Tag "volley"

 

Non solo sport. Risale il calcio. Tornano nel Belpaese in tantissimi. Mentre la ‘rossa’ rugge: ‘ Ora basta!’.

Non solo sport. Risale il calcio. Tornano nel Belpaese in tantissimi. Mentre la ‘rossa’ rugge: ‘ Ora basta!’. Dovremmo parlare di 'ritorni'. Nel calcio ( e nello sport) tra i più vilipesi ( e gloriosi ) del Pianeta. Vediamo di stilare un mini elenco, ad uso e abuso dei nostri milioni di esterofili, nella speranza ( ovvio) di non omettere ( almeno) i più significativi. Nella pallavolo torna quel mito di don Julio, al quale hanno pensato bene di affidare la riorganizzazione dei vivai azzurri. Nel basket è rientrato sotto l'ombra della Madonnina quel gran tecnico che ha conquistato ( perfino) l'NBA, tale maestro Messina. Nel calcio hanno rimesso piede nel sacro suol del Belpaese, dapprima il Carletto ( sotto il Vesuvio), eppoi il Conte Dracula ( sotto la Madonnina, sponda nerazzurra) e quindi il buon Sarri ( sotto la Mole antonelliana, sponda bianconera). E ce ne sarebbero altri. E non solo italici. Come quel Paul Podgba che stanco del campionato ( e della squadra) più ricco(a) al mondo, potrebbe rivestirsi dei colori della zebra. Non male per quegli illuminati che da tempo immemore cercano di ' tenere lontana' quanta più gente possono da questo Paese. Avremmo qualcosa da ridire anche sugli itali trapiantati in altre regioni della Terra. Alcuni in ambasce ( come Michelone Platini), altri in posizione non amabile ( come il Giacomo Pallotta, padre padrone della Lupa), altri infine ( come il Rocco della Viola) pervasi dal giusto fuoco del migrante che partito qualche lustro fa povero e disperato torna ora ricco e felice per dimostrare quanto talento continui a sprecare questo ( suo, nostro) straordinario loco planetario. Una menzione speciale vorremmo rivolgerla a Leo Messi , di ceppo marchigiano recanatese, che dei suoi ( illustri) avi poco o nulla ( finge?) di conoscere. Infatti ci riesce difficile, pur cercando di (ri)valutare al meglio le ingenerose e tormentate traversie a cui sono stati costretti i nostri migranti e le loro famiglie, non avvertire in questi nostri 'figli' ( almeno) l'orgoglio d'essere 'frutti dispersi' d'una madre 'antica, illustre e rigogliosa' che ha impiegato secoli per realizzare dna straordinari. Suoi e non d'altri. Perchè come ben si sa non è ( e non sarà) qualche lustro di ' jus soli' ad indicar chi siamo, ma solo e soltanto quell'immemore 'jus sanguinis' che scorre ( e scorrerà) nelle nostre recondite profondità chissà per quant'altro tempo ancora.

LA CRONACA DAL DIVANO. Dovremmo parlare di ‘ritorni‘. Nel calcio ( e nello sport) tra i più vilipesi ( e gloriosi ) del Pianeta. Vediamo di stilare un mini elenco, ad uso e abuso dei nostri milioni di esterofili,  nella speranza ( ovvio) di non omettere ( almeno) i più [...]

20 giugno 2019 0 commenti

Non solo sport. Choccata la ‘rossa’? Mugello tricolore? Sarri dalla Signora? Conte, meglio di Mou Mou?

