Tag "spagna"

 

Non solo sport. Coronavirus: Europa in ginocchio. E se cantassimo: ‘ Qui o si fa l’Europa o si muore ?’

Non solo sport. Coronavirus: Europa in ginocchio. E se cantassimo: ‘ Qui o si fa l’Europa o si muore ?’ Sta per abdicare la Cancelliera ma la leggiadra Europa, dopo il suo lungo regno, invece d'essersi compattata s'è sbrindellata. Lasciamo stare quei simpaticoni dei figlioli di Sua Maestà che si sono messi in testa di rifare i pirati per affondare come ai tempi di Francis Drake galeoni carichi di dobloni, che quando la 'voglia di giocherellare ' sarà lor passata si ravvederanno come il loro scarmigliato premier con il Coronavirus. Guardiamo invece cosa ( per noi) durante il regno della Cancelliera non ha funzionato. Nulla di personale. Nè di pregiudizievole. Vogliamo solo arrivare ad una sicurezza presente e ad una prospettiva futura. Per noi, a prescindere della stretta mortale del Coronavirus, urgente, perchè in queste cose prima ci si organizza e prima ci si mette al sicuro. Infatti, al momento è un pirla di Coronavirus a farci piangere, ma domani chi altro del suo stampo? Adesso son milioni quelli che assaltano ( spesso con umana giustificazione) i nostri confini e domani quant'altri percorreranno gli stessi sentieri? Adesso ci son guerre ( e guerricciuole) che mietono nefandezze e lutti ( solo) ai confini, domani dovessero incombere ai nostri ( o addirittura) dentro i nostri confini, qual difese metteremo in atto? Se le minacce arriveranno dai mari l 'Italia manderà in acqua la Cavour, la Britannia la Queen Elizabeth, la Gallia la De Gaulle? Se invece le minacce pioveranno dai cieli senza manco conoscere la traiettoria, li aspetteremo chiudendo gli occhi alla Totò davanti al manesco ? Etc., etc. Già che fare? Nessuno ha i poteri dei venerati oracoli. Potremmo però già incominciare a dare chiari segnali. La Germania che ospita una ventina di infetti lombardi è un chiaro segnale. Il silenzio della Legarde è un altro chiaro segnale. Ci manca, semmai, quello che potrebbe dare la Cancelliera nelle ore del commiato: zittire quei tre o quattro rognosetti di poco conto che pendono dalle labbra sue e che per picciol ambasce loro vorrebbero ( una volta di più ) mettere ( con quell'astruso Salvastati) il 'cappio al collo' ai paesi del Sud. E all'Italia, ovviamente, sennò come potrebbero continuare a divertirsi con quell' imberbe 'sfascia rosse' ( per loro) predestinato ( Lewis a parte) ad oscurare l'immenso ( anche nostro) Schumi ? Qui, cara Signora, c'è bisogno di qualcosa di epocale. Di eredi alla Cavour o alla Metternich, insomma, costruttori di nazioni ! Cogliendo l'attimo fuggente che ci viene offerto. E che un tale, parafrasando, avrebbe trasformato nel canto che ( in quest'ora di angoscia e dolore) potrebbe unire ( da un Paese all'altro) i balconi ormai in fiore del Continente: ' Qui o si fa l'Europa o si muore!'.

LA CRONACA DAL DIVANO. E qui si vede se potrà valere l’appello:  ‘ O si fa l’Europa o si muore‘.  Decisiva, sarà  ( ancora una volta) la Germania, che nelle questioni del Vecchio continente sta con le mani in pasta ovunque. Dal Coronavirus, ormai   dentro i suoi confini  in quantità [...]

26 marzo 2020 0 commenti

Non solo sport. Quattro campionati già assegnati, solo nel nostro c’è thrilling. La ‘rossa’ e il suo futuro.

Non solo sport. Quattro campionati già assegnati, solo nel nostro c’è thrilling. La ‘rossa’ e il suo futuro. Morale: quattro ( dei cinque) acclamati campionati continentali sono già stati depositati ( con stucchevole anticipo) sotto l'albero di Natale, alla faccia ( ovviamente) degli infiniti esterofili che ci ammaniscono ad ogni piè sospinto ( con schiamazzi ed urla) quanto siano più belli i giardini degli altri rispetto al nostro. Il nostro, però , tutt'altro che deciso. Visto che il Ciuccio non molla e la Lupa ( pur sbagliando a iosa) non intende alzare bandiera bianca. Resta in lizza anche l'Inter cinese, improvvisamente (ri)scomparsa, dopo avere illuso mare e monti per l'aver trovato accesso ad una nuova vita. La Beneamata, infatti, al momento, resta quella di sempre; e pur senza Coppe, continua a ribadire pregi e difetti suoi. Così, di certo, non va da nessuna parte, tanto meno resta in lizza per lo scudetto, che per lei sarebbe il 19°, ovvero due passi sotto la seconda stella. Per le altre di sport bisognerà attendere il nuovo anno. Onde chiarire tante cose. Ad esempio l'intenzione della 'rossa' se restare o meno in un agone motoristico che qualcuno, Oltreoceano, vuol trasformare in un circus delle meraviglie alla stregua di quello, fallito, del Buffalo Bill di storica memoria. Ben fa quindi l'uomo col maglioncino blu a cantargliele chiaro e forte, anche perchè di 'bidonicini e bidoncetti' la 'rossa' ne ha avuti abbastanza. E senza rispetto alcuno per quel che ha dato e da ai motori in pista.

