Tag "sport"

 

Non solo sport. Champions: Signora, un ‘pareggino’ che consola. Carletto, così non va! Rombi di moto e auto.

Non solo sport. Champions: Signora, un ‘pareggino’ che consola. Carletto, così non va! Rombi di moto e auto. Champions: a Manchester passa il Barca del Leo, che non è andato in gol ma ha mandato in gol il resuscitato conte Dracula. Questo nel turno del mercoledì, perchè la sera prima il Tottenham s'è imposto ( 1-0) sul City degli ' spendaccioni del Golfo', mentre il Liverpool s'è ' sbarazzato in casa ( 2-0) dei ' poveracci' del Porto. La storia esige la sua parte. Tanto che, se dovessimo, al momento, indicare delle possibili favorite 2019 piazzeremmo, nell'ordine: Liverpool ( 5 Champions), Barca ( 5 Champions) e Juventus ( 2 Champions, con nove finali). Imbarazzante è stata invece la prestazione del Napoli contro l'Arsenal. Soprattutto nel primo tempo, dove una formazione debitamente preparata doveva mostrare ben altra resistenza davanti agli storici protagonisti della Premier. Ora, ribaltare il 2-0 messo in sacca, sarà impresa (pressochè) impossibile. Anche perchè in campo non va il Carletto, nè tantomeno il Cr7, che da solo sarebbe garanzia di remuntada. Già, ma quanti Cr7 passeggiano sui campi da gioco? Nel frattempo tornano in pista auto e moto. Le prime al Gp Cina e le seconde al GPAmeriche. Da verificare son tante cose. Nelle auto, se il giovin Leclerc andrà a dare 'messa e benedizione' a quelli di Stoccarda, oppure se la 'rossa' dovrà rassegnarsi con il rassegnato Seb a subire l'egemonia anglo-germanica. Nelle moto, invece, bisognerà appurare che, se ' non casca anche quando casa', ripeterà ( o meno) l'ufata messa ribaldamente in scena sulla pista argentina, in qual caso chissà se i nostri 'poveracci' saranno in grado di contenerlo, pur montando bardotti e non puledri , per rendere ( ancor) plausibile una disciplina ( tanto tecnologica) come quella del motocorsa in pista? Da qui al belveder manca poco.

LA CRONACA DAL DIVANO. Pareggia la Signora, grazie ad un controllo ‘  del Menga’ di tal Concelo, contro i terribili baby dell’Ajax.  Se avesse portato a casa i tre punti sarebbe stato ( forse) meglio; ma va bene anche così, per restare sulla corda e non ‘ allentare’ l’attenzione , [...]

12 aprile 2019 0 commenti

Rimini. Corso presso il Coni Point. Sul rapporto allenatore e genitori degli atleti.

Rimini. Corso presso il Coni Point. Sul rapporto allenatore e genitori degli atleti. Il programma del Corso cerca (in estrema sintesi) di sollecitare la riflessione sui diversi ruoli di tecnico, allievo, dirigente e genitore. Questi i docenti del corso:Gabriele Semprini, ricercatore di Scienze biomediche e Neuromotorie e metodi e didattiche delle attività sportive; Francesca Vitali, presidente nazionale dell’Associazione italiana psicologia dello Sport. Il corso si svolgerà dalle 18 alle 21, presso la sala Corsi del CONI Point Rimini , in via Covignano 201 Rimini.Il termine per le iscrizioni è fissato per venerdì 9 aprile 2019.

RIMINI. Il CONI Point di Rimini, propone un corso ‘Il rapporto dell’allenatore con i genitori‘. Il programma del Corso (in sintesi) vedrà di sollecitare la riflessione sui diversi ruoli di  tecnico, allievo, dirigente e genitore. Questi i docenti del corso:Gabriele Semprini, ricercatore di Scienze biomediche  e Neuromotorie e metodi e [...]

