Tag "valmarecchia"

 

Santarcangelo d/R. Fiera di San Michele ( dal 27 settembre). Con un’anteprima ‘carico’ di eventi.

Santarcangelo d/R. Fiera di San Michele ( dal 27 settembre). Con un’anteprima ‘carico’ di eventi. Giovedì, alle ore 21, in Biblioteca primo appuntamento con la rassegna 'Suggestioni d’autore': la scrittrice Donatella Di Pietrantonio, vincitrice del premio 'Campiello' 2017 con il romanzo “L’Arminuta”, dialogherà con Emiliano Visconti, segnando di fatto l’inizio della ricca stagione di incontri e iniziative culturali promossi e ospitati dalla Baldini. Nel libro l’autrice affronta il tema della maternità, della responsabilità e della cura, da una prospettiva originale e con una rara intensità espressiva: le basta dare ascolto alla sua terra, a quell’Abruzzo poco conosciuto, ruvido e aspro, che improvvisamente si accende col riflesso del mare. Ma l’anteprima della Fiera è anche e soprattutto l’occasione per far conoscere la Valmarecchia e i suoi prodotti, a partire dalla cipolla dell’acqua con due iniziative a essa dedicate.

SANTARCANGELO d/R. Sarà un’anteprima ricca di iniziative quella che aprirà la 646 ma edizione della Fiera di San Michele, in programma sabato 29 e domenica 30 settembre. Incontri con l’autore, degustazioni di prodotti locali e visite guidate, infatti, daranno ufficialmente il via alla prima fiera autunnale della città già a [...]

26 settembre 2018 0 commenti

Valmarecchia. I resti della ‘misteriosa’ Rocca di Maioletto. Con le sue tante storie e leggende.

Valmarecchia. I resti della ‘misteriosa’ Rocca di Maioletto. Con le sue tante storie e leggende. Almeno per me, la Rocca restò sempre un ‘qualcosa’ di remoto. Che sembrava a portata di mano restando però ogni volta inespugnata. E anche: desiderata e temuta. Lassù, in quel deserto di di luce e di pietre, flagellato dai venti e consunto dalle acque. Lassù, tra quelle ‘vedute’ che dilatano vertiginosamente da una cresta all’altra. Congiungendo la valle del Marecchia all’Adriatico. E dove dicevano che era possibile ascoltare gli ( indecifrabili) dialoghi che intercorrono tra le i numerosi 'spuntoni turriti' , tipo San Leo o San Marino o Pennabilli, ‘voci’ di giganti incatenati sulle vette del Mondo. Una volta all’anno le popolazioni dei piccoli centri attorno vanno tuttora in processione al tempietto di San Rocco. Passando tra calanchi un tempo sacri, per chiese e cimiteri. Da qualche estate, inoltre, la Rocca resta illuminata durante la notte. Qualcuno evidentemente ha preso a giocare, con qualche fondamento, la carta turistica. Remunerativa, se ben giocata. Certo. Difficile dargli torto. A patto però che non si cerchi di banalizzare quanto di banale non dovrà mai essere. Soprattutto quando rientra nella sfera dell’immaginazione.

VALMARECCHIA.  Colui che, da Rimini, risale il Marecchia puntando verso Sansepolcro, giunto in prossimità di Novafeltria, non può che restare ‘attratto’ da un ‘originale cucuzzolo conico dalla sagoma martoriata’ che ospita  i resti della Rocca e del Castello di Maiolo. Di “monti e cucuzzoli come questo se ne vedono anche altrove” [...]

24 agosto 2018 1 commento

Rimini. Housing sociale: esteso al Distretto l’accesso agli alloggi di edilizia abitativa convenzionata.

Rimini. Housing sociale: esteso al Distretto l’accesso agli alloggi di edilizia abitativa convenzionata. L'housing sociale nasce dall'esigenza di allargare gli strumenti di politiche abitative anche per coloro che, pur non possedendo i requisiti per accedere all’edilizia residenziale pubblica (ERP) faticano comunque ad accedere ad abitazioni a libero mercato. Si tratta di un allagamento - che si applica in misura retroattiva - per l’ammissione delle domande agli alloggi in regime di edilizia abitativa convenzionata. Una decisione coerente con il principio di governo integrato delle politiche sociali e socio-sanitarie del territorio.

RIMINI. Estendere le opportunità dell‘housing sociale a tutti i comuni del distretto socio sanitario, includendo nella platea dei potenziali beneficiari (fino ad oggi ristretta ai soli residenti del comune di Rimini) anche i residenti e coloro che lavorano in uno dei comuni del distretto di Rimini (comprendente comuni di Rimini, Bellaria [...]

