Tag "volontariato"

 

Rimini. Vaccinazioni. L’assessore Goria Lisi: ‘Tante le prenotazioni, un segnale che ci fa ben sperare’.

Rimini. Vaccinazioni. L’assessore Goria Lisi: ‘Tante le prenotazioni, un segnale che ci fa ben sperare’. 'L’attesa era alta e, fortunatamente, alta è stata anche la richiesta di prenotazioni in questa prima giornata, segno che - commenta l'Amministratrice - ci fa sperare in un’alta propensione alla vaccinazione nella nostra comunità. Questa mattina però, soprattutto nelle prime ore di apertura del servizio, numerosi cittadini hanno riscontrato difficoltà con il sistema di prenotazione dell’Azienda sanitaria locale, problemi poi superati e risolti in corso d’opera, consentendo da domani di partire con le somministrazioni: 450 al giorno quelli in programma nell’hub provinciale che ha trovato sede nei padiglioni della Fiera, 240 quelle previste alla sede di Cattolica giovedì e venerdì. È chiaro che stiamo vivendo una fase complessa, tra la necessità di accelerare sul piano delle vaccinazioni e le difficoltà di affrontare una sfida sotto il profilo organizzativa e gestionale inedita e mai messa in campo finora. Ad oggi la nostra regione e il nostro territorio senza eccezione sono riusciti a garantire un servizio efficace, nonostante lo stress a cui è sottoposto tutto il sistema sanitario da ormai un anno. Le istituzioni, dalla Regioni agli Enti locali, stanno profondendo lo sforzo massimo per reggere l’urto di una crisi emergenziale senza precedenti, con buoni risultati. Ora stiamo entrando nella fase più delicata: c’è la necessità di dare gambe al piano vaccinale di massa, di andare a coprire il prima possibile la più ampia fascia di popolazione, mettendo in protezione le nostre comunità. Guardando i dati a sabato scorso, 13 febbraio, sono state oltre 14mila le somministrazioni (tra prima e seconda dose) che sono state effettuate alla Fiera di Rimini, a cui si aggiungono le oltre 3mila effettuate agli ospiti delle Cra, le residenze per anziani. Su questo fronte segnalo un piccolo ritorno alla ‘normalità’: dopo mesi di stop, stanno riprendendo in questi giorni gli ingressi nelle Cra, con i nuovi ospiti ...'.

RIMINI. Vaccinazioni, dichiarazione del vicesindaco e assessore alla Protezione sociale Gloria Lisi: “Oggi l’Emilia Romagna ha vissuto una sorta di secondo ‘v day’, con l’avvio delle prenotazioni delle vaccinazioni per gli over85 in tutto il territorio regionale. Un momento che di fatto segna l’inizio della campagna vaccinale per una fascia di [...]

16 febbraio 2021 0 commenti

Forlì. Prestito sociale, progetto ‘Fiducia in Comune’: ‘Uno strumento per essere più vicini alle famiglie’.

Forlì. Prestito sociale, progetto ‘Fiducia in Comune’: ‘Uno strumento per essere più vicini alle famiglie’. 'Il prestito si rivolge, in particolare, a quelle famiglie che si trovano in una situazione di temporanea difficoltà economica, derivante da particolari condizioni personali e familiari, nonché dall’emergenza epidemiologica in corso e che non avrebbero possibilità di accedere alle forme ordinarie di prestito offerte dalle banche. Possono presentare domanda i nuclei familiari residenti nel comune di Forlì che hanno subito una consistente riduzione del reddito familiare e hanno necessità di disporre di una somma di denaro per far fronte ad esigenze importanti e necessarie che riguardano abitazione, istruzione e formazione, mobilità, salute e benessere. La restituzione del prestito sarà effettuata, dopo 12 mesi dall'erogazione, con rate mensili di pari importo per 36 o 48 mesi. Gli interessi al tasso fisso dell'1% sono a carico del Comune . Quello che abbiamo predisposto, con la preziosa collaborazione dei nostri uffici, è uno strumento di sostegno alle nostre famiglie assolutamente inedito – conclude l'assessora al Welfare Rosaria Tassinari – costruito su misura per chi versa in condizioni di difficoltà economica, che coniuga l'esigenza di assolvere a bisogni quotidiani con l'instaurazione di un rapporto fiduciario tra i beneficiari del prestito e l’Ente comunale'.

