Tag "teatro"

 

Faenza.Tutto pronto per l’estate 2020. Tanti appuntamenti per una città che non conosce soste.

Faenza.Tutto pronto per l’estate 2020. Tanti appuntamenti per una città che non conosce soste. Un calendario rivisitato per rispettare tutte le disposizioni in vigore contro il Covid-19, ma che garantirà divertimento, cultura e intrattenimento per tutti, in piena sicurezza. Gli eventi sono stati presentati in conferenza stampa mercoledì 1 luglio dal vice sindaco di Faenza e assessore alla Cultura Massimo Isola, dal presidente del Consorzio Faenza C’entro Sergio Scipi e da Federica Ferlini dell’agenzia WAP Srl. Nei quattro martedì di luglio (7; 14; 21; 28), a partire dalle 19.30, negozi aperti in centro e mercatini a tema in piazza del Popolo con 'Sapore di martedì d’estate', organizzato dal Consorzio Faenza C’entro. Nelle stesse giornate, nella cornice di piazza della Libertà, continuerà ad essere presente dalle 17 il mercato straordinario di Campagna Amica. A unire musica, enogastronomia e intrattenimento ci sarà anche “Oriolo di sera”, in programma tutti i mercoledì fino al 26 agosto alla Torre di Oriolo (per ulteriori informazioni www.torredioriolo.it). Negli ultimi quattro giovedì di luglio (9; 16; 23 e 30) la Pro Loco di Faenza propone serate estive da trascorrere in compagnia delle sue guide professionali e autorizzate alla scoperta dei tanti scorci e itinerari cittadini. Il ritrovo è nel Voltone Molinella alle 21. Maggiori informazioni sul sito www.prolocofaenza.it. Tante proposte estive anche per il teatro in piazza Nenni con il Teatro Ragazzi nella Molinella (13-20-27 luglio e 3-10-17 agosto) e spettacoli comici, stand up comedy e danza con teatro Masini Estate (15 luglio e 1-5-12-19-26 agosto). Non mancherà la musica.

FAENZA. Cultura, teatro, cinema, enogastronomia, arte, danza e musica si uniscono per accompagnare l’estate faentina tra conferme e novità. Ha già preso il via ‘Faenza Estate 2020 – Calendario di eventi nella città che non si ferma’, appuntamenti estivi che animeranno la città manfreda fino a settembre, organizzati dalle istituzioni [...]

1 luglio 2020 0 commenti

Emilia Romagna. Ert festeggia il I Maggio con ‘Lavorando al futuro’ e ‘Dieci storie proprio così’.

Emilia Romagna. Ert festeggia il I Maggio con ‘Lavorando al futuro’ e  ‘Dieci storie proprio così’. La Festa dei lavoratori: nata nel 1887 in America, dopo le dure lotte degli ultimi trent’anni dell’Ottocento e in memoria, in particolare, della rivolta di Haymarket (1° Maggio 1886), viene celebrata, oggi, da oltre novanta paesi nel mondo; è un tributo alla dignità e al diritto del lavoro a partire dalla rivendicazione di condizioni di orario e di salario sostenibili per tutte le donne e gli uomini. Per celebrarla, quest’anno, in un momento di particolare difficoltà che affligge soprattutto lavoratrici e lavoratori, ERT Fondazione ha scelto, con il progetto Lavorando al futuro. Messaggi e parole sul Primo Maggio, di dare la parola ai giovani del territorio, di ascoltare una restituzione del loro immaginario, delle loro aspettative, delle loro preoccupazioni e proposte. Confermando un deciso impegno nella relazione con il mondo della scuola e grazie alla proficua collaborazione con i docenti, la struttura ha coinvolto un gruppo di studentesse e studenti delle superiori di primo e secondo grado a condividere pensieri e suggestioni intorno al tema del lavoro. Sono nate così alcune 'lettere', messe poi in dialogo, in un video di circa 50 minuti, con la forma della poesia e della ballata, alternandole a una selezione di testi di grandi voci della letteratura internazionale: dalla Ballata del lavoro di Edoardo Sanguineti a Il lavoro di una donna di Maya Angelou (tradotto da Sergio Lo Gatto) e Madre operaia di Ada Negri, da Canto dei battellieri del riso e Carbone per Mike di Bertolt Brecht alla Poesia sulle attività quotidiane degli operai e delle operaie di Questi Stati di Walt Whitman fino a Il grido di Giorgio Gaber (da Il signor G., Dialogo tra un’impiegato e un Non So).

