Tag "regione emilia romagna"

 

Ausl Romagna. Chirurgia generale. Agli ‘Infermi’ certificazione Eras per il miglior recupero post intervento.

Ausl Romagna. Chirurgia generale. Agli ‘Infermi’  certificazione  Eras  per il miglior recupero post intervento. All' Unità operativa di Chirurgia generale dell’ospedale Infermi di Rimini, diretta dal dottor Gianluca Garulli, è arrivata la Certificazione internazionale Eras (Enhanced Recovery After Surgery) per il miglior recupero post intervento chirurgico, ovvero un protocollo applicativo che certifica le competenze necessarie a preparare, operare e seguire nel postoperatorio il paziente che deve sottoporsi ad intervento chirurgico secondo le più avanzate e recenti evidenze scientifiche disponibili. ' Si tratta del’ il primo riconoscimento internazionale Eras conseguito in regione Emilia Romagna , il secondo in Italia e il 24esimo nel Mondo' afferma Garulli, che spiega: 'Il modello Eras si base su un approccio innovativo e multidisciplinare, che coinvolge in maniera trasversale anestesisti chirurghi infermieri nutrizionisti oncologi gastroenterologi, fisioterapisti e radiologi, convergendo le competenze specifiche di tutti i professionisti coinvolti sul paziente che è al centro di tutto il suo percorso di malato'.

RIMINI. L’Unità operativa di Chirurgia generale dell’ospedale Infermi di Rimini, diretta dal dottor Gianluca Garulli, ha ottenuto la Certificazione internazionale Eras  (Enhanced Recovery After Surgery) per il miglior recupero post intervento chirurgico, ovvero un protocollo applicativo che certifica le competenze necessarie a preparare, operare e seguire nel postoperatorio il paziente [...]

2 agosto 2021 0 commenti

Cervia. Ok per il progetto di completamento del lungomare di Milano Marittima. Lavori a ottobre.

Cervia. Ok per il progetto di completamento del lungomare di Milano Marittima. Lavori a ottobre. Il progetto richiede un investimento di 3 milioni e mezzo di euro e, in continuità con gli interventi realizzati negli ultimi dieci anni (nel tratto dal Porto canale di Cervia al Canalino di Milano Marittima), prevede la realizzazione di un percorso ciclopedonale a servizio della collettività e delle attività turistiche, oltre alla riqualificazione dell’illuminazione pubblica, delle reti tecnologiche, dell’arredo urbano e delle aree verdi. L’intervento è finanziato dalla regione Emilia Romagna, che ha concesso al Comune un contributo di 2.625.000 euro, mentre 875 mila euro verranno finanziati direttamente dall’Amministrazione comunale. Il progetto è stato sviluppato dai tecnici del settore Programmazione e gestione del territorio del Comune, coadiuvati da tecnici esterni per le progettazioni impiantistiche. Gli interventi verranno realizzati per stralci, sia per poter procedere al tempestivo avvio degli interventi, sia per non interferire con la stagione turistica. Verranno quindi immediatamente avviate le procedure di gara per affidare i lavori del primo lotto, che interessa il tratto dal Canalino alla X traversa, che dovrebbero iniziare il prossimo mese di ottobre per essere ultimati prima della stagione estiva 2022.

CERVIA MILANO MARITTIMA. La Giunta comunale ha approvato il progetto definitivo-esecutivo per la ‘Riqualificazione e rigenerazione urbana del warterfront di Milano Marittima, lungomare Pionieri del turismo ’. Il progetto richiede un investimento di 3 milioni e mezzo di euro e, in continuità con gli interventi realizzati negli ultimi dieci anni (nel [...]

30 luglio 2021 0 commenti

Emilia Romagna. Goletta verde tornai nei porti della Regione. Dal 6-8 agosto tappa a Marina di Ravenna.

Emilia Romagna. Goletta verde tornai nei porti della Regione. Dal 6-8 agosto tappa a Marina di Ravenna. La storica campagna di Legambiente torna a solcare i nostri mari per monitorare lo stato di salute delle acque. Dopo aver risalito lo Stivale Goletta verde approda nel porto di Marina di Ravenna venerdì 6 agosto, dove rimarrà fino a domenica 8, in via Molo Dalmazia, 63. Numerosi anche quest’anno gli eventi sul territorio regionale legati all’iniziativa che inviteranno al contatto con la natura e alla valorizzazione del territorio. I temi trattati riguarderanno in particolare la tutela degli ambienti marini, come il 'fishing for litter' di Porto Garibaldi e altre pratiche virtuose delle marinerie, oltre che alla riscoperta di centri di rilievo per il recupero della fauna marina, nonché la protezione delle zone costiere con interesse specifico riguardo la salvaguardia delle dune. Altro argomento di forte interesse sarà quello della transizione ecologica, con un focus specifico sulle energie rinnovabili per il futuro, un tema su cui risulta sempre più urgente lavorare attraverso la sensibilizzazione e la formazione dei più giovani.