FORLI’.  Le domande per l’erogazione del prestito che può variare da un minimo di 3mila € a un massimo di 5mila € potranno essere presentate, compilando l’apposita modulistica visionabile e scaricabile sul sito del comune di Forlì, a partire da martedì 9 febbraio fino al prossimo 30 giugno. INDICAZIONI. “Questa [...]

9 febbraio 2021 0 commenti

Rimini. Pasti caldi, farmaci, spesa domicilio per persone fragili, in quarantena o non autosufficienti.

Rimini. Pasti caldi, farmaci, spesa domicilio per persone fragili, in quarantena o non autosufficienti. Con l’acutizzarsi della situazione di emergenza sanitaria si è pensato di riproporre le misure e gli interventi di supporto al domicilio, rivolti alle persone in quarantena confinate presso il proprio domicilio, alle persone non autosufficienti e alle persone fragili che hanno difficoltà a recarsi presso i punti vendita di generi di prima necessità, a prepararsi il pasto e ad attendere ad altre attività. La novità è quella relativa all’avvio anche del servizio di gestione rifiuti solidi urbani ed altre residue necessità logistiche legate alla emergenza sanitaria da Covid- 19. Una scelta che si è ritenuta necessaria in seguito alle misure straordinarie contenute nelle disposizioni adottate dal Governo a decorrere dal 7 ottobre e, da ultimo, nel DPCM del 3 novembre 2020. Come noto si tratta di misure che prevedono, tra gli altri interventi e prescrizioni, che le persone che presentano sintomi assimilabili ad infezione da Covid-19 restino confinate presso le proprie abitazioni fino all’esito negativo del tampone e le persone più fragili e maggiormente esposte a rischio di contagio, riducano quanto più possibile le occasioni di incontro e restino presso il proprio domicilio. Per segnalare persone in difficoltà di qualsiasi genere, la cui condizione è aggravata dalle misure restrittive previste nei decreti governativi si potrà contattare lo 0541-704.000.

RIMINI. Sono ripartite le misure socio assistenziali a domicilio a favore di persone fragili, in quarantena o non autosufficienti. Il comune di Rimini – grazie alla collaborazione di AUSER, Caritas diocesana, Croce rossa e  l’associazione Tin Bota– già nella prima fase dell’emergenza sanitaria aveva predisposto una serie di servizi fruibili [...]

20 novembre 2020 0 commenti

Forlì. Parrocchia di San Giuseppe Artigiano. Incontro amministratori, operatori e bimbi del Centro estivo.

Forlì. Parrocchia di San Giuseppe Artigiano. Incontro amministratori, operatori e  bimbi del Centro estivo. 'Quello della parrocchia di don Carlo è un centro estivo tra i più partecipati della Città, inaugurato non appena possibile come da indicazioni regionali, con una media di cinquanta bambini a settimana, il servizio mensa e attività di ogni tipo svolte in prevalenza all’aperto, nel rispetto dei protocolli anti-Covid o negli ampi locali della struttura parrocchiale dove i più piccoli possono muoversi in assoluta libertà e sicurezza. Gli operatori, tutti giovanissimi ma dotati di grande entusiasmo e competenze, rappresentano il motore di questa realtà organizzativa che mette al centro i più piccoli e il loro graduale ma legittimo ritorno alla normalità. Un ringraziamento speciale va a tutti coloro che mantengono viva questa splendida e preziosa realtà di accoglienza – hanno completato il Sindaco e l’Ass.re – grazie ai ragazzi dell’Asd Sport Academy, che si prendono cura dei bambini e gestiscono le attività del centro estivo, grazie a don Carlo che negli anni ha creato una struttura importante per il territorio della sua diocesi ma non solo, e grazie ai nostri bambini, che sono l’anima e il futuro della nostra Città'.

