Non solo sport. Olimpiadi: Sofia e Stefi, gioielli azzurri. Campionato: donde c’è chi crea e chi distrugge.

Non solo sport. Olimpiadi: Sofia e Stefi, gioielli azzurri. Campionato: donde c’è chi crea e chi distrugge. E mentre la 'rosea' si fa in quattro per promuovere con il più bel quotidiano sportivo al Mondo il nostro Campionato di calcio , già vessato da liti interne, spietati e cinici manipolatori d'orticelli locali, stadi nuovi che restano sulla carta, ci segnalano loci o cubicoli mediatici in cui il discredito è una goduria infinita. In particolare è stato notato un network che distribuito in più regioni ospita in prima serata un manipolo di chiacchieroni che degli altri campionati ( Premier in testa) 'dicon bene di tutti fuorchè del nostro' senza però scusarsi ( come faceva l'Aretino) ' col dir non lo conosco'. Il manipolo è spesso assortito. Tra gli altri, c'è un urlatore d'antico pelo che ad ogni gol dei prediletti suoi rischia d'essere trasportato d'urgenza in casa di cura; ci sono anche qualche emulo imberbe , e un altro, più tardo, bello e abbronzato, ex calciatore, che preferisce dispiegare le sue fascinose verità sullo sfondo non di qualche meraviglioso scorcio dell'Amalfitana e/o della Sardegna ma di remote e interminabili strisce di sabbia ombreggiate dal cemento. E c'è ( sovra ognuno ) un tal Luciano, o Lucianone, che non sempre c'è, ma c'è. Dicono sia stato protagonista in un tempo in cui ne faceva di cotte e di crude. Quando viene in studio gli è riservato lo scranno del magister, intonso fin quando non lo occupa, anche a trasmissione iniziata. Dal quale il magister è libero di pronunciare sentenze. Con flatus vocis inesauribile. Sul Campionato, ad esempio, e su tutto quanto lo riguarda, non solo sotto l'aspetto tecnico-agonistico, ben che dica, è che è poco più di un oratorio. Ascoltandolo assale il riferimento a quella ' rosea' che gli oracoli del magister rendono un inutile foglio con le sue magnifiche pagine strappate al vento. Unitamente ad una domanda: come potranno i nostri eroi del rettangolo verde a ritrovar la gloria antica se, a monte, quel che uno tanto ben costruisce altri tanto ben demoliscono? Dicevano che la Beneamata avesse appuntato al petto la seconda stella, invece, a sorpresa, in campionato esente da fisicità e intensità ma ancora amante di genialità e maraviglia, all'angolo della via, è spuntata la ' prima squadra di Milano' per contenderle un alloro che, nonostante gli esterofili a fiumi, e gli sfigati a frotte, resta uno dei tre o quattro più prestigiosi nel mondo del pallone. Ora spazio alle Coppe e a Klopp. In attesa degli stadi. In attesa dell'Europeo 2028, forse un tantino troppo in là per chi ha urgenza di costruire quanto prima quegli stadi.

CRONACA DAL DIVANO. ( dal  9 al 16  febbraio 2022). ( dal  9 al 16  febbraio 2022). Vanno senza clamori scemando le Olimpiadi di Pechino. Illustrate da  tante immagini che faranno scuola. Anche a Cortina, che però ( speriamo) sappia dosarle al punto giusto per non far apparire un epocale  evento di sport una virtuale  galleria di eventi. Per noi il bottino non [...]