Non solo sport. Choccata la ‘rossa’? Mugello tricolore? Sarri dalla Signora? Conte, meglio di Mou Mou? Corrono le moto al Mugello, dove il mostro da battere è il cataluno di 26 anni. Volano le ragazze del volley in Nation League, spinte dalla crescente Egonu, e dominatrici contro la Serbia campionessa iridata. Giura fedeltà alla Mercedes fino al 2025 il buon Hamilton. Mentre il buon Fogna, sempre che non s'incappelli a morte per qualche imprevisto refolo di vento, avanza in terra transalpina. Si stanno completando le panchine del Campionato. Tudor è confermato a Udine, Gasperini a Bergamo. E mentre il buon Sarri cerca di divincolarsi dalle prese dalla presa ( niente male) Marina-Abramovic, Antonio Conte detto conte Dracula, s'è accasato presso la Beneamata. Con trattamento principesco. Triennale al Mou Mou. Al contempo, però, allo Juventus stadium, qualcuno ha provveduto a levar la sua stella. Le bandiere sono sempre quelle, anche la sua dunque, peccato solo che ( all'improvviso) subentri il vento a cambiare direzione. Ringhio che ha lasciato da gran signore il 'suo' Milan, potrebbe accasarsi a Roma. Potrebbe. Così come l'amato Sinisa, che dopo il gran salvataggio della banda di Saputo può aspirare a qualcosa di più importante. Dando volo alla tentazione di andarsi ad accasare all'Estero, laddove ( probabilmente) non è di casa. Sempre riguardo al Milan ci sembra poco appetibile affidare al buon Maldini la direzione tecnica del Diavolo. Non ha esperienza, ma soprattutto non ci sembra uno che freme per ' rimboccarsi maniche calzoncini' e tuffarsi 'a cuore aperto' in un mondo che è stato suo, ma solo dal versante 'squadra in campo'.

LA CRONACA DAL DIVANO. Corrono le moto al Mugello, dove il mostro da battere è il cataluno di 26 anni. Volano le ragazze del volley in Nation League, spinte dalla crescente Egonu, e dominatrici contro la Serbia campionessa iridata. Giura fedeltà alla Mercedes  fino al 2025 il buon Hamilton. Mentre il [...]

30 maggio 2019 0 commenti

Non solo sport. ‘Rossa’, sì, ma di vergogna! Un ‘mucchio’ per la Champions. Diavolo, oramai fuori?

Non solo sport. ‘Rossa’, sì, ma di vergogna! Un ‘mucchio’ per la Champions. Diavolo, oramai fuori? La Signora pareggia ( 1-1) con la Beneamata, e festeggia il 600°gol del suo Ufo. Volano la Roma contro il Cagliari ( ormai salvo), la Lazio contro la Samp ( ormai sazia) mentre restano da vedere la Dea contro l'Udinese ( in pericolo retrocessione) e la Viola contro il Sassuolo ( bello e pacioso). Vola anche il Bologna del Sinisa, ormai in zona salvezza, mentre per l'Empoli si profilano ( si fa per dire) le fiamme dell'inferno. Un Sinisa ermetico, che ha saputo conquistare il cuore di Bologna la grassa, ma che non si sbottona sul suo futuro. Si vede che a roderlo è il tarlo dell'esperienza in altro campionato. Che ci può stare. Come ci può stare che, poi, ad esperienza svolta, si possa tornare in fretta in quel campionato tanto bistrattato ma che con qualche moderno stadio in più potrebbe tentare la risalita verso l'abituale vetta continentale. Riguardo ai ritorni, da segnalare quello del buon Sarri. Sempre appeso ad un filo. Non dovesse guadagnarsi il quarto posto Champions, potrebbe davvero ricevere il benservito dalla coppia di ex spendaccioni provenienti dalla steppa che riguardo a fair play poco o nulla hanno da imparare da chicchessia. Intanto, a margine, si fa per dire, qualcuno comunque figlio o figliastro della ( sbandierata) cultura inglese dello sport, sembra essersi ( più volte) avvicinato al nostro buon Sarri apostrofandolo ( più o meno) così: 'Italiano, di m... quando te ne vai? '. Una nota, infine, per le auto. Tornate in pista, per il quarto appuntamento annuale, a Baku, in Azerbaijgian. Diciamo che si sono viste due facce: una, durante le prove, e dominata dalla 'rossa' ( nonostante il botto contro muricciuolo del giovin Leclerc ); due, in gara, con le 'frecce d'argento' inarrivabili per tutti gli altri, e impegnate più in un derby interno che altro. Leclerc, a margine, rimpiange di non essersi fermato prima, con la muta d'argento alle spalle che gli divorava secondi metro dopo metro. Ce lo siam chiesti anche noi! Mah! Gestione da polli? Mentre il buon Seba ci è apparso ( a dirla intera) più un arrivato che un guerriero da battaglia. Vediamo, intanto che dire? Poco o nulla, se non riportare le dolorose e scontate parole del suo capoccia, Agnelli il presidente orfano Marchionne: 'La Mercedes è forte e fortunata. Ma noi ci siamo, forza Ferrari!'.