Forlì, 22 luglio. “Un’emozione e una gioia che solo i bambini ti possono trasmettere”. Così il sindaco Gian Luca Zattini e l’ass.re al Welfare Rosaria Tassinari hanno definito l’incontro con i tantissimi bambini, don Carlo e gli operatori dell’asssociazione Asd Sport Academy che gestiscono il Centro estivo della parrocchia forlivese [...]

23 luglio 2020 0 commenti

Forlì. Seconda donazione a cuore fermo al ‘Morgagni’. In accordo con i prof del ‘Bufalini’ di Cesena.

Forlì. Seconda donazione a cuore fermo al ‘Morgagni’. In accordo con i prof del  ‘Bufalini’ di  Cesena. I due reparti di Anestesia e Rianimazione, diretti dal dr Stefano Maitan e dal dr Vanni Agnoletti, con i rispettivi Uffici di coordinamento locale, rappresentati a Forlì dal dr. Paolo Farolfi e dalla infermiera Valentina Morena e a Cesena dal dr. Andrea Nanni e dall'infermiera Manila Prugnoli, hanno realizzato in piena collaborazione l'intero percorso, in accordo con le direzioni di Presidio ospedaliero e con il 118 Romagna, che hanno a loro volta fornito il supporto logistico-organizzativo. Dall'Ospedale di Cesena sono giunti a supporto dei colleghi di Forli l'ECMO (ossigenazione extracorporea a membrana) TEAM e vari professionisti( medici, infermieri e tecnici), già esperti in materia di preservazione della funzione degli organi da prelevare nei casi in cui il decesso avvenga per arresto cardiaco e non per morte cerebrale,il personale della Radiologia interventistica di Cesena, diretto dalla dr.ssa Emanuela Giampalma, il personale della Radiologia di Forlì, diretto dal dr.Mauro Bertocco, il personale infermieristico del blocco operatorio di Forlì coordinati dalla dr.ssa Raffaella Signani, dalla dr.ssa Donatella Ciocca e dalla sig.ra Elisa Zanzani, il personale infermieristico della TI di Cesena , diretto dalla dr.ssa Martina Spiga, il personale infemieristico della Terapia intensiva di Forlì coordinati dalla sig.ra Susanna Marocchini, il tutto con il supporto della Direzione infermieristica, diretta dalla dr.ssa Silvia Mambelli.

FORLI’. La collaborazione da tempo in atto fra le Unità operative di Anestesia e Rianimazione di Forli e Cesena, coi rispettivi Uffici di Coordinamento locale ha permesso di realizzare la seconda donazione di organi a cuore fermo all’interno dell’ospedale Morgagni – Pierantoni di Forlì. “Il prelievo – spiegano i professionisti [...]

17 giugno 2020 0 commenti

Forlì. Solidarietà, educazione, salute: Aido premia gli studenti nel ricordo del professor Giorgio Maltoni.

Forlì. Solidarietà, educazione, salute: Aido premia gli studenti nel ricordo del professor Giorgio Maltoni. Il concorso, intitolato alla memoria dello storico fondatore della sezione provinciale dell'Associazione italiana donatori organi e promosso in collaborazione con l'Ufficio scolastico territoriale di Forlì-Cesena, ha coinvolto numerosi giovani che hanno prodotto elaborati confrontandosi con il tema del 'dono' a partire dai valori di umanità e solidarietà, fino alla sua importanza per la salute delle persone e per l'identità civica. La commissione esaminatrice è composta dal presidente di AIDO Forlì Mirco Bresciani, dalla professoressa Flavia Rambelli e da Alessandra Prati dell’Ufficio scolastico provinciale. Quattro gli elaborati vincitori di una borsa di 500 euro. Questi i nomi: Chiara Morigi, con la composizione (parole, musica e canto) 'Ti vorrei donare il cuore'; Matteo Bartolucci, Elena Catani e Daniele Gardella con il video 'L’arte nel cuore'; Chiara Malmesi Daveti con Pannello smaltato 'Scultura'; Chiara Moretti con il progetto di promozione 'AIDO, I Do'. Una menzione speciale, infine, è stata attribuita a Bianca Brunacci e per il progetto di un murale che verrà realizzato grazie a fondi della sezione AIDO.

