Tag "Rimini teatri"

 

Rimini. Il teatro ‘Galli’ riapre al pubblico dopo il lockdown. Al lancio il doppio Cd ‘E la chiamano Rimini’.

Rimini. Il teatro ‘Galli’ riapre al pubblico dopo il lockdown. Al lancio il doppio Cd ‘E la chiamano Rimini’. Per tutta la giornata - dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 23 – sarà possibile tornare a riempirsi gli occhi con la meraviglia del Teatro Galli, chiuso al pubblico da fine febbraio. Quasi quasi quattro mesi di silenzio che saranno interrotti grazie alle note di Fabrizio de Andrè e Massimo Bubola e grazie al talento degli artisti riminesi: sullo schermo allestito in sala infatti sarà proiettato in loop il video realizzato dal fotografo Chico de Luigi del brano Rimini, nella straordinaria interpretazione corale realizzata da 36 musicisti e cantautori della città. Una versione inedita – con l’aggiunta al testo originario di due strofe – che fa parte del doppio cd E la chiamano Rimini, curato da Massimo Roccaforte e Aldo Maria Zangheri e prodotto dall’associazione culturale Interno 4.Chi acquisterà il cd, oltre a garantirsi due ore e mezza di musica che rappresenta un unicum per la scena musicale riminese, potrà dare un contributo alla vita artistica della città: il ricavato della vendita infatti servirà a sostenere il palinsesto estivo di spettacoli, che per questa stagione si svilupperà attraverso un circuito di spazi all’aperto con schermi per proiezioni cinematografiche e palchi per spettacoli musicali e performance teatrali.

RIMINI. Il Teatro Galli riapre per la prima volta al pubblico dopo il lockdown sulle note di De Andrè. Sabato 20 giugno si spalancano le porte dello spazio polettiano per una giornata speciale dedicata alla presentazione alla città di E la chiamano Rimini, artisti uniti per la città il progetto [...]

17 giugno 2020 0 commenti

Rimini. V Commissione, 450mila euro per le scenografie al Teatro Galli. Ormai pronto all’apertura.

Rimini. V Commissione, 450mila euro per le scenografie al Teatro Galli. Ormai pronto all’apertura. Il teatro polettiano è tra le voci principali della variazione di bilancio discussa questa mattina dalla V Commissione consigliare: investiti 450mila euro per il completamento scenografico e l’inquadramento scenico del ‘Galli’ (camerini e attrezzature di scena), ultimo step necessario all’apertura della struttura che avverrà, come annunciato, nell’autunno dell’anno corrente, rispettando peraltro le previsioni di spesa iniziali. La variazione inoltre prevede un incremento del fondo di riserva per circa 104 mila euro, che consentirà di dare copertura ad eventuali spese urgenti ed obbligatorie che potrebbero presentarsi in corso d’anno. Questo è stato possibile sia tramite l’utilizzo di minori spese (economie in seguito a pensionamenti di personale a tempo indeterminato non programmati nella predisposizione del Bilancio 2018 – 2020) e a maggiori entrate (nello specifico circa 86 mila euro riconosciuti al Comune come indennità di occupazione senza titolo in seguito ad una sentenza esecutiva riferita ad alcune aree in fregio al Lungomare). Altra importante variazione discussa dalla Commissione è legata alla recente sentenza del Tribunale di Bologna sul contenzioso tra Amministrazione comunale e un privato per i lavori di ristrutturazione dell’immobile Aquila d’oro. Una vicenda giudiziaria che prende spunto dai lavori di ristrutturazione iniziati ancora negli anni Novanta.

RIMINI. Il Teatro Galli è ormai pronto a mostrarsi alla città in tutta la sua bellezza e mentre si concludono gli  interventi esterni e procede l’attività di montaggio delle decorazioni, si pensa agli arredi e alle attrezzature che andranno a completare l’allestimento della struttura. Il teatro polettiano è tra le [...]

15 maggio 2018 0 commenti