EMILIA ROMAGNA. Dopo un anno di stop dovuto alle restrizioni causate dalla pandemia, la storica campagna di Legambiente torna a solcare i nostri mari per monitorare lo stato di salute delle acque. Dopo aver risalito lo Stivale Goletta verde approda nel porto di Marina di Ravenna venerdì 6 agosto, dove [...]

26 luglio 2021 0 commenti

Sarsina. 61°Plautus Festival. Nel segno del ritorno alla normalità. Salvato il ‘Dramma antico’.

Sarsina. 61°Plautus Festival. Nel segno del ritorno alla normalità. Salvato il ‘Dramma antico’. Bernabini,: 'Siamo grati ai mecenati Art Bonus ed agli sponsor per i contributi e per la fiducia che ci hanno confermato, ma soprattutto perché, come noi, hanno compreso l’importanza del Plautus per il territorio romagnolo, e non solo! Siamo grati al nostro fedele pubblico che con trepidazione ha atteso la comunicazione del programma del Festival. Ma a quest’ultimo ci sentiamo di dover chiedere in qualche modo scusa perché, per assicurare la tutela della sua sicurezza, abbiamo dovuto ridurre anche quest’’anno la capienza dell’Arena a poco più di 500 posti: ce ne dispiace ma siamo certi che comprenderà. In ultimo, ma non per ultimo, ringraziamo gli artisti e gli operatori dello spettacolo dal vivo, indubbiamente tra le categorie che stanno portando il peso maggiore della pandemia; li ringraziamo per la generosità e per la passione con la quale si sono messi in gioco affinché lo spettacolo dal vivo tornasse protagonista delle nostre serate estive. Grazie a loro possiamo presentare al nostro pubblico un cartellone della 61° Edizione del Plautus che, seppur condizionato dalla situazione in atto, ha saputo mantenere alta la qualità degli spettacoli offerti. La mission del Plautus, rivolta in particolare al repertorio del 'Dramma antico', è stata salvaguardata'.

SARSINA. (  Comunicato stampa 61° edizione del Plautus Festival). ( Riceviamo e pubblichiamo). Poter presentare il programma del Plautus Festival anche in questo secondo anno di emergenza sanitaria e sociale da Covid-19 è per noi motivo di grande soddisfazione. Non è stato facile, lo confessiamo, ed i sacrifici che ci siamo [...]

11 giugno 2021 0 commenti

Cesenate. Rimborsi E45: CNA incontra il presidente Bonaccini. Crolli del fatturato di circa il 40%.

Cesenate. Rimborsi E45: CNA incontra il presidente Bonaccini. Crolli del fatturato di circa il 40%. I dirigenti CNA hanno illustrato al massimo esponente regionale la situazione dei rimborsi spettanti alle aziende relativamente alla chiusura della E45 nel 2019. Ad oggi gli unici aiuti ricevuti sono quelli stanziati dalla regione Emilia Romagna. Dei rimanenti quattro milioni di euro, ne sono stati erogati solo una minima parte. Il problema rimane il requisito della sospensione delle attività coinvolte.Allo stato attuale questi importanti stanziamenti (15.000 euro a socio) non verranno erogati ai soggetti titolati. CNA ha poi fatto notare a Bonaccini che si tratta dell’unica situazione nella quale il diritto al risarcimento non si acquisisce sulla base della dimostrazione del calo di fatturato, ma solo attraverso la prova di un’interruzione dell’attività lavorativa. Per contro, questa situazione rende difficile percepire anche i ristorni statali per la pandemia, in quanto spesso non si riesce a dimostrare la perdita di fatturato 2020 perché quello del 2019 era già stato ridotto dalla chiusura E45 con il rischio di non ricevere alcun tipo di aiuto. Il Presidente della Regione ha espresso piena comprensione della gravità della situazione e si è impegnato per verificare quale strada sia percorribile per trovare una soluzione positiva.

Mercato Saraceno, 29 aprile 2021 – Presso la sede dell’impresa Elctricline di Mercato Saraceno, alla presenza del sindaco Monica Rossi, il presidente Federico Giovannetti ed il responsabile CNA Cesena Val Savio Piergiorgio Matassoni hanno incontrato il presidente della Regione Stefano Bonaccini. I dirigenti CNA hanno illustrato al massimo esponente regionale la [...]

29 aprile 2021 0 commenti

Rimini. Città della salute post Covid. Nuovi spazi e una piattaforma digitale per i nuovi bisogni sociali.

