Tag "smog in Romagna"

 

Forlì Cesena. Ultimi report sul monitoraggio della qualità dell’aria 2017. I controlli a San Mauro.

Forlì Cesena. Ultimi report sul monitoraggio della qualità dell’aria 2017. I controlli a San Mauro. Le stazioni di Ravennate e Montefiore, di proprietà dell’amministrazione comunale di Cesena ed installate quale prescrizione di VIA ministeriale, sono state attive dal 2009 al 2017. Avevano lo scopo di monitorare le ricadute dell’impianto di aspirazione della galleria Secante: il loro posizionamento, rispettivamente in via Ravennate e in via Leopoldo Lucchi, corrispondeva ai siti presso i quali la modellistica prevede la massima ricaduta dei fumi dall’impianto di aspirazione. In considerazione della serie storica dei monitoraggi che evidenzia la scarsa significatività dell’impatto dovuto alla emissione dei fumi dalla galleria, a partire dal 1 gennaio 2018 le cabine sono state spente e si è in attesa della dismissione definitiva da parte del Ministero. Il monitoraggio della qualità dell’aria presso la stazione situata a Forlì, in via Barsanti, è previsto dall’atto di AIA rilasciato a HERAmbiente per l’impianto di termovalorizzazione ed ha lo scopo di monitorare le ricadute delle emissioni dell’impianto. Il sito ove è collocata la stazione corrisponde al punto di massima ricaduta individuato dalla modellistica.

FORLI’ CESENA. Sul sito web della sezione Arpae di Forlì-Cesena sono disponibili i report anno 2017 relativi alle stazioni locali di monitoraggio della qualità dell’aria presso le stazioni di Ravennate e Montefiore a Cesena e presso la stazione di via Barsanti a Forlì. Le stazioni di Ravennate e Montefiore, di [...]

21 marzo 2018 0 commenti

Ravennate. Emergenza smog al limite: dopo i picchi di primavera, aria inquinata anche in autunno.

Ravennate. Emergenza smog al limite: dopo i picchi di primavera, aria inquinata anche in autunno. Con un autunno quasi estivo e l’assenza di piogge, da gennaio a metà ottobre sono ben 4 i capoluoghi dell’Emilia Romagna che hanno superato il limite di 35 giorni con una media giornaliera oltre i 50 microgrammi per metro cubo previsto per le polveri sottili (PM10): Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Modena. Ora, a seguito del superamento del limite per 4 giorni consecutivi, saranno attive le misure emergenziali di primo livello in 9 Comuni della Regione, tra cui Piacenza, Reggio Emilia, Modena e Ferrara oltre a Carpi, Castelfranco Emilia, Formigine, Sassuolo e Cento. Misure che prevedono, oltre al blocco di tutti i diesel euro 4 (e precedenti) ed il potenziamento dei controlli sulla circolazione, anche la riduzione delle temperature a 19° nelle case.

RAVENNA. L’emergenza smog, sempre più cronica, non conosce stagioni. Quest’anno il picco di polveri sottili nell’aria non ha aspettato il rigido inverno, anzi è arrivato con largo anticipo, prima in primavera e poi in autunno, complici i cambiamenti climatici e la mancanza di interventi strutturali da parte di Regioni e [...]

17 ottobre 2017 0 commenti