LA CRONACA DAL DIVANO.  Non ne azzecca più una il povero Diavolo, battuto in notturna anche dal Toro ( 2-o).  Il buon Ringhio continua a lavorare di cilicio, ma siccome tanto dà tanto, di uscire fuori dall’involuzione in cui la squadra rossonera è piombata da qualche turno in qua, manco [...]

29 aprile 2019 0 commenti

Non solo sport. Torna il fantasma ‘ Operacion Puerto’. Finalmente, una ‘bella’ e ‘tosta’ Nazionale!

Non solo sport. Torna il fantasma ‘ Operacion Puerto’. Finalmente, una  ‘bella’ e ‘tosta’ Nazionale! Intanto segnaliamo la bella, inattesa e tosta Nazionale del Mancio ( finalmente) non più triste. Battuta la Polonia ( 0-1) aspettiamo il Portogallo, per decidere la prima del girone di Nations League. Ma questa volta, in aggiunta al resto, ci ha colto di sorpresa un taglio di spalla sul 'Corrierone', dal titolo ' Nado Italia analizzerà le 211 sacche di sangue'. Riferito a quell'occasione mancata dell'antidoping mondiale che, qualche annetto fa, ha attraversato come una funesta e misteriosa meteora il cielo dello sport ( soprattutto) ispanico. Sul fatto, non è molto, la corte provinciale di Madrid aveva stabilito ( bontà sua) una sorta di ' diritto all'oblio' ( in ispecie) per i clienti del ginecologo Fuentes a cui era stata indirizzata la ( famigerata e sospesa) ' Operacion Puerto'. L'Italia di Mancio il Triste s'en va a disputare un'altra finale. Con una Polska ( sconfitta dal Portogallo, 2-3) ricolma di 'italiani'. Dovesse abbassare ( ancora una volta) l'ali, ci sarebbe lo sprofondamento in Nation B; viceversa, dovesse ritornare al successo, potrà andare a contendere ai portoghesi ( già vittoriosi all'andata) il primo posto nel girone e, dunque, una concreta possibilità di qualificarsi anche al prossimo Europeo. E' ripartita col piede giusto l'Armani Milano in Champions. Continua travolgente la marcia delle ragazze azzurre al Mondiale di volley. Ora, approdate in Final six, imbattute, ma con l'incubo di superarsi. L'esperienza dei maschi insegni. Mentre, sempre per il volley maschile, va ad avviarsi il torneo più prestigioso al mondo, quello in cui 'giocansi' la miglior pallavolo del Pianeta.

LA CRONACA DAL DIVANO. Per chi s’asside su un divano non è questo un fine settimana particolarmente interessante. Tuttavia qualcosa, spulciando qua e là, si può catturare. Sempre da profani, s’intende, e comunque appassionati, sempre appassionati, per quanto va ad animare il gran mondo dello sport, lungo la Penisola ma [...]

13 ottobre 2018 0 commenti

Non solo sport. Marquez impazza, ma solo perchè il Vale ‘ cavalca’ un ‘ gran catorcio’. Juve sempre sola.

