Ravenna. Palazzo Mauro de André, martedì 14 giugno. Quarant’anni di Butoh.

Ravenna. Palazzo Mauro de André, martedì 14 giugno. Quarant’anni di Butoh. Guardarsi indietro e rileggere quarant’anni di Butoh: è il senso di Utsushi, intensa parabola di Ushio Amagatsu, erede di seconda generazione della 'danza delle tenebre' post-Hiroshima creata da Hijikata e Kazuo Ohno, che Ravenna Festival presenta martedì 14 giugno (ore 21.30) al Palazzo Mauro de Andrè. Senza un ordine cronologico, Amagatsu tesse il suo nuovo mosaico con particelle prese dal suo repertorio, spaziando dalla prima creazione per la sua compagnia di soli uomini, Kinkan Shonen, a Toki del 2005. Affresco intenso, dove in poco più di un’ora, Amagatsu dipana le sue trame di Butoh rarefatto e sospeso nel tempo, totalmente emancipato dalla natura furente e iconoclasta che caratterizzò le origini di questo genere ribelle.

RAVENNA. Lo spettacolo è presentato al Festival in collaborazione con l’Ambasciata del Giappone in Italia, della Fondazione Italia Giappone e con il sostegno dell’Agenzia per gli Affari Culturali del Governo giapponese. Utsushi – Tra due specchi racconta la bellezza arcana di un immaginario esportato nel mondo, fatto di crani rasati, [...]