Piacenza. Nota stampa del Nuovo sindacato Carabinieri sul ‘caso Piacenza.

Piacenza. Nota stampa del Nuovo sindacato Carabinieri sul ‘caso Piacenza. 'Per quanto addotto, senza timori di smentita alcuna, si chiede pertanto al signor Ministro della Difesa e al signor Ministro della Giustizia di verificare se i rimedi, le soluzioni e i provvedimenti adottati in prime cure dal Comando generale e cioè la sola sostituzione dei vertici locali della catena di comando e la sospensione (obbligatoria) dei militari cautelati dall’A.G. siano concretamente la sola risposta da ritenersi adeguata e sufficiente per ristabilire quel rapporto fiduciario e di CREDIBILITA’, ora e per il futuro, che ci si augura sia ancora lungo e proficuo per l’Arma, e che non dovrebbe invero mai mancare tra l’Autorità giudiziaria e le Forze di Polizia. Allo stesso modo, si chiede di poter conoscere se la sfiducia da parte dell’A.G. piacentina si estenda anche sull’Arma dei Carabinieri tutta, attesa la totale estromissione di quest’ultima da ogni contesto investigativo che qui interessa. Una tale circostanza infatti indurrebbe questo Sindacato regionale a chiedere al Comandante generale di valutare la chiusura del Comando provinciale di Piacenza e il ripiego dei Carabinieri in province dove il rapporto di fiducia e stima reciproche appare ancora saldo e immutato'.

PIACENZA. ( Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa del Nuovo sindacato Carabinieri sul ‘caso Piacenza‘). La Segreteria regionale Emilia Romagna, oggi, non intende formulare esternazioni sui fatti certificati dalla Procura di Piacenza che hanno ricevuto l’avallo di un Giudice terzo in una ordinanza di misura cautelare emessa nei confronti del [...]