16 agosto 2018 0 commenti

Santarcangelo d/R. XX ‘Calici di stelle’: torna l’atteso appuntamento con il buon vino di Romagna.

Santarcangelo d/R. XX ‘Calici di stelle’:  torna l’atteso appuntamento con il buon vino di Romagna. Anche quest’anno l’iniziativa – presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa a cui sono intervenuti il sindaco Alice Parma, l’assessore Paola Donini, il presidente della Pro Loco Giorgio Pecci, il presidente dell’Associazione Città Viva Nino Conti e il coordinatore di Confesercenti Massimo Berlini – prevede due giorni di degustazioni enogastronomiche con le migliori selezioni dei vini di Romagna e di ulteriori 6 selezioni provenienti dalla regione ospite di questa edizione: l’Abruzzo. Tante le proposte anche dei punti ristoro, con prodotti da forno, pesce e barbecue in piazza Marini e piadina, BBQ e arrosticini (proprio accanto ai banchi delle due cantine abruzzesi) in piazza Ganganelli. Ad accompagnare le due serate, 16 eventi di 'Calici di musica' (in piazzetta Monache, contrada dei Nobili, piazza Balacchi, Ganganelli e Marini e nelle vie De Bosis, Garibaldi, Don Minzoni e Andrea Costa) che spaziano dal blues all’afro, dal funk allo swing, dal rock al country. In piazza Marini, inoltre, sarà allestita una vera e propria pista per ballare tango argentino (venerdì 10) e musica latina (sabato 11).

SNTARCANGELO d/R. Con 48 case vinicole, 16 eventi musicali, 6 osterie e punti ristoro, 2 iniziative inedite, 35 fra attività eno-gastronomiche e bar che aderiscono e contribuiscono all’iniziativa, Santarcangelo si prepara alla due giorni dedicata al vino di qualità in occasione della notte di San Lorenzo. Venerdì 10 e sabato [...]

30 luglio 2018 0 commenti

Santarcangelo d/R. Firmato il terzo accordo Poc, per completare tutti gli interventi su via Emilia ovest.

Santarcangelo d/R. Firmato il terzo accordo Poc, per completare tutti gli interventi su via Emilia ovest. Nel dettaglio, l’intervento riguarda un’area che si affaccia sulla statale Emilia e su via Andrea Costa in località San Bartolo: prevista l’organizzazione di una viabilità interna all’ambito, che nella zona sud ospiterà un nuovo fabbricato destinato ad attività di servizio alla persona e alla casa, oltre che culturali, ricreative, sanitarie e assistenziali. L’area di circa 3.000 metri quadrati nelle immediate vicinanze della rotatoria, invece, sarà destinata a verde pubblico e sarà attraversata dalla pista ciclabile di collegamento fra la statale Emilia e via Andrea Costa, dove è previsto un intervento di razionalizzazione dell’incrocio con via San Bartolo. Rientra nell’accordo anche la riqualificazione della casa rurale di importanza testimoniale presente nell’area, che sarà destinata a servizi privati o pubblici per la collettività.

SANTARCANGELO d/R. Firmato  venerdì 20 luglio il terzo accordo del Piano operativo comunale, che permetterà di completare gli interventi programmati sulla via Emilia ovest. Dopo le intese sottoscritte nei mesi scorsi con le società Italpack e Adriauto, l’accordo con la società Simpatia conclude le previsioni di riqualificazione per le tre [...]

24 luglio 2018 0 commenti

Emilia Romagna. Emozioni titaniche alla 46° edizione del Rally di San Marino (29 – 30 giugno 2018).

Emilia Romagna. Emozioni titaniche alla 46° edizione del Rally di San Marino (29 – 30 giugno 2018). Una competizione appassionante che si snoda lungo i percorsi sterrati nei territori del monte Titano toccando punte d’eccellenza come Sant’Agata Feltria e Monte San Benedetto. Emozione garantita sin dalla prima prova al via a San Marino: due equipaggi si sfideranno contemporaneamente con formula d’inseguimento sul nastro d’asfalto prima e sterrato poi, dalle mura storiche di San Marino all’entroterra romagnolo, prova spettacolo prevista dal nuovo format di ACI Sport. Una competizione che promette di lasciare senza fiato, in un’alternanza di terra e suoni, dove è garantita la nota che indica sicurezza: i 'Leoni' di CEA Squadra corse. Gli uomini in rosso sorveglieranno il percorso con presidi di decarcerazione e le migliori attrezzature a livello europeo.

