Tag "Nibali"

 

Santarcangelo d/R. Per una intera settimana l’ omaggio al Giro d’Italia. Pedalata, addobbi e proposte.

Santarcangelo d/R. Per una intera settimana l’ omaggio al Giro d’Italia. Pedalata, addobbi  e proposte. Mercoledì 14 ottobre nella 11a tappa (Porto Sant’Elpidio – Rimini), con una pedalata in Valmarecchia, addobbi, aperitivi e proposte commerciali dedicati alla manifestazione sportiva. Da lunedì 12 ottobre, per l’intera settimana, le attività economiche saranno dunque addobbate a tema e proporranno apertivi rosa e altri omaggi al Giro d’Italia. Mercoledì 14 ottobre, giorno della manifestazione, l’assessorato al Turismo propone invece una pedalata lungo i percorsi di Explore Valmarecchia: alle 10,30 il gruppo si ritroverà in piazza Ganganelli e partirà alla volta di San Leo e Verucchio per un percorso di 55 chilometri con un dislivello di 800 metri. Dopo una sosta per uno spuntino a Verucchio (ore 13,30), il gruppo tornerà a Santarcangelo per assistere al passaggio del Giro d’Italia di fianco all’arco Ganganelli. Per partecipare all’iniziativa non occorre la prenotazione, ma è obbligatorio l’uso del casco (per maggiori informazioni: l.torsani@comune.santarcangelo.rn.it). A salutare il passaggio dei ciclisti professionisti, in piazza Ganganelli e sul municipio campeggeranno grandi manifesti e striscioni rosa.

SANTARCANGELO d/R. Per una settimana la città di Santarcangelo rende omaggio al Giro d’Italia, che passerà in alcune vie del territorio comunale proprio mercoledì 14 ottobre nella 11a tappa (Porto Sant’Elpidio – Rimini), con una pedalata in Valmarecchia, addobbi, aperitivi e proposte commerciali dedicati alla manifestazione sportiva.  Da lunedì 12 [...]

12 ottobre 2020 0 commenti

Santarcangelo d/R. Mercoledì 14 ottobre transita il Giro d’Italia. Modifiche alla viabilità e alla sosta .

Santarcangelo d/R. Mercoledì 14 ottobre transita  il Giro d’Italia. Modifiche alla viabilità e alla sosta . Nel dettaglio, il gruppo sportivo, proveniente dalla frazione di San Martino in Venti, transiterà per via Trasversale Marecchia (SP49) e raggiungerà il centro città passando dalle vie Scalone, Berlinguer, Celletta dell’Olio (nel tratto compreso tra via Berlinguer fino alla rotatoria tra le vie Cupa e Marini). Proprio raggiunto viale Marini, i ciclisti proseguiranno nelle vie Garibaldi e Mazzini fino all’incrocio con via Braschi. Da qui proseguiranno per la medesima via Braschi fino alla via Emilia (SS9) in direzione Rimini. A partire dalle 8 fino alle 17 di mercoledì 14 ottobre, nelle vie interessate dal passaggio del Giro d’Italia entrerà quindi in vigore il divieto di sosta con rimozione forzata su entrambi i lati, mentre dalle 13,20 alle 16,30 circa, sono previste limitazioni al transito e conseguenti disagi. Per agevolare gli spostamenti di automobili e motocicli, il Servizio viabilità e il comando di Polizia locale hanno individuato alcuni punti in cui, compatibilmente con il passaggio dei ciclisti, sarà possibile attraversare le strade interessate dalla manifestazione. Tali attraversamenti – presidiati dagli agenti della Polizia locale che autorizzeranno o meno gli automobilisti a procedere – si troveranno in via Trasversale Marecchia (all’incrocio con la via Marecchiese), in via Berlinguer (all’altezza della rotatoria con via Togliatti e Scalone), in via Celletta dell’Olio (all’incrocio con le vie Capri e Sancisi), via Mazzini (all’intersezione con via Cabina), in via Braschi (all’intersezione con via Pedrignone), in via Emilia (all’incrocio con le vie Gronda e Tosi).Per quanto riguarda invece i percorsi consigliati per il traffico pesante, i mezzi provenienti dalla A14 e diretti in Alta Valmarecchia potranno uscire al casello di Rimini Sud e procedere sulla Marecchiese, mentre quelli diretti a Savignano potranno uscire al casello Valle del Rubicone.

