato, le cose per la F1 sono tornate in alto. Non solo in Italia, paese di motorofili, ma anche nel resto del Mondo. Almeno, da quel che si evince dalla presenza di folle sterminate e festanti che incorniciano ogni appuntamento mondiale. Folle, sia chiaro, tinte più di rosso che d'altro colore. CLASSIFICA PILOTI F1: Carletto 104 punti, Tulipano 85, Russel 59.Completate le tre affollate e plaudenti tappe nella fraterna terra d'Ungheria, il bel Giro torna a casa. E riparte dalla Sicilia, con una prova niente male. In rosa, al momento, resta Van der Poel con 11'' su Yates e 16'' su Dumoulin. Inizia pure il torneo di tennis più importante d'Italia, accolto nel primaverile Foro Italico, con tutti i campioni vecchi e nuovi. Probabile però il forfeit di Alca(t)raz, che dopo essersi bevuto i santoni del tennis degli ultimi vent'anni non ce la farà a replicarsi per problemi fisici anche a Roma. Peccato, perchè l'appuntamento è di quelli che, slam a parte, concedono il pass per salire alto nella considerazione degli amanti del tennis. Vedere questo instancabile grillo spagnolo sarebbe stato molto interessante. A1 donne. Furia Conegliano: Monza travolta ( 3-0). Gara tre anche per i maschi, con la Lube avanti 2-0 contro Perugia. Mal d'Africa per Marcello che a Nairobi poteva scendere in pista per regolare qualche suo antagonista e puntare ad un tempo clamoroso. Dopo il ricovero in ospedale per via di un virus intestinale, dovrà ritirarsi su le maniche per affrontare al meglio i prossimi appuntamenti. Non pochi. Non tutti scontati. Coach Camossi lamenta: ' Non ci voleva, con quel vento avrebbe potuto volare!'.

LA CRONACA DAL DIVANO. ( dal 2 al 9 maggio 2022).  Un saluto agli Alpini che a Rimini sono sfilati con le loro 33 fanfare, benvoluti da tutti perchè sempre e comunque dei valorosi. E dei generosi. Serie A: ora al Diavolo mancano due partite per fregiarsi del 19* scudetto. Una la può [...]