REPUBBLICA SAN MARINO. Sarà una ‘competizione da Titani’ quella che si svolgerà venerdì 29 e sabato 30 giugno: la 46° edizione del Rally di San Marino organizzata da Fams ( Federazione auto motoristica sanmarinese). Una competizione appassionante che si snoda lungo i percorsi sterrati nei territori del monte Titano toccando punte d’eccellenza [...]

28 giugno 2018 0 commenti

Sant’Ermete. Scatta la 47a Coppa della Pace- 44° Trofeo Fratelli Anelli. Gran classica del ciclismo dilettanti.

Sant’Ermete. Scatta la 47a Coppa della Pace- 44° Trofeo Fratelli Anelli. Gran classica del ciclismo dilettanti. In ottemperanza alle nuove direttive, saranno al massimo 176 i giovani atleti che il prossimo 3 giugno, si cimenteranno sul percorso tecnico che si sviluppa per 170 km, con partenza e arrivo posti davanti allo stabilimento Anelli in località Sant’Ermete. Per i primi 70 km è previsto un circuito pianeggiante, da percorrere tre volte, che da San Martino dei Mulini arriva a Santarcangelo, attraversando i territori di Poggio Torriana, Verucchio e Sant’Ermete. Al termine di questa prima fase gli atleti dovranno poi affrontare gli otto passaggi sulla linea del gran premio della montagna posto in località San Paolo, per poi tornare verso Corpolò e il successivo passaggio sul rettilineo della Marecchiese di fronte allo stabilimento Anelli, dov’è anche posizionato il traguardo. L’appuntamento quindi è fissato alle ore 13.30 del 3 giugno 2018 per conoscere chi, dopo i vincitori della scorsa edizione, Nicola Gaffurini (Sangemini MGKVis), Amanuel Ghebreigzabhier (Dimension Data) e Nicolae Tanovitchii (Team Cervelò), andrà a fissare il suo nome nell’illustre Albo d’Oro della Coppa della Pace.

RIMINESE. Si avvicina velocemente la data della 47°edizione della Coppa della Pace – 44° Trofeo Fratelli Anelli, che prenderà il via da Sant’Ermete di Santarcangelo di R. alla ore 13.30 di domenica 3 giugno 2018. Pedale Riminese e Polisportiva Sant’Ermete, che con il sostegno della ditta Fratelli Anelli, organizzano una [...]

1 giugno 2018 0 commenti

Santarcangelo d/R. Trenta candeline per ‘Balconi fioriti’. Torna la festa dedicata ai fiori e al verde.

Santarcangelo d/R. Trenta candeline per ‘Balconi fioriti’. Torna la festa dedicata ai fiori e al verde. L’edizione 2018 in programma sabato 19 e domenica 20 maggio sarà quindi l’occasione per festeggiare l’ormai consolidata manifestazione della primavera santarcangiolese, che nacque nel 1989 dall’idea dell’associazione Noi della Rocca e che quest’anno raggiunge appunto un traguardo speciale. Nel corso del tempo, da semplice e suggestiva mostra di fiori si è infatti trasformata in una festa dedicata al giardino, agli orti, alla natura e più in generale al benessere fisico e mentale. La manifestazione dell’amministrazione comunale proporrà alcune iniziative speciali, tra cui la mostra fotografica dedicata ai trent’anni sotto i portici del municipio e il Gran galà di Balconi fioriti in programma venerdì 18 maggio alle ore 21 nel piazzale dei Cappuccini. A Santarcangelo, per due giorni, tutto parlerà come da tradizione il linguaggio dei fiori: vie, piazze, balconi, incontri e concerti. Inoltre quest’anno la manifestazione è stata promossa a mostra-mercato e presenterà molte conferme e diverse novità, tutte da scoprire. Al programma di Balconi Fioriti partecipano anche istituzioni, associazioni, imprese e singoli cittadini.

SANTARCANGELO d/. Balconi fioriti compie trent’anni. L’edizione 2018 in programma sabato 19 e domenica 20 maggio sarà quindi l’occasione per festeggiare l’ormai consolidata manifestazione della primavera santarcangiolese, che nacque nel 1989 dall’idea dell’associazione Noi della Rocca e che quest’anno raggiunge appunto un traguardo speciale. Nel corso del tempo, da semplice [...]

11 maggio 2018 0 commenti

Valmarecchia. Conversazione in un agriturismo tra le colline. Senza sapere se dare del ‘tu’ o del ‘lei.