EMILIA ROMAGNA. Emilia Romagna Teatro Fondazione festeggia il I Maggio 2020: dopo la celebrazione del 75° anniversario della Liberazione d’Italia, prosegue il calendario ‘civile’ di iniziative che l’Ente dedica, in primo luogo, alle comunità che compongono la sua geografia ma allargando, da questa prospettiva, lo sguardo a tutto il Paese, profondamente [...]

19 maggio 2020 0 commenti

Cesena. Scandali e intrighi malatestiani, un reading teatrale al palazzo del Ridotto ( sabato 22 ).

Cesena. Scandali e intrighi malatestiani, un reading teatrale al palazzo del Ridotto ( sabato 22 ). Lo spettacolo liberamente tratto da 'Scandali e intrighi malatestiani' nasce dai ricordi e dalle considerazioni di Uberto Malatesta, che descrive in prima persona l’uccisione del padre Paolo, amante di Francesca, raccontati da Dante. L’odio del giovane figlio Uberto per lo zio, il fratricida Gianciotto, non potendo essere pacata con la desiderata vendetta, porta come unica soluzione al proprio volontario allontanamento da Rimini e l’approdo a Cesena. Qui rimarrà per dieci anni assumendo il ruolo di Capitano della Milizia e successivamente di Podestà, incarichi assunti entrambi con grande onore. Sullo sfondo si agitano gli interessi economici scatenati all’interno della famiglia dei Malatesta per il possesso della ricchissima contea di Ghiaggiolo (oggi Giaggiolo) nella valle del Bidente. I fatti, oltre che nella rocca di Ghiaggiolo, avvengono in una Cesena di fine ‘200 che si dispiega nella descrizione di luoghi, edifici e fortezze del tempo, ma anche facilmente riconoscibili nella Cesena di oggi, come l’attuale palazzo del Capitano, la rocca di Roversano, il porto canale di Cesenatico o la fortezza di Federico II a quei tempi da poco costruita e subito distrutta.

CESENA. Quali scandali e quali intrighi rendevano interessante la ‘corte’ dei Malatesta? I cesenati potranno scoprirlo sabato 22 febbraio alle 17 nella sala Sozzi del palazzo del Ridotto in occasione del reading teatrale a cura del Teatro delle lune e tratto dall’omonimo romanzo di Maria Carmela Gianessi. ‘Scandali e intrighi [...]

20 febbraio 2020 0 commenti

Bellaria Igea Marina. La nuova rassegna cinematografica. Per il 18 marzo, omaggio a Federico Fellini.

