Riccione. Storie sulla carta. Tre serate, tutte dedicate ai grandi miti. Tra sport e letteratura.

Riccione. Storie sulla carta. Tre serate, tutte dedicate ai grandi miti. Tra sport e letteratura. Il primo appuntamento di 'Riccione e i Miti. Storie sulla carta' (mercoledì 1° agosto, piazzale Ceccarini, alle ore 21 ) è con Sergio Remondino, caporedattore di Autosprint, che ha firmato insieme ad altri autori l’opera omnia 'Lancia Stratos - il mito', un inno al made in Italy in sei volumi dedicati alla vettura che ha vinto tre titoli iridati rally e ha contraddistinto un’epoca nelle corse su strada. Per l’occasione saranno esposte due campionesse mondiali di rally, due Lancia Stratos di cui una in livrea Alitalia e l’altra vincitrice del Rally di Sanremo nel 1979. Mercoledì 8 agosto è la volta di Pino Allievi, firma della Gazzetta dello Sport, che ha ricoperto per oltre trent’anni il ruolo di primo inviato in Formula 1 per la ' rosea' ed ha scritto diversi volumi dedicati alle corse e ai suoi protagonisti ma non solo, come Vite di corsa, il libro che l’autore ha scelto di raccontare a Riccione e che contiene un’interessante serie di profili brevi dedicati a personaggi del calibro di Gianni Agnelli, Sergio Marchionne, Niki Lauda, Michael Schumacher, Diego Armando Maradona e tanti altri. Ritratti gustosi, ricchi di aneddoti, da gustare in una bella sera d’estate. Durante la serata il pubblico e i curiosi potranno inoltre ammirare in esposizione una Renault Formula Uno. Per finire, mercoledì 22 agosto, sarà di scena Italo Cucci, direttore negli anni del Corriere dello Sport, Stadio, Guerin Sportivo e Autosprint, e 'penna' davvero magica, oltre che oratore sopraffino.

RICCIONE. Inaugura mercoledì 1 agosto una nuova rassegna promossa dall’Amministrazione comunale dal titolo ‘Riccione e i miti. Storie sulla carta’, tre serate che vedono protagonisti altrettanti autori di letteratura sportiva, RICCIONE impegnati nel presentare se stessi e le loro esperienze letterarie. In questi tre mercoledì d’agosto gli autori raccontano e si raccontano [...]