LA CRONACA DAL DIVANO. Fine anno con il calcio. Italiano ed estero. Il nostro tuttora un enigma, giocato tra più squadre; l’altrui, invece, tutto già acclarato senza dubbio alcuno. Riassumiamo: nella Premier al Qatar City  con il suo vantaggio a doppia cifra lo scudetto non glielo strappa più nessun; nella [...]

27 dicembre 2017 0 commenti

Non solo sport. Italia, giovane e forte. E ora occhi sul derby di Milano: 36 scudetti, 10 Coppe dei Campioni.

Non solo sport. Italia, giovane e forte. E ora occhi sul derby di Milano: 36 scudetti, 10 Coppe dei Campioni. L'Italia dei giovani era stata chiamata a fare una goleada contro il Lussemburgo e non l'ha fatta ( 0-4 soltanto); avrebbe dovuto mostrare le palle anche contro i Campioni del mondo, e qui c'è riuscita. Lo zero a zero finale ha premiato gli Alemanni, che proprio nel finale hanno trovato la complicità di un palo su invenzione di un nostro talentuoso imberbe: Belotti.

LA CRONACA DAL DIVANO. L’Italia dei giovani era stata chiamata a fare una goleada contro il Lussemburgo e non l’ha fatta ( 0-4 soltanto); avrebbe dovuto mostrare le palle anche contro i Campioni del mondo, e qui c’è riuscita. Lo zero a zero conclusivo   ha premiato infatti gli Alemanni, [...]

17 novembre 2016 0 commenti

Non solo calcio. Dopo l’Invincibile armata ci toccano i panzer. Che facciamo: gli cediamo il passo?

Non solo calcio. Dopo l’Invincibile armata ci toccano i panzer. Che facciamo: gli cediamo il passo? Europeo: si entra nei quarti. Ferrari: ora come ora servono solo i risultati, dice Marchionne. Che tuttavia l'occhio sul futuro non rinuncia affatto ad allungare. Briatore aveva suggerito che per 'svecchiare ' la 'rossa' andrebbe creato un polo tecnologico in Albione. Dove, in fatto di telaio e aerodinamica, son da sempre maestri. Ma risponde Marchionne : 'La storia che ci sentiamo inferiori agli inglesi perchè i concetti di telaio e aerodinamica sono prettamente britannici? Tutte cavolate. La Ferrari deve 'internazionalizzare' certe deficienze, ma facendole diventare la propria forza'.

LA CRONACA DAL DIVANO ESTATE. Dopo aver goduto con la Spagna, ci aspetta di sopportare il ‘ patone’ Germania. Loro, infatti, continuano a non farsene una ragione che con gli Italici eredi di Varo ma anche di Mario, Cesare e Germanico, possono poco o nulla. Joachim Low , il suo mister, [...]

29 giugno 2016 0 commenti

Non solo sport. Europei: il Conte Dracula sugli altari. Passaggio del turno certo, ma per ‘sfidare’ chi?

Non solo sport. Europei: il Conte Dracula sugli altari. Passaggio del turno certo, ma per ‘sfidare’ chi? Il Belgio, a leggere il ranking Fifa avrebbe dovuto farci a pezzi, e invece è finito a pezzi. Un goletto del Giac e uno del Pellè lo hanno riportato alla sua dimensione di assortimento vario di campioni più o meno autentici assemblati alla bell'e meglio per la circostanza. Non a caso a vincere i trofei sono le 'solite' dal lungo palmares. Non a caso sulla nostra maglia stanno stampigliati trofei ( e storie) come su poche altre maglie al mondo. Prossima sfida per la 'rossa', tra pochi giorni, a Baku. E se non abbiam avuto le traveggole, questa volta, la 'rossa' non dovrà che chiedere alle 'frecce d'argento' l'inevitabile redde rationem. Gli italiani e le vacanze.

LA CRONACA DAL DIVANO ESTATE. Il Belgio, a star sentire il ranking Fifa avrebbe dovuto farci a pezzi, e invece è finito a pezzi. Due goletti del Giac e del Pellè lo hanno riportato alla sua dimensione di assortimento vario di campioni più o meno autentici assemblati alla bell’e meglio [...]

14 giugno 2016 0 commenti

Non solo sport. Ma è giusta così? La Signora frodata al 91′ dalle combines Uefa. Coppa di cristallo per Fill.