Non solo sport. Marquez impazza, ma solo perchè il Vale ‘ cavalca’  un ‘ gran catorcio’. Juve sempre sola. E tuttavia non è andata poi così male la ' puntata' dei nostri ad Aragon. Nella Moto Gp, dopo Marquez sono arrivati Dovi e Jannone. Nella Moto 3, Martin s'è importo su Bezzecchi e Bastianini, con il Bez a 13 punti dal nuovo top driver ispanico. Nella Moto 2 Binder, al suo secondo successo in carriera, s'è importo su Bagnaia e Baldisserri, con il Pecco che ha allungato su Oliveira. E mentre è iniziato il Mondiale su strada, le maggiori attenzioni sono rivolte al sestetto di volley impegnato nel Mondiale. Battendo la nefasta Olanda ( 3-1) ha chiuso in testa il suo girone, con l'unica macchia nera della sconfitta contro i campioni di Russia ( 2-3). Che, per il 'nostro' Zaytzev, dovrebbero aggiudicarsi l'evento. Per lui solo, si spera, perchè l' Itavolley poco o nulla ha da invidiare ai lungagnoni della steppa. L'importante è non partire sconfitti ancor prima di scendere in campo. Se non sbagliamo ora a Torino, dove farsi largo tra le sei qualificate in Final Six: Russia, appunto, Usa, Polonia, Serbia, Stati Uniti. Bestiacce, certo, ma forse più addomesticabili di quel che vorrebbero far credere. Occhio anche al Campionato. Sempre bello, nonostante gli illuminati menagrami che vorrebbero ridurlo a torneo parrocchiale. Tra l'altro dopo un turno di Coppa non male. Dove le nostre hanno ottenuto quattro vittorie ( Inter, Juve, Milan e Lazio), un pareggio ( Napoli) e una sconfitta ( Roma). Con ranking Uefa positivo, anche sulle inglesi. La vittoria più ' significativa' è stata quella della Signora a Valencia ( 0-2) nonostante giocasse in dieci ( espulso Ronaldo), ma quella pià 'esaltante' è stata quella della Beneamata che agli sgoccioli, in perfetto stile Premier, ha rispedito con un pugno di mosche a casa la speranzosa formazione di mister Pochettino.

LA CRONACA DAL DIVANO. E ci risiamo. Ancora una volta il buon Marc Marquez, padrone di Aragon, dove gli hanno dedicato una curva ed elevato un monumento ancor prima di lasciare questa valle di lacrime, ha vinto, anzi, dominato, lasciandosi però alle spalle la solita contestazione sulle sue  non irreprensibili [...]

24 settembre 2018 0 commenti

Non solo sport. ‘ Rossa’: Mondiale F1 addio? Volley: avanti ‘con juicio’. Doppietta Cr7, con vista Champions.

Non solo sport. ‘ Rossa’: Mondiale F1 addio? Volley: avanti ‘con juicio’. Doppietta Cr7, con vista Champions. Auto F1. Molto gli è stato concesso ( e perdonato), molto gli è stato fatto ( dai suoi e non solo), molto gli è stato donato ( dagli avversari e non solo) ma anche molto si è fatto da solo. Con merito suo, visto che in questi ultimi due anni è maturato e non poco rispetto ad un trascorso non sempre garanzia di continuità di prestazione. Parliamo di Lewis, Lewis Hamilton, avviato ormai al quinto titolo mondiale, se non erriamo, come Fangio, ovvero come personaggi da leggenda che ( a questo punto, data l'età) possono essere ( da lui) raggiunti e superati. Certo fa effetto vedere il prodigio che Binotto e i suoi geniali ragazzi avevano preparato per dominare le piste, affumicarsi dietro ad una ' freccia d'argento' che di superiore ha solo ( e si fa per dire) il suo principal driver. In Campionato, s'è sbloccato CR7, con due centri nella porta del coriaceo Sassuolo. Roba da cronaca. Niente di più. Preoccupa la sorte di Spalletti, ora sotto accusa. La sua Inter non dà nel quindici. Restando un poco come quei bei panorami vessati da sole, nuvolo e pioggia, senza soluzione di continuità. Imprevedibilmente. Non 'ringhia' più di tanto manco il Milan, che 'svezza' il Pipita ma non passa a Cagliari. Occorre l'intervento combinato col Ringhio dei due 'angeli custodi' Leo e Maldo, che a questo punto devono tirare fuori da questi ultimi ( ineffabili) eredi del Diavolo la loro 'animaccia'. Se ' animaccia' è, o altro. Anche per le due Milano c'è il ritorno in Coppa. Casa abituale, visto che insieme hanno sollevato 10 delle 62 Champions finora assegnate. Infatti ora ad attirare l'attenzione è la Champions, edizione 2019. Quest'anno mandiamo in campo quattro squadre, senza preliminari, i terribili preliminari, che per cause note ci tolgono ( o toglievano) di mezzo formazioni ( anche) all'altezza del compito. Vedi, di recente, in Europa League, la talentuosa Atalanta del Gasp.