SANTARCANGELO d/R. Mercoledì 14 ottobre il Giro d’Italia transiterà da Santarcangelo per l’11a tappa Porto Sant’Elpidio – Rimini: per consentire il passaggio dei ciclisti, sono previste modifiche al traffico, alla sosta, al trasporto scolastico e al servizio di trasporto pubblico locale di Start Romagna.  Nel dettaglio, il gruppo sportivo, proveniente [...]

8 ottobre 2020 0 commenti

Non solo sport. Calcio: anche senza dirigenti e stadi, stiam al vertice. MotoGp: per il titolo decide Lorenzo.

Non solo sport. Calcio: anche senza dirigenti e stadi, stiam al vertice. MotoGp: per il titolo decide Lorenzo. Un calcio che davano per morto. Un calcio che ha fatto la storia del calcio planetario. Nato, morto e risorto, chissà quante volte. Eppure rimasto sempre presente, soprattutto negli appuntamenti mondiali. Se la stanno cavando egregiamente le giovanili; ha battuto il primo positivo colpo l'Under 21, quella delle speranze non solo speranze; viaggia alla velocità della luce la formazione delle ragazze, dritte al secondo turno iridato; risponde alle attese la giovane banda di Mancio da Jesi, che come degno capitano di ventura sta riconsegnando al Belpaese una formazione azzurra degna di tal nomea. Formazione azzurra che, sarà meglio non dimenticarlo mai, punta alla pentastella, sfuggita troppe volte nel passato. Sta per ripartire il Tour, senza Froome ( incidentato) ma con il nostro Nibali tra i favoriti. Mentre per le moto, ci ha pensato quel fantasma del buon Lorenzo a sfoltire con un sol colpo da mago del biliardo la concorrenza del conterraneo Marquez. Infatti erano appena partiti per il Gp di Cataluna, che l'ex campione maiorchino per far vedere (dopo varie comparsate) d' essere ancora della partita ha pensato di bene d'inforcarne uno appresso all'altro. Come e meglio di tal giovin Verstappen, in F1, che qualche tempo fa in una sol partenza fece fuori le due 'rosse' entrambe antagoniste di quel che ( in tanti) vorrebbero accreditare come il pilota più grande di sempre. Vorrebbero. Perchè ad assegnare titoli non ci sono ( per nostra fortuna) solo i velenosi ' tortigancoli' della Fia ( con aggiunti accoliti ) ma anche gli appassionati in rosso che, sparsi a milioni su ogni continente, sono ( salvo prova contraria) la vera ed eterna giuria di chi nell'auto è degno o non di assidere tra i meritevoli dell'Olimpo di quello sport. La tornata in Cataluna non ha portato bene anche ai centauri azzurri d'altre categorie. Nella Moto3 solo Vietti ( terzo) è salito sul podio, mentre nella Moto2 sono ormai troppe le ' amnesie' e/o ' cadute' del ( tuttora in gara per il titolo ) Balda. La ' rossa' ha presentato domanda di revisione del risultato in Canada ai soliti tortignacoli Fia. Il buon Sarri è tornato in Italia, presso la Signora, dove non è necessario sperticarsi in lodi per guadagnarsi la stima. Continuano infine a mietere successi internazionali i ragazzi e le ragazze del volley.

LA CRONACA DAL DIVANO. Neppure qualche mese fa c’era ancora qualcuno che giurava sull’inesorabile declino del calcio italiano. Un calcio che ha fatto la storia del calcio planetario. Nato, morto e risorto, chissà quante volte. Eppure rimasto sempre presente, soprattutto negli appuntamenti mondiali. Se la stanno cavando egregiamente le giovanili; [...]

17 giugno 2019 0 commenti

Non solo calcio. Giù le mani! La partita più ‘bella’ ? E’ nostra: Inter-Empoli! Europee: sovranisti o no?

