Cesena. Otre 200 uova di Pasqua per i piccoli profughi ucraini ospitati nei Comuni della valle del Savio.

Cesena. Otre 200 uova di Pasqua per i piccoli profughi ucraini ospitati nei Comuni della valle del Savio. Dopo un primo dono avvenuto nei giorni scorsi a Bagno di Romagna, il sindaco Enzo Lattuca e l’assessora ai Servizi per la Persona e la Famiglia Carmelina Labruzzo hanno incontrato in Municipio le famiglie di profughi arrivate negli ultimi mesi a Cesena e inserite nel percorso SAI (Sistema Accoglienza Integrazione). Sono oltre 200 le uova di cioccolata consegnate ai più giovani, accompagnati dagli operatori e dai volontari dell’azienda pubblica di Servizi alla Persona (ASP) del distretto Cesena/Valle Savio, di Misericordia e di Adra.'Questa donazione – commenta l’assessora Carmelina Labruzzo – nasce da un gesto di grande generosità di un privato cittadino che, pur mantenendo l’anonimato, ha voluto condividere la gioia della Pasqua con le famiglie accolte sul nostro territorio e in modo particolare con i più piccoli. È un bel pensiero per tutti i bambini che sono fuggiti dalla guerra: penso alla famiglia armena, agli afghani e ai tanti ucraini che in queste settimane stiamo ospitando. Sono 468 i profughi arrivati dai primi giorni di marzo dall’Ucraina, tra loro ben 213 minori'.

CESENA VALLE DEL SAVIO. Un bellissimo gesto di solidarietà. Oltre duecento uova di Pasqua per i bambini ospitati nei centri di accoglienza di Cesena e degli altri Comuni dell’Unione Valle Savio. Dopo un primo dono avvenuto nei giorni scorsi a Bagno di Romagna,  il sindaco Enzo Lattuca e l’assessora ai [...]