FORLI’. Nella mattina di venerdì 12 giugno 2020, il Municipio di Forlì ha ospitato la cerimonia di premiazione del concorso per studenti ‘Giorgio Maltoni‘ organizzato dall‘AIDO di Forlì e rivolto ai ragazzi delle classi quarte e quinte di scuola secondaria. Il concorso, intitolato alla memoria dello storico fondatore della sezione [...]

12 giugno 2020 0 commenti

Cervia Milano Marittima. Musa incontra i pescatori. Dimostrazioni e racconti marinari al Museo del sale.

Cervia Milano Marittima. Musa incontra i pescatori. Dimostrazioni e racconti marinari al Museo del sale. I visitatori potranno assistere a dimostrazioni di attività tipiche della tradizione marinara come il rammendo e la manutenzione delle reti, la realizzazione dei nodi marinari. Le immagini della mostra fotografica 'Gente di mare',invece, allestita all’interno del Museo e realizzata sempre dal circolo pescatori ' La Pantofla', illustrano la pesca del passato e fanno da cornice alle attività e ai racconti dei pescatori. La mostra resterà visitabile fino al 4 luglio seguendo gli orari di apertura del museo ovvero tutte le sere dalle 20.30 alle 24.00. Nel Museo occorre indossare la mascherina e rispettare il distanziamento sociale. Le immagini della mostra fotografica 'Gente di mare', allestita all’interno del Museo e realizzata sempre dal circolo pescatori ' La Pantofla', illustrano la pesca del passato e fanno da cornice alle attività e ai racconti dei pescatori. La mostra resterà visitabile fino al 4 luglio seguendo gli orari di apertura del Museo ovvero tutte le sere dalle 20.30 alle 24.

CERVIA MILANO MARITTIMA. Continua a MUSA la mostra fotografica ‘ Gente di mare‘ dedicata al mare e alla pesca. Visto il successo del week end i membri del circolo pescatori- associazione culturale  ‘La Pantofla’ saranno presenti al museo per raccontare alcuni aspetti particolari della tradizione della pesca fino al 4 luglio. [...]

5 giugno 2020 0 commenti

Ravenna. Orti comunali: un’ordinanza per disciplinare l’accesso. Fino a domenica 3 maggio.

Ravenna.  Orti comunali: un’ordinanza per disciplinare l’accesso. Fino a domenica 3 maggio. L’accesso è consentito una sola volta al giorno e nel limite massimo di tre ore.Sono vietati l'accesso agli spazi comuni, le riunioni e gli assembramenti anche in luoghi aperti, al fine di evitare occasioni di contatti ravvicinati fra le persone. Tale regolamentazione è dettata appunto dall’esigenza primaria di evitare assembramenti, ai sensi di quanto previsto dalle norme di contenimento e contrasto della diffusione del Coronavirus, e di finalizzare l’accesso e la fruizione dei terreni comunali adibiti ad orti esclusivamente all’autoconsumo e non alla socializzazione e all’aggregazione, che in questo momento sono vietate. Per quanto riguarda gli orti non comunali si ricorda che, come ha già precisato il Governo, gli imprenditori agricoli, professionali e non, in possesso di partita Iva con riferimento al codice Ateco 01, possono recarsi nei loro appezzamenti, anche al di fuori del comune di residenza; si consiglia di contattare la propria associazione di categoria per sapere quali documenti è opportuno portare con sé in caso di controlli delle Forze dell'ordine, a supporto dell'autodichiarazione.