Non solo sport. Ma è giusta così? La Signora frodata al 91′ dalle combines Uefa. Coppa di cristallo per Fill. Saluti e baci al conte Dracula. Ora un solo desiderata: non andiamo più a cercare Capello e tutti quelli che, come lui, hanno detto ' In Italia, non ci torno più!'. Anche perchè non è forse meglio un decennio sabbatico ( cioè senza gare ) piuttosto che consegnare una maglia carica di gloria ( come solo altre due o tre al mondo) ai Conte, Capello etc etc di turno? Peter Fill, 33 anni, vincitore della Coppa del Mondo di discesa libera.

LA CRONACA DAL DIVANO. A pensar male è peccato, tuttavia, spesso ci si prende. Lo ripeteva uno che di uomini se ne intendeva. Se riandiamo infatti  con la memoria ai giorni del sorteggio degli ottavi non possiamo scodare la prima, calda, impressione: qui ce l’hanno fatta! Già, ma chi ce [...]

17 marzo 2016 0 commenti

Lugo. Al Chicco D’Oro la prima degustazione del 2016 con il Jamòn iberico, prosciutto spagnolo molto apprezzato.

Lugo. Al Chicco D’Oro la prima degustazione del 2016 con il Jamòn iberico, prosciutto spagnolo molto apprezzato. Il Jamón ibérico o carna negra, molto simile alla pata negra, è un tipo di prosciutto proveniente dal maiale di razza iberica molto apprezzato in Spagna e in Portogallo.

LUGO. Dalle ore 16 alle ore 20,30 di sabato 9 gennaio, degustazione di Jamòn ibérico, un tipo di prosciutto proveniente da un maiale di razza spagnola apprezzato anche nella cucina portoghese. Piadina, gnocco fritta e buon vino saranno il contorno ideale Tempo di crisi ma pare proprio che le idee per [...]

8 gennaio 2016 0 commenti

Non solo sport. Il Campionato più bello. La ‘perfidia’ d’Ispagna. Mentre è in arrivo il Nuovo Anno !

Non solo sport. Il Campionato più bello. La ‘perfidia’ d’Ispagna. Mentre è in arrivo il Nuovo Anno ! Forse, in Ispagna, magari per ragioni storiche e sociali più o meno recenti, con tutta la polvere che si sono abituati a gettare sotto i tappeti, non ce la fanno più a tenere pulite ed ariose le loro stanze. Sì, perchè, non l'avessero ancora capito, a Valentino non interessa il declino ( che comunque sembra affrontare col solito irriverente e pedagogico sorriso) , ma il tentativo di furto perpetrato dai due lillipuziani spagnoli. E inoltre: qual è il ' campionato di calcio più bello del reame'?

LA CRONACA DAL DIVANO. In questi giorni di festa, nell’attesa del nuovo anno, sono tante le cose che passano per la testa. Cose passate, presenti e future. Tra quelle passate, ad esempio, c’è il ricordo dei grandi campioni che hanno segnato la storia dello sport e dei loro paesi. In [...]

28 dicembre 2015 0 commenti

Non solo calcio. Ma i due ‘bravacci’ d’Ispagna si sono visti ad Andorra o no? Valencia: ‘trappola’ o ‘trionfo’?

Non solo calcio. Ma i due ‘bravacci’ d’Ispagna si sono visti ad Andorra o no? Valencia: ‘trappola’ o ‘trionfo’? Lewis, che intelligente dev'essere, eccome, ha capito quindi che se vuol dare lustro ai suoi trionfi ha solo due vie: o salire anche lui sulla 'rossa', o batterla. Rinunciando semmai alle pacche sulle spalle del Niki, quell'ingrato immemore che se sta dov'è è (soprattutto) per le 'raccomandazioni' che gli ha fatto la 'rossa'.

          LA CRONACA DAL DIVANO. Marc e Lorenzo giurano e spergiurano che ad Andorra non ci sono mai stati per concordare l’ imbroglio contro il Dottore. Sarà. Comunque sia l’intesa, sia pure sui generis, generata  magari spontaneamente dall’astioso  giovane Allievo contro l’anziano Maestro, ha funzionato, eccome. Il [...]

29 ottobre 2015 0 commenti

Non solo attualità. Sempre più insofferente l’Europa anti germanica. Il boom in Spagna di Podemos.

Non solo attualità. Sempre più insofferente l’Europa anti germanica. Il boom in Spagna di Podemos. Filippo II il macedone, padre di Alessandro, infatti, già stava fremendo a nord, oltre i suoi oscuri valichi montani, con occhi di rapace pronto ad intervenire. Per ‘sottomettere’ per la prima volta dopo secoli libere ma rissose città che, dopo la breve universalistica apoteosi del figlio Alessandro, s'avviarono verso la definitiva conquista romana.

NON SOLO ATTUALITA’. Non ha nulla a che vedere con il cantante Pablo Iglesias Turrion Santa Maria,  vincitore delle ultime elezioni in Spagna, 37 anni, bel ragazzo col codino e il pizzetto.  Pablo Iglesias  respira a  sinistra fin dal primo vagito.  I genitori lo chiamarono infatti Pablo in onore di [...]

27 maggio 2015 0 commenti