Ravennate. Camera di commercio: il Covid colpisce l’export. Il 2020 negativo con un – 13,1%.

Ravennate. Camera di commercio: il Covid colpisce l’export. Il 2020 negativo con un – 13,1%. La provincia di Ravenna si colloca, con l’1,3% dell’export italiano, al 35° posto della graduatoria nazionale delle province esportatrici, perdendo, rispetto al 2019, una posizione. In territorio negativo, in particolare, le vendite sul mercato europeo, principale canale per l’export provinciale (pari al 75,8% del totale), che diminuiscono, rispetto al 2019, del -7,8%. Le esportazioni verso la sola Unione europea a 27 (il 59,1% del totale) hanno mostrato una tendenza più acuta (-13,4%), condizionata anche dalla nuova realtà post-Brexit e dalla conseguente uscita della Gran Bretagna dall’Unione.Osservando invece i risultati dei singoli comparti, si registra l’exploit delle esportazioni degli altri mezzi di trasporto (+499,8%), grazie soprattutto al mercato inglese ed alla forte crescita della voce 'navi ed imbarcazioni' (110,7 milioni di euro in più) relativa alla cantieristica ed il sostenuto aumento di quelle dei prodotti in metallo (+16,8%). Tra i settori di maggior specializzazione, nessuno è risultato indenne alle conseguenze della pandemia, evidenziando segni negativi; soffrono meno le esportazioni dei prodotti alimentari (-3,4%), dell’industria delle bevande (-5,7%) e dei macchinari ed apparecchiature (-1,2%), mentre si assiste al crollo dei prodotti della metallurgia (-37,6%) e sopra al calo medio l’export della chimica (-14,3%). A seguire, quello delle apparecchiature elettriche (-12,3%). Riduzioni superiori alla media anche per i prodotti agricoli (-23,2%), per gli articoli in gomma e plastica (-15,6%) ed i prodotti dei minerali non metalliferi (-15,4%). In lieve flessione, infine, le vendite all’estero del settore dei computer e prodotti di elettronica (-0,6%). Se, come prevede il FMI, il PIL potrebbe crescere di circa il 4,25% nel 2021, alla fine dell’anno potremo rivedere un piccolo segno più nelle nostre esportazioni.

RAVENNA. Malgrado il recupero congiunturale nel terzo trimestre, dopo il crollo di aprile e maggio, il 2020 si chiude con una contrazione complessiva dell’export ravennate del 13,1%, il peggior risultato dopo la caduta registrata nel 2009. Il calo, rende noto l‘Osservatorio dell’economia della Camera di commercio di Ravenna, è esteso [...]