LA CRONACA DAL DIVANO.  Molto gli è stato concesso ( e perdonato), molto gli è stato fatto ( dai suoi e non solo), molto gli è stato donato ( dagli avversari e non solo) ma anche molto si è fatto da solo. Con merito suo, visto che in questi ultimi due [...]

17 settembre 2018 0 commenti

Ravenna. Coppa del Centenario di beach volley. Tre vittorie su quattro a squadre del Ravennate.

Ravenna. Coppa del Centenario di beach volley. Tre vittorie su quattro a squadre del Ravennate. Per quanto riguarda l’Under 16 maschile, è stata una finale tutta nel segno del Val di Magra Volley, società della provincia di La Spezia, con il successo di Elia Orsini e Gabriele Argelati sui compagni di squadra Niccolò Menini-Luca Tarantini. Il podio è completato da Nikola Fucksia-Fabio Vitali, in questa stagione nei ranghi giovanili del Porto Robur Costa. Nell’Under 16 femminile, vittoria per il duo tutto ravennate Giorgia Greco Zeru (Olimpia Master Garavini)-Elisa Casadei (Teodora Settore Giovanile), che in finale ha avuto la meglio sulla coppia del Volley Club Cesena Federica Polletta-Mirea Balzani. Terzo posto per Vittoria Balducci-Elena Maria Ballardini, coppia della Teodora Torrione. Nell’Under 19 maschile, il primo posto finale è stato conquistato da Luca Poletti-Lorenzo Tomassini, vincitori in finale su Matteo Camerani-Alessandro Ghini. Terzo posto per Lorenzo Filippi-Federico Paolucci. Tutti e sei gli atleti erano 'targati' Porto Robur Costa.

RAVENNA. E’ in programma mercoledì 8 agosto al bagno Mara di Porto Corsini la seconda tappa della ‘Coppa del Centenario’ di beach volley, riservato alle categorie Under 16 e Under 19 maschile e femminile, evento che rientra nel cartellone degli eventi legati al centenario dell’arrivo della pallavolo a Ravenna, allestito [...]

6 agosto 2018 0 commenti

Ravenna. Beach volley internazionale a Marina di Ravenna. Per la seconda volta al ‘Coco Loco’.

Ravenna. Beach volley internazionale a Marina di Ravenna. Per la seconda volta al ‘Coco Loco’. La manifestazione, in programma sabato 28 e domenica 29 luglio, organizzata dalle società sportiva PowerBeach e Volley Action in collaborazione con la Fipav Comitato regionale dell’Emilia Romagna, con il patrocinio del comune di Ravenna, con il patrocinio della Pro Loco di Marina di Ravenna e con la supervisione dell’ufficio Grandi eventi della Fipav di Roma, è inserita nel calendario internazionale ufficiale ed assegnerà punti per il ranking mondiale. Sono già noti i nomi delle principali coppie del torneo con la testa di serie nr.1 assegnata ai forti olandesi Penninga-Van Steenis mentre la testa di serie nr.2 sarà quella composta dagli italiani Filippo Boesso e Pasquale Gabriele, quest' ultimo già in coppia ad inizio stagione con l’olimpionico Adrian Carambula. Anche la società PowerBeach schiererà i suoi portacolori in particolar modo la coppia di riferimento sarà quella capitanata da Matteo Galli che giocherà in coppia con Davis Krumins.

MARINA DI RAVENNA. Per il secondo anno consecutivo la spiaggia dello stabilimento balneare Coco Loco di Marina di Ravenna ospiterà il grande beach volley internazionale con il torneo maschile Wevza riservato alle rappresentative di Portogallo, Spagna, Francia, Olanda, Germania, Belgio, Svizzera ed ovviamente Italia. La manifestazione, in programma sabato 28 [...]

20 luglio 2018 0 commenti

Rimini. Impianti sportivi: contributo Coni di 695mila euro per la realizzare la Casa del volley.