Non solo calcio. Giù le mani! La partita più ‘bella’ ? E’ nostra: Inter-Empoli! Europee: sovranisti o no? Ci spiace infatti contraddire ( i ns esterofili) ma ( se permettono) la partita più avvincente, e quindi più bella, secondo ns personali gusti, partorita nei tornei top five d'Europa, ancora una volta, spetta a noi. Che sappiamo tirare fuori fiumi di sangue anche da mazzi di rape. Perchè se qualcuno, della Beneamata o meno, domenica sera, si fosse affacciato su San Siro per vedere a qual impegno abbia costretto l'umile Empoli l' attrezzata squadra del Triplete, di abbonamenti ne farebbe, certo, ma non a Sky ( e simili) per sorbirsi continue immersioni nel calcio un poco sospetto d'Albione. Selezionerebbe, molto semplicemente, quelle sfide dove il campanile ombreggia, che non ispirano certi brutti pensieri, visto che da secoli è abituale lungo il Belpaese combattere senza risparmio alcuno contro il nemico della città o del rione accanto. E comunque sia, tra Inter ed Empoli, l'una per la Champions, l'altra per non scendere all'Inferno, se le sono date di santa ragione, senza ombra e risparmio alcuno, con andamento guerresco, qual in fondo resta la ( avvincente) metafora d'una partita di pallone. Questa la sintesi del Campionato 2018/2019: ( vanno in Champions) Juve ( campione), Napoli, Atalanta e Inter; ( vanno in Europa Ligue) Milan e Lazio ( gironi) e Roma (preliminari); ( retrocedono) Chievo, Frosinone ed Empoli. Si sono tenute anche Europee e Amministrative, per oltre 50 milioni di italiani. Non appena avremo dati definitivi potremo commentarli.Al momento altro non appare che una consistente affermazione della Lega in Italia, e un ( deciso) avanzamento sovranista in Europa. Macron, in Oltralpe, superato dalla LePen. E anche in Gb e Germania non sono mancate 'sorprese'. A presto.

LA CRONACA DAL DIVANO. Per favore qualcuno vada a dire ai tanti predicatori che puntualmente ci ammaniscono dai lori svariati pulpiti quanto ‘ deboli’ e ‘sporchi‘ siamo rispetto ai ‘forti’ e ‘candidi’  d’Altrove. Ci spiace infatti contraddirli ma ( se permettono)  la partita più avvincente, e quindi più bella, secondo ns personali [...]

27 maggio 2019 0 commenti

Non solo sport. Stadi, nuovi stadi: la ‘rosea’ suona (finalmente) la sveglia. La ‘promessa’ della sindaca Raggi.

Non solo sport. Stadi, nuovi stadi: la ‘rosea’ suona (finalmente) la sveglia. La ‘promessa’ della sindaca Raggi. Stadi. Nuovi stadi. Diciamo pure che qualcosa si muove, nell'attesa di passare dalle ciance ai fatti. Che altro non sono, che la ( principale) differenza che intercorre tra noi e gli (altri) tre principali tornei europei. A proposito di tornei, non manca pulpito dal quale non s'odono levarsi i soliti illuminati apprezzamenti sul nostro timido, fragile, negletto pallone. In una trasmissione-svago di Rai 2 il transfuga ( Sky) Massimo Mauro, non s'è trattenuto dal gettare al popolo la sua lucente verità: ' Il nostro è il Campionato più noioso. Dove tutto è deciso. A me non piacciono i tornei dove tutto si sa ancor prima che partano'. Un piacere, il suo, abbastanza strano da godersi, e da condividersi, visto quanto accade, qua e là, pel Vecchio Continente. In Liga e in Ligue, infatti, tutto è stabilito, o quasi, da tempo. In Bundes ( fortuna loro e nostra) menti illuminate devono avere ( finalmente ) consigliato al Bayern di Monaco di prendersi un anno sabbatico, visto che dei bavaresi vittoriosi non se poteva proprio più. Sembra ne stia approfittando il Borussia D., sembra, che però di Bundes ne ha vinte abbastanza poche. La maggiore suspence ( manco a dirlo) avvince in Premier, dove la palma della più bella del reame è contesa tra Liverpool e City ( secondo, a 7 punti). Mamma, che brividi! E che dire della 'noia mortale' che s'è impadronita della mitica Coppa dalle grandi orecchie, nell'ultimo lustro finita ( con le buone o con le cattive) per ben 4 volte ( ad eccezione del 2014/2015) nelle mani del Real del Florentino madridista ? Certo, il piacere di parlare e sparlare sul piatto in cui s'è mangiato e si continua a mangiare, è un esercizio che nel Belpaese trova i suoi più geniali, generosi ed indefessi cultori. Morale è , però, che mentre milioni di nuovi fans in giro pel Pianeta vengono convinti ad affezionarsi ad altre leghe con prodigiosi ritorni economici, la nostra leguccia resta al palo. E come potrebbe essere altrimenti? Scusate, ma se siamo noi i primi a 'sconsigliare' l'acquisto del nostro inimitabile ' panettone' chi volete poi che ( stadi a parte) voglia affannarsi ad acquistarlo per rallegrare le sue ore di festa?