Bellaria Igea Marina. La nuova rassegna cinematografica. Per il 18 marzo, omaggio a Federico Fellini. Dieci grandi classici firmati dai migliori registi: da Mario Monicelli a Carlo Verdone, passando per Luciano Salce, Lina Wertmuller, Steno, Sergio Corbucci, Roberto Benigni e Massimo Troisi. Innumerevoli i maestri della risata che passeranno sul grande schermo di viale Paolo Guidi: Totò, Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Paolo Villaggio, Giancarlo Gianni, Mariangela Melato e tanti altri. Si parte mercoledì 19 febbraio alle 21.00 con 'Amici miei', opera maestra di Mario Monicelli: un cast di indubbio pregio, film vincitore di tre Nastri d'argento e due David di Donatello, campione di incasso ai box office italiani. Una settimana dopo, mercoledì 26 febbraio, sarà invece la volta di 'Ricomincio da tre' dell’indimenticato Massimo Troisi. Tra gli appuntamenti in cartellone, spicca quello del 18 marzo, quando Bellaria Igea Marina celebrerà il centenario di Federico Fellini e Tonino Guerra con un evento speciale e la proiezione di Amarcord, il meraviglioso tributo del maestro alla Romagna della sua giovinezza e la cui sceneggiatura è firmata proprio Fellini-Guerra. La proiezione sarà anticipata da un intervento di Roberto Chiesi, critico cinematografico e responsabile del Centro studi-Archivio Pier Paolo Pasolini della Cineteca di Bologna.

BELLARIA IGEA MARINA. Dopo il successo della rassegna cinematografica ‘Back to the Origins’, dedicata alle indimenticabili pellicole Disney, il Cinema Teatro Astra di Bellaria Igea Marina apre le porte ai capolavori della commedia italiana: lo fa con una nuova rassegna dal titolo ‘I grandi classici della risata italiana’.   Dieci [...]

14 febbraio 2020 0 commenti

Bellaria Igea Marina. Nel giorno di Santa Apollonia, al teatro ‘Astra’ il ‘Duo Italia – Greg e Max’.

Bellaria Igea Marina. Nel giorno di Santa Apollonia, al teatro ‘Astra’ il ‘Duo Italia – Greg e Max’. Il titolo che sembra uno scioglilingua è 'Apoftegmi musicali' la musica che accompagnerà gli spettatori prende forma da contenuti e nazionalità diverse: si parte dal classico per approdare alla canzone tradizionale romea, si smuove il pubblico con del rock’n’roll norvegese, si rallenta con del Country blues in un’atmosfera che rasenta Brecht, Camus e Beckett. Canzoni e dialoghi comici quindi, si ironizza sui rapporti interpersonali in modo surreale, assurdo e grottesco e in questo campo Claudio Gregori e Max Paiella hanno dimostrato la le loro capacità, è uno spettacolo – da vedere almeno una volta nella vita! Max e Greg lavorano insieme da anni come musicisti nel gruppo The Blues Willies e come attori nei vari spettacoli che negli anni si sono succeduti da cima a fondo in tutta Italia.

BELLARIA IGEA MARINA. Alle 21 di domenica 9 febbraio l’arena dell’Astra accoglierà il Duo Italia, Claudio Greg Gregori e Max Pailella si esibiranno a suon di risate e musica sul palcoscenico del Teatro di Bellaria Igea Marina. Il titolo che sembra uno scioglilingua è ‘Apoftegmi musicali’ la musica che accompagnerà [...]

30 gennaio 2020 0 commenti

Santarcangelo d/R. Quasi completato il restyling del teatro ‘Lavatoio’. Nuovo look per foyer e biglietteria.

Santarcangelo d/R. Quasi completato  il restyling del teatro ‘Lavatoio’. Nuovo look per foyer e biglietteria. Ormai completata la tinteggiatura interna e la posa della pavimentazione in legno per il palco, nelle prossime settimane i lavori proseguiranno con la sistemazione dell’area che ospita il foyer e la nuova biglietteria. Anche i camerini e i bagni saranno completamente rimessi a nuovo, al pari dei tendaggi e delle nuove poltroncine collocate lungo la gradinata che può ospitare fino a cento spettatori. La pavimentazione riservata al pubblico sarà trattata con un rivestimento in resina mentre parte dei corpi illuminanti e le attrezzature tecnologiche saranno rinnovate. I lavori consentiranno inoltre di migliorare l’accessibilità della sala teatrale: una rampa collocata all’inizio della scalinata che collega via Ruggeri con via Andrea Costa permetterà di raggiungere direttamente lo spazio riservato al pubblico. L’intervento, dal costo di circa 150 mila euro, è eseguito dall’associazione Santarcangelo dei Teatri.

