Rimini. Coronavirus, urgente un ‘Tavolo dell’economia’. Iniziative scoordinate e i mercati ambulanti.

Rimini. Coronavirus, urgente un ‘Tavolo dell’economia’. Iniziative scoordinate e i mercati ambulanti. 'Sarebbe stato sufficiente per chiunque un giro al mercato settimanale a Rimini, questa mattina, per capire a colpo d'occhio di come la situazione sia critica: pochissima gente fra i banchi e anche qualche stallo vuoto – osserva Fabrizio Vagnini, presidente provinciale Confesercenti -. Siamo preoccupati per la ricaduta pesante che la situazione avrà sulle imprese e attività commerciali e del turismo. Le misure precauzionali necessarie, serve responsabilità e non allarmismo, ma non dimentichiamoci delle nostre imprese'. ' L'adozione di misure a macchia di leopardo da parte dei Comuni non aiuta - continua Vagnini-. Un esempio è quello dei mercati settimanali, sospesi a Morciano, Cattolica, San Clemente, ma anche Novafeltria, mentre altrove continuano. E' chiaro che occorre una cabina di regia a livello sovracomunale, magari coordinata dalla Provincia, che riunisca enti locali, categorie, sindacati e anche il mondo del credito, per coordinare i provvedimenti per garantire la tenuta delle attività economiche, già provate da consumi interni in calo'.

Rimini, 26 febbraio 2020 – Le ripercussioni della diffusione del Coronavirus si stanno facendo sentire sugli operatori del territorio e Confesercenti della provincia di Rimini chiede di istituire urgentemente un ‘Tavolo dell’economia‘ provinciale che coordini le misure da adottare. COMMENTO. “Sarebbe stato sufficiente per chiunque un giro al mercato settimanale [...]