RAVENNA. A seguito dell’ordinanza firmata  dal presidente della regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini – in vigore da  giovedì 23 aprile, fino a domenica 3 maggio – che consente la coltivazione di terreno per uso agricolo e l’attività diretta alla produzione per autoconsumo anche all’interno di orti urbani e comunali, l’amministrazione [...]

24 aprile 2020 0 commenti

Faenza. Dal gruppo Disabilità 2.400 euro per l’acquisto di protezioni individuali negli ospedali.

Faenza. Dal gruppo Disabilità 2.400 euro per l’acquisto di protezioni individuali negli ospedali. n questi giorni Anffas, Autismo Faenza, A mani libere, 'Si stare insieme' Anmic e G.R.D. attraverso i presidenti e a nome di tutte le famiglie rappresentate hanno deciso di devolvere agli ospedali di Ravenna, Lugo e Faenza, in virtù dell’emergenza Coronavirus, una parte di quanto raccolto nella campagna Calendario 2020 'Ci vuole un albero'. Iniziativa che ha permesso di raccogliere 51.000 euro in totale. Risorse che hanno permesso di finanziare i due progetti 'La bottega della Loggetta' e 'La chiocciola'. Nello specifico 230 ore per il sostegno per lo sviluppo delle autonomie e delle abilità sociali e 500 ore per il sostegno per il miglioramento delle capacità comunicative. A questo si aggiunge anche il finanziamento elargito per l'emergenza Coronavirus. Si tratta di di 2.400 euro complessivi, suddivisi pariteticamente fra i tre ospedali di Ravenna, Faenza e Lugo, finalizzati all’acquisto di presìdi di protezione individuale.

RAVENNATE. Un segnale di solidarietà e vicinanza arriva anche da alcune associazioni faentine per la lotta al Coronavirus. In questi giorni Anffas, Autismo Faenza, A mani libere, ‘Si stare insieme‘ Anmic e G.R.D. attraverso i presidenti e a nome di tutte le famiglie rappresentate hanno deciso di devolvere agli ospedali [...]

16 aprile 2020 0 commenti

Forlì-Cesena. Start Romagna: è stato definito il Piano del trasporto pubblico. Validità fino al 3 aprile.

Forlì-Cesena. Start Romagna: è stato definito il Piano del trasporto pubblico. Validità fino al 3 aprile. Da giovedì 26 marzo su tutto il territorio della provincia di Forlì – Cesena entra in vigore un servizio che coincide con quello abitualmente svolto nei giorni festivi. Domenica 29 il servizio sarà sospeso. Le linee che normalmente non avevano orario festivo non verranno eseguite. Sono garantite, secondo gli orari ‘festivi’, le linee di collegamento con gli Ospedali del territorio. Le modifiche saranno comunicate alla clientela tramite cartelli sui bus e alle principali fermate, tramite messaggi su paline ‘intelligenti’, sul sito internet www.startromagna.it, i social media ufficiali Facebook e Telegram, che Start Romagna invita a consultare. Si raccomanda alla clientela di osservare scrupolosamente la distanza minima interpersonale prevista dalle disposizioni nazionali, come ricordato dalle comunicazioni presenti a bordo dei mezzi. Start Romagna ringrazia tutto il personale in servizio per l’impegno profuso. Si ricorda, infine, che su tutti i mezzi in servizio viene svolta giornalmente, in aggiunta alla tradizionale pulizia, l’attività di sanificazione straordinaria da parte di società specializzate, mediante l’utilizzo di prodotti specifici.

FORLI’- CESENA. L’Amministrazione comunale informa che in osservanza alle direttive dettate dalle ordinanze della regione Emilia Romagna n. 39 del 16/03/2020 e n. 44 del 20/03/2020, Start Romagna comunica le variazioni che interesseranno il servizio di trasporto pubblico locale sul bacino di ForlìCesena. I provvedimenti entreranno in vigore [...]

25 marzo 2020 0 commenti