Tag "Red Bull"

 

Non solo sport. Max cede ( per regolamento) la vittoria al Lewis. E quei ( troppi) ‘poveracci’ del calcio?

Non solo sport. Max cede ( per regolamento) la vittoria al Lewis. E quei ( troppi) ‘poveracci’ del calcio? Sono tornate moto e auto. Nelle moto, solo due podi, in Moto 2 ( Bez) e Moto Gp ( Pecco), e poco altro. Il Morbido s'è eclissato, il Vale più che in gara doveva pensare agli optional richiesti per indorare il suo panfilo da 7/9 mln euro. Nelle auto finale annunciato anche se , di riffe e di raffe, strappato in extremis al Predestinato nato in un campo di tulipani ma che più che Predestinato, molto probabilmente, dovrà cercare di salvaguardare quel titolo di ' sfascia rosse' che s'era bellamente appuntato al petto ( a cominciare ) da quella volta dove con un sol colpo ne fece fuori due. La memoria da elefanti dei fans della 'rossa' non dimentica. Nè perdona. Anche se ci convinciamo sempre più che certi titoli hanno senso accumulare scartoffie più che indicare i valori in pista. Non ci fosse stato quell'assurdo regolamento, infatti, per quella fasulla uscita di pista in curva, il Max, avrebbe portato a casa una vittoria che s'era ampiamente meritata. Il delirio del Toto a fine gara è apparso fuori di luogo, a meno che quei tituli non li ritenga ( soprattutto) 'parto' suo e ( poco ) altrui. Non delira ma sonnecchia il sor Binotto che picciol mossa s'è dato, anche se con tal foga che ( di certo) a Cesare poco sarebbe servita per far rientrare gli Elvezi nelle loro sedi tra monti e laghi. E Nazionale del Mancio a parte chiamata ad incamerare altri tre punti in Lituania, qualche domanda attira il calcio. I soliti arbitraggi Uefa stanno mettendo in cattiva luce anche i ragazzi della Under 21, con quattro espulsi in rosso in due partite: non è che stiano cercando di far passare l'immagine, che quel buon uomo che li guida stia allevando bande criminali piuttosto che novelli giocatori di pallone? C'è qualcuno che sorveglia? Intanto quei diritti tivù ceduti al Dazn, eppoi la folle richiesta d'adeguamenti che incurante del Covid ha preso d'assalto le casse ( al momento) vuote delle nostre società. Sul passaggio a Dazn saranno in parecchi a capirci poco o nulla per un bel po' di tempo; che poi serva a farci tornare agli antichi splendori, lo vedremo. Sugli adeguamenti, invece, vorremmo chiedere a quelle truppe di mercenari che più mercenari di così non potrebbero, se stanno cercando la luna nel pozzo o che altro. Gigio, poveraccio, da 7 vuol passare a 10/11/12 mln euro, che manco lui sa quanti ne chiede lo squaletto nascostosi tra i tulipani; il Paoletto anche lui poveraccio vuol salire verso i 10; perfino il Chala, che poveraccio rispetto agli altri è davvero, chiede d'arrampicarsi dai 2,5 ai 7,5 mln euro. Insomma tutti verso l'alto, a rimira le stelle. Li imitasse nei suoi salti in pedana il Tamberi potremmo già pronosticargli una medaglia d'oro all'olimpiade di Tokio, con misura tale da restare ineguagliata per qualche ulteriore secolo a venire.

LA CRONACA DAL DIVANO. Non si fa tempo a dir bene dell’Armani, che già bisogna mordersi le labbra. S’accende e si spegne come luci di Natale. Speriamo di non dover fare altrettanto con quei ragazzotti ( o ragazzini) che si stanno battendo su campi da tennis dell’altro Emisfero. Sono tornate [...]

29 marzo 2021 0 commenti

Non solo sport. Mancio: buona la prima. All’unanimità: ‘ Date i Giochi a Schwazer!’. Il cuore della ‘rossa’.