Rimini. Città della salute post Covid. Nuovi spazi e una piattaforma digitale per i nuovi bisogni sociali. Il progetto, elaborato in collaborazione con dipartimento di Sociologia e Diritto dell'economia dell'Università di Bologna (Campus della Romagna), prevede la messa a punto di una piattaforma digitale per il supporto psicosociale e la promozione del benessere. Si tratta di un servizio che fornirà ai cittadini una sorta di ‘cruscotto digitale’ dove l’utente che si collegherà troverà in tutti i servizi complementari a quelli sanitari a supporto del benessere e del sostegno psicosociale. Le localizzazioni per i primi Forum urbani sono stati individuate a Miramare, Viserba, all’ex Macello e Spadarolo, quest’ultimo al centro di un progetto già approvato dalla Giunta e candidato al finanziamento della regione Emilia Romagna (per circa 2,2 milioni) nell’ambito del programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare (Pinqua). Sempre nell’ottica di valorizzare gli spazi della città allo scopo di creare occasioni di socializzazione e di scambio, si andrà alla realizzazione di nuovi centri culturali e ricreativi di incontro fra generazioni, pensati in particolare per quelle aree più carenti di offerta di servizi e meno baricentriche. Il primo progetto è già partito e riguarda l’area dell’ex Tiro a volo, tra Spadarolo e Vergiano, che attraverso una convenzione con l’associazione Sorridolibero, diventerà un ‘parco’ dalle molteplici funzioni: punto di incontro, laboratori, giochi, incontri, cineforum, attività sportive oltre a iniziative musicali e teatrali, dedicati quindi a tutte le fasce d’età. Altri progetti sono in fase di definizione nelle zone di Santa Aquilina, a Corpolò vicino alla rinata piazza del Tituccio, al Centro ippico San Paolo.

RIMINI. Più soli, più fragili, più esposti. Il lockdown, le restrizioni e le incertezze legate alla pandemia hanno creato una crisi non solo economica, ma hanno creato fratture profonde nella società, nelle famiglie e negli individui. A farne le spese per primi sono stati i soggetti più vulnerabili, i cui disagi [...]

2 aprile 2021 0 commenti

Rimini. Messa in sicurezza della SS16: la rotatoria tra via Cavalieri di Vittorio Veneto e l’arteria statale.

Rimini. Messa in sicurezza della SS16: la rotatoria tra via Cavalieri di Vittorio Veneto e l’arteria statale. E' sull’Albo pretorio comunale e sul BUR della regione Emilia Romagna l’avviso per l’avvio del procedimento unico di approvazione del progetto per la realizzazione della rotatoria tra via Cavalieri di Vittorio Veneto e la SS16, opera che rientra nell’ambito degli interventi di messa in sicurezza della SS16 e della connessione del polo intermodale tra SS16, aeroporto e fermata del Metromare di Miramare. L’intersezione tra via Cavalieri di Vittorio Veneto e la SS 16 rappresenta uno snodo importante nel collegamento mare e monte della zona di Rimini Sud ed è attualmente regolata da uno svincolo a raso a tre rami. Attraverso la realizzazione della rotatoria si andrà a snellire, fluidificare e mettere in sicurezza l'intersezione, con un’attenzione all’inserimento paesaggistico della nuova infrastruttura grazie ad una maggiore copertura vegetativa lato mare, aumentando così anche la capacità di abbattimento degli inquinanti atmosferici. Il progetto è finanziato coi Fondi sviluppo e coesione 2014 – 2020 e fa parte di una serie di interventi dedicati alla messa in sicurezza SS16 in corrispondenza dell’attraversamento del centro abitato di Rimini.

RIMINI. E’ pubblicato  sull’Albo pretorio comunale e sul BUR della regione Emilia Romagna l’avviso per l’avvio del procedimento unico di approvazione del progetto per la realizzazione della rotatoria tra via Cavalieri di Vittorio Veneto e la SS16, opera che rientra nell’ambito degli interventi di messa in sicurezza della SS16 e [...]

30 marzo 2021 0 commenti

San Mauro Pascoli. Tech4Fashion Hub – A Villa Torlonia un incubatore di startup della moda e ICT.