5 aprile 2019 0 commenti

Non solo sport. Auto: sul Golfo, una stella. Moto: i ‘maestri’ stanno dietro. Calcio: lotta per la Champions.

Non solo sport. Auto: sul Golfo, una stella. Moto: i ‘maestri’ stanno dietro. Calcio: lotta per la Champions. Se Marc Marquez, il ' bravaccio' cataluno di MotoGp, voleva dimostrare d'essere un fenomeno super partes non ha (proprio) azzeccata la formula esatta. Anzi, a dirla tutta, caso mai ce ne fosse stato (ancor) bisogno, ha proprio scelto quella sbagliata. La più sbagliata che poteva. Infatti, tanto per non far parte dei mortali, come s'è abbassata la bandiera a scacchi se n'è involato pei fatti suoi lungo la pista disegnata sulla pampa argentina. Dimostrando che il segreto delle sue mirabolanti imprese sta (soprattutto) nella cavalcatura ( meccanica) che gli hanno messo a disposizione. Cavalcatura, per lui, simile ad una puledra araba e, per gli altri, a bardotti normanni. Claro che così stando le cose c'è poco da dire, da fare, da sperare. Gli assegnino (pure) quel titolo, punto e basta. Tanto più che lo spettacolo c'è, ma altrove, alle sue spalle. Donde due arzilli vecchietti, l'uno in rosso l'altro in blu, sanno ancora esaltare la passione per questo periglioso et spettaculare sport moderno.Trapassando da un campo ' rosso' all'altro, non si pote ignorare quanto i media ( Sky in primis) non hanno l'ardire di sputar fuori dai denti: il fenomeno in Bahrein non è stato Hamilton, che solo per una 'stranezza' del dio dell'auto s'è trovato il lauro sul capo, ma quel poco più che ventenne che ha sbalordito come pochi altri finora sull'auto deputata a scrivere di grande storia. E' auspicabile che il suo (ex) capofila si rimetta ( presto) in sesto, perchè a Toto ( Wolff) non sia concesso di aprire le porte Scee per far entrare il suo cavallo di legno. Ma, per quel che ci riguarda, pur con tutto il rispetto per un quadri campione del mondo, il passaggio di mano già è avvenuto. Per la prima volta dacchè lo conosciamo, infatti, il Toto che quando vorrà mutare quella spenta camicia bianca in una accesa di color rosso sarà sempre tardi, non ha esultato. Abituato a guadare oltre i primi tornanti, ( probabilmente) deve avere visto sorgere qualcosa che assomiglia ad una stella cometa. Di quelle rare. Rarissime. Imprevedibili. Capaci di sconvolgere delicati e costosi equilibri. Ci fermiam, qui, per rispetto, anche perchè come direbbe mister Allegri il Carletto ( come il suo Kean) non è ancora nè il Nivola, nè l'Airton, nè il Schumi.

LA CRONACA DAL DIVANO.  Se Marc Marquez, il ‘ bravaccio‘ cataluno di MotoGp, voleva dimostrare d’essere un fenomeno super partes non ha (proprio) azzeccata la formula esatta. Anzi. A dirla tutta, caso mai ce ne fosse  stato  (ancor) bisogno, ha proprio imboccato quella sbagliata. La più sbagliata che poteva. Infatti, [...]

1 aprile 2019 0 commenti

Rimini. Torna la Marathon, una domenica di corsa e senz’auto. Evento sportivo alla VI edizione.

