Emilia Romagna. Ucraina. Le coop sociali pronte ad accogliere i profughi in fuga dall’infame guerra.

Emilia Romagna. Ucraina. Le coop sociali pronte ad accogliere i profughi in fuga dall’infame  guerra. Le cooperative sociali dell’Emilia Romagna si sono sin da subito mobilitate per accogliere i profughi provenienti dall’Ucraina. In alcune città o piccoli centri della regione sono già arrivati i primi nuclei familiari, ospitati all’interno delle strutture di accoglienza, in accordo con Prefetture, Regione e Amministrazioni comunali. Nei prossimi giorni si attende l’arrivo di numerosi altri profughi e si stanno predisponendo i posti di emergenza che le cooperative sociali aderenti a Confcooperative Federsolidarietà Emilia Romagna possono mettere a disposizione. Sapendo di poter contare su un sistema di accoglienza organizzato, che negli ultimi anni è cresciuto in termini di efficienza e capacità di inclusione, le Istituzioni pubbliche si sono rivolte alle cooperative sociali presenti nelle varie province che già da anni sono impegnate nella gestione di queste emergenze. In queste ore sono in corso i necessari approfondimenti con le Autorità per predisporre strutture, spazi e servizi da destinare all’accoglienza dei cittadini ucraini. 'Come accaduto l’estate scorsa con le famiglie in fuga dall’Afghanistan – conclude Dal Pozzo -, le cooperative sociali stanno mettendo in campo uno sforzo duplice: trattandosi in gran parte di nuclei familiari composti perlopiù da donne, bambini e anziani, occorre prevedere una pluralità di servizi di sostegno così da rispondere a tutte le diverse categorie di persone coinvolte'.

Bologna, 4 marzo 2022 – Le cooperative sociali dell’Emilia Romagna si sono sin da subito mobilitate per accogliere i profughi provenienti dall’Ucraina. In alcune città o piccoli centri della regione sono già arrivati i primi nuclei familiari, ospitati all’interno delle strutture di accoglienza, in accordo con Prefetture, Regione e Amministrazioni [...]