S.Mauro Pascoli. Vanno a processo i Vitelloni: Preziosi per l’accusa; Angelucci per la difesa. Alla Torre.

S.Mauro Pascoli. Vanno a processo i Vitelloni: Preziosi per l’accusa; Angelucci per la difesa. Alla Torre. L’imputato è il 'Vitellone', omaggio al centenario di Federico Fellini. A guidare l’accusa è la giornalista de Il Manifesto Daniela Preziosi, la difesa da Gianfranco Angelucci stretto collaboratore del celebre regista. Presidente del Tribunale Gianfranco Miro Gori, fondatore del Processo e direttore di Sammauroindustria. Lo scenario dell’evento è sempre la Torre di pascoliana memoria a San Mauro Pascoli, luogo dal forte carico simbolico: amministrata da Ruggero Pascoli, padre di Giovanni Pascoli, ucciso da ignoti proprio il 10 agosto del 1867. Il verdetto del Processo viene emesso dal pubblico presente munito di paletta. L’organizzazione è di Sammauroindustria. L’ingresso è libero, limitato a 400 persone a causa delle restrizioni imposte dalla legge. Il Processo viene anticipato dalla presentazione di un volume che racconta la storia dei vent’anni dell’evento del 10 agosto a San Mauro Pascoli, appuntamento tra i più seguiti dell’estate in Romagna. 'Vent’anni dopo. I processi del X agosto nella Torre' (Ponte Vecchio editore).

San Mauro Pascoli (31 luglio 2020) – ‘Vitellone‘ è uno dei termini felliniani entrati di prepotenza nel vocabolario di casa nostra. Insieme a ‘Dolce vita’ e ‘Amarcord‘ forma la triade per eccellenza che si è imposta nel linguaggio internazionale. Ma se gli ultimi due hanno una valenza tra il positivo e il [...]