LA CRONACA DAL DIVANO. Finalmente la vecchia,   cara ‘rosea’ suona la sveglia a quelli per cui gli stadi sono  solo pensieri.  Fastidi.  Garantisce Abodi, presidente ICS, ‘ Serve una regia del Governo. Ma venti piazze ( almeno) sono pronte a partire con loro progetti’. Al  momento, lo ricordiamo, nuovi impianti [...]

22 gennaio 2019 0 commenti

Non solo sport. Disastri Napoli e Inter. Juve e Roma manco l’onore. Come i gamberi nel ranking Uefa.

Non solo sport. Disastri Napoli e Inter. Juve e Roma manco l’onore. Come i gamberi nel ranking Uefa. Accontentarsi degli avanzi, non è sempre saggezza. Occorre agire. Per non farsi (ri)calpestare dagli zoccoli dei cavalli barbari. Ma che aspettano infatti alla Beneamata a cominciar a far la conta tra chi l'ama e chi no? Quel Perisic, ad esempio, sostenuto con affetto sincero dal connazionale Boban ( d' altra pasta forgiato ) e da poch'altri, che vestendo una maglia mitica, che gioca in uno stadio mitico, che vive in una città tra le più evolute e attraenti del Continente, sogna di andare a giocare in Premier volando lontano dall' ombra della bella Madunina? Se ( proprio) crede di 'campicchiare' meglio in qualche periferia londinese o in qualche porto sull'Atlantico, perchè trattenerlo ? Del resto, se non ha orecchi per ascoltare che la Beneamata ' va solo amata' che ci vogliamo fare? Non si dice da sempre che a vestire i panni della Beneamata devono restare solo e soltanto pochi eletti? La sua guardia reale, come quella ( immemore) del 'gran Re'. E non già quelli di passaggio. Per di più forzati. Che lacrime , però, per quel condottiero pazzo figlio di colui che s'avventurò con qualche umile vascello pel Gran mare oceano, circumnavigando il Globo. E che, sui verdi rettangoli di gioco, seppe travolgere schiere di barbari, per cingersi dell' immortal Triplete ! Inter e Napoli a parte, peggio ancora è andata con Juve e Roma. Entrambe ( con queste prestazioni) nè più Signora, ne più Lupa. Ma solo due comparse mandate ( senza onore) nelle arene più ambite del Vecchio Continente. Stucchevole la giustificazione del Max ( che dicon) innamorato ' Abbiamo raggiunto i nostri due obiettivi: primi nel girone e passaggio del turno !'. Con questi ( orribili) risultati la Premier ( che di riffe o di raffe) piazza quattro squadre al secondo turno, ci (ri)sorpassa nel ranking Uefa , distanziandoci. Stessa minaccia arriva ora dalle tedesche che con tre promosse ( contro due delle nostre) tornano a soffiarci sul collo. Con magno gaudio di esterofili e ( certi) addetti ai lavori in prima fila.

LA CRONACA DAL DIVANO. Delusione. Rammarico.  Ma anche l’ora di cominciare a togliere dal cesto  le mele ‘men belle’ per evitare ingranaggi  distruttivi che con cotal  lignaggio poco o nulla hanno a che fare.  Vediamo di capirci. Intanto, come premessa, diciamo che se Napoli e Inter avessero superato il turno ( [...]

13 dicembre 2018 I commenti sono disabilitati

Non solo calcio. La Nostra Signora verso il Triplete? Nibali ‘freme’ al Giro. Torna in pista Valentino.

Non solo calcio. La Nostra Signora verso il Triplete? Nibali ‘freme’ al Giro. Torna in pista Valentino. Semmai, vorremmo che a tanta passione per il calcio venisse data una giusta collocazione. Magari più moderna e funzionale del vecchio Olimpico, comunque sempre pronto a vestirsi coi panni della festa nelle occasioni importanti. La Lazio dell'Inzaghi non è riuscita a realizzare un sogno, s'è però battuta con onore davanti ad una avversaria che sta andando ( con grande probabilità) a fare staffetta con i dominatori del secolo scorso. Con la vittoria ( 2-0) sulla Lazio la Signora ha compiuto il primo step di Triplete. Domenica 21 cercherà il secondo contro il Crotone, per agguantare il 34°Scudetto; qualche giorno dopo volerà a Cardiff per verificare o meno le sue ambizioni di dominio planetario. Non si può proprio dire se ce la farà o no. Quel che è certo però è che se riesce a battere i Blancos il passaggio di consegne sarà bell'e fatto. E chissà quanto durerà l'era bianconera?