San Mauro Pascoli. Tech4Fashion Hub – A Villa Torlonia un incubatore di startup della moda e ICT. Il progetto ha infatti ottenuto il finanziamento della regione Emilia Romagna a sostegno delle imprese innovative, pari a 248.000 euro a fronte di un costo complessivo di 310,000 euro. L’obiettivo principale del progetto è creare un incubatore che possa accogliere team e startup che abbiano come focus il settore della moda e dell’ICT, in modo tale che la creatività del distretto calzaturiero possa incontrare l’innovazione offerta dalle nuove tecnologie. Arricchendo il territorio di San Mauro Pascoli e del Rubicone e le aziende locali con idee innovative. Tech4Fashion Hub mira a sostenere nuove imprese offrendo nuovi spazi, dotati di strumenti e tecnologie innovativi, nonchè servizi di consulenza manageriale, supporto nello sviluppo di relazioni e nella ricerca di finanziamenti. Il target di riferimento sono i giovani che intendano sviluppare progetti e idee imprenditoriali che integrino moda, digitalizzazione e sostenibilità. Parte integrante del progetto di incubazione sarà la collaborazione con il CERCAL, punto di riferimento nella formazione e trasmissione delle competenze del settore calzaturiero alle nuove generazioni.

San Mauro Pascoli (FC). Nasce a Villa Torlonia Tech4Fashion Hub, l’incubatone di start-up innovative nel campo della moda del fashion e dell’ICT. Il progetto ha infatti ottenuto il finanziamento della regione Emilia Romagna a sostegno delle imprese innovative, pari a 248.000  euro a fronte di un costo complessivo di 310,000 [...]

29 marzo 2021 0 commenti

Ravennate. Segnalato un lupo nella parte di Parco del Delta che si estende a sud di Ravenna.

Ravennate. Segnalato un lupo nella parte di Parco del Delta che si estende a sud di Ravenna. In tale fase di nuovo 'incontro' tra uomo e lupo, occorre ritrovare comportamenti che rendono la convivenza non solo possibile, ma più facile di quanto si potrebbe pensare. Come positivamente verificato in questi anni nel nostro Appennino. Occorre innanzitutto considerare il lupo per quello che è: un animale selvatico, che tale deve rimanere. Semplicemente, una specie che fa naturalmente parte dell’ecosistema del nostro territorio e, come tale, da rispettare, con razionale distacco, evitando ogni interferenza, positiva o negativa. In altre parole, il lupo non va assolutamente avvicinato, alimentato, aiutato. Non ne ha bisogno. D’altro canto, non va molestato, allontanato, minacciato. Solo le condizioni naturali dell’ecosistema ci diranno se in questo territorio può o meno sopravvivere, in equilibrio con le aree naturali del Parco del Delta. Per evitare che il lupo trovi fonti di cibo 'non naturali', quindi, occorre non abbandonare mai resti di alimenti ed è molto importante ricoverare durante la notte tutti gli animali domestici (ovini, polli e altri avicoli, cani e gatti); l’attacco ad animali più grandi, come equini e bovini, è altamente improbabile. Si tratta di un predatore particolarmente schivo, che teme l’uomo.

RAVENNATE. Recentemente nella parte di Parco del Delta che si estende a sud di Ravenna è stata riscontrata la presenza di un lupo. Si tratta di ‘Ginevra’, giovane lupa investita nelle Marche, recuperata dal Centro recupero animali selvatici Marche, affidata al Centro di recupero della fauna selvatica di monte Adone [...]

Emilia Romagna. Paolo Maggioli: ‘ Confindustria Romagna pro Rimini capitale della Cultura 2024′.

Emilia Romagna. Paolo Maggioli: ‘ Confindustria Romagna pro Rimini capitale della Cultura 2024′. Confindustria Romagna crede fortemente nell’importanza di valorizzare il patrimonio storico culturale dei suoi territori. L’avvio ufficiale del percorso per la candidatura di Rimini a Capitale italiana della Cultura 2024 e per il riconoscimento del Tempio Malatestiano quale patrimonio dell’Unesco, rappresentano due segnali molto importanti per il futuro di Rimini, della Romagna e di tutta la regione Emilia Romagna. In questo momento particolarmente difficile è fondamentale avere il coraggio di credere e guardare avanti e di intraprendere un cammino di rilancio e rinascita in ogni campo e settore. Rimini, con la sua multiculturalità, interculturalità, la sua storia e la sua contemporaneità, come è stato detto anche nell’incontro di presentazione del percorso di candidatura, abbia tutte le carte in regola per proporsi. Per raggiungere l’obiettivo occorre essere uniti in un progetto condiviso, ben definito e dinamico, in un cammino comune e di grande coinvolgimento. L'intervento con motivazioni del presidente di Confindustria Romagna.

EMILIA ROMAGNA. Confindustria Romagna crede fortemente nell’importanza di valorizzare il patrimonio storico culturale dei suoi territori. L’avvio ufficiale del percorso per la candidatura di Rimini a Capitale italiana della Cultura 2024 e per il riconoscimento del Tempio Malatestiano quale patrimonio dell’Unesco, rappresentano due segnali molto importanti per il futuro di [...]

19 febbraio 2021 0 commenti