SANTARCANGELO DI ROMAGNA. Procede speditamente il restyling del teatro Lavatoio. I lavori di riqualificazione, che permetteranno di migliorare la funzionalità e l’accessibilità della sala di via Ruggeri, saranno infatti ultimati fra pochi mesi in vista del Cinquantennale del Festival. Ormai completata la tinteggiatura interna e la posa della pavimentazione in [...]

28 gennaio 2020 0 commenti

Morciano di Romagna. ‘Blu Morciano.Teatri e persone’ 26 ottobre 2019 – 14 marzo 2020.

Morciano di Romagna. ‘Blu Morciano.Teatri e persone’  26 ottobre 2019 – 14 marzo 2020. Teatro e persone, sette appuntamenti dal 26 ottobre 2019 al 14 marzo 2020 e la rassegna di teatro per scuole e famiglie Il nido di formica, 3 spettacoli e 5 matinée dal 17 novembre 2019 al 18 marzo 2020. Una proposta completa che si compone di una stagione teatrale vera e propria con volti di punta dello spettacolo e nomi emergenti, integrata dagli appuntamenti per i più piccoli. Spunti di contenuto e natura diversi ma accomunati da una visione: riunire persone attorno al mondo del teatro, inteso non solo come rappresentazione, ma come forma di dialogo e incontro e punto di partenza, crescita e sviluppo per tutta la famiglia e la scuola. Blu Morciano si radica nel territorio e lo fa colorandosi di una tonalità molto particolare di blu, che prende spunto dalle opere del massimo esponente della pittura futurista, Umberto Boccioni, morcianese di origine.

Morciano di Romagna (8 ottobre 2019) – Blu come passione, come amore, come incontro. Morciano di Romagna si prepara ad accogliere la stagione teatrale 2019-2020 presso l’Auditorium della Fiera.  In cartellone Blu Morciano. Teatro e persone, sette appuntamenti dal 26 ottobre 2019 al 14 marzo 2020 e la rassegna di [...]

8 ottobre 2019 0 commenti

Cesenatico. Nuovi laboratori teatrali. Un primo corso è denominato ‘Salire sul palcoscenico 2019-2020′.

Cesenatico. Nuovi laboratori teatrali. Un primo corso è denominato ‘Salire sul palcoscenico 2019-2020′. Un primo corso denominato 'Salire sul palcoscenico 2019-2020' è destinato a coloro che hanno sempre avuto il desiderio di recitare ma non hanno mai avuto il coraggio di salire sul palcoscenico. Un altro corso denominato 'L'anima dell'attore 2019-2020' è destinato a coloro che hanno già avuto piccole esperienze recitative e desiderano approfondirle. Entrambi i laboratori prevedono un saggio/spettacolo di fine corso. Sono previsti inoltre workshop intensivi per ulteriori approfondimenti nella recitazione teatrale e di approccio alla recitazione cinematografica con la realizzazione di piccoli cortometraggi in collaborazione con BluArrow Film. Sede dei corsi è il Teatro parrocchiale di Villalta, via Cesenatico 390 - 47042 Cesenatico (Fc). Serata di prova lunedì 14 ottobre ore 21. Per esigenze didattiche ed organizzative il numero degli iscritti è limitato.

CESENATICO. Sono in partenza i nuovi laboratori teatrali organizzati dall‘associazione culturale ‘Civico 80 Entertainment‘ con la collaborazione della compagnia teatrale ‘Dimensione teatro’ e  dell’attore e regista cesenate Franco Ceredi.  Un primo corso denominato ‘Salire sul palcoscenico 2019-2020‘  è destinato a coloro che hanno sempre avuto il desiderio di recitare ma [...]