Non solo sport. Mancio: buona la prima. All’unanimità: ‘ Date i Giochi a Schwazer!’. Il cuore della ‘rossa’. Sul Mancio da Jesi capitano di ventura non abbiamo mai avuto dubbi. Semplice, attento, coerente. E, soprattutto, voglioso di stampigliare sulla più cara maglia al mondo, quella azzurra, la quinta stella che da tempo attende di fissarsi al posto suo più consono. Buona la prima del girone contro l'Irlanda del Nord: tutto fatto nel primo tempo, 2-0, con gol di Immobile e Berardi. Ora sotto con la Bulgaria. Sul giovane Schwatzer, marciatore trentino, ne hanno dette e fatte di tutti i colori. Contribuendo a generare un miracolo impossibile perfino ad un fuoriclasse come Mario Draghi: unire, cioè, tutti partiti, sottoscrivendo compatti alla Camera una risoluzione in commissione Cultura, Istruzione Sport, per invitare Governo e Coni ad attivarsi presso gli organi sportivi internazionali affinchè il ragazzo ( innocente) possa partecipare ( come suo diritto) alle prossime Olimpiadi. Per lui niente doping, infatti, e semmai una squallida manipolazione per incastrarlo. Una sorta, insomma, di affaire Dreyfuss. Che ha indotto illustri rappresentanti del movimento atletico internazionale a pronunciar sproloqui, mentre alla Wada non sanno più che pesci prendere.Dire come dice il buon Binotto che ' sarà questo un anno di transizione' equivale, per i fans della 'rossa', ad una ammissione non di realismo ma di insipienza. Onde per cui l'interessato farebbe bene cercarsi ( fin da ora, caso fosse) un posticino tranquillo sul lago di Ginevra per dedicarsi o alla pesca o al ripopolamento della fauna lacustre. Infatti a chi è stato dato il dono di guidare una 'rossa' non può certo trattarla alla stregua di altre vetture. Perchè il solo salirci sopra vuol dire correre per consegnare i sogni degli uomini agli dei . Senza limiti. Senza prudenza. Senza mediocrità. E solo chi crede in questo può permettersi di contribuire o a progettarla o starle accanto o a salirci sopra. Allorquando i signori Toto e il suo amicone Jean si dilettano a stilare classifiche, prestazioni, record, dimenticano ( o fan finta di dimenticare) che ( per i fans planetari della 'rossa') poco o nulla contano. Anche perchè ' strappati' non con giusto confronto ma con la demolizione ( concessa e sistematica) dell'avversario. E quando la 'rossa' ha cercato di far valere le sue ragioni, sacrosante, certificate, come in tanti testimoniano, lassù, in alto, nessuno le ha dato ascolto. E comunque senza gran danno perchè i fans della 'rossa' hanno un loro modo nell'attribuire titoli e stabilire valori. In primis quello del cuore. Lo stesso che ( simbolicamente) espongono sotto il palco di Monza. E che batte con ritmo suo. Per loro (ad esempio ) il piccolo grande Giles vale infinite volte più d'altri titolati. Lui in eterno, gli altri solo per le scartoffie. Come quelle accumulate ( ultimamente) dal Toto e dal Jean, naturalmente.

LA CRONACA DAL DIVANO. Allora, che dire?, tanta è la carne sul fuoco. Intanto la compagnia del Mancio da Jesi ha iniziato il viaggio verso la Pentastella.  Sul fronte interno, Cr7 ha un altro anno di contratto con l’Incompiuta e resta, mentre per la Beneamata si aprono autostrade verso il [...]

26 marzo 2021 0 commenti

Non solo sport. L’Europa dei Lillipuziani. Moto Gp, vince Fabio cade Marc. Un’altra inutile ‘rossa’.

Non solo sport. L’Europa dei Lillipuziani. Moto Gp, vince Fabio cade Marc. Un’altra inutile ‘rossa’. Weekend ricco come mai da tempo. Auto, moto, calcio. Per l'auto poco da dire. Solito Hamilton davanti Verstappen e Bottas ( Vettel 6, Leclerc 11), con divari che rendono comparse i non Mercedes ( neri e rosa) . 'Rossa' del Binotto in primis. Costringendo Toto a farsi ogni tanto un pennichella, davanti a trionfi che lasciano il tempo che trovano. Per la moto, invece, le novità abbondano. Intanto sul più altro gradino dl podio è salito un siciliano nato in Francia e cresciuto motociclisticamente in Spagna, certo Fabio Quartararo, 21 anni, promesso sposo Yamaha, davanti a Vinales ( Yamaha) e Dovizioso( Ducati). Per il calcio, bloccata la Dea ( 1-1) a Verona, esagera il Milan ( 5-1) a Bologna. Si aspettano Roma-Inter e Juve-Lazio. Tutto da decidere, alla faccia degli esterofili e anglofili. Intanto la Signora, sbircia Zizou, che del Real ha le tasche piene. Comunque vadano gli incontri sull'Europa in corso a Bruxelles, comunque la risolvano sul Recovery fund e altro annesso e connesso , quel che colpisce una volta di più è quanto questo continente non abbia capito tuttora sul qual baratro sta divagando. Non bastavano i 'frugali' che si sono fatti avanti anche i sovranisti. Del resto non si dice che se manca il gatto i topi ballano? I 'duri e puri' che tutto son fuorchè 'duri e puri', basti pensare a quell'indegno ' baratro fiscale' coperto dal colore dei tulipani, come annunciato 'pretendono' questo e quello; sotto la regia dell'esperto fighetto orange, si sono messi pure a far gioco di squadra. Tutti insieme non fanno manco il 14% del Pil della Ue, eppure vorrebbero mettere con le spalle al muro anche i paesi maggiori. Sorvolando sul duetto franco-germano oltre che, ovviamente, su quello ispano-italico. La democrazia, diceva J.Dewey, non sono le divisioni che debbono preoccupare, ma l'inadeguatezza dei meccanismi per risolverle. Meccanismi, aggiungiamo noi, indegnamente si sa, ma anche protagonisti. Che in questa latitano. Di qua e di là. Tra gli altri, se la Cancelliera vorrà lasciare un segno visibile e certo del suo passaggio ai vertici del continente, sarà bene che si dia una mossa, e che faccia capire a ' duri e puri' e ' sovranisti' e a quant'altri che dir si voglia intenti a proteggere i loro orticelli che qui non c'è futuro per nessuno se non ci si dà( pur con tutte le garanzie necessarie) un assetto competitivo rispetto ai continenti ( già) più forti. Velocemente. Consapevolmente. Certo è che avere a che fare con dei lillipuziani ( pure convinti?) sarà una vera impresa da ciclopi.