Rimini. Impianti sportivi: contributo Coni di 695mila euro per la realizzare la Casa del volley. La palestra Villaggio 1° Maggio, destinata a diventare la nuova ‘Casa del volley’ della città. Il contributo, pari a circa la metà dell’importo necessario per completare l’intervento, è stato stanziato nell’ambito del bando 'Sport e Periferie' promosso dal Coni e mirato alla realizzazione, rigenerazione e il completamento di impianti sportivi. Questo importante contributo va ad aggiungersi ai 112 mila euro già stanziati attraverso lo stesso bando a sostegno dell’intervento di riqualificazione del campo da calcio di Rivazzurra. In particolare, per quanto riguarda i campi da calcio, l’Amministrazione è intervenuta per l’adeguamento di tribune, spogliatoi, magazzini, servizi nei campi di calcio di Rivazzurra, San Giuliano, Torre Pedrera, San Vito, Ina Casa, Viserba e Vergiano, oltre alla realizzazione di un campo da calcetto di quartiere a Santa Giustina. Per quanto riguarda i principali impianti cittadini, sono attualmente in corso i lavori di manutenzione straordinaria sui servizi igienici del settore Distinti dello stadio 'Romeo Neri'.

RIMINI. Ammonta a 695mila euro il contributo che il Coni ha destinato al comune di Rimini per la realizzazione della nuova palestra Villaggio 1° Maggio, destinata a diventare la nuova ‘Casa del volley’ della città. Il contributo, pari a circa la metà dell’importo necessario per completare l’intervento, è stato stanziato [...]

11 ottobre 2017 0 commenti

Non solo sport. Gli Ufo tra noi. L’italo riscatto nelle Coppe. Nelle libere, Vettel e Kimi in pole.

Non solo sport. Gli Ufo tra noi. L’italo riscatto nelle Coppe. Nelle libere, Vettel e Kimi in pole. Il Bayern affonda, e licenzia il nostro Carletto tirandosi nel baratro le altre d'Allemania. Che in Coppa riporta uno smacco dietro all'altro. Trema la Grande Ghermania? La cosa non ci farebbe piacere se ad essere interessato, questa volta, non fosse che il famigerato Ranking Uefa, quello che ( per chiarirla a chi di queste cose poco si interessa) stabilisce chi è la meglio o la peggio tra le diverse leghe di calcio europee. Il suo giudizio, insomma, conta e non poco, anche perchè è in base al Ranking Uefa che vengono essere assegnate più o meno squadre da mettere in gara nelle ambite coppe continentali. Che è accaduto, questa volta, di tanto eclatante? Beh, noi, da sempre celebrati poveri diavoli, ovvero quelli che in una quindicina d'anni si sono svenduti il campionato di calcio migliore al Mondo, stiamo scoprendo di non essere poi così tanto sfigati. Per un niente- 0,084 - infatti l'Italia si riprende il terzo posto tra le maggiori leghe europee, a soli due punti dal secondo ( la spendacciona Premier) e a 16 dal primo ( l'altera Liga spagnola). Segno che le infinite nenie funebri svolte in questi anni in ogni anfratto mediatico non sono state altro che il frutto di una èlite che ama recarsi addosso il cilicio, senza neppure (ri)trovare quel minimo briciolo di dannunziana autostima. Ora che si fa? Si va avanti, che altro?, anche perchè se la Germania affonderà e l'Inghilterra gli correrà appresso potremmo puntare di nuovo, stadi permettendo, a risalire la china per riposizionarci laddove stiamo tanto comodi e beati. In vetta. Diciamo, ad onor del vero che se gli Alemanni vanno male gli Angli sono invece tornati in buon spolvero. Avremo modo però di affrontarli ( prossimamente, la Roma con il Chelsea e il Napoli con il Qatar City), e di dirimere la questione. Senza timori, per favore, visto che loro corrono a perdifiato e finanche oltre il '90, ma noi, dalla nostra, abbiamo quel terribile ' che non t'aspetti' mediterraneo che bene e spesso li manda in tilt.

LA CRONACA DAL DIVANO.  Riscatto in Coppa, con cinque vittorie ed un pareggio. Che, a dir il vero, vale quanto è più delle vittorie, ottenuto dalla gagliarda Dea in quel di Lione, che squadra vera e di livello è e resta. La truppa del Gasp nella difficile trasferta non solo [...]

29 settembre 2017 0 commenti