Rimini. Torna la Marathon, una domenica di corsa e senz’auto. Evento sportivo alla VI edizione. Il tracciato della maratona 2019 si rinnova rispetto allo scorso anno: da Rimini i maratoneti punteranno verso sud, toccando Riccione e Misano Adriatico. Dalla terra dei motori inizierà il rientro verso Rimini per completare la maratona come di consueto tagliando il traguardo sotto l’Arco d’Augusto. La zona mare della città sarà quindi quella più interessata dal percorso, con il passaggio degli atleti sui viali delle Regine all’andata e sui viali e i lungomari al ritorno. Dalle 9, quando scatterà lo start della maratona, fino alle 11.30, tutta la zona a mare della linea ferroviaria da Marina Centro a Miramare sarà car-free, col blocco della circolazione per tutti i veicoli a motore, mentre il lungomare resterà interdetto al traffico fino alle 16, con la conclusione della gara. Gli assessorati alla Mobilità, all’Ambiente e allo Sport hanno interagito ancor più degli altri anni a supporto degli organizzatori per regalare alla città una maratona ecologica e una domenica senz’auto.

RIMINI. Una domenica all’insegna della corsa, lasciando l’auto in garage. Domenica 31 marzo torna la Rimini Marathon, l’evento sportivo giunto alla sua sesta edizione e che oltre ad essere una delle maratone tra le più partecipate in Italia, rappresenta anche un’importante occasione per riscoprire la città a piedi, di corsa [...]

27 marzo 2019 0 commenti

Riccione. ‘Light my fire’. Uno show di musica, fuoco e luci ha acceso l’anno dello sport. Al piazzale Roma.

Riccione. ‘Light my fire’. Uno show di musica, fuoco e luci ha acceso l’anno dello sport. Al piazzale Roma. Ad accogliere le moltissime persone richiamate in piazzale Roma dall’evento è stato inizialmente il tappeto sonoro pensato per Light my fire da Giaga dj, una colonna sonora originale accompagnata da un gioco di scenografici fari luminosi che si intrecciavano nel cielo. I grandi fasci di luce colorata hanno giocato per tutta la sera con il fuoco e con le sagome di atleti posizionate in piazza per raccontare la vocazione sportiva della città, celebrare le tante tipologie di discipline che qui si possono praticare e scandire il countdown per la tappa del Giro d’Italia del 19 maggio. Dopo il prologo di luce e musica è intervenuto l’assessore al turismo, sport, cultura e eventi Stefano Caldari per dare il benvenuto al pubblico e sottolineare come il fuoco acceso nella notte fosse non solo il simbolo dell’arrivo della primavera ma anche un’ideale fiamma olimpica che accende la Primavera del Giro e la passione che arde nel cuore di ogni sportivo. Alle nove in punto con uno speciale innesco di fuoco e luci fiabesco e suggestivo si è acceso il grande falò sulle note rimasterizzate composte da Nino Rota per Amarcord.

RICCIONE. Con uno spettacolo di luci, musica e fuoco la città di Riccione ha inaugurato sabato sera  l’anno dedicato allo sport in occasione del tradizionale appuntamento con il falò che saluta l’inverno per dare il benvenuto alla primavera. Ad accogliere le moltissime persone richiamate in piazzale Roma dall’evento è stato [...]

25 marzo 2019 0 commenti

Cattolica. Granfondo ‘Cassani’: smaltita l’influenza, il biker Luca Fantozzi di nuovo in top ten.

Cattolica. Granfondo ‘Cassani’: smaltita l’influenza, il biker  Luca Fantozzi di nuovo in top ten. 'La gara risultava complicata perché dopo venti chilometri c’era subito la salita del Casale – racconta Fantozzi – lunga quattro chilometri ma con pendenze che sfiorano il 9%. Siamo stati bravi noi del 360 Bike Team ad imboccare questa prima ascesa in testa, grazie all’impegno di Simone D’Angelo, Alessandro Torini e Mattia Zamagni. In cima al Casale abbiamo scollinato in trenta, poi subito dietro un gruppetto con i miei tre compagni. A seguire, in rapida successione, altre due salite hanno selezionato un gruppetto di una quindicina, poi sul Tebano e sui Monti Coralli si sono avvantaggiati i primi tre, con dietro un drappello che si è giocato il quarto posto'. Alla fine Luca è terminato ottavo assoluto e primo nella categoria Elite (equivalente alla categoria Acsi degli Junior). La durezza della prova è testimoniata dalla media oraria, superiore ai 37 all’ora, in una gara dai continui saliscendi. Per la cronaca, la vittoria è andata a Matteo Milanesi davanti a Federico Brevi e Paolo Corradetti. A parte Fantozzi, si sono ben difesi gli altri cattolichini: 56° D’Angelo, 94° Torini e 95° Zamagni. Ha corso la GF Cassani, terminando più indietro, anche l’altro '360' Matteo Pontellini. Prossimo appuntamento domenica 24 marzo alla Granfondo del Po a Ferrara.

