Tag "personaggi sport"

 

Non solo sport. Sorteggi Coppe: Juve-Barca, Ronaldo contro Messi. Riecco la ‘corsa rosa’, il Giro dei Giri.

Non solo sport. Sorteggi Coppe: Juve-Barca, Ronaldo contro Messi. Riecco la ‘corsa rosa’, il Giro dei Giri. E ha fatto bene la 'rosea' a dedicare tanta beltà grafica alla ripartenza del Giro. Il nostro amatissimo Giro senza sosia. Che in tanti vorrebbero declassare posponendolo alla Grand Boucle. Fuori e dentro casa. Invano,però, perchè l'impronta lasciata nell'anima di un popolo da cotal evento ( non solo) sportivo è tale che nessuno potrà non solo oscurarla ma anche appena appannarla. Sulle sue strade sono nati e cresciuti i più grandi interpreti di questo sport. Nati non importati. Dai piemontesi, come il Gira o il Fausto, di cui più grande non si può, ai lombardi come l'Alfredo o il Felice; dai tusci come il Ginettaccio o il Fiorenzo o il Gastone fin ai romagnoli come l'Ercole o il Marco. Sulle sue strade si sono scritte pagine di sport che non saranno mai in fotocopia.Il Giro 103 quest'anno si svolge in ottobre. E' partito sabato 3 da Monreale, Sicilia, con una crono individuale di 15 km, molto consona al nostro Ganna. Chiuderà il 25 ottobre ( maltempo permettendo),dopo 21 tappe, a Cernusco sul Naviglio. Manco a dirlo, top gun Filippo ha volato vincendo la tappa e vestendo la prima maglia rosa del Giro 103. Sorteggi Champions. Girone A, Juve con Barca , Kiev e Ferencvaros.Con il polverone sollevato, non s'è ben capito se il Messi avesse speso qualche parola con la Beneamata, governata da un cinese che se non vuol essere ancora considerato un venditore di elettrodomestici dovrà pur battere un colpo.Che conta. E comunque sia, il Messi che poteva venire, ora, dovrà venire, obbligado, nel Belpaese, dove si rilasciano lauree perpetue. Dovrà venire per fronteggiare la Signora incompiuta in casa sua. Sarà questa l' occasione per vedere all'opra una decina di palloni d'oro, come mai è capitato sull'urbe terracqueo del calcio. Ed emettere qualche sentenza su chi dei due è il signore del reame. Non dovrà temere i demoni rossi del Liverpool manco la Dea, la mirabile Dea, che di danari ne conta meno ma che per classe non s'affanna. Eppoi se c'è qualcuno che terrorizza il buon Klopp quello sta proprio in Italia. Si rivedano, per ravvivar la memoria, le sue escursioni contro quelli del Golfo. Di quelle puntate, infatti, ci sono rimasti impressi i suoi bei faccioni stravolti e inorriditi. Riavvolgete i nastri. Per andar in battaglia fiduciosi.

LA CRONACA DAL DIVANO. Sono state ‘ aperte’  le famigerate palline Uefa. Pel sorteggio dei gironi. Che non si sa mai se prendere sul serio o no. Fatto è che stavolta non tutto è sospetto, ad esempio, certi match sono credibili e benvenuti. Vediamone qualcuno.   Girone A, Juve con Barca , [...]

3 ottobre 2020 0 commenti

Non solo sport. Togliete quel catorcio al Maestro. Sennò chi ferma il grande Marc? Calciomercato a mille.

Non solo sport. Togliete quel catorcio al Maestro. Sennò chi ferma il grande Marc? Calciomercato a mille. Che va succedendo? Intanto l'evento degli eventi: il RonaldDay, sulla pista di lancio; eppoi tutti quei trasferimenti inattesi che stano facendo risalire la Serie A tra i top, se non al top dell'eccellenza d'Europa del pallone. Bonucci torna così da mamma Juve; lasciando partire ( non si sa con quale costrutto) il (promettente) difensore Caldara e il ( terribile) puntero Higuain verso San Siro. Che non è uno stadiolo da poco, intendiamoci, visto che là dentro sono state alzate ben 10 coppe dalla Grandi orecchie ( su una sessantina in totale). Non stanno però con le mani in mano manco le 'rivali'. La Beneamata, ad esempio, sta trasferendo i vice campioni del Mondo croati alla Pinetina. Dicono che stia inseguendo il 'piedelesto' Modric, del Real, stanco anche lui della megalomane tirannia del Florentino. Mentre Monchi, per la Lupa, va acquistando qua e là. Con jucio, certo, ma compra. Giovani, in prevalenza, di gran talento e ( si spera) di gran futuro. Tace in questa il Ciuccio, con quel DL che un giorno ne dice una e l'altro mille. DL ha anche messo le mani sul Bari, fallito, riproponendosi di risollevarlo verso i fasti d'un tempo. Non saremmo stupiti se tirasse fuori dal cilindro, a tempo debito, in extremis, e dopo il Carletto, un altro colpo di scena. E mentre vanno in pausa le auto, tornano le moto. Con quel Marquez che non accenna a riposare. Anzi, perfino, il suo maestro, fatica a calmarlo. Vabbè che il Maestro gareggia con un catorcio contro un fenomeno di moto, però così sfrontata ribalderia andrebbe riportata a più miti consigli.

LA CRONACA DAL DIVANO. va succedendo un po’ di tutto. Il pianeta calcio italiano, dato da anni per disperso nella galassia sportiva, sta invece per esplodere( o implodere) . Tra un botto e l’altro. Imprevedibili anche fino a qualche settimana fa. Con maximo gaudio audio  dei media, tutti, o quasi, [...]

2 agosto 2018 0 commenti