Emilia Romagna. Bene i 132 mln in più nel Psr. Per valorizzare le filiere delle nostre eccellenze produttive.

Emilia Romagna. Bene i 132 mln in più nel Psr. Per valorizzare le filiere delle nostre eccellenze produttive. 'Apprezziamo lo sforzo della Regione che, anche grazie all’impegno per il superamento del criterio dei parametri storici nel riparto, è riuscita a ottenere oltre 132 milioni di euro in più nel Piano di sviluppo rurale (PSR) rispetto a quello precedente, arrivando a quasi un miliardo di fondi stanziati. Ora è arrivato il momento di tornare a puntare sui progetti di filiera per l’utilizzo delle risorse europee destinate all’agricoltura emiliano-romagnola. In una fase così difficile per l’intero settore, i progetti di filiera rappresentano infatti la soluzione migliore per favorire l’integrazione tra aziende agricole e agroindustriali, così da valorizzare al meglio le produzioni conferite dagli agricoltori tramite politiche di innovazione e la crescita nei mercati internazionali'. È questa la richiesta indirizzata alla Regione da Confcooperative Fedagripesca Emilia Romagna, Legacoop Agroalimentare Nord Italia e Agci-Agrital Emilia Romagna, in vista dell’attuazione del Piano di sviluppo rurale (PSR) 2023-27 annunciata nei giorni scorsi dal presidente Stefano Bonaccini e dell’assessore Alessio Mammi.

  (Bologna, 12 settembre 2022) – “Apprezziamo lo sforzo della Regione che, anche grazie all’impegno per il superamento del criterio dei parametri storici nel riparto, è riuscita a ottenere oltre 132 milioni di euro in più nel Piano di sviluppo rurale (PSR) rispetto a quello precedente, arrivando a quasi un miliardo di [...]