CATTOLICA – Smaltita l’influenza che lo aveva appiedato alla vigilia della GF Strade bianche di Siena, il 29enne di Morciano Luca Fantozzi, alfiere del 360 Bike Team di Cattolica, è tornato ad occupare le posizioni che gli competono, terminando ottavo alla GF Cassani di Faenza (percorso corto), gara valida per [...]

18 marzo 2019 0 commenti

Forlì. ‘ International Ficts Festival’ ( 22/24 marzo). La cultura sportiva attraverso le immagini.

Forlì. ‘ International Ficts Festival’ ( 22/24 marzo). La  cultura sportiva attraverso le immagini. Milano, dal 25 al 30 ottobre, sarà la sede della finale nondiale, del 'World FICTS Challenge' Campionato mondiale della televisione, del cinema, della cultura e della comunicazione sportiva, organizzata dalla FICTS - Federation Internationale Cinema Television Sportifs (riconosciuta dal Comitato internazionale olimpico) che promuove i valori dello sport attraverso le immagini nelle 116 Nazioni affiliate e presieduta dal Prof. Franco Ascani, Membro della commissione Cultura e Patrimonio olimpico del CIO (www.sportmoviestv.com). L’organizzazione dell’evento fa capo al sindaco Davide Drei e all’assessore allo Sport Sara Samorì del comune di Forlì in collaborazione con il Movimento Sportivo Forlivese. Il secondo piano dello Sport Adriano Casadei (ex-Gil), viale della Libertà, 42, sarà il 'Core business' dell’evento, ingresso gratuito, articolato in 40 Proiezioni, 6 Mostre, 1 Meeting, 1 Olympic area, Conferenze stampa, Ospiti internazionali, Eventi collegati, ecc. Verranno proiettatati documentari, spot, reportage, cartoon a tema sportivo proveniente da 30 Nazioni e le più belle immagini dei Giochi olimpici di tutti i tempi. Nelle Mostre saranno esposte prime pagine dei quotidiani sportivi più famosi, locandine originali dei film (pugilato, basket, calcio, etc.), maglie autografate e altri cimeli sportivi..

FORLI’. Forlì, dal 22 al 24 marzo 2019, ospiterà la fase italiana dei 16 Festival: Rotterdam (PAESI BASSI), Barcellona (SPAGNA), Côte Azur (FRANCIA), Rio (BRASILE), Zlatibor (SERBIA), Kampala (UGANDA), Pechino (CINA), Rabat (MAROCCO), Tashkent (UZBEKISTAN), Kingston (GIAMAICA), Lipetsk (RUSSIA), Liberec (REP. CECA), Buenos Aires (ARGENTINA), San Paolo (BRASILE). Milano, dal [...]

14 febbraio 2019 0 commenti

Forlì. Le iniziative per la seconda metà di novembre e per dicembre. Finora oltre 300 eventi sportivi.