Valmarecchia. Conversazione in un agriturismo tra le colline. Senza sapere se dare del ‘tu’ o del ‘lei. Semplice e timoroso Virgilio aspettavo al binario 3 l'arrivo, da Milano, di Maria Soresina per accompagnarla in Valmarecchia ad una ‘conversazione a tavola’, in un agriturismo tra le colline... Inizia così una breve corsa nel tempo, il tempo di mangiare qualcosa, parlare di Dante e risalire in auto per tornare in stazione … non so se Maria Soresina si aspettasse questo fugace incontro dantesco, ma ho scoperto con grande piacere la sua straripante energia, il suo puntuale eloquio ed una mite gentilezza che mi ha commosso. In auto, lungo la Valmarecchia, abbiamo visto la rupe di San Leo ripensando a quel ‘Vassi ...’ del più grande giornalista del Duecento, autore delle più fantasmagoriche ‘prese per il c...’ che mai penna d'uomo abbia vergato, ha mandato a quel paese quei ‘puzzasottoinasoni’ di fiorentini, ha conosciuto la tristezza e l'umiliazione che può provare un uomo a cui sia preclusa la Strada per il ritorno … un uomo viaggia, sempre per poter tornare a casa e non bisogna spezzargli il sogno; l'esilio è sempre stato il miglior concime per le radici più profonde. Siamo arrivati che il Cenacolo era già costituito e tra un piatto e l'altro si è conversato sulle ricerche di Maria Soresina, di come ha iniziato ad occuparsi di Dante tra induismo e catarismo, anticipandoci progetti ed incontri futuri con la leggerezza di un incontro conviviale che nessuna.

VALMARECCHIA. Semplice e timoroso Virgilio aspettavo al binario tre l’arrivo, da Milano, di Maria Soresina per accompagnarla in Valmarecchia ad una ‘conversazione a tavola’, in un agriturismo tra le colline … impacciato nella mia emozione non sapevo se darle del ‘lei’o del ‘tu’, si stava meglio ai tempi di Dante [...]

19 marzo 2018 0 commenti

Montefeltro, l’antica ‘ Regione dei castelli’. Che sarebbe ora di (re)inventariare e valorizzare.

Montefeltro, l’antica ‘ Regione dei castelli’. Che sarebbe ora di (re)inventariare e valorizzare. La ritrovata rocca di San Leo, qualche secolo dopo, venne ulteriormente ristrutturata, un po’ come per tutti gli arditi manufatti di difesa medievale in zona. Che interpretarono però la loro parte fin quando si estinse l’epoca dei borghi fortificati. Che caddero allora nell’abbandono. Lasciando lungo la Vallata della ‘Provincia dei castelli’ tracce sempre più diroccate e vaga memoria. Tracce e memoria che oggi sono in tanti a chiedere di recuperare. Tra un passato mai completamente abbandonato ed un futuro da inventare. Del resto quegli antichi manieri raccontano, come in poche altre regioni del Belpaese, storie particolarmente originali e seducenti. Da rimettere in circolo. Anche se, qui, il problema sembra essere soprattutto pratico, nel senso che occorrerà intanto inventariarli, e quindi valutarli nella loro entità reale, magari restaurandoli laddove possibile, per collocarli a fondamento di una ‘mirata e proficua progettualità futura’. Ma come inventariarli’? I modi, ovviamente, in questi casi, possono essere tanti. Basterebbe l’ausilio di qualche moderna tecnologia, come i droni, ad esempio, ma ce la si può cavare benissimo anche ricorrendo a strumenti meno costosi e più abituali. Quale l’immaginazione. L’umile, umana, immaginazione. Che come le ali di Icaro si può far librare in volo a piacimento sulla Valle, magari a partire dalle prime luci di un mattino di primavera, quando con l’esalare delle ombre della notte fioriscono quei ‘cieli di cristallo’ raddolciti da un pulviscolo mielato che abbaglia il bizzarro corso d’acqua che dalla lunga linea scura dei monti toscani precipita verso l’Adriatico.

MONTEFELTRO. “Fu nell’Alto Medioevo – annota Francesco Vittorio Lombardi in ‘Le torri del Montefeltro e della Massa Trabaria’ ( Bruno Ghigi Editore, Rimini, 1981) – che si registrò una nuova e originale separazione tra i territori gravitanti lungo la costa e quelli a ridosso dell’Appennino”. Due geografi ravennati, infatti,  l’Anonimo [...]

8 gennaio 2018 0 commenti