LA CRONACA DAL DIVANO. Weekend ricco come mai da tempo. Auto, moto, calcio. Per l’auto poco da dire. Solito Hamilton davanti a Verstappen e Bottas ( Vettel 6, Leclerc 11), con divari che rendono comparse i non Mercedes ( neri e rosa) . Costringendo a Toto a farsi ogni tanto un [...]

19 luglio 2020 0 commenti

Non solo sport. Maestro di Tavullia ci sei o non ci sei? Seb, via dalla ‘rossa’? Suvvia, non scherziamo!

Non solo sport. Maestro di Tavullia ci sei o non ci sei? Seb, via dalla ‘rossa’? Suvvia, non scherziamo! E visto che stiamo parlando di giovani, sui giovani del nostro sport soffermiamoci. Intanto, che potranno essi riservarci in futuro? Indaghiamo. Pallanuoto ( maschile e femminile), pallavolo ( maschile e femminile), nuoto ( Greg e Detti) e perfino atletica ( Trost e Tamberi) sono discipline di grande prospettiva. Infatti i nostri ragazzi promettono di reggere il confronto planetario. In una fase interlocutori ci sembra il ciclismo su strada e su pista. Così il tennis maschile femminile. Andiam di male in peggio invece nel basket e nel rugby, il bluf dei bluf. Qui, i giovani, o non ci sono o latitano. Per i giganti di cartongesso del rugby, poi, perchè si insista a indurli a collezionare cucchiai di legno proprio non si capisce?

LA CRONACA DAL DIVANO. E’ l’Italia figlia dell’Araba Fenice. E’ l’Italia che non t’aspetti, eppure capace di rigenerarsi lontano da occhi indiscreti sulle proprie ceneri. E quando si riappropria della luce è veramente qualcosa d’inusuale, di esaltante, di bello, lei che del bello è il museo del Mondo. Questa volta [...]

20 marzo 2017 0 commenti

Non solo calcio. Rossi&Rosse, voli a metà. Intanto la Nazionale si gioca il posto al Mondiale di Russia.

Non solo calcio. Rossi&Rosse, voli a metà. Intanto la Nazionale si gioca il posto al Mondiale di Russia. Russia 2018. Non essendo testa di serie, ci hanno relegati con Spagna, Albania, Israele, Macedonia, Liechtenstein. Tutti avversari 'facili' tranne la Spagna. Ma sapendo che per noi i 'facili' diventano 'difficili' e viceversa, ecco che con noi la Spagna potrà ( prima) perdere e ( poi) pareggiare, ma con il vantaggio di quegli 'sciagurati' di italiani che quando non hanno davanti qualcuno ' che conta' se ne vanno ( normalmente) pei Campi Elisi. Questo dunque è il vero handicap nostro. Questo è l'ostacolo da saltare. Ce la facessimo, potremmo anche tentare ( con tutti quei giovani che nonostante i menagrami spuntan fuori come margherite a primavera) il colpo del millennio.

LA CRONACA DAL DIVANO. Ora che il nostro  vecchio, caro, arcigno campionato è tornato a  deliziare i nostri week end, c’è da ‘ sorbirsi’ anche questa ( prima) pausa per la Nazionale, impegnata ad acquisire un posto per il Mondiale russo del 2018. L’amichevole con la Francia è andata a [...]

6 settembre 2016 0 commenti

Non solo calcio. Vince, il grande! La ‘rossa’ che non va. Il Conte Dracula alla campagna d’Europa.