Forlì.  Le iniziative per la seconda metà  di novembre e per dicembre. Finora oltre 300 eventi sportivi. Il calendario con tutte le informazioni sugli appuntamenti previsti e sulle strutture coinvolte è consultabile sul sito www.forli2018.ite grazie ai depliant in distribuzione presso i locali pubblici della città. Dall’avvio delle iniziative previste dal programma di Forlì Città europea dello sport, sono oltre 300 gli eventi sportivi che si sono tenuti in città e in provincia ai quali si affiancheranno le decine di eventi pianificati fino alla fine dell’anno. Il programma degli eventi, include gare agonistiche, manifestazioni sportive, feste, eventi culturali e divulgativi sui temi dello sport e della salute, pensati per coinvolgere tutta la cittadinanza e dare visibilità a tutte le discipline sportive e alle realtà che le promuovono. Fra i numerosi appuntamenti, si segnala la presentazione, il 28 novembre prossimo, del progetto 'Museo di ginnastica' e del 'Festival internazionale di cinema e televisione sportiva'.

FORLI’. Presentato il programma di iniziative coordinate dal comune di Forlì nell’ambito del progetto ‘Forlì Città europea dello sport 2018′. Il calendario con tutte le informazioni sugli appuntamenti previsti e sulle strutture coinvolte è consultabile sul sito www.forli2018.ite grazie ai depliant in distribuzione presso i locali pubblici della Città. Dall’avvio delle [...]

13 novembre 2018 0 commenti

Non solo sport. F1 e Moto Gp: titoli a Hamilton e Marquez. La ‘Signora’ solitaria. L’Urbe contro il degrado.

Non solo sport. F1 e Moto Gp: titoli a Hamilton e Marquez. La ‘Signora’ solitaria. L’Urbe contro il degrado. Chissà se mister Capello, che fino a qualche mese fa era convinto che il nostro Campionato fosse ' per nulla o poco allenante', ha rimirato l'aspro contendere con la Signora del gagliardo Empoli? Di gran lunga ben più ostico di quanto messo in campo nel mitico Old Trafford, al terzo turno Champions, dalla squadra più ricca e valutata al mondo, guidata da uno di quei mister più pagati e capaci al mondo, annichilita ( per un tempo intero) da un assetto di gioco autorevole e sconcertante. E inoltre, chissà se ha potuto rimirare ben tre big della celebrata Premier ( Tottenham con la Beneamata,Liverpool con la Lupa e United con la Signora) uscir genuflesse dal confronto con le nostre ? Chissà? Forse starà già pensando di rivere ( velocemente) le sue ( inclementi) valutazioni. Forse, perchè qui, nel Belpaese, saccenze e pregiudizi son duri da scardinare. Per quel che ci riguarda, dalla nostra amena posizione, ovvio, ripetiamolo ancora una volta, il nostro calcio appare in uno stato d'indigenza grave ma non irrisolvibile. Soprattutto se si riesce a dare un governo stabile e intelligente, e a rifare ( o costruire ex novo) impianti ( o stadi) nuovi ed adeguati al moderno fruire. E andiamo a tracciar qualche commento anche per auto e moto, entrambe allo scadere della stagione. Per quel che riguarda Hamilton, poco o nulla abbiamo da aggiungere a quanto già espresso. Per quel che riguarda la moto, Moto Gp, invece, anche qui più che a 'decretare' trionfi e a inventar 'confronti' di cui poi mordersi la lingua, preferiamo star cauti. In fondo con chi ha combattuto il fenomeno catalano, che cade senza cadere, e mentre gli altri si rompon l'ossa lui zampilla come un furetto per andar ad inforcare un mezzo nuovo e pronto alla bisogna? I suoi avversari: Pedrosa, in fase di pensionamento; Dovi, eroico, ma come le luci dell'albero di Natale; Lorenzo, tardo a capire ( prima dell'ultimo grave infortunio) una moto che avrebbe potuto dargli tanta gloria; Zarco, Jannone Petrucci, e chi li ha visti?; Vinales, ( almeno) un anno e mezzo d'astinenza alla vittoria. In tal contesto uno solo poteva dar attendibile esame al catalano giovin astro lucente, che con i suoi 25 anni ( compiuti) potrebbe andare ( in teoria) a battere il record di quel petulante di Giacomo Agostini. Quell'uno solo, maestro universalmente riconosciuto di moto, tuttavia costretto ( per una stagione intera) ad accettare confronti sedendo su un ' ciao' piuttosto che su un mezzo all'altezza dell'altro, degli altri. Che auspichiamo gli venga messo a disposizione per l'anno venturo, consentendogli di spendere al meglio le ultime preziose gocce della sua straordinaria statura umana e sportiva. Ergo: meglio pazientare. Roma scende in campo contro il degrado crescente. Sindaco Raggi in bilico.