SPECIALE CRONACA DAL DIVANO. Mercoledì  la Nostra Signora è tornata all’Olimpico per la finale di Coppa Italia con la Lazio. Con un bel primo tempo ( sigillato da due reti) ha (praticamente) chiuso il confronto conquistando per la terza volta di seguito una bellissima edizione della Coppa Italia. Nell’ammirare un Olimpico tanto affollato, festoso e [...]

19 maggio 2017 0 commenti

Non solo sport. Ricca Albione, misera Italia. L’Europeo di Conte. L’abbraccio rosa. La ‘rossa’ che non ti aspetti.

Non solo sport. Ricca Albione, misera Italia. L’Europeo di Conte. L’abbraccio rosa. La ‘rossa’ che non ti aspetti. Nel calcio, in particolare, gli inglesi di danari ( tra diritti tivù e altro) ne hanno dranati talmente tanti che si stenta a crederci. Tra le storiche città ( calcistiche) d'Europa la prima è ora Manchester ( con 4525 mln euro di valore); la seconda è Londra ( con 3917 mln euro); la terza e la quarta son i due panda spagnoli, ma a condizioni speciali loro riservate; la quinta è Monaco di Baviera ( con 2153 mln euro); la sesta è Liverpool ( con 1728 mln euro). Se vogliamo rintracciare le italiane dobbiamo scendere al 7 e 8 posto, per abbracciare ( finalmente) Torino ( con 983 mls euro) e Milano ( con 944 mln euro). Come si riuscirà nel futuro prossimo venturo competere con questi 'accumuli' di danari non è immaginabile. A meno che la ' gran bolla' che avvolge il calcio inglese, e in parte quello spagnolo, non scoppi da un momento all'altro.

LA CRONACA DAL DIVANO ESTATE.  Di argomenti belli ed edificanti ce ne sarebbero, anche sotto i temporali di questa imprevedibile primavera. Purtroppo dobbiamo bene e spesso adattarci e ‘ sopportare‘ quanto ci viene imposto dalla cronaca. Italiana e non. Sportiva e non solo. Tra l’altro non è raro che realtà [...]

2 giugno 2016 0 commenti

Non solo calcio. Vince, il grande! La ‘rossa’ che non va. Il Conte Dracula alla campagna d’Europa.

Non solo calcio. Vince, il grande! La ‘rossa’ che non va. Il Conte Dracula alla campagna d’Europa. Opportuna l'uscita del direttore del Giro, Mauro Vegni, a quanti partecipano alla 'corsa rosa' per preparare il Tour. Per lui, educato, 'non hanno rispettato il pubblico'; per noi, maleducati, tutti costoro ( da adesso in avanti ) possono invece ' starsene tranquillamente a casa loro', chè il Giro del ( più) Belpaese ( al mondo) è talmente grande, duro e spettacolare, senza tema di confronto alcuno, che può far a meno anche di ' mezzefigure' adatte solo ad imbrattare carta da giornale. O qualche insulso social di pronto uso.

LA CRONACA DAL DIVANO ESTATE. Il titolone, questa volta, lo merita il nostro Vincenzo, sangue siculo trapiantato ( ciclisticamente) in Tuscia. Negli ultimi giorni di corsa rosa, infatti, ha capovolto un Giro che sembrava  tutto fuorchè il suo. E lo ha fatto rievocando imprese lontane, quelle che i suivers di [...]

31 maggio 2016 0 commenti

Non solo calcio. Andiam, andiam verso l’Europeo. Calcio e business: solo la Juve nei top 10 d’Europa.

Non solo calcio. Andiam, andiam verso l’Europeo. Calcio e business: solo la Juve nei top 10 d’Europa. A questo punto prevedere quanto potrà fare agli Europei una delle nazionali più titolate al Mondo non è facile. Siamo certi che la stessa Sibilla cumana nutrirebbe dubbi. Noi ci accontenteremmo di vederla lottare con onore. Alla Conte o non Conte, poco importa.Dalla 'rossa' ci saremmo aspettati di più. Va bene la 'sfiga', ma con quelle prestazioni si va poco lontano. E questo nonostante che i due polli della Mercedes si becchino tra di loro fin ad annullarsi. Ora lo scenario automobilistico mondiale si sposta in quel di Montecarlo, capitale mediterranea del lusso. Gli altri sport.

LO SPORT DAL DIVANO ESTATE. Sfogliare i nostri ‘giornali‘ è come piombare in un continuo amarcord. Soprattutto se ci si limita al calcio, visto ormai da grandi e piccoli  come ‘ una gloria che fu’. Sempre più lontana, man mano che altri crescono i loro budget e noi caliamo i [...]

26 maggio 2016 0 commenti