Non solo calcio. Vince, il grande! La ‘rossa’ che non va. Il Conte Dracula alla campagna d’Europa. Opportuna l'uscita del direttore del Giro, Mauro Vegni, a quanti partecipano alla 'corsa rosa' per preparare il Tour. Per lui, educato, 'non hanno rispettato il pubblico'; per noi, maleducati, tutti costoro ( da adesso in avanti ) possono invece ' starsene tranquillamente a casa loro', chè il Giro del ( più) Belpaese ( al mondo) è talmente grande, duro e spettacolare, senza tema di confronto alcuno, che può far a meno anche di ' mezzefigure' adatte solo ad imbrattare carta da giornale. O qualche insulso social di pronto uso.

LA CRONACA DAL DIVANO ESTATE. Il titolone, questa volta, lo merita il nostro Vincenzo, sangue siculo trapiantato ( ciclisticamente) in Tuscia. Negli ultimi giorni di corsa rosa, infatti, ha capovolto un Giro che sembrava  tutto fuorchè il suo. E lo ha fatto rievocando imprese lontane, quelle che i suivers di [...]

31 maggio 2016 0 commenti

Non solo calcio. Il gigante Higuain. Le ‘frecce’ si auto eliminano, la ‘rossa’ non ne approfitta. La nostra Tania.

Non solo calcio. Il gigante Higuain. Le ‘frecce’ si auto eliminano, la ‘rossa’ non ne approfitta. La nostra Tania. Se fosse stata lei ad alzare il tricolore ai ( prossimi) Giochi nessuno avrebbe avuto qualcosa da obiettare. Basta scorrere il suo (prodigioso) curriculum, arrivato a ben 20 medaglie d'oro europee. Gli manca l'oro olimpico, alla nostra graziosa Tania ( Cagnotto), forse ancor più brava del già bravo papà, ma non è detto che qualche giudice serio non l'accontenti, a Rio, tra qualche mese. Dove, lei, andrà a giocarsi l'ultima chance olimpica della sua lunga e straordinaria carriera. Gli altri sport.

    LA CRONACA DAL DIVANO. Il campionato saluta. Vanno in Champions, oltre ai Campioni d’Italia, anche Napoli ( diretta) e Roma ( preliminari). Vanno in Uefa: Inter, Viola e Sassuolo ( che s’è liberato del Milan). Vanno in serie B: Carpi ( per un punto), Frosinone ( a testa [...]

16 maggio 2016 0 commenti

Notizie non solo di sport. Campionato: Juve e Roma già in fuga. Tiene l’Inter di Thohir.

Notizie non solo di sport. Campionato: Juve e Roma già in fuga. Tiene  l’Inter di Thohir. I vecchi dicono ' che è meglio vincere con la Ferrari ' avrebbe ammesso Vettel, quattro volte campione con la Red Bull. I vecchi, già. Argomenti: il ' male oscuro' del doping nello sport. Calcio compreso.

LA CRONACA DAL DIVANO.  Son bastate quattro giornate per capire l’antifona. Peraltro annunciata. A comandare, da noi, nella vecchia, obsoleta, bistrattata serie A sono in due: Juve, come al solito, e Roma, ormai pronta a rompere l’arcano. Si sono ‘stoppate’ invece Napoli ( irriconoscibile) e Viola ( sfortunata); mentre si tiene [...]

25 settembre 2014 1 commento

Cronache di sport. Leo, gira l’Europa e spende e spande. In Italia ‘ piovono’ 245 milioni!

Cronache di sport. Leo, gira l’Europa e spende e spande. In Italia ‘ piovono’ 245 milioni! L'invadenza degli spendaccioni, che se ne infischiano dei ' costi-ricavi'. Il caso Psg e City, ormai ingombrante. Il Gp di Germania, con la solita Ferrari che parte dietro.

CRONACHE DI SPORT. Ma questi, capiscono qualcosa o fanno finta di non capire? Chi sono questi? Vediamo di chiarire. Oggi, si sa, c”è un mondo che soffre. E non è ( solo) quello tradizionalmente arretrato. Questa volta i morsi della crisi sono arrivati ( anche) al cuore dei paesi fino [...]

6 luglio 2013 0 commenti

Cronaca sportiva. Debacle Ferrari nel deserto del Bahrain. Sì, la Juve ( oggi) è più forte del Milan!

Cronaca sportiva. Debacle Ferrari nel deserto del Bahrain. Sì, la Juve ( oggi) è più forte del Milan! L'Inter si beve un 'brodino' per l'Europa. Il Napoli va in gol all'ultimo secondo. La Lazio, invece, frena. Tra Juve e Milan, vince la Juve. Lotta Champions incerta.

LA CRONACA DAL DIVANO. Fognini le prende in semifinale dall’amicone Djokovic ( che poi stronca Nadal, in due set, nella finale) a Montecarlo; Vinci ed Errani, in Fed Cup ci fanno andare sul 2-0 contro la Cechia. Questo per il tennis. Ronaldo, il vero fenomeno, è in Italia per il [...]

21 aprile 2013 0 commenti