LA CRONACA DAL DIVANO. Chissà se mister Capello, che fino a qualche mese fa, era convinto che il nostro Campionato fosse ‘ per nulla o poco allenante‘, ha rimirato l’aspro contendere alla Signora del gagliardo Empoli?  Di gran lunga ben più ostico di quanto messo in campo   nel mitico Old Trafford  [...]

29 ottobre 2018 0 commenti

Non solo sport. Coppe: en plein, senza le Milanesi. Marquez e Hamilton, verso l’eternità sportiva?

Non solo sport. Coppe: en plein, senza le Milanesi. Marquez e Hamilton, verso l’eternità sportiva? In questo senso il ranking Uefa è salito, e non poco, anche verso gli Angli, che questa volta nel confronto diretto ( Tottenham,Liverpool, United) hanno dovuto solo e soltanto genuflettersi. Si diceva delle Milanesi, purtroppo, aduse a glorie antiche ma incapaci di saperne meritare di nuove. La Beneamata, scesa a far presenza in campo contro il Barca, tranne una vampata ad inizio secondo tempo, ha fatto arrossire il manipolo di tifosi che s'erano portati nella bella Barcellona con ben altre speranze. Il Diavolo, poi, s'è comportato ancor peggio, contro una avversaria, il Betis, che senza offesa alcuna, poco o nulla ha fatto per portare a casa i tre punti. Semmai dovrà ringraziare il 'solito' arbitrucolo che chiudendo ( volutamente) gli occhi ( allo scadere) su un rigore clamoroso per i rossoneri, non ha fatto altro che confermare quanto ci amino quelli che designano e gestiscono gli arbitraggi Uefa. Ma tant'è, qui occorre rimboccarsi le maniche, e dopo il meraviglioso derby, soprattutto i tanti pedatori che sono riusciti a strappare rinnovo di contratto, potevano ricambiare meglio la fiducia ( non scontata) in loro riposta. Morale: all'ombra della splendida Madunina, cinesi o americani che siano, è ben ora che si diano una svegliata, anche perchè Milano non tollera più di tanto le ' mezze robe', le ' mezze calzette'. E mentre Marc Maquez è stato fatto salire nell'Olimpo, Hamilton ha da attendere qualche spicciola formalità. Curioso il fatto che, tutti, ora, non facciano altro che mettere il dito sugli errori ( veri o presunti o causati) di quel bravo ragazzo di Vettel. Che, a star sentire i nostri media, ha perfino rinnegato il suo atavico Dna, che è quello di un germano, sia pure caro e illuminato, e non già d'un latino, imprevedibile ed geniale. Forse l'abitudine a semplificare le cose saltando velocemente sanza esitazione ( e pudore) sul carro dei vincitori, contribuisce a creare situazioni imbarazzanti. E perfino ( se ben vagliate) poco attendibili. Perchè sia l'uno che latro candidato all'eternità sportiva, di 'esami' ne dovranno superare ancora, e molti. Magari più credibili di quelli sostenuti nel corso d'una annata ( per molti versi ) a loro ( semplicemente) favorevole.

LA CRONACA DAL DIVANO. Non fossero scese in campo le Milanesi, a quest’ora, dovremmo conteggiare un trionfo di Coppa: quattro su quattro! Sì, perchè anche il pareggio del Napoli ( 2-2)  altro non è che una vittoria ( morale) ‘ strappata’ ai miliardari del Psg, che dovranno venire al San [...]

26 ottobre 2018 0 commenti