4 ottobre 2019 0 commenti

Riccione. Apre il 55° Premio Riccione per il teatro. Sono partite le iscrizioni per la nuova edizione.

Riccione. Apre il 55° Premio Riccione per il teatro. Sono partite le iscrizioni  per la nuova edizione. Il concorso – organizzato dall’associazione Riccione Teatro con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività culturali, regione Emilia Romagna e comune di Riccione – assegna al vincitore un premio di 5000 euro. Per sostenere gli autori under-30 viene inoltre attribuito il 13° Premio Riccione 'Pier Vittorio Tondelli', riconoscimento di 3000 euro al testo più meritevole tra quelli presentati da autori nati dall'1 gennaio 1989. In memoria di uno storico compagno di viaggio del Premio, viene inoltre confermata la menzione speciale 'Franco Quadri', riconoscimento di 1000 euro all’opera che meglio coniuga scrittura teatrale e ricerca letteraria. Confermato, per il secondo anno, anche il Premio speciale per l’innovazione drammaturgica, assegnato fuori concorso a una personalità, oppure a una compagnia, capace di aprire prospettive inedite al mondo del teatro attraverso progetti e spettacoli che hanno sparigliato preconcetti e convenzioni, distinguendosi per coraggio, invenzione, originalità di sguardo o di stile in campo drammaturgico. A decidere il vincitore è un comitato scientifico compostato da critici e studiosi di teatro.

RICCIONE. Sono aperte le iscrizioni al 55° Premio Riccione per il teatro, il più longevo concorso italiano di drammaturgia. Assegnato con cadenza biennale all’autore di un’opera originale in lingua italiana o in dialetto, il concorso è aperto a tutte le forme della scrittura per la scena, comprese traduzioni, trasposizioni e [...]

2 aprile 2019 0 commenti

Cesena.’Quaderni di Serafino Gubbio operatore’ di Pirandello. Lettura a puntate. Primo episodio: La mano.

Cesena.’Quaderni di Serafino Gubbio operatore’ di Pirandello. Lettura a puntate. Primo episodio: La mano. Realtà e finzione, vita e forma: le grandi ossessioni di uno dei più autorevoli drammaturghi e scrittori italiani, Luigi Pirandello. La prima versione di 'Quaderni di Serafino Gubbio operatore' uscì a puntate in rivista nel 1915 con il titolo di Si gira… nel pieno dell’euforia futurista per le nuove tecnologie artistiche. Pirandello, dallo spirito più incline alla critica umoristica, si immagina un modo meno entusiastico e più ambiguo di raccontare il cinema. Sceglie di farlo con il personaggio Serafino Gubbio, mero operatore cinematografico per la casa di produzione Kosmograph. Un uomo ridotto alla sua mano, al gesto tecnico e spersonalizzato di muovere una manovella, per sfamare la macchina da presa di cui è al servizio e per soddisfare il sempre più esigente mercato dell’intrattenimento. Ma la macchina esercita uno strano fascino, una sua attrattiva, con la sua capacità di confondere realtà e finzione, vita e forma, nel trasformare la persona ripresa in personaggio. In un mondo in cui il confine tra ciò che esiste e ciò che si rappresenta è sempre più labile, dove finisce l’immagine che abbiamo di noi e dove inizia quello che siamo? L’eroicomico protagonista Serafino Gubbio, operatore al servizio della macchina da presa, e i personaggi strampalati che gli ruotano attorno narrano molto della nostra contemporaneità e della tentazione di sostituire alla realtà la sua immagine falsa.

CESENA. Dopo il successo dello scorso anno de Le avventure di Pinocchio di Carlo Collodi, ERT Fondazione, grazie alla collaborazione del Comune di Cesena – Biblioteca Malatestiana, dà avvio a un nuovo ciclo di letture in sei puntate dedicate al romanzo Quaderni di Serafino Gubbio operatore di Luigi Pirandello.  Sabato [...